Capitali all’Estero, Arriva la Collaborazione Volontaria

| 0 commenti

I contribuenti che hanno depositato capitali all’estero illecitamente potranno aderire al nuovo regime della “collaborazione volontaria” fino al 30 settembre 2016.

Questo è il sunto di quanto previsto dalla bozza dell’emendamento alla legge di Stabilità che verrà presentata questa mattina dal Governo, secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore.
Stralci del testo sono stati anticipati dallo stesso Sole 24 Ore e pongono dei limiti ben definiti alla “voluntary disclosure” italiana:

“La collaborazione volontaria non è ammessa se la richiesta è presentata dopo che l’autore della violazione […] abbia avuto formale conoscenza di accessi, ispezioni, verifiche o dell’inizio di qualunque attività di accertamento amministrativo o di procedimenti penali.”

Non si potrà quindi beneficiare della Collaborazione Volontaria se si è stati già individuati dall’Agenzia delle Entrate o se sono cominciati accertamenti o procedimenti.

I contribuenti che decideranno di aderire non rischieranno di vedersi contestare i reati penali di omessa dichiarazione o dichiarazione infedele. Nel caso, invece, dei più gravi reati di dichiarazione fraudolenta con false fatturazioni o altri artifici contabili, la pena massima è diminuita fino alla metà, cioè 3 anni.

Per quanto riguarda le sanzioni, l’emendamento spiega che:

E’ ridotto alla “metà del minimo edittale” (l’1,5% dell’importo non dichiarato) la sanzione per chi ha trasferito capitale in Stati “che consentono un effettivo scambio di informazioni”.

Nel caso in cui i capitali fossero stati depositati in paradisi fiscali, la sanzione è “determinata nella misura del minimo edittale, ridotto di un quarto”, quindi il 4,5%.

L’emendamento, infine, estende la punibilità per riciclaggio anche all’autore da cui proviene il denaro.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)
Capitali all'Estero, Arriva la Collaborazione Volontaria, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Non perderti gli altri articoli:

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.