L’operatività finanziaria di Graziano Campagna nel trading

| 1 commento

Grande conoscitore delle dinamiche che animano giornalmente il mondo della Finanza, del Forex e del Trading, Graziano Campagna è nato ad Ariano Irpino, comune dell’area avellinese, nel 1963.

Forte dell’educazione impartita dalla madre e dell’esempio del padre, noto civilista, collaboratore dei Senatori Franza e Consigliere Comunale attivo in prima persona alla lotta contro gli abusi della classe dirigente negli anni ‘70 e ‘80, sviluppa sin da giovane un forte senso civico ed una grande dedizione al lavoro.

graziano campagna

Completa con successo la formazione classica e prosegue gli studi, seguendo le orme del padre Mario Angelo, presso la Facoltà di Giurisprudenza.

A 21 anni fa risale l’ingresso di Graziano nel mondo della Finanza, che si accompagna sin da subito alla messa a frutto dei suoi pregressi studi in materia di calcolo matematico e statistico, con i quali produce un lungo elenco di innovativi piani di investimento sul mercato finanziario tedesco e statunitense, che si rivela particolarmente proficuo e produttivo. Ad un anno dal suo ingresso in Borsa, Graziano Campagna elabora la sua brillante Teoria degli Archi Temporali, che sconvolge il mondo della Finanza e della Gestione Patrimoniale, ponendo alla base della previsione dell’andamento di mercato dei Future Dax l’elaborazione di un algoritmo di tendenza.

Esperto internazionale di Finanza, Campagna è anche uno dei più importanti ed attenti osservatori e conoscitori del Trading e del Forex.

Graziano Campagna Trading: come agire nei mercati finanziari

Riguardo a questi mercati Graziano Campagna ha più volte espresso il suo convinto distacco dal modus operandi che caratterizza la maggior parte dei professionisti che operano in questo settore.

Si contesta, in maniera particolare, la tendenza a fondare un mercato sulla base di un’aspettativa di guadagno aleatoria con la quale inconsapevoli investitori si rendono involontari complici di un meccanismo che, ledendo i loro diretti interessi, privilegia al contrario quelli dei broker.

A sostegno di questa tesi, è possibile considerare la percentuale vicina al 90% che riassume la quantità di investimenti che, entro i primi sei mesi dal loro avvio, vedono gli investitori costretti a dover fronteggiare la totale perdita dei risparmi depositati. Parimenti, è, secondo l’opinione di Campagna, decisamente fuori luogo la richiesta di risorse finanziarie spesso troppo elevate per far fronte a modalità di investimento che solo in sporadiche circostanze si rivelano proficue. In sostanza, dunque, si sperimenta la tendenza a lasciare l’investitore da solo di fronte ad un meccanismo più grande di lui, complesso da gestire e più vicino alle dinamiche di una scommessa che non a quelle di un investimento economico.

Con un po’ di oculatezza, al contrario, è possibile scorgere dall’osservazione dei mercati azionari europei ed americani un andamento che prelude alla determinazione di un’ondata di movimenti al ribasso, che rende già da ora consigliabile l’uso di risorse liquide e la consultazione delle analisi trimestrali.

Questi accorgimenti, infatti, possono permettere agli operatori finanziari di trovare gli spunti più indicati a dare luogo alla rapida risalita delle quotazioni di molte società verso i loro massimi storici. E’ inoltre giunto il momento, secondo Graziano Campagna, di applicare al trading stop adeguati alla natura delle operazioni svolte: ravvicinati per quelle a rialzo e distanziati per quelle al ribasso.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Non perderti gli altri articoli:

Un commento

  1. Pingback: Forex: strategie di scalping, violazione di prezzo ed analisi tecnica

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.