Sei in affanno finanziario? Potresti pagarti i debiti con i tuoi beni di lusso!

| 1 commento

A tutti capita di attraversare periodi di difficoltà finanziaria, in cui si fa più fatica a sbarcare il lunario. In questi casi di solito si pensa a chiedere un prestito alle banche, oltre che ad adottare uno stile di vita improntato al risparmio. Ci sono luoghi, però, in cui esiste un altro modo per poter avere a disposizione delle somme in denaro: si tratta di Hong Kong, della Gran Bretagna e degli Stati Uniti, in cui è possibile dare in pegno la propria borsa firmata oppure altri oggetti preziosi come gioielli, orologi, libri rari, stampe antiche e perfino vini d’annata in cambio di un prestito. Vediamo come funzionano queste agenzie.

finanziamento vendita borse usate

La tua borsa firmata in cambio di un finanziamento

La prima agenzia di questo tipo nel mondo, la “Yes Lady”, è stata aperta ad Hong Kong qualche anno fa e si rivolge ai soli clienti che desiderano impegnare la propria borsa firmata. I brand accettati sono esclusivamente Chanel, Gucci, Hermès e Louis Vuitton. Funziona praticamente così: chi ha bisogno di un prestito raggiunge la Yes Lady in cui ci saranno degli esperti che valuteranno lo stato di mantenimento ed il valore della borsa.




Viene proposta una cifra (che può raggiungere anche l’80% del prezzo di listino) e se il cliente accetta si effettua il cambio. A questo punto chi ha dato in pegno la borsa ha 4 mesi di tempo per restituire il prestito, con un interesse del 4%: se non lo fa la borsa verrà rivenduta ad altri. Tuttavia è raro che le clienti non restituiscano il denaro ricevuto, poiché un gran ruolo lo gioca il valore affettivo.

borse firmate

Non hai una borsa firmata? Prova con orologi o gioielli

Se poi oltre a borse firmate si possiedono anche oggetti preziosi, anche questi ultimi possono essere dati in pegno in cambio di denaro. L’inglese Prestige Pawnbrokers, ad esempio, oltre ad accettare borse del calibro di Hermès, Chanel, Louis Vuitton, Gucci, Prada, Dolce & Gabbana, Alaia e Mulberry, prende in pegno anche orologi d’oro, gioielli di un certo valore, argenteria, pezzi di antiquariato, auto d’epoca e addirittura vini o champagne d’annata. I mesi per restituire l’importo finanziato sono un po’ di più: 7 e non 4, ma l’interesse sale, ed arriva all’8,49%. Ci sono poi agenzie come la Pickwick Jewellers & Pawnbrokers che non determinano un tempo ed un tasso di interesse fisso, ma stabiliscono volta per volta tali condizioni, a seconda dell’oggetto impegnato e la cifra data in prestito.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Non perderti gli altri articoli:

Un commento

  1. Pingback: ABI: news sul fronte delle politiche e condizioni monetarie europee

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.