Fare Trading online con caffè: un’opportunità per guadagnare

| 0 commenti

Il caffè non è solo un’ottima bevanda da bere e da gustare a colazione, a spuntino o a merenda ma è una raw material, ovvero una materia prima preziosa come il greggio, l’oro, l’argento oggetto di trading, una materia che viene scambiata sui mercati fin dagli albori dei traffici commerciali marittimi e terrestri.

Sicuramente, con l’evolversi dei mercati, il caffè è divenuta una materia prima di grande pregio ed assolutamente remunerata.

Chicchi di caffè: una merce preziosa ma … occhio al meteo!

Gli osservatori del trading dei chicchi di caffè hanno delle opportunità di fare business eccezionali, dopo che il rapporto di un’agenzia dell’ONU ha avvisato che la produzione globale di cibo debba incrementare di oltre il 70% entro il 2050.

Insieme al greggio, all’oro, allo zucchero, all’argento al cotone, il caffè rimane, ancora oggi, nonostante la crisi economica e l’andamento “altalenante” dei mercati borsistici, uno dei beni più commerciati, soprattutto quando le condizioni avverse ed uggiose meteorologiche possono incidere sulla produzione del raccolto.

Alti livelli di pioggia sono la chiave per questo popolare prodotto, per cui la maggior parte dei chicchi di caffè crescerà in Paesi ubicati tra il Tropico del Cancro e il Tropico del Capricorno: la possibilità di gelate in inverno in Brasile è spesso un timore che conduce ad un notevole calo del raccolto.

Anche la stagione dei monsoni desta assai timore da parte dei trader, i quali devono monitorare l’andamento delle alluvioni che colpiscono l’Indonesia ed il Vietnam dato che i principali torrefattori non acquistano chicchi di caffè durante la stagione dei monsoni.

Per un raccolto di successo, il caffè richiede una temperatura compresa tra i 17 e i 23 gradi centigradi, oltre a un clima stabile: a causa dell’aumento delle temperature, i coltivatori di caffè sono sempre più costretti a spostare i raccolti verso altitudini più elevate.

Trading con chicchi di caffè: varietà coltivate e commercializzate

Per coloro che seguono il commercio del caffè, le principali varietà di moka di importanza economica sono l’Arabica e la Robusta, entrambe commerciate nelle borse merci globali dei prodotti.

Mentre il più grande produttore di caffè a livello mondiale è il Brasile, con il 29% della produzione globale e, soprattutto, la varietà Arabica, gli Stati Uniti sono il più grande consumatore ed importatore al mondo.

Al secondo posto si colloca il Vietnam. Costituendo circa il 70% della produzione di chicchi di caffè verde, l’Arabica ha il suo habitat in altitudini di oltre 4.000 piedi in climi caldi e umidi che, insieme alle giuste condizioni del terreno, conferiscono al chicco il suo caratteristico sapore aromatico.

Trading con opzioni binarie: chicchi di caffè

Per operare come traders con opzioni binarie sui chicchi di caffè, la prima cosa è studiare i mercati del caffè per trovare eventuali fattori di stagionalità dei prezzi e, soprattutto, occhio alle condizioni meteorologiche che interessano i principali paesi produttori. Dal momento che il meteo ha un così forte impatto sulla produzione di chicchi di caffè, può essere utile imparare a conoscere gli andamenti meteorologici oltre ad avere dimestichezza con le piattaforme di negoziazione approntate dai broker. Per accedervi gratuitamente basta iscriversi, aprendo un conto demo o reale: il primo è un conto in cui praticare con fondi virtuali, mentre il secondo è un conto in cui si opera con vero contante.

Una volta all’interno della piattaforma, si potrà selezionare “caffè” dalla lista delle materie prime ed iniziare a fare trading.

La piattaforma migliore su cui fare trading con opzioni binarie sui chicchi di caffè è la Plus500, fato che è in grado di offrire spread competitivi, una piattaforma demo gratuita e servizio di assistenza contattabile direttamente dalla piattaforma di negoziazione. Iniziate a fare trading online con le opzioni binarie sui chicchi di caffè e buona fortuna!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Non perderti gli altri articoli:

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.