Crisi economica: il fascino dell’investimento nell’oro non muore mai!

| 2 commenti

Sarà tutta colpa della crisi economica e della stagnazione dei consumi, oltre che dell’incertezza concernente lo scenario occupazionale e macroeconomico ma, negli ultimi tempi, è assolutamente innegabile che vi sia un crescente interesse sulla tematica degli investimenti nell’oro.

Il fascino del metallo prezioso non muore mai e non passa mai di moda; in particolare, sono tanti i vantaggi che si possono trarre, in termini di rendimento economico dall’oro, vediamoli insieme per capire meglio.

Investire in oro: ottimi rendimenti nel medio-lungo periodo

L’investire nel metallo prezioso oro permette a tutti i soggetti di poter preservare il capitale a disposizione ed il proprio patrimonio; non a caso, è sempre stato considerato nella storia monetaria la raw material d’eccellenza in cui rifugiarsi per ottenere un buon rendimento.

Infatti, l’oro è un metallo molto pregiato, di grande valore commerciale, il cui prezzo è fissato dai mercati; tuttavia, dal 1919, la Borsa di Londra stabilisce due volte al giorno un prezzo di riferimento (il cosiddetto fixing dell’oro) alle 10:30 e alle 15:00 (ora di Londra).

Fino al mese di ottobre 2014 il prezzo veniva fissato dai cinque mercanti più rilevanti del mondo per lo scambio di oro fisico: Bank of Nova Scotia Mocatta, Barclays Bank., Deutsche Bank, HSBC Bank USA e Société générale.

Dal mese di novembre 2014, il processo di fissazione del prezzo (fixing) è stato affidato a Ice Benchmark Administration (Iba) che ha superato la concorrenza del London Metal Exchange e del duo Cme Group-Thomson Reuters.

L’oro costituisce parte di un investimento finanziario difensivo (un “bene rifugio” per la tutela del patrimonio e del capitale), data la stabilità a medio-lungo termine del suo valore commerciale e la sua non correlazione rispetto all’andamento del mercato azionario e obbligazionario; per questa sua stabilità, la speculazione sull’oro diventa particolarmente appetibile quando viene meno la fiducia in una valuta e quando il valore di una valuta è soggetto a iperinflazione. Il prezzo dell’oro è anche alla base dei derivati o futures con cui si specula sul suo ipotizzato valore futuro.

Data l’estrazione piuttosto difficoltosa ed economicamente conveniente quando la concentrazione del metallo prezioso è superiore a 0,5 ppm (0,5 grammi per tonnellata); l’offerta sul mercato dell’oro procede in modo graduale e più lentamente della domanda proveniente dal mercato.

Per questo gap domanda-offerta del metallo, le quotazioni dell’oro tendono a salire ad un ritmo incalzante rispetto all’inflazione.

Oro, metallo prezioso: gioielli e lingotti

Il metallo prezioso dell’oro è un bene tangibile che può essere lavorato in leghe per confezionare prodotti di gioielleria come spille, anelli, collane, orologi, monili di grande valore.

In fin dei conti, l’impresa orafa da sempre ha speculato sulla lavorazione dell’oro caricando il costo del manufatto e del prodotto finito commercializzabile sul mercato.

In effetti, alla fine dei conti, se si decidesse di rivendere e di disinvestire il gioiello presso un compro oro, si perderebbe sostanziale parte dell’investimento dato che il costo del prodotto finito che acquistiamo viene caricato del costo di manodopera e del brand.

Il gioiello, in fin dei conti, viene valutato al prezzo della quotazione ufficiale sul mercato, non tenendo conto dei costi intrinseci del patrimonio intangibile e della lavorazione artigianale.

Forse, i lingotti d’oro di varie dimensioni sono un più valido e sicuro investimento rispetto all’acquisto dei gioielli: sul mercato ne troviamo diverse dimensioni da 1 Kg a 12 Kg.

I lingotti possono essere conservati in casa, anche se c’è il rischio del furto o in cassette di sicurezza della banca o, ancora meglio, è quella di affidarsi ad operatori specializzati nel conservare l’oro come la Bullionvault.

In qualunque momento, si può liquidare l’investimento dato che il prezzo dell’oro è triplicato e si prevede un’ottima potenzialità di crescita per il futuro.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Non perderti gli altri articoli:

Autore: Jacqueline Facconti

Dr.ssa FACCONTI JACQUELINE. Laurea magistrale in STRATEGIA, MANAGEMENT E CONTROLLO conseguita con votazione 110 e lode, Master in Comunicazione, Impresa, Assicurazione e Banca. Web Editor e Web Content Manager, Redattore e cultrice di materie economiche, finanza, assicurazione e merceologia. Esperta in Quality e Human Resource Management, scrittrice professionista.

2 commenti

  1. Pingback: Rolex: un ottimo investimento e quotazioni sull’usato

  2. Pingback: Quotazione dell'oro alle stelle: Trump potrebbe esserne la causa

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.