Scende il valore del Bitcoin dopo l’aumento dei tassi di interesse della Fed

L'intervento della Federal Reserve che ha incrementato i tassi di interesse dello 0,75% ha comportato un ribasso del valore del Bitcoin del 3,90%

valore bitcoin dopo tassi fed

La Fed alza i tassi di interesse dello 0,75% e scongiura misure più aggressive stimate intorno all’1%, ma i Futures USA, le borse europee e le criptovalute registrano cali significativi dopo l’intervento della Banca centrale degli Stati Uniti.

Scende il valore del Bitcoin (BTC) del 3.90%, arrivato a toccare quota 18.200 dollari, corrispondenti al livello più basso degli ultimi 3 mesi.

Secondo quanto riportano i più importanti analisti di mercato, non si escludono ulteriori interventi della Fed sui tassi di interesse per contrastare la forte pressione inflazionistica – che negli USA ha superato il 9% su base annua.

Si stima che, entro la fine del 2022, la Federal Reserve potrebbe applicare ulteriori rialzi dei tassi di interesse, finanche all’1,25%, portando così il tasso al 4,4% nel mese di dicembre.


Il Bitcoin subisce l’aumento della Fed

I primi interventi sui tassi di interesse della Fed non hanno sortito gli effetti sperati e l’inflazione è continuata a salire, ma dalle parole di Jerome Powell agli organi di informazione si prevedono ulteriori rialzi finché il tasso inflazionistico non tornerà ai livelli normali.

Gli asset più volatili – come il Bitcoin e le criptovalute – sembrano subire i rialzi dei tassi di interesse imposti dalla Fed, con conseguenti cali di valore, verificabili nel grafico seguente.

Previsioni sul Bitcoin dopo il crollo

Previsioni sul Bitcoin e come investire

Le previsioni sul Bitcoin devono necessariamente considerare la variabile Fed e gli interventi sui tassi di interesse, presumibilmente programmati per il prossimo 2 novembre 2022.

Per quella data, la Banca centrale potrebbe attuare un ulteriore rialzo dello 0,75% e generare ulteriori crolli sul valore del Bitcoin e delle criptomonete.

Come reagiranno gli investitori dopo il calo del valore del Bitcoin? Non si esclude la possibilità di recuperare il terreno perso già nei prossimi giorni: speculare sull’andamento del BTC potrebbe generare guadagni nel breve termine con il trading di criptovalute.

Un ipotetico scenario potrebbe spingere il Bitcoin oltre i 20mila dollari e gli investitori potrebbero ritrovare la fiducia nella criptovaluta, il cui valore potrebbe di conseguenza crescere ulteriormente.

Un altro scenario ipotizzerebbe una forte sfiducia dei trader sul Bitcoin e la possibilità che possa crollare fino a toccare i 15mila dollari, in vista di un altro possibile intervento della Fed sui tassi di interesse già a novembre.

Investire in criptovalute oggi comporterebbe certamente una significativa percentuale di rischio. Tuttavia, il valore del BTC è relativamente più accessibile rispetto ai massimi dello scorso anno, quando un solo Bitcoin costava 67mila dollari.

Speculare sul prezzo delle criptovalute oggi potrebbe portare interessanti guadagni, ma solo se si è trader esperienti e capaci di operare con questi strumenti. Comprare Bitcoin (BTC) oggi, sui migliori exchange di criptovalute, richiederebbe infatti una forte propensione al rischio e necessiterebbe di un’adeguata strategia a lungo termine, che possa diversificare il portafoglio finanziario e ridurre le eventuali perdite.

Argomenti:

Jacopo Marini

Trader, opinionista ed esperto di mercati azionari e criptovalute. Uno dei primi investitori in Italia a credere in Bitcoin e diventarne un profondo conoscitore. Collabora con FinanzaDigitale dal 2014.

Lascia un commento

Altri Articoli Su Finanza Digitale