E-Mid: i vantaggi ed il successo del trading telematico per le banche

| 1 commento

Il mercato interbancario dei depositi, inteso come segmento del mercato monetario sul quale avviene lo scambio di liquidità a breve termine, consente al sistema bancario di realizzare la posizione di liquidità desiderata, impiegando gli eventuali surplus di fondi presso altre banche ovvero richiedendo fondi per la copertura di possibili deficit.

Dal punto di vista delle tesorerie delle banche, la facoltà concessa di mobilizzare la riserva obbligatoria riduce il vincolo gestionale relativamente alle somme depositate, rendendo possibile, all’interno del periodo di mantenimento, arbitraggi intertemporali volti ad indirizzare le risorse del conto di riserva verso impieghi fruttiferi del Mid ovvero verso forme di pagamento.

Il riequilibrio delle posizioni di tesoreria in surplus o in deficit, anche nel tentativo della realizzazione di condizioni di profittabilità in relazione alle aspettative della banca circa l’evoluzione dei tassi di interesse, avviene proprio nel Mid, per il tramite di “travasi” tra la riserva obbligatoria ed il mercato interbancario: aspettative di un incremento dei saggi al di sopra di quello sulle operazioni di rifinanziamento principali suggeriscono di mantenere abbondanti riserve nella prima parte del periodo di mantenimento, per poi effettuare impieghi nel Mid.

Il Mid, operativo dal 1990 è un mercato esclusivo di dealers che non sono tenuti ad effettuare quotazioni con continuità; si tratta di un mercato in cui la negoziazione dei fondi liquidi è attenuata tramite un circuito telematico che collega le banche ad esso partecipanti, le quali hanno la possibilità di formulare proposte in merito alle condizioni di acquisto e/o di vendita concernente una o più tipologie di depositi negoziabili.

E’ stato il primo mercato elettronico per i depositi interbancari e gli Overnight Indexed Swap. E’ il mercato monetario di riferimento in Europa, nato come “MID – Mercato Interbancario dei Depositi” nel 1990, è il frutto dell’impegno comune della Banca d’Italia e della comunità delle tesorerie bancarie italiane, interessate a rendere più efficiente la circolazione della liquidità e più diretta la trasmissione degli input di politica monetaria.

I prezzi proposti sono vincolanti, in quanto se l’offerta viene accettata, l’offerente ha l’obbligo di dare esecuzione allo scambio di fondi al tasso indicato. Lo scambio di fondi avviene in forma standardizzata sia nella durata che nelle modalità di computo degli interessi, con conseguente riduzione della flessibilità nel soddisfacimento delle occorrenze di tesoreria, ma anche nella maggiore liquidità di quei segmenti di mercato ove si concentrano la domanda e l’offerta.

La creazione dell’e-Mid ha consentito di scandire il definitivo passaggio dai rapporti bilaterali poco trasparenti, rigidi e poco formalizzati a relazioni più trasparenti nella formazione del prezzo e maggiormente orientate ad un’efficiente riallocazione della liquidità bancaria.

Le banche interessate al trading telematico possono beneficiare di diversi vantaggi, quali l’automatismo e la standardizzazione delle negoziazioni, la canalizzazione degli ordini e la riduzione di componenti di costo quali gli oneri di transazione, amministrativi e quelli connessi alla gestione delle informazioni.

Tali vantaggi non sono presenti nel trading telefonico; inoltre, l’e-Mid ha permesso l’internalizzazione delle banche, una razionalizzazione delle tesorerie, un’elevata liquidità ed immediatezza del trading, una maggiore trasparenza dei prezzi ed una buona qualità dell’informazione.

24Option Ebook Guida 24Option

Tutti i partecipanti alla piattaforma sono sottoposti ad eguale trattamento, indipendentemente dalla dimensione e dalla localizzazione geografica. La competitività del mercato del trading è garantita dalla contabilizzazione automatica delle transazioni sui conti di riserva oltre che dallo spread non elevato tra i prezzi denaro e lettera.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Non perderti gli altri articoli:

Autore: Jacqueline Facconti

Dr.ssa FACCONTI JACQUELINE. Laurea magistrale in STRATEGIA, MANAGEMENT E CONTROLLO conseguita con votazione 110 e lode, Master in Comunicazione, Impresa, Assicurazione e Banca. Web Editor e Web Content Manager, Redattore e cultrice di materie economiche, finanza, assicurazione e merceologia. Esperta in Quality e Human Resource Management, scrittrice professionista.

Un commento

  1. Pingback: Consob: Trading ad alta frequenza, Strumenti di Policy

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.