Poste Italiane nel caos: file interminabili e servizio insoddisfacente

| 0 commenti

Poste Italiane da un periodo abbastanza lungo, non riesce a garantire un servizio soddisfacente. File interminabili presso gli sportelli, le lettere, raccomandate e pacchi, non vengono recapitati al posto giusto, e una serie di eventi poco piacevoli.

A tal proposito è intervenuto il responsabile delle poste di Arezzo, Claudio Rogialli, il quale ha dichiarato che “in realtà lo sciopero non si è mai interrotto, finiva oggi e lo riprendiamo da domani al 20 agosto“. In breve, i sindacati hanno deciso di scioperare da oggi fino al 20 agosto.

Poste Italiane nel caos

Le Poste Italiane di Arezzo rischiano

Ad aver maggiori problemi sono proprio le Poste Italiane situate ad Arezzo. Secondo Rogialli il problema più frequente è l’assenza di personale. Molti colleghi sono andati in pensione, e tanti altri in ferie.

La gente oramai non è più abituata a farsi un mese di vacanza, così anche durante il periodo estivo necessitano delle utenze. Purtroppo le Poste non riescono a garantire frequentemente il servizio, le spedizioni vanno fatte a giorni alterni, così come gli altri servizi, causando quindi un notevole rallentamento.

Un grave errore compiuto da Poste Italiane è il non aver assunto nuovi dipendenti, che sostituissero i colleghi andati in ferie o in pensione.

Rogialli spiega che «Le frazioni messe peggio sono soprattutto Badia al Pino, Rigutino, S.Giuliano, Quarata, Castiglion Fibocchi, ovvero tutte zone servite da Arezzo, è qui che si sente maggiormente la difficoltà ma la carenza è anche negli uffici postali. Basti pensare che agli sportelli mancano 43 persone nella nostra provincia e per i portalettere c’è una carenza del 20% di addetti».

Una situazione che ha messo in ginocchio le Poste Italiane, adesso non resta che trovar una soluzione per porre fine a tutto questo. La gente che si lamenta è davvero molta, e continuando per le lunghe, la fine delle poste di Arezzo non è poi così lontana.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Non perderti gli altri articoli:

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.