Oro sotto i 1.300 Dollari l’Oncia, da Gennaio l’Oro ha Perso il 23%

| 1 commento

Oro sotto i 1.300 Dollari l’Oncia, da Gennaio l’Oro ha Perso il 23%.

L’Oro è sceso sotto la soglia critica dei 1.300 dollari l’oncia, come era ampliamente prevedibile, facendo registrare una flessione superiore al 6%, dopo le dichiarazioni della Fed sulla possibilità di ridurre il quantitative easing nei prossimi mesi, nel caso in cui l’economia Usa dovesse dare segni evidenti di ripresa.

Come giustamente fa notare Milano Finanza oggi, il grande ribasso dell’oro nella primavera scorsa è stato causato principalmente dallo spostamento di interesse ed appetito degli investitori dall’oro, il bene rifugio (leggi anche Oro in perdita ma rimane sempre bene rifugio), all’azione, più rischiosa.

Fatto sta che da Gennaio ad oggi l’oro ha perso ben il 23% del suo valore, per una serie di motivi che possono essere individuati in:

  • dichiarazioni della Fed su un probabile stop agli stimoli entro il 2014
  • dati negativi sull’attività manifatturiera cinese a giugno
  • aumento dei rendimenti nominali
  • rafforzamento del dollaro

Risorse utili:

Qui puoi trovare il grafico in real time che illustra l’andamento dell’oro, mentre qui puoi acquistare oro fisico online e custodirlo all’estero, in modo facile e veloce.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Oro sotto i 1.300 Dollari l'Oncia, da Gennaio l'Oro ha Perso il 23%, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Non perderti gli altri articoli:

Un commento

  1. Pingback: CFD TRADING OUTLOOK – Chiusura Borse UE: Grecia fa sfumare il rimbalzo tecnico | Investimenti - News - Strumenti Finanziari - Finanzadigitale

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.