Finanza Etica: CSR di Banca Popolare Etica

| 0 commenti

Cerchi un istituto di credito che sia responsabile dal punto di vista sociale, ambientale ed etico? Beh, in effetti tutti gli intermediari bancari, finanziari e creditizi dovrebbero essere sempre e costantemente impegnati nella ricerca di una propria dimensione sociale, filantropica ed etica ma, molti istituti di credito fanno della Qualità (intesa in senso “allargato) un fattore competitivo strategico di rilevantissimo successo.
Tra i vari operatori e protagonisti del comparto bancario, occorre considerare Banca Etica, una banca popolare costituita in forma di società cooperativa per azioni (SCPA) che opera a livello nazionale, nel rispetto delle finalità di cooperazione e solidarietà.


La dimensione etica di Banca Etica: lo Statuto sociale

Lo stesso Statuto sociale presenta alcune caratteristiche distintive che segnalano la specificità di Banca Etica fin dalla sua carta fondante. Occorre citare, a tale proposito, l’articolo 5 rubricato “Finalità” che definisce ed enuclea i principali principi della Finanza Etica:
• la finanza eticamente orientata è sensibile alle conseguenze non economiche delle azioni economiche;
• il credito, in tutte le sue forme, è un diritto umano;
• l’efficienza e la sobrietà sono componenti della responsabilità etica;
• il profitto ottenuto dal possesso e scambio di denaro deve essere conseguenza di attività orientata al bene comune e deve essere equamente distribuito tra tutti i soggetti che concorrono alla sua realizzazione;
• la massima trasparenza di tutte le operazioni è un requisito fondante di qualunque attività di finanza etica;
• va favorita la partecipazione alle scelte dell’impresa, non solo da parte dei Soci, ma anche dei risparmiatori;
• l’istituzione che accetta i principi della Finanza Etica orienta con tali criteri l’intera sua attività.
Banca Etica si propone di gestire le risorse finanziarie di famiglie, donne, uomini, organizzazioni, società di ogni tipo ed enti, orientando i loro risparmi e disponibilità verso la realizzazione del bene comune della collettività.

Politica creditizia e strumenti dell’attività istituzione di Banca Etica

Attraverso gli strumenti dell’attività creditizia, Banca Etica indirizza la raccolta ad attività socio-economiche finalizzate all’utile sociale, ambientale e culturale, sostenendo, mediante le organizzazioni non profit, le attività di promozione umana, sociale ed economica delle fasce più deboli della popolazione e delle aree più svantaggiate.
Particolare attenzione è riservata da Banca Etica al sostegno delle iniziative di lavoro autonomo e/o imprenditoriale di donne e giovani anche attraverso interventi di microcredito e microfinanza.
Banca Etica, nell’espletare le proprie attività istituzionali, svolge una funzione educativa: responsabilizza il risparmiatore a conoscere la destinazione e le modalità di impiego del suo denaro e stimola il beneficiario del credito a sviluppare con responsabilità progettuale la sua autonomia e capacità imprenditoriale.

Corporate Social Responsability di Banca Etica: un impegno concreto

Essere responsabile socialmente significa per Banca Etica saper realizzare un modello di business nuovo e innovativo che, a partire dalla propria mission istituzionale, sia in grado di:

  • adottare criteri di eticità nell’attività di intermediazione finanziaria
  • sviluppare e sperimentare un sistema di governance per gli stakeholder
  • perseguire relazioni industriali innovative
  • adottare strumenti non autoreferenziali per una verifica della responsabilità sociale delle scelte e dei comportamenti aziendali
  • collaborare ad iniziative orientate alla difesa dei diritti umani e alla promozione della cultura della responsabilità sociale d’impresa.
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Non perderti gli altri articoli:

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.