Nuova Blockchain Terra (LUNA): svolta dagli exchange per il suo rilancio

Do Kwon salverà Terra (LUNA) grazie al sostegno dei maggiori exchange e all'approvazione del suo piano per rilanciare la blockchain. Via la stablecoin e altre novità importanti

nuova blockchain terra luna

Ultime NEWS: Ripresi gli scambi di Terra (LUNA) su eToro

“La Luna risorge” potrebbe essere il titolo più appropriato per sintetizzare quanto sta accadendo alla blockchain Terra (LUNA), dopo aver subito un crollo del -99% del valore solo pochi giorni prima.

Il piano del fondatore di Terra (LUNA) Do Kwon per salvare la blockchain è stato approvato con il 65,5% dei votanti che possiedono la criptovaluta, superando lo spauracchio del dissenso.

Il piano denominato Terra On Recovery Plan ha beneficiato anche del consenso degli exchange di criptovalute che intendono sostenere il rilancio della blockchain.

Terra On Recovery Plan, il piano per salvare LUNA

Anche se non ci sono ancora conferme ufficiali e i ritardi potrebbero far slittare tutto, il lancio del nuovo progetto sembrerebbe previsto per le ore 8:00 del 28 maggio 2022 e prevede l’attuazione dei seguenti punti:

  1. la blockchain cambia nome in Terra Classic, mentre l’upgrade prende il nome di Terra;
  2. i vecchi token vengono rinominati Luna Classic, invece i nuovi token prendono il nome di LUNA;
  3. eliminata la stablecoin UST.

Si tratta sostanzialmente di un cambio nome, ma la modifica più importante riguarda proprio la stablecoin UST, rea di aver causato il recente disastro. Infatti, la stablecoin decentralizzata Terra ha perso l’ancoraggio con il dollaro statunitense, motivo per cui ha subito il devastante crollo.

Un’opera di rinnovamento che tuttavia proteggerà i vecchi possessori di Luna, salvati dall’incubo di una prima ipotesi di cambiamento radicale.

do kwon

Il primo passo decisivo è stato già compiuto da Do Kwon, riuscendo a mantenere la sua promessa: «Capisco che il crollo di Terra (LUNA) ha destabilizzato i possessori, ma prometto che farò tutto il possibile per trovare una soluzione ed uscire da questa crisi».

Adesso bisogna solo attendere l’attuazione del Terra On Recovery Plan e verificarne l’andamento del valore. Le prossime settimane daranno risposte più certe sui primi risultati ottenuti sul rilancio di Terra (LUNA).

Riuscirà LUNA a riprendere la cavalcata che l’ha portata fino a 120 dollari nel mese di aprile, prima di sprofondare drasticamente e sfiorare lo zero?

Molto dipenderà anche dalle piattaforme di trading di criptovalute che avevano sospeso il sostegno alla criptovalute a causa dei risultati devastanti registrati in un solo giorno.

Come avverrà il lancio di Terra (LUNA)

lancio Terra (Luna)

Come già anticipato, alle ore 8:00 del 28 maggio 2022 (salvo possibili imprevisti) dovrebbe essere lanciato il nuovo piano di Terra (LUNA).

Per coloro i quali possiedono già la criptovaluta, il lancio dovrebbe garantire un immediato accredito del 30% e la restante parte arriverà in diverse fasi, mentre per coloro i quali hanno acquistato la criptomoneta tramite exchange, molte piattaforme di cripto come Binance, Bitfinex, Bybit, FTX, Kraken, KuCoin hanno già garantito il supporto a Terra (LUNA).

Chi invece deteneva Terra (LUNA) in staking, anche in questo caso la procedura di accredito sarà automatica e non necessita di nessun intervento manuale.

Il sito ufficiale di Terra (LUNA) riporta tutti gli aggiornamenti per acquisire maggiori informazioni e verificare l’elenco degli exchange che supporteranno la versione 2 di Terra (LUNA).

Terra (LUNA) sarà un’opportunità oppure una speculazione?

terra (luna) nuova blockchain

Le ultime news su Terra (LUNA) sono certamente confortanti, se rapportate alla disastrosa situazione che aveva determinato il crollo della criptovaluta fino a rasentare lo zero.

Tuttavia, investire su Terra (LUNA) genera tutt’oggi opinioni contrastanti. Da un lato c’è chi vede nella criptovaluta un’opportunità da cavalcare in virtù del prezzo molto basso, mentre dall’altro potrebbe risultare solo una speculazione pericolosa.

Non è escluso che le prossime settimane possano evidenziare risultati positivi per Terra (LUNA), ma il rischio di ritrovarsi con delle perdite economiche è sempre alto, pertanto si ritiene doveroso valutare attentamente un’adeguata strategia finanziaria per limitare i rischi finanziari.

Ricordiamo che Terra (LUNA), prima del crollo, rappresentava il terzo più grande fondo e probabilmente nessuno si aspettava un crollo così devastante.

Un risultato negativo che ha allarmato la finanza internazionale, finanche la Federal Reserve che ha sottolineato i rischi dei mercati criptovalutari e il segretario del Tesoro, Janet Yellen, che ha chiesto la regolamentazione delle criptovalute.

Da quanto recentemente accaduto a Terra (LUNA) e a molte altre criptovalute come Bitcoin ed Ethereum, emerge un dato interessante: anche le criptomonete risentono dell’instabilità internazionale, del conflitto tra Russia ed Ucraina e dell’inflazione.

Come investire su Terra (LUNA)

investire su Terra (Luna)

Se sei convinto di voler comprare Terra (LUNA), cavalcare l’onda e beneficiare di potenziali guadagni derivanti da Terra On Recovery Plan, ti consigliamo di affidarti ai migliori exchange di criptovalute in grado di offrirti un buon servizio di intermediazione finanziaria.

Si tratta di piattaforme legalmente autorizzate dagli organi di vigilanza che sono soggette al rispetto dei parametri imposti dalle commissioni di controllo come la CONSOB per l’Italia, allo scopo di tutelare il trader dall’eventuale rischio di truffa.

Con i migliori exchange di criptovalute potrai acquistare e custodire Terra (LUNA) in appositi wallet, portafogli digitali dover poter depositare le tue criptomonete.

Se invece sei più propenso a fare trading online e speculare sull’andamento del prezzo di Terra (LUNA), ti proponiamo le migliori piattaforme di trading per criptovalute, broker con i quali poter investire senza la necessità di possedere le criptomonete.

I rischi di questa specifica tipologia di mercati sono medio-alti e potrebbero compromettere tutto o parte del tuo capitale finanziario, pertanto ti consigliamo di acquisire le competenze necessarie per operare sui mercati criptovalutari e attuare opportune strategia finanziarie in grado di limitare quanto il più possibile i rischi.

Jacopo Marini

Trader, opinionista ed esperto di mercati azionari e criptovalute. Uno dei primi investitori in Italia a credere in Bitcoin e diventarne un profondo conoscitore. Collabora con FinanzaDigitale dal 2014.

Lascia un commento