Trading con lo zucchero: opportunità e determinanti delle quotazioni. Ecco le migliori piattaforme

| 1 commento

Per un appassionato di trading più o meno esperto fare compravendite di asset è un’operazione quotidiana che coinvolge una massa rilevante di asset. Tanti sono gli assets che possono essere scelti dagli investitori e traders, tra questi stanno assumendo un potenziale ed un valore aggiunto crescente le materie prime o le commodities.

Tra le materie prime oltre ai prodotti energetici ed ai preziosi come l’oro, il platino ed il rame, stanno affascinando il mondo dei traders anche i prodotti agricoli ed il bestiame. Tra i prodotti che Madre Natura ci dona, sin dai tempi di Cristoforo Colombo, vi è la canna da zucchero o cannamele o Saccharum officinarum. In questa guida procediamo proprio con lo studio e l’approfondimento del trading dello zucchero quale materia prima soft, con riguardo alle caratteristiche, alla domanda, all’offerta ed alle quotazioni. Buona lettura!

 Trading sulle materie prime: opportunità e peculiarità

Il trading sulle commodities è un tipo di trading molto utilizzato dai più o meno esperti in materia di negoziazioni, i quali vogliono sfruttare il potenziale di beni ed input scambiati sulle Borse Merci. A differenza di quanto succede sul mercato azionario, le materie prime sono beni tangibili che vengono utilizzati da tutti gli investitori trader che non amano ed osteggiano l’analisi tecnica, la quale permette di fare previsioni sulle quotazioni a partire dai dati storici. In effetti, le materie prime si differenziano da altri asset proprio per le loro peculiarità di essere “imprevedibili” e di mostrare andamenti di trend piuttosto “scostanti” e repentini.

Molto spesso, materie prime come mais, caffè, grano, zucchero e tutti i coloniali sono legate all’andamento meteorologico e non ai cicli di recessione economica come le azioni, obbligazioni ed altri strumenti finanziari. Inoltre, chi decide di investire in materie prime non necessita assolutamente di acquistare fisicamente le materie prime ma può acquisire strumenti finanziari derivati cartolarizzati, utilizzati per investire nel segmento delle materie prime. Si tratta dei c.d. ETC ovvero Exchange Traded Commodities, titoli senza scadenza temporale, emessi da società veicolo che investono direttamente sul sottostante, la materia prima.

 Trading materie prime: come classificarle?

Possiamo classificare le materie prime in diversi gruppi:

  • materie prime soft: racchiudono tutte quelle materie che vengono coltivate o allevate;
  • materie prime hard: rappresentano tutte quelle materie prime estratte dalla terra.

Un’altra validissima classificazione delle materie prime, molto più utile nel trading:

  • Prodotti energetici: gas naturale e petrolio;
  • Metalli e preziosi oro, argento, palladio, platino, rame etc.
  • Prodotti agricoli: grano, zucchero, mais, cotone, etc.
  • Carne e bestiame.

Trading zucchero: caratteristiche e peculiarità della materia prima

Lo zucchero che aggiungiamo alla tazzina di caffè deriva da due fonti, barbabietole da zucchero e dalla canna da zucchero. La canna da zucchero è una pianta come il bambù che cresce in climi tropicali e semi tropicali mentre le barbabietole da zucchero sono piante tubulari, le cui radici contengono un’alta concentrazione di saccarosio da cui viene estratto lo zucchero. Esse crescono anche nei climi mediterranei e nelle regioni temperate per la produzione di zucchero e di etanolo.

La maggior parte dello zucchero prodotto in tutto il mondo, rimanente dopo il consumo domestico, è commercializzato a livello internazionale in base a speciali accordi protettivi. Si parla di World Sugar, il cui commercio è controllato dall’International Sugar Organization (ISO), una partnership commerciale tra nazioni importatrici ed esportatrici di zucchero. Si ricorda che lo zucchero viene prodotto principalmente in Brasile e in India, a cui fanno seguito l’Unione Europea e la Cina.

Trading zucchero: determinanti delle quotazioni

Le quotazioni dello zucchero dipendono principalmente dal livello dell’offerta e da quello della domanda ma, soprattutto, dal punto d’incontro e dalle eccedenze di stock o dalle carenze di materia prima. Per il trading dello zucchero è essenziale conoscere le statistiche inerenti il consumo e la produzione.

Ma anche altri drivers entrano in gioco e influenzano le quotazioni dello zucchero: la differenza tra i volumi prodotti dall’industria saccarifera e la domanda mondiale di zucchero, specie di zucchero di canna. Come per ogni materia prima scambiata ed oggetto di trading, le condizioni climatiche e meteorologiche dei più grandi paesi produttori, hanno un impatto rilevante sui prezzi di scambio. Inoltre, l’andamento delle quotazioni dello zucchero vengono nettamente a dipendere ed ad essere correlate all’oil ovvero al greggio, dato che lo zucchero viene impiegato nella fabbricazione di biocarburanti. La correlazione di Pearson (in termini statistici) tra oil e zucchero è positiva: un rialzo dei prezzi dell’uno aumenta i valori dell’altro.

Negli ultimi anni le quotazioni dello zucchero sono state piuttosto ribassiste e per il prossimo futuro, molti analisti, sono concordi nel prevedere un “rialzo” improvviso per il calo della produzione, per la stabilizzazione della valuta brasiliana (il Brasile è il maggiore paese produttore), le scorte di zucchero caleranno e la domanda salirà. Che dire saranno previsioni attendibili? Le quotazioni aggiornate al 31 maggio 2017 dello zucchero sono piuttosto negative: 14,87 USD centesimi per libbra, in calo del -1,10%. Intanto, in attesa di previsioni migliori e “rialziste”, iniziamo a fare pratica con le migliori piattaforme di trading online.

Migliori piattaforme di trading materie prime

Broker Dettagli Licenza Deposito min.
 Markets.com Conto demo gratuito Licenza CySEC-CONSOB 100 €
24option.com Conto demo gratuito Licenza CySEC 250 €
FxPro Demo gratuita Licenza CySEC – FSB € 100
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Non perderti gli altri articoli:

Un commento

  1. Pingback: Trading materie prime: come cominciare a tradare con il cotone

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.