La Federal Reserve mantiene i tassi d’interesse invariati

La Federal Reserve decide di mantenere i tassi invariati a 0-0.25%. Scopri insieme a noi cosa è successo sui mercati forex a fronte di questo annuncio.

Capire i tassi d’interesse è la chiave per capire i mercati forex. Ecco perché ogni trader retail oppure istituzionale, nella giornata di giovedì non è neanche uscito di casa, era davanti al computer ultra-concentrato, con gli occhi puntati allo statement dalla FED.

Federal-Reserve

Dopo mesi di speculazioni, siamo finalmente arrivati alla cruciale decisione della Fed.

Molti si sono arrovellati il fegato per mesi, cercando di capire la difficile decisione del Capo Supremo della Federal Reserve, Janet Yellen.

Adesso finalmente abbiamo dei numeri, e forse non sono quelli che tutti si stavano aspettando.

La Federal Reserve ha infatti deciso di mantenere il suo range d’interesse intorno al solito livello di 0-0.25%.

L’Economia Americana si sta espandendo ad un ritmo Moderato

In una dichiarazione ufficiale, la Fed ha riconosciuto il fatto che il mercato del lavoro ha continuato a migliorare, mentre l’inflazione ha continuato a rimanere al di sotto dell’obiettivo a lungo termine della Fed, in parte riflettendo il calo dei prezzi dell’energia e dei prezzi delle importazioni non energetiche.

Ecco la frase più importante della Federal Reserve e delle statement appena pubblicato:

“Il Comitato prevede che sarà opportuno aumentare l’obiettivo per i tassi sui fondi federali, quando si sarà visto qualche ulteriore miglioramento del mercato del lavoro, e quando sarà ragionevolmente sicuro che l’inflazione si sposterà di nuovo al suo obiettivo del 2 per cento nel medio periodo”.

La Fed ha commentato che sta “monitorando gli sviluppi all’estero”, in quanto ha sottolineato che “i recenti sviluppi economici e finanziari globali possono frenare l’attività economica e potrebbero esercitare ulteriori pressioni al ribasso sull’inflazione nel breve termine”.

LEGGI TUTTO
4*4 Fest: La Rete di impresa come opportunità di crescita delle PMI italiane

Questo è tutto quindi, la Fed ha parlato. Vediamo però le coppie forex principali come stanno reagendo:

EUR/USD  1.1422  0.0142  1.25%
USD/JPY  120.0100  -0.5900  -0.49%
GBP/USD  1.5584  0.0090  0.58%
EUR/GBP  0.7330  0.0049  0.67%
EUR/JPY  137.0700  1.0350  0.76%
AUD/USD  0.7174  -0.0017  -0.24%

Il dollaro, sta perdendo ovviamente forza su tutti i fronti. Da notare il calo del dollaro incredibile su EUR/USD, che ha portato la coppia a salire oltre l’1%. Minore invece il crollo di USD/JPY, in quanto come sappiamo l’interesse per lo Yen è veramente minore rispetto alla media delle altre valute, europee in particolare.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *