Investire sugli Hedge Fund: cosa sono e come funzionano

| 0 commenti

Cosa sono gli Hedge Fund? Se stai cercando una valida soluzione di investimento, puoi valutare gli Hudge Fund che non sono un convenzionale fondo d’investimento.
Si tratta di fondi d’investimento speculativi che sono gestiti da società in accomandita semplice o a responsabilità limitata. Il termine inglese hedge indica e richiama le strategie di copertura finanziaria per ridurre la perdita del portafoglio investimento; in questo modo si cerca di gestire al meglio il proprio patrimonio e si riduce il rischio di mercato.
Nonostante si è fatto subito riferimento al fatto che sia un fondo “speculativo”, non si deve cogliere subito l’accezione negativa del termine.
Nel concreto, la gestione di questi fondi non convenzionali e con finalità speculative, è molto meno aggressiva di quanto non accada quando si opta per altre forme alternative di investimento ad alto potenziale e profilo di rischiosità.
L’obiettivo di chi decide ed opta per l’investimento in hedge fund è quello di produrre rendimenti costanti nel tempo, investendo anche in assets ad alto rischio e contando sulla possibilità di compensare le perdite.


Hedge Fund o Fondo Speculativo: definizione

Una definizione appropriata di hedge fund o Fondi Speculativi è quella di essere considerato “un fondo non convenzionale d’investimento”; si tratta di un fondo che utilizza una strategia d’investimento che va dal semplice acquisto di obbligazioni, azioni (fondi comuni d’investimento a capitale variabile) all’acquisto di titoli di credito, il cui scopo è quello di raggiungere un rendimento assoluto.
I Fondi Speculativi sono strumenti di investimento alternativi, fondi speculativi che non hanno niente a che vedere con le forme di gestione dei risparmio di tipo tradizionale.
L’obiettivo è quello di gestire il patrimonio eliminando in gran parte il rischio di mercato e quello di ottenere risultati di gestione positivi, indipendentemente dall’andamento dei mercati finanziari in cui operano.
L’americano Alfred Jones è stato il primo che nel 1949 ha creato il primo Hedge Fund: lo scopo è quello di ridurre la volatilità del portafoglio e di tutelarsi da eventuali ribassi dei mercati, mediante la vendita delle azioni allo scoperto (c.d. short selling).

Hedge Funds: classificazione

I Fondi Speculativi possono essere classificati nei seguenti:
1) Market neutral Fund, la cui finalità è quella di mantenere un’esposizione neutrale nei confronti del mercato (eliminando il rischio di mercato), siano essi titoli azionari, obbligazionari o strumenti derivati.
2) Equity hedge Fund, la cui finalità è quella opposta a quella dei Market neutral Fund dato che l’investimento avviene sulla base dei titoli azionari indipendentemente dalla loro performance sui mercati finanziari. Si possono sfruttare i trend di mercato, assumendo posizioni al rialzo o al ribasso.
3) Event driven Fund, la cui finalità è quella di investire su assets soggetti ad operazioni aziendali straordinarie, come ristrutturazioni, fusioni, incorporazioni, scissioni, etc.

Fondi Speculativi: normativa italiana

La legislazione italiana in materia di Fondi Speculativi risale nel 1999 con l’introduzione del Decreto 24 n. 228, modificato dal DM 14/10/05 n.256 – G.U. n.295 del 20/12/05.
Il III Capo disciplina la materia del “Fondi riservati, fondi garantiti e fondi speculativi“:
Art. 15 Fondi riservati
Art. 15 –bis Fondi garantiti
Art. 16 Fondi speculativi
L’articolo 16 è rilevante ai fini della normativa di riferimento disciplinante i Fondi Speculativi o Hedge Funds, il quale recita:
1. Le SGR possono istituire fondi speculativi il cui patrimonio è investito in beni, anche diversi da quelli individuati nell’articolo 4, comma 2, in deroga alle norme prudenziali di contenimento e frazionamento dal rischio stabilite dalla Banca d’Italia, ai sensi dell’articolo 6,comma 1, lett. c) del Testo Unico.
2. Il numero dei soggetti che partecipano a ciascun fondo speculativo non può superare le duecento unità.
3. L’importo minimo della quota iniziale non può essere inferiore a 500.000 euro. Le quote dei fondi speculativi non possono essere frazionate in nessun caso.
4. Le quote dei fondi speculativi non possono essere oggetto disollecitazione all’investimento.
5. Il regolamento del fondo deve menzionare la rischiosità dell’investimentoelacircostanzacheessoavvieneinderoga ai divieti e alle norme prudenziali di contenimento e frazionamento del rischio stabilite dalla Banca d’Italia.
6. Nel regolamento del fondo sono indicati i beni oggetto dell’investimento e le modalità di partecipazione con riferimento all’adesione dei partecipanti ed al rimborso delle quote.
7. La Banca d’Italia indica i casi in cui i fondi disciplinati dal presente articolo, in considerazione dei potenziali effetti sulla stabilità della società, possono essere istituiti o gestiti solo da SGR che abbiano come oggetto esclusivo l’istituzione o la gestione di tali fondi.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Investire sugli Hedge Fund: cosa sono e come funzionano, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Non perderti gli altri articoli:

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.