Conto Trading Online: Qual è il più conveniente? Guida ai migliori

Come aprire il conto trading online più conveniente

Se stai cercando di investire sul tuo titolo azionario preferito (come ad esempio Amazon), su una qualsiasi materia prima, criptovaluta e molto altro, è bene che tu sappia che i conti trading rappresentano la porta di accesso ai mercati finanziari.

Entrando sin da subito nel dettaglio, si tratta di portafogli online, gestibili direttamente in modo autonomo, con i quali poter avviare strategie su strumenti finanziari. Diversamente dal passato, aprire un conto di trading online richiede pochissimi passaggi, a patto di optare per intermediari professionali.

Se sei un trader alle prime esperienze, sentirai sicuramente la necessità di essere accompagnato nel percorso iniziale sulla scelta del migliore broker associato al conto trading più adatto alle tue esigenze.

Per questo motivo, nel corso di questa guida, scopriremo a tutto tondo i conti trading, soffermandoci sulle principali caratteristiche e sul loro funzionamento. Non mancheranno confronti fra diversi servizi, proposti anche da istituti bancari.

Tutto ciò per evitare il più possibile truffe online, o qualsiasi operatore non professionale. I broker presentati a seguire rappresenteranno tutti intermediari regolamentati e in possesso delle dovute licenze operative.

Conto trading: cos’è

Conto trading

Come ricordato in precedenza, parlare di conto trading significa parlare della possibilità di ottenere un proprio conto all’interno di una piattaforma per fare trading online. Se hai intenzione di iniziare questa attività moderna ed innovativa, l’apertura del conto trading rappresenta una delle fasi primarie.

Prima di aprirlo, è tuttavia opportuno analizzare accuratamente le tante proposte che il mercato mette a disposizione, così da optare per quella più adatta alle tue esigenze. Quali sono le caratteristiche principali che un conto di trading online deve possedere? Vediamo subito alcuni punti:

  • facile da aprire;
  • semplice da gestire;
  • con numerose funzionalità;
  • con un database composto da tanti strumenti di negoziazione.

Il conto trading può essere gestito in modo del tutto autonomo, attraverso le cosiddette piattaforme online, ovvero degli applicativi con i quali poter entrare sul proprio account (legato al portafoglio di trading) e gestire le attività senza l’utilizzo di tanti intermediari.

Gestione conto trading

La gestione dei conti di trading avviene solitamente attraverso tre sistemi, da poter scegliere anche in questo caso sulla base delle proprie necessità. A seconda dei tuoi bisogni, potrai così decidere di operare sul conto trading tramite:

  1. la modalità web desktop;
  2. metaTrader (MT4 o MT5);
  3. applicazione.

La modalità web desktop non richiede alcuna installazione e permette di gestire il conto comodamente tramite il tuo browser di fiducia. La MetaTrader (nelle sue due versioni) può invece essere scaricata direttamente sul computer e permette di ottenere tanti strumenti funzionali e grafici interattivi.

In ultimo, troviamo l’applicazione per smartphone, messa quasi sempre a disposizione a costo zero dai migliori operatori online, come nel caso dei broker che esamineremo nel corso della nostra guida.

Come funziona un conto trading

Conto trading

Alla luce delle informazioni esposte in precedenza, il funzionamento di un conto trading risulta estremamente intuitivo e semplice da comprendere.

Una volta aperto il proprio conto personale, si ha la possibilità di accedere attraverso la piattaforma online, utilizzando le credenziali ottenute al momento della registrazione dell’account. Uno dei principali vantaggi, rispetto agli investimenti effettuati tramite banca, riguarda proprio l’assenza di intermediari.

Ne deriva una drastica diminuzione dei costi, aspetto rilevante, soprattutto per trader principianti e alle prime esperienze nel settore. I conti trading più professionali permettono così di accedere a diversi strumenti di Borsa.

Un ulteriore criterio di scelta, da dover sempre tenere a mente, riguarda proprio la presenza di più asseta sui quali poter investire. Ciò permette un maggior grado di diversificazione, ossia la possibilità di poter creare portafogli misti, contenenti più strumenti.

I comparti di negoziazione messi a disposizione all’interno di conti di trading online professionali sono:

  • titoli azionari;
  • materie prime;
  • indici di Borsa;
  • ETF (Exchange Traded Funds);
  • Forex (cambi valutari);
  • criptovalute.

Conto di trading CFD

A questo punto, è bene che tu sappia come molti conti trading online, messi a disposizione soprattutto da broker professionali, permettano sia di investire in modo diretto sullo strumento (comprando ad esempio azioni) sia di agire tramite strumenti derivati.

Nel secondo caso, ossia tramite contratti per differenza, il conto di trading CFD permette di investire senza possedere alcuna azione, criptovaluta, o altro strumento, facendo riferimento solamente a repliche dell’andamento del sottostante.

In altri termini, il CFD su un titolo azionario va a replicare il suo andamento, permettendo di aprire due posizioni:

  • posizione di acquisto (al rialzo), nel caso si ipotizzi un aumento dei prezzi;
  • posizione di vendita (al ribasso), nel caso si ipotizzi un crollo dei prezzi.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Come aprire un conto trading

A questo punto, ti starai chiedendo come aprire un conto trading, ma soprattutto quali costi necessiti la stessa procedura. A tal proposto, è bene che tu sappia che i migliori broker online, come ad esempio eToro, permettono di aprire un conto trading in modo completamente gratuito.

Cosa serve per aprire un conto di trading online? In realtà pochissimi strumenti, ovvero:

  • un computer (in alternativa smartphone);
  • una connessione Internet;

Gli stessi punti, assieme all’interesse nel voler ottenere un proprio account personale all’interno di un operatore online, sono gli unici richiesti. Anche le fasi pratiche, per poter effettivamente aprire il conto trading, risultano intuitive e non richiedono alcuna procedura burocratica complessa.

Ecco quali sono i passaggi da seguire per aprire un conto di trading con il broker eToro.

Step 1. Registrazione

Il passaggio preliminare per poter aprire un conto di trading, riguarda la registrazione all’interno del broker selezionato. La procedura risulta molto semplice e richiede l’inserimento di pochissimi dati, fra i quali:

  • nominativo personale;
  • indirizzo di posta elettronica;
  • creazione di una password.

Il broker eToro ti permette in ogni caso di poter procedere anche con la registrazione rapida, basata sull’autenticazione tramite account Google o account Facebook. In entrambi i casi, bastano pochissimi secondi.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Step 2. Verifica dell’identità

Verifica identità eToro

Da un po’ di tempo a questa parte, i broker professionali e regolamentati (operanti nel nostro territorio) richiedono l’obbligatoria fase di autenticazione dell’identità. La conoscerai sicuramente con il nome di KYC e può essere portata a compimento in pochissimi passaggi.

Accedendo alla sezione di verifica, è sufficiente inserire un documento in corso di validità (ossia non scaduto) e procedere successivamente con la conferma. Ricordiamo tuttavia l’importanza nel selezionare uno dei documenti richiesti dal broker specifico.

La stessa procedura non deve di certo spaventare un trader inesperto, o alle prime armi nel settore delle negoziazioni. Di contro, rappresenta un ulteriore elemento distintivo, per comprendere al meglio la professionalità o meno dell’intermediario selezionato.

Step 3. Operatività sul conto trading

Una volta verificato il proprio conto di trading, così come la propria email, l’account all’interno del broker risulterà completato in tutto e per tutto.

Si avrà quindi la possibilità di selezionare il sistema di pagamento (ossia di deposito) più consono alle proprie esigenze. Puoi ad esempio optare per carte di debito o ricaricabili (come ad esempio PostePay) appartenenti a circuiti:

  • MasterCard;
  • VISA;
  • Maestro.

eToro permette anche di utilizzare la piattaforma PayPal. All’interno della sezione specifica, risulta presente proprio la casella contenente “PayPal”, da poter spuntare per associare il sistema di pagamento al proprio conto di trading.

La sezione di gestione permette, infine, di gestire le strategie sulla base degli studi e delle scelte personali. Ricordiamo come i migliori conti trading permettano di poter selezionare diversi mercati, a loro volta contenenti più strumenti di negoziazione (titoli, criptovalute e così via).

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Conto trading più conveniente

conto trading online

Andare alla ricerca del conto trading più conveniente non è facile, soprattutto per chi ha appena iniziato e sente quindi la necessità di essere supportato sull’analisi delle tante alternative presenti.

Onde evitare di commettere errori colossali, ossia registrarsi casualmente sul primo broker di passaggio, aprendo il primo conto di trading visionato semplicemente in TV, sul Web, o all’interno di una pubblicità, è bene constatare attentamente la presenza di alcuni aspetti.

Quali caratteristiche deve possedere un conto di trading online professionale? Nello specifico, dovrà:

  • essere regolamentato;
  • disporre di funzionalità integrative;
  • avere zero commissioni;
  • avere un deposito minimo basso.

Migliori conti trading online

conto trading

Sulla base delle caratteristiche evidenziate in precedenza, è ora possibile soffermare l’attenzione su alcuni dei migliori conti trading online attualmente presenti sul mercato.

Gli intermediari dei quali parleremo sono tutti regolamentati e con proprie licenze: questo significa che specifici enti regolatori (come CySEC, CONSOB, o enti similari) hanno potuto accuratamente verificare i requisiti degli operatori, confermando la loro valenza da broker autorizzati. Un aspetto da non sottovalutare, che ben dimostra la correttezza dei broker.

Un ulteriore aspetto rilevante, che ritroveremo nel dettaglio sul confronto fra i conti trading bancari e quelli sui broker, riguarda le commissioni.

Oltre alla possibilità di potersi registrare senza alcun costo, i migliori broker CFD non richiedono alcuna commissione fissa, ma ci sono solamente bassissimi e piccoli spread sugli scambi effettuati (Per spread si intende semplicemente il differenziale fra il valore di acquisto e quello di vendita).

In ultimo, non per importanza, troviamo il deposito minimo. Conti di trading specifici, soprattutto se proposti da istituti bancari, richiedono ingenti capitali di partenza per poter sottoscrivere il conto ed utilizzare l’eventuale piattaforma di trading.

Diversamente da ciò, broker professionali come eToro, permettono di iniziare con un deposito minimo pari a soli 50 euro. Fermo restando che, in ogni caso, risulta sempre possibile partire da un conto di prova gratuito.

Quali sono i migliori conti di trading online? Ecco una prima tabella aggiornata:

1 Miglior Broker del 2021
etoro trading
  • Azioni, crypto, ETF a 0% commissioni
  • 20+ milioni di utenti
  • Social Trading
  • Conto Demo gratis
  • 9.6
    Rated 5 stars out of 5
  • 50 $ deposito minimo
  • Reg. CONSOB 2830
plus500
  • Trading CFD
  • Conto demo gratis
  • Licenza ASiC, CySEC. Reg. CONSOB
  • 8
    Rated 4.5 stars out of 5
  • 100 € deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4161
xtb trading
  • Azioni e ETF reali 0% commissioni
  • Materiale formativo per principianti
  • Conto Demo gratis
  • 9.6
    Rated 5 stars out of 5
  • 100€ deposito minimo
  • Reg. CONSOB 3569
broker trade.com
  • Licenza FCA
  • Conto Demo
  • Piattaforma innovativa
  • 7.8
    Rated 4.5 stars out of 5
  • 200 € deposito minimo
  • Reg. CONSOB 3949
broker trading
  • Conto di risparmio e trading
  • Investi in azioni e IPO
  • 1 milione di strumenti finanziari

*Capital is at risk

  • 8.2
  • Nessun deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4792

Conto trading eToro

eToro Broker

Il conto trading di eToro si differenza dalla concorrenza per una serie di caratteristiche uniche nel loro genere.

Permette in primo luogo a tutti gli utenti iscritti di poter interagire direttamente attraverso la piattaforma, tramite veri e propri post, commenti e molto altro. Sotto l’aspetto operativo, mette a disposizione numerosi mercati, compreso quello delle materie prime.

La gestione della piattaforma è semplificata, così come l’apertura degli ordini sul mercato. È inoltre possibile optare per la modalità di trading automatica, basata sulla possibilità di ottenere copie in tempo reale delle strategie dei migliori top trader iscritti al broker.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Conto Trading CFD Plus500

Plus500 Broker

Un conto trading specializzato in contratti per differenza, ossia CFD, è quello di Plus500, ossia un broker storico con migliaia di utenti registrati.

Anche in questo caso, una delle caratteristiche più importanti è la presenta di centinaia di strumenti di negoziazione. È possibile individuare titoli azionari (anche italiani), materie prime, indici, così come criptovalute.

Aprire il conto trading su Plus500 è davvero molto semplice ed intuitivo. Per usarlo basta infatti:

  1. accedere alla sezione di registrazione sulla pagina ufficiale;
  2. compilare la tabella con i propri dati personali, procedendo alla verifica successiva;
  3. dare conferma e selezionare la modalità reale o virtuale.

Il tuo capitale è a rischio

Conto trading CFD XTB

xtb conto trading

Un terzo conto trading professionale è XTB, broker di ultima generazione, che ha saputo incrementare in modo esponenziale la propria quota di mercato nel settore.

Fra le principali caratteristiche alla base del suo conto trading troviamo la semplicità di gestione (anche tramite applicazione per dispositivi mobili), la presenza di molti comparti di Borsa e la possibilità di poter scegliere fra 4 conti differenti.

Come fare ad aprire il conto trading su XTB? Ecco alcuni passaggi esplicativi:

  1. all’interno della pagina ufficiale, risulta presente la comoda sezione di registrazione;
  2. inserendo pochi e semplici dati, sarà possibile proseguire con la fase di verifica;
  3. a questo punto è possibile scegliere se iniziare con un conto trading demo o conto trading reale.

Il tuo capitale è a rischio

Conto trading bancario

conto trading bancario

Lo sviluppo tecnologico, legato al progresso digitale, ha permesso anche ad istituti finanziari di dotarsi di piattaforme per fare trading online. In questo caso, il cliente ha la possibilità di poter investire all’interno dei mercati, usufruendo di un vero e proprio conto trading bancario.

Ne sono esempi il conto trading Arancio, il conto trading Fineco, o di qualsiasi altro istituto finanziario sviluppato sull’online banking e sui servizi di trading. Essendo tuttavia associati a vere e proprie banche, i conti trading bancari possiedono alcune caratteristiche differenti rispetto a quelli proposti dai broker.

Il primo aspetto riguarda il numero dei mercati disponibili. I conti trading bancari dispongono solitamente di pochissimi strumenti di negoziazione, come ad esempio titoli azionari o cambi valutari. Risulta quindi mancante l’ormai rilevante comparto delle criptovalute, presente sui conti trading dei migliori broker.

Secondo aspetto da poter tenere a mente riguarda poi i costi. Il conto trading bancario, necessitando molto spesso dell’apertura del conto corrente dell’istituto, richiede costi di apertura, così come commissioni per ogni singolo eseguito.

Costi che, soprattutto per un trader alle prime esperienze, così come in caso di strategie con più operazioni ed aperture, vanno a pesare sul capitale complessivo dell’investitore. Diversamente da ciò, i conti trading dei migliori broker online non impongono commissioni fisse, proponendo solamente bassissimi spread.

Troviamo, infine, la facilità di gestione. I conti trading bancari risultano molto spesso difficili da utilizzare e con funzionalità complesse. Quelli proposti dai broker, possono invece essere gestiti sia da trader esperti che da utenti principianti, grazie alla presenza di piattaforme semplificate, utilizzabili anche da smartphone.

Ecco una chiara tabella di comparazione tra i conti trading bancari e i conti trading dei broker:

Conto Trading su BrokerConto Trading Bancario
💻 GestioneSemplificataMolto spesso complessa
💰 Costi di aperturaZero per i broker professionaliPotrebbero essere richiesti costi di ingresso
💳 CommissioniSi applicano bassissimi spreadCommissioni fisse + spread
✔️ CriptovaluteNo
♟️ Conto DemoSì (Gratuito)Molto spesso non presente o limitato

Conto trading criptovalute

Conto trading criptovalute

Una delle pecche più rilevanti assodate all’interno di specifici conti trading bancari, è proprio l’assenza del comparto crypto, ossia delle criptovalute.

Stiamo parlando di un mercato colossale, che ha da poco raggiunto la soglia dei 2.500 miliardi di dollari di capitalizzazione. Risultati da record, che ben dimostrano lo sviluppo del mercato crittografico e delle sue principali monete digitali.

E bene, i broker proposti nel corso della nostra guida, integrano tutti il comparto crypto, permettendo di negoziare tramite strumenti derivati sulle principali criptovalute mondiali.

All’interno di un conto trading per criptovalute, è ad esempio possibile individuare monete digitali quali:

Anche in questo caso, la presenza dei CFD permette di attuare sia strategie al rialzo che al ribasso, senza possedere alcuna criptovaluta. In altri termini, un sistema molto differente rispetto all’uso degli exchange (utilizzati per comprare criptovalute reali), che non necessita di alcun portafoglio digitale e di nessuna procedura complessa.

Nonostante ciò, specifici conti trading, come nel caso di eToro, accostano al sistema di trading CFD anche quello di acquisto diretto. Risulta ad esempio possibile comprare Bitcoin e conservarlo direttamente all’interno del wallet (portafoglio per criptovalute) messo a disposizione dal broker.

Conto trading Demo

Prima di procedere con le battute finali, è bene aprire una piccola parentesi sul cosiddetto conto trading demo, il quale rappresenta un conto di trading a tutti gli effetti, ossia con le medesime funzionalità (anche operative), ma che si basa sull’utilizzo di capitali non reali. Il conto virtuale permette, quindi, agli utenti registrati di poter provare il broker nella sua interezza.

Conto trading demo

In secondo luogo, si ha la possibilità di provare nuove strategie (nel pratico), senza tuttavia correre rischi sul capitale reale. Si può in ogni caso, a propria discrezione, scegliere se passare dalla modalità demo a quella reale, o viceversa.

Anche in questo caso, molti conti trading mettono a disposizione sezioni demo a pagamento, o con limiti di tempo. È invece opportuno optare per account di prova senza nessun vincolo, ma soprattutto senza alcun obbligo di deposito iniziale.

Quali sono i conti di trading demo gratuiti? Tre dei più noti, vengono messi a disposizione da tre broker professionali dei quali abbiamo parlato in questa guida:

  • eToro;
  • Plus500;
  • XTB.

Conto trading: perché aprirne uno con un broker

Nel corso della nostra guida, hai potuto apprendere in modo semplificato il significato di conto di trading, così come il suo funzionamento. Nel dettaglio, il focus specifico è stato posto sui conti trading messi a disposizione dai broker online e sui loro vantaggi rispetto a quelli proposti dalla banche.

Gli stessi hanno rappresentato la porta di accesso per poter negoziare ed investire sui mercati finanziari. Il tutto in modo completamente autonomo, senza intermediari costosi ed utilizzando solamente:

  • un PC;
  • un account (aperto regolarmente su un broker professionale);
  • una stabile connessione ad Internet.

Optare per un broker professionale, come quelli proposti nel corso della nostra guida, significa anche beneficiare di zero commissioni fisse (si applicano spread) e di nessun costo nascosto.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Conto trading – FAQ

Quale conto per fare trading?

Scegliere su quale conto optare per poter fare trading non è semplice, ma le caratteristiche che non dovrebbero mai mancare su un conto trading sono: facilità di gestione, presenza di servizi di supporto ed account demo a costo zero.

Quanto costano i conti di trading?

Contrariamente da molti conti di trading bancari a pagamento (che richiedono costi di ingresso e commissioni), i conti trading dei migliori broker online non prevedono nessun costo di ingresso e nessuna commissione fissa.

Come aprire un conto trading online?

Aprire un conto trading online è molto semplice ed intuitivo. È sufficiente possedere un computer ed una connessione ad Internet: clicca qui per scoprire come fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.