Investire in Bitcoin o in azioni: la guida

Investire nella criptovaluta più in voga del momento, il Bitcoin o in azioni? Quale migliore strategia di investimento? Scopriamolo in questa guida.

Investire in Bitcoin conviene davvero?

Per chi è alla ricerca di una valida opportunità di reperire il “giusto” investimento è bene capire quali siano i vantaggi e i rischi delle diverse strategie che possono essere messe in atto per ottenere ottimi rendimenti e interessanti ritorni economici.

Per i soggetti risparmiatori e per gli investitori ci sono diverse strade e possibilità reperibili sul mercato che permettono di diversificare il portafoglio investimenti.

Si tratta di ottimizzare il rapporto rischio/rendimento di ogni progetto di investimento onde evitare perdite di capitale. Ovviamente, però, si sa che non si può non rischiare e occorre fare le dovute scelte strategiche.

La questione e la sfida del momento per gli investitori è tutta contesa tra Bitcoin e titoli azionari. La criptovaluta più in voga del momento che da lunedì è acquistabile con Futures, macina record su record e affascina i trader.

Dopo aver “sfondato” i 19.000 dollari, il Bitcoin oggi (13 dicembre 2017) è sceso a quotazione 16.039,70$, attirando ancor di più l’attenzione di tutto il mondo mediatico.

Il Bitcoin ha conosciuto una crescita esponenziale senza precedenti, ma non è tutto oro quello che luccica. Numerose sono state le preoccupazioni espresse nei giorni scorsi dalle Banche per il pericolo di una “Bolla speculativa”.

Secondo Paul Donovan, il “Bitcoin è una “bolla speculativa” e la corsa si potrebbe rivelare «distruttiva» […] «Le bolle attraggono un gran numero di persone, prendono i loro soldi e li trasferiscono a pochi Questo è molto distruttivo nel lungo termine. E penso sia uno dei problemi che abbiamo» con Bitcoin”, ha messo in evidenza lo stesso capo economista del Wealth Management di Ubs.

LEGGI TUTTO
Ripple XRP: Opinioni sulla Criptovaluta e Previsioni Future

Anche il premio Nobel per l’economia Joseph Stiglitz in un’intervista a Bloomberg Tv si esprime in maniera piuttosto scettica: “La probabilità che la corsa di Bitcoin finisca in lacrime è alta […] È proprio perché non ha trasparenza, che il Bitcoin come mezzo di pagamento è richiesto. Lo è da persone che lo usano principalmente per attività illecite”.

Anche le stesse autorità americane mettono in guardia gli investitori, i quali dovrebbero essere consapevoli dell’alto livello di volatilità e di rischio del Bitcoin, dato che non è regolato e le autorità hanno poteri limitati per intervenire.

Il Responsabile della SEC Jay Clayton ha sottolineato che “La Sec guarda con attenzione a come le transazioni sul dollaro, l’euro e lo yen hanno effetto sui mercati, abbiamo la stessa attenzione e le stesse responsabilità sulla criptovaluta”.

Investire in azioni? Su quali puntare?

Sebbene il fascino delle criptovalute e, in particolare, del Bitcoin ci sono almeno 5 titoli azionari che hanno consentito agli investitori di guadagnare molto di più che puntare al Bitcoin.

Ci sono almeno 5 azioni che hanno guadagnato più del BTC da inizio anno e quali sono?

Svetta nella classica delle Top List Opimus, società ungherese che si occupa di gestione aziendale orientata allo sviluppo sostenibile, la sua performance è stata strepitosa con +1.775% da inizio 2017.

Segue il titolo azionario della start-up canadese Glance Technologies che ha guadagnato +1.396% da inizio anno.

China Investment Fund, dal 1° gennaio 2017 ad oggi, il titolo ha guadagnato il 1.332%, segue al quarto posto Indiabulls Ventures con +1.228% e, infine, la nipponica I.K Co Ltd che ha guadagnato +1.131%.

LEGGI TUTTO
Fintech 2018: quali cambiamenti ci attendono? 5 trend da tenere sott’occhio

La rischiosità e l’estrema volatilità che caratterizza il mercato delle criptovalute e dei titoli azionari deve mantenere in guardia i piccoli investitori e risparmiatori che rischiano di perdere tutto. Occorre sempre diversificare il portafoglio investimenti prediligendo anche titoli obbligazionari, derivati, Certificates, CFD, Option, polizze assicurative etc.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *