Nascono sempre più Start-up italiane nelle città italiane

| 0 commenti

Nascono sempre più Start-up italiane nelle città italiane

Il mondo delle start-up italiane è in continua evoluzione, anche se non si direbbe, ma sono tantissime le aziende che aprono nel nostro bel paese. Nonostante la crisi, gli imprenditori disposti ad investire tempo e denaro, sulle aziende del futuro ci sono.

Secondo una recente ricerca, tra le regioni in cui nascono molte start-up figura la Lombardia ed anche l’Emilia-Romagna. Ecco la classifica che dimostrerebbe quante aziende continuano a nascere nel 2017:

  1. Lombardia 1744;
  2. Emilia Romagna 823;
  3. Lazio 735;
  4. Veneto 645;
  5. Campania 569;
  6. Piemonte 415;
  7. Sicilia 380;
  8. Toscana 352;
  9. Marche 349;
  10. Puglia 291;
  11. Trentino Alto Adige 218;
  12. Abruzzo 183;
  13. Friuli Venezia Giulia 176;
  14. Calabria 174;
  15. Sardegna 153;
  16. Liguria 137;
  17. Umbria 126

In fondo alla lista troviamo la Basilicata con 57 startup innovative, il Molise ne ha 27 ed infine il numero più basso spetta alla Valle d’Aosta con 14 start-up innovative.

Le maggiori città italiane in cui giovani imprenditori (prevalentemente donne) investono tempo e capitale, per realizzare start-up particolari, sono Milano e Roma.

I maggiori servizi che spiccano sono prevalentemente legati ai servizi informatici, poi all’attività di R&S, nella fabbricazione e fornitura di device elettronici e la fetta più piccola (ovvero il 4%) si occupa del commercio.

Una situazione che rende ancor più felice la circostanza, è la differenza tra gli imprenditori, ovvero troviamo molte più donne che uomini, e oltre agli italiani, seppur in minima parte troviamo individui che posseggono la residenza all’estero.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Nascono sempre più Start-up italiane nelle città italiane, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Non perderti gli altri articoli:

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.