Secondo trimestre 2022 di Facebook Meta in calo: ricavi e utili sotto le previsioni

La holding di Facebook ed Instagram ha chiuso il secondo trimestre 2022 registrando un calo su ricavi ed utile netto. In rialzo il numero di utenti giornalieri attivi

meta

Meta Platforms (NASDAQ: FB) delude le attese e registra il primo calo sui ricavi da quando è quotata in Borsa, subendo l’attuale crisi economica internazionale e soprattutto l’elevata concorrenza.

Il secondo trimestre 2022 di Meta Platform mostra ricavi al di sotto delle previsioni degli esperti analisti, in calo del -1% a 28,8 miliardi di dollari per la prima volta nella sua storia.

Anche l’utile netto della holding che controlla Facebook e Instagram non ha rispettato le attese ed è sprofondato a 6,7 miliardi di dollari.

L’unica nota positiva di questo secondo trimestre 2022 proviene dal numero in aumento di utenti giornalmente attivi, che ha raggiunto 1,97 miliardi.

I dati del secondo trimestre 2022 di Facebook Meta

Meta Platforms non è riuscita a rispettare le stime degli analisti che prevedevano un fatturato aziendale da 28,97 miliardi dollari, attestandosi leggermente sotto a 28,82 miliardi di dollari.

Un calo del -1% su base annua determinato dall’attuale instabilità economico-finanziaria internazionale e dalla costante crescita dei competitors, in particolar modo Tik Tok che minaccia Instagram.

Le previsioni degli analisti attendevano l’utile per azione a 2,61 dollari, ma il secondo trimestre 2022 di Meta Platform non è andato oltre i 2,46 dollari per singola azione.

In crescita del +3% sono gli utenti giornalmente attivi che hanno raggiunto 1,97 miliardi, mentre gli utenti mensilmente attivi sono in crescita del +1% e si attestano a 2,93 miliardi.

Dati preoccupanti dal settore advertising, dove nonostante le visualizzazioni siano in netto aumento del +15%, il prezzo è crollato del -14% a causa della crisi economica globale.

Previsioni su Facebook Meta

previsioni facebook meta

Preso atto di un secondo trimestre 2022 sottotono, cosa attenderci da Facebook Meta e come potrebbero essere le previsioni per il terzo trimestre dell’anno in corso?

La holding Meta Platform prevede ricavi nel terzo trimestre 2022 che potrebbero attestarsi tra i 26 e i 28,5 miliardi di dollari, comunque ancora al di sotto delle stime degli analisti.

Nonostante gli ottimi risultati sui ricavi ottenuti da Meta in Italia, i numeri globali della holding sembrano protrarsi negativamente per tutto il 2022 e i cambiamenti che sta apportando Mark Zuckerberg potrebbero essere una conseguenza di quanto accaduto.

Infatti, da quanto si apprende dai comunicati diffusi da Meta Platform agli organi di informazione, Susan Li sarà il chief financial officer della holding, mentre David Wehner ricoprirà il ruolo di chief strategy officer.

Leggendo i dati del secondo trimestre 2022, bisogna tuttavia tenere conto del buyback effettuato da Meta Platforms che ha riacquistato 5,08 miliardi di dollari di azioni proprie, con una pianificazione di riacquisto futuro da 24,32 miliardi di dollari.

Meta crede fortemente nel suo progetto di rilancio di Facebook ed Instagram attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale e questo potrebbe (il condizionale è sempre d’obbligo) spingere in rialzo le azioni Meta Platforms (NASDAQ: FB) nel prossimo futuro.

Jacopo Marini

Trader, opinionista ed esperto di mercati azionari e criptovalute. Uno dei primi investitori in Italia a credere in Bitcoin e diventarne un profondo conoscitore. Collabora con FinanzaDigitale dal 2014.

Lascia un commento