La crisi bancaria, secondo Visco non esiste, il problema è singolare

| 0 commenti

La crisi bancaria, secondo Visco non esiste, il problema è singolare

Il governatore Ignazio Visco (attuale economista italiano) recentemente ha concluso un discorso sulla famosa “crisi bancaria“. Il problema, ha spiegato brevemente, è degli italiani che sono stati colpiti dalla crisi economica, e di conseguenza lo sono state anche alcune bianche, ma non tutte.

Visco dice precisamente: “È grave che si parli della crisi del sistema bancario italiano, perché potrebbe essere strumentalizzato dai mercati. Non c’è una crisi del sistema bancario, ma una gravissima crisi italiana che ha colpito alcune banche”.

Il problema va risolto, e il governatore Visco si è preso la responsabilità insieme a chi di competenza, di analizzare una per una la banca che ha riscontrato la crisi, dopodiché sono stati contattati gli organi giudiziari.

Il problema della recessione bancaria

Sempre secondo l’attuale economista italiano, un altro problema legato alla sofferenza economica bancaria è causata dalla perdita dei titoli acquistati da alcuni risparmiatori. Purtroppo continua Visco, non si poteva fare più di quel che si è fatto, ma al massimo andava presa qualche cautela maggiore.

Il governatore conclude il suo discorso colpevolizzando la gestione dei crediti perduti malamente, e sempre secondo Visco durante tutto questo arco di tempo tutto ciò è stato oggetto “di forte, costante attenzione. Tutti gli interventi perseguono l’obiettivo di ridurre i tempi di recupero e innalzare i prezzi di cessione sul mercato secondario. Le riforme vanno nella giusta direzione“.

Il discorso del governatore non fa una piega, resta più che convinto che il reale problema degli istituti bancari è solo individuale, e che pronunciare “il sistema bancario non va bene“,  sia un grave errore che creerebbe solo diffamazione verso tutti, compreso il nostro paese.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Non perderti gli altri articoli:

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.