Intervista ai Fratelli Florio: iDROwash, una Start up tecnologica, “green”, giovane e di successo

| 1 commento

Per Finanzadigitale.com l’intervista dei fratelli Florio, Alessandro e Marco, due giovanissimi imprenditori veronesi che hanno lanciato sul mercato una tecnologia davvero innovativa e tutta “green” per il comparto delle pulizie industriali.

Una storia imprenditoriale davvero interessante e di “eccellenza” che il nostro Magazine online ha deciso di raccontarvi: “una storia di giovane impresa / Startup tecnologica e green building […] una storia che ha già suscitato molto interesse”, sono queste le parole di Alessandro, uno dei due Founder del progetto iDROwash.

Ci occupiamo di riqualificare immobili e luoghi pubblici, la nostra soluzione (premiata in EXPO Milano e recentemente alla Camera dei Deputati), consente il recupero dei materiali, la riduzione dell’uso di prodotti chimici e un notevole risparmio di costi e tempi rispetto a soluzioni tradizionali”, ha commentato Alessandro Florio per Finanzadigitale.com.

In un’epoca in cui le Start Up premiate sono quelle esclusivamente digital, che offrono cioè un servizio totalmente innovativo ma soprattutto immateriale, i due fratelli veronesi Alessandro e Marco Florio hanno deciso di creare una tecnologia capace di pulire in modo sostenibile ed efficace ampie superfici in muratura. Forse ne avete già sentito parlare: d’altronde il progetto iDROwash dei fratelli Florio è già stato premiato sia dall’Expo, all’interno del Vivaio delle Idee del Padiglione Italia, sia dalla Camera dei Deputati.

Intervista ad Alessandro e Marco Florio: i due giovani imprenditori veronesi per Finanzadigitale.com

D: Come è nata la vostra business idea di investire in un settore profondamente in crisi come quello dell’edilizia?

R: L’idea nasce durante i lavori per ristrutturare un rustico ereditato dal nonno. Ci avevano consigliato di demolirlo e ricostruirlo, ci dicevano che sarebbe costato di meno. Ma ci sembrava un enorme spreco e così ci siamo messi a cercare una soluzione. Grazie a internet la svolta, abbiamo visto negli Stati Uniti alcuni artigiani usare una tecnologia che poteva fare al caso nostro. Ma non ci bastava, volevamo una soluzione sostenibile, che riducesse o eliminasse l’uso di prodotti chimici. Un problema non da poco, visto che queste sostanze si sarebbero disperse nel luogo che poi avremmo dovuto abitare. Nel 2013 abbiamo avviato una impresa artigiana nel settore dell’edilizia. Un settore profondamente provato con oltre 400.000 posti di lavoro persi (in Italia). Io e mio fratello Marco siamo entrambi programmatori e non riuscivano a trovare uno sbocco lavorativo per esprimere la nostra creatività, abbiamo quindi deciso di ripartire dal lavoro di nostro nonno, scommettendo su innovazione, sostenibilità e digitale.

In 18 mesi siamo passati da un problema personale alla nascita di iDROwash, che oggi è una opportunità per tutti. Una soluzione, distribuita come servizio, per la manutenzione e riqualificazione di edifici e luoghi pubblici. Ma volevamo anche che l’azienda avesse una chiara impronta digitale, e in questo i social avrebbero avuto un ruolo centrale. Lavoriamo con strutture che hanno grande dimensioni, supermercati, centri commerciali, capannoni industriali, dove c’è esigenza di riqualificare le aree esterne.

IDROwash consente un notevole risparmio di costi e tempi rispetto a soluzioni tradizionali. Riduciamo e in molti casi non utilizziamo prodotti chimici, lavorando su tutte le tipologie di sporco e su ogni superficie: muri, cortili, parcheggi. Questo ci permette di lavorare anche in presenza di giardini, alberi e luoghi frequentati da animali domestici e bambini, luoghi che poi, ogni giorno, abitiamo e lavoriamo.

Una storia di un’Italia ottimista sul futuro, di coraggio imprenditoriale come sfida alla crisi, del sogno di giovani, con l’ambizione di confrontarsi con le fatiche e le speranze di rendersi indipendenti. Recentemente abbiamo partecipato come speaker alla Camera dei Deputati per un confronto con la politica per portare l’Italia nell’economia digitale.

Inoltre, collaboriamo con Cleaning Community .net, la più importante rivista del nostro settore, per la quale curiamo una rubrica dedicata a chi fa le pulizie, raccontata e analizzata da chi è sul campo in prima linea.

D: Da giovani imprenditori, secondo voi quant’è importante portare l’Italia nell’economia digitale?

R: Per iDROwash la crescita è avvenuta grazie ai social network, Facebook (https://www.facebook.com/Idrowash/) in particolare. Un canale di vendita inusuale per il nostro settore, tanto da attirare l’attenzione di Millionaire (il mensile di business più letto) e anche dell’intergruppo parlamentare all’innovazione che ci ha invitato alla Camera dei Deputati per conoscere la nostra storia. Ora siamo invitati a raccontare il nostro caso imprenditoriale a giovani imprenditori, artigiani e studenti curiosi di conoscere come nasce un progetto imprenditoriale e come unire lavoro artigiano e digitale. Lo scorso 15 febbraio, ad esempio, siamo stati a Milano in Camera di Commercio, una delle molte attività a cui siamo invitati. Inoltre ora la nostra storia è anche in un libro: “Sei un Genio!” di Giampaolo Colletti, che racconta le formule vincenti di una generazione connessa al proprio lavoro grazie alla Rete.

D: La vostra impresa ha creato una tecnologia capace di pulire in modo sostenibile ed efficace ampie superfici in muratura, che ruolo “gioca” la sostenibilità oggi in azienda?

R: Abbiamo messo a punto un sistema di pulizia a base di acqua fredda a pressione, che togliesse i segni di sporco senza danneggiare l’edificio e non inquinasse l’ambiente sia esterno sia interno, per tutelare la salute delle persone che devono viverci. Abbiamo compreso la qualità del progetto e ci siamo resi conto che l’idea piaceva moltissimo. Inoltre, l’edilizia delle nuove costruzioni, in questo periodo è un settore in crisi, mentre è sempre più in crescita quello della riqualificazione architettonica. La sostenibilità è prima di tutto una esigenza avvertita da tutte le persone, e certamente occupa il primo posto in azienda.

D: Innovazione, sostenibilità e digitale, sono queste le variabili “vincenti” per descrivere la vostra filosofia imprenditoriale?

R: Nel corso di Expo 2015, siamo stati selezionati dal governo italiano come una delle eccellenze italiane per innovazione, sostenibilità e digitale in edilizia, la nostra filosofia si può riassumere nella soft urban regeneration, ossia quelle soluzioni di riqualificazione edile studiate per rigenerare i luoghi di aggregazione senza pesare ulteriormente sull’ambiente. L’idea di fondo è, che l’edilizia esistente, è già sufficiente e che basta ristrutturare e riqualificare per un’edilizia davvero sostenibile.

D: Su quali altri progetti punterete per il prossimo futuro?

R: Pulire nell’immaginario comune è considerato una condanna. Per questo abbiamo pensato al progetto “Eroi del Pulito” una raccolta di esperienze e storie di vita di tutti gli operatori che puliscono ciò che ci circonda e di cui nessuno parla. Svolgono lavori che, oggi, sono considerati erroneamente troppo umili. Un mercato che in Italia muove un giro di affari di circa 2 miliardi di euro e migliaia di posti di lavoro, di cui nessuno parla o scrive in TV e sui giornali. Persone, Italiani e stranieri, che lavorano nell’ombra, senza conoscere gloria, e che hanno iniziato dal basso sporcandosi le mani. Veri Eroi del quotidiano. Abbiamo pensato che l’enorme attenzione mediatica di cui siamo stati protagonisti in TV, radio e giornali dovesse essere messa al servizio di queste persone, per raccontare il dietro le quinte, le storie personali e lavorative e cosa li spinge a fare questo lavoro. Ora stiamo raccogliendo le loro esperienze, per inserirle in un libro e anche per ricavarne una rubrica da pubblicare ad esempio su un quotidiano e perché no anche in radio e TV. Chi volesse raccontarci la propria esperienza lo può fare scrivendoci a questo indirizzo email: eroidelpulito@gmail.com.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Intervista ai Fratelli Florio: iDROwash, una Start up tecnologica, “green”, giovane e di successo, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Non perderti gli altri articoli:

Un commento

  1. Pingback: Start Up Innovative: operative le modifiche agli incentivi per gli investimenti in equity

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.