Warren Buffett investe sul petrolio: ok all’acquisto fino al 50% di Occidental Petroleum

La Berkshire Hathaway di Warren Buffett ha ottenuto l'approvazione per acquisire fino al 50% delle azioni del colosso petrolifero statunitense Occidental Petroleum, arricchendo il suo portafoglio azionario

warren buffett

La Berkshire Hathaway Inc. (NYSE: BRK.A) di Warren Buffett ha ottenuto l’approvazione da parte della Federal Energy Regulatory Commission per procedere all’acquisizione del 50% delle azioni di Occidental Petroleum, storico gigante statunitense del settore petrolifero.

Un investimento che potrebbe raggiungere anche i 50 miliardi di dollari, qualora l’economista Warren Buffett decidesse di acquisire la totalità delle azioni concesse dal regolatore dell’energia statunitense.

Soprannominato oracolo di Omaha per via delle sue abilità sugli investimenti finanziari, Warren Buffett sembra intenzionato a voler incrementare la sua partecipazione azionaria sul petrolio, in particolare sulla Occidental Petroleum, le cui azioni hanno chiuso in rialzo del +9,9% a 71,29 dollari dopo l’annuncio.

La multinazionale petrolifera aveva attraversato un difficile periodo pandemico che aveva inflitto un duro colpo finanziario, ma l’innalzamento del prezzo del petrolio ha permesso il risanamento delle casse della società.


Perché Warren Buffett investe sulla Occidental Petroleum?

Perché Warren Buffett investe sulla Occidental Petroleum

I motivi che spingono la Berkshire Hathaway di Warren Buffett ad acquisire fino al 50% delle azioni della Occidental Petroleum riguardano un piano strategico iniziato con importanti investimenti da miliardi di dollari già effettuati sulla multinazionale petrolifera, che spingerebbero l’oracolo di Omaha a raggiungere un maggiore controllo della società.

Inoltre, la Berkshire Hathaway di Warren Buffett possiede già 10 miliardi di dollari di azioni Occidental Petroleum, importo che ha permesso di acquistare Anadarko Petroleum Corp ed incrementare quindi gli investimenti nel settore energetico.

Buffett non è nuovo di queste operazioni, essendo la sua società particolarmente presente nel settore energetico attraverso numerose acquisizioni, partecipate ed investimenti prodotti.

Se ciò non bastasse, Greg Abel, delfino e successore designato di Warren Buffett, potrebbe in prospettiva continuare l’interesse nel settore energico, avendo lui stesso curato in prima persona il ramo d’azienda che tratta l’energia.

Investire sulla Occidental Petroleum conviene?

Investire sulla Occidental Petroleum conviene

L’andamento del prezzo e le previsioni sul petrolio stanno dimostrando che il greggio sembra essere uno degli investimenti più interessanti per difendersi dalla forte pressione inflazionistica che si sta registrando negli ultimi mesi in tutto il mondo.

La guerra tra Russia ed Ucraina e le conseguenze che ha generato in termini di disponibilità del petrolio con forti limiti sulle forniture, rendono il greggio molto più prezioso di quanto non si pensasse, essendo teoricamente proiettati verso energie ecosostenibili ma ancora oggi ancorati nei combustibili fossili.

A tal proposito, la pianificazione aziendale della Occidental Petroleum prevede il raggiungimento di obiettivi green entro il 2050, motivo per cui l’investimento potrebbe cavalcare l’onda del momento ma risultare interessante anche nel lungo termine.

Investire sulla Occidental Petroleum, puntare sulle migliori azioni petrolifere e seguire la strategia di Warren Buffett potrebbe essere un’operazione finanziaria fruttuosa anche per i trader intendono guadagnare sull’andamento del prezzo del petrolio.

Tuttavia, l’alta volatilità dei mercati, fortemente condizionata dall’instabilità internazionale, potrebbe mettere a rischio il capitale investito, pertanto si consiglia di diversificare opportunamente il portafoglio finanziario e ridurre le eventuali possibilità di perdita di denaro.

Jacopo Marini

Trader, opinionista ed esperto di mercati azionari e criptovalute. Uno dei primi investitori in Italia a credere in Bitcoin e diventarne un profondo conoscitore. Collabora con FinanzaDigitale dal 2014.

Lascia un commento