Aim Italia (Borsa Italiana): Cos’è e Come funziona

Ha debuttato lo scorso 2 agosto 2017 su AIM Italia la SPAC Capital for Progress 2, sedicesima società ammessa sul mercato dedicato alle piccole e medie imprese. AIM Italia è il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese italiane che vogliono investire nella loro crescita.
AIM Italia si contraddistingue per il suo approccio regolamentare equilibrato, per un’elevata visibilità a livello internazionale e per un processo di ammissione flessibile, costruito in modo assolutamente personalizzato per le necessità di finanziamento delle PMI italiane nel contesto competitivo globale.

AIM Italia Borsa PMI: che cos’è e quali sono i vantaggi

Perchè un’impresa si dovrebbe quotare su AIM Italia Borsa PMI? AIM Italia offre alle imprese italiane i seguenti vantaggi:

  1. Finanziamenti per le Aziende: le società che si quotano al Mercato AIM riescono a ricevere dal mercato finanziario, dai fondi e dagli investitori quei finanziamenti che il sistema bancario non concede più come una volta. Rimanere a secco con una azienda che corre ogni giorno sul filo, non piace a nessuno.
  2. Prestigio e Reputazione a livello internazionale: AIM Italia propone le aziende ad un sistema di investitori internazionali evoluto e unico in Europa per vastità e specializzazione. Londra ospita infatti una delle comunità finanziarie più importanti al mondo nel comparto delle Small&Medium Caps, grazie a fondi specializzati e dedicati alle PMI per circa 10 miliardi di euro. AIM Italia può essere considerata la porta d’accesso al sistema finanziario europeo.
  3. Flessibilità della regolamentazione: il regolamento di AIM Italia è flessibile, ideato per consentire anche alle imprese di minori dimensioni di accedere al mercato dei capitali in modo rapido e a costi contenuti.
  4. Orizzonte globale: le imprese italiane quotate su AIM Italia possono accedere ad un mercato realmente globale, beneficiando di visibilità internazionale e godendo della credibilità conquistata dall’AIM inglese in 14 anni di successi.

Si ricorda che i regolamenti dell’AIM Italia rispecchiano le principali caratteristiche dell’AIM inglese, con alcuni adattamenti appositamente studiati per rispondere alle peculiarità della realtà economica e imprenditoriale italiana. L’impianto regolamentare dell’AIM Italia si basa su due regolamenti principali: il Regolamento Emittenti e il Regolamento Nomad.

AIM Italia: Chi sono gli investitori?

Gli investitori interessati a AIM Italia sono i fondi, gli edge fund, i privati, le banche e altri investitori del circuito internazionale collegato ad Aim di Londra, mercato dedicato alle small caps, leader mondiale con oltre 1.600 società quotate provenienti da 40 diverse nazioni.

AIM Italia è un mercato aperto sia agli investitori istituzionali che gli investitori retail (solo sul mercato secondario): gli investitori sullo stesso ampliano le loro opportunità di investimento e possono operare anche in società di dimensioni più piccole o più giovani rispetto a quelle presenti sul mercato regolamentato, ma con un alto potenziale di crescita.

Tutti gli investitori istituzionali possono negoziare le azioni AIM Italia attraverso il loro abituale broker e la liquidità del mercato, in termini di numero di scambi giornalieri.

Inizialmente le banche e gli investitori istituzionali sono prudenti per poi, investire in modo molto deciso nel caso di valutazione positiva della società.
Nel caso in cui la società che chiede la quotazione decide di presentare il prospetto informativo, anche gli investitori retail potranno acquistare titoli in fase di collocamento, mentre potranno liberamente negoziare titoli scambiati su AIM Italia attraverso il loro broker o la loro banca sul mercato secondario dopo la quotazione del titolo.

Le azioni di società quotate su AIM Italia costituiscono un’ottima opportunità di investimento per i fondi di private equity che perseguono, all’interno delle loro strategie di investimento, anche l’acquisizione di partecipazioni di minoranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.