Trimestrali USA 2023 al via: subito boom con JPMorgan e Banche

Le maggiori Banche hanno registrato risultati interessanti nel primo trimestre 2023, nonostante la difficile situazione che ha vissuto il settore bancario il mese scorso

banche usa

Nel primo trimestre del 2023, nonostante il difficile clima economico per il settore bancario, le principali Banche degli Stati Uniti hanno riportato risultati eccezionali che hanno superato le aspettative degli investitori.

Anche se hanno evidenziato il rischio che il credito possa diventare più difficile e costoso, le Banche hanno sottolineato che l’economia sembra essere ancora resiliente ed i risultati del primo trimestre appaiono favoriti dall’aumento dei tassi di interesse che hanno permesso di addebitare di più sui prestiti rispetto a quanto pagato sui depositi.

Inoltre, il crack di Silicon Valley Bank e Signature Bank il mese scorso sembra aver consolidato ulteriormente la posizione delle istituzioni più grandi, che vengono percepiti come più stabili rispetto alle Banche più piccole.

Primo trimestre 2023 delle Banche Usa: JP Morgan

jpmorgan trimestrale

JP Morgan (NYSE: JPM), la più grande Banca degli Stati Uniti, ha riportato consistenti entrate in quasi tutti i settori, che le hanno consentito di registrare profitti pari a $12,6 miliardi, in aumento del 52% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.

Il colosso bancario ha anche segnalato un leggero aumento dei depositi dei clienti nel primo trimestre rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Dopo la difficile fase di marzo, ora le cose stanno andando meglio, come confermato agli organi di stampa dal direttore finanziario di JP Morgan, Jeremy Barnum.

Jamie Dimon, l’amministratore delegato di JPMorgan, che ha giocato un ruolo significativo nel salvataggio delle Banche più piccole, ha dichiarato agli organi di informazione che la crisi bancaria era circoscritta, ma ha avvertito che le condizioni finanziarie potrebbero peggiorare gradualmente poiché i prestatori, JPMorgan incluso, diventano più prudenti.

Tuttavia, Dimon ha anche sottolineato che una fase di recessione potrebbe avvenire solo in un prossimo futuro e non sembra essere quindi un evento verificabile in tempi brevi.

Citigroup, Wells Fargo e PNC Financial

primo trimestre 2023 citigroup

Citigroup, il terzo istituto di credito statunitense per grandezza, ha riportato un profitto di $ 4,6 miliardi nel primo trimestre 2023, in aumento del 7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e superiore alle previsioni.

I ricavi della Banca sono aumentati del 12% rispetto all’anno scorso, nonostante il terremoto del settore bancario. Il portafoglio dei prestiti è rimasto stabile, mentre i depositi sono diminuiti del 3% rispetto al trimestre precedente.

Anche Wells Fargo ha superato le aspettative degli analisti, registrando un profitto di quasi $ 5 miliardi nel primo trimestre, in aumento del 32% rispetto all’anno precedente.

Anche in questo caso, gli alti tassi di interesse hanno contribuito ad aumentare i guadagni della Banca, che ha visto crescere il portafoglio dei prestiti, in particolare quelli personali e quelli legati alle carte di credito.

I depositi della Banca sono diminuiti del 2% rispetto al trimestre precedente, ma Wells Fargo non ha subito fuga di capitali da parte dei clienti.

Charlie Scharf, l’amministratore delegato di Wells Fargo, ha dichiarato alle testate giornalistiche economiche che la Banca è stata un punto di forza nel sostenere il sistema finanziario statunitense durante le recenti turbolenze del settore.

La Banca rimane concentrata sul miglioramento dei suoi controlli interni, che l’hanno vista colpita negli anni passati dalle autorità di regolamentazione e subito multe per varie irregolarità.

PNC Financial ha superato le aspettative, registrando un aumento del 9% nel reddito netto a $ 1,7 miliardi. La banca è stata travolta dalla volatilità del settore, ma grazie alla sua dimensione e diversificazione ha fatto fronte con successo alle difficoltà del mercato.

Nonostante le turbolenze bancarie, il nucleo del sistema è tutt’oggi solido e stabile, secondo quanto affermato da Lael Brainard, direttore del Consiglio economico nazionale del presidente Biden.

Tuttavia, i verbali di una recente riunione dei responsabili politici della Federal Reserve hanno previsto una lieve recessione entro la fine dell’anno, a seguito delle turbolenze bancarie generali.

Da zero a investitore: impara a operare in borsa

Leggi le nostre migliori guide e impara a investire sulle principali borse mondiali, da casa e in autonomia.

Gianluca Conte

Esperto di finanza digitale e lavoro.

Una lunga esperienza come consulente d'azienda, business analyst e formatore. Collaboro con FinanzaDigitale portando contenuti di vario genere.

Lascia un commento

Altri Articoli Su Finanza Digitale