Bitstamp recensione: cos’è, come funziona, commissioni ed opinioni

Bitstamp è uno degli exchange più utilizzati per comprare e scambiare criptovalute in modo rapido. Scopriamo le recensioni ed opinioni online, nonché vantaggi e svantaggi che lo caratterizzano.

bitstamp recensione

Presentiamo oggi la recensione completa di Bitstamp, uno degli exchange più longevi al mondo, con migliaia di utenti registrati ed una gestione semplificata. Ti permette di comprare le principali criptovalute e di scambiarle fra di loro in pochissimi passaggi, anche tramite app.

Può Bitstamp fare al caso tuo? Quali sono i costi e le commissioni che devi tenere in considerazione prima di effettuare un’eventuale registrazione? Quante e quali criptovalute supporta all’interno del suo database? Esistono alternative con più vantaggi?

Sono solo alcune delle domande che andremo ad approfondire a seguire. Scegliere il tuo prossimo exchange per acquistare e negoziare asset crypto è un passaggio che non devi sottovalutare, soprattutto vista la presenza di numerose truffe online.

A tal riguardo, focalizzeremo l’attenzione sui principali sistemi di sicurezza utilizzati da Bitstamp e cosa garantisce ai suoi utenti registrati. Qualora fossi intenzionato ad aprire un account, presenteremo inoltre i pochi passaggi richiesti per effettuare la registrazione.

Cos’è Bitstamp?

Logo Bitstamp

Bitstamp è una piattaforma di scambio, lanciata nel 2011, che permette di comprare, vendere e scambiare strumenti crittografici in modo autonomo, comodamente dal proprio computer, o in alternativa da un dispositivo mobile.

La sede principale è nel Regno Unito, anche se ha ultimamente esteso la propria portata, aprendo uffici anche in America, Singapore, Slovenia e Lussemburgo. Bitstamp è stato fondato da due esperti del settore crypto, ossia Nejc Kodrič e Damijan Merlak.

Alla base del modello di business della società, troviamo la volontà nel voler rendere agevole e semplificato l’accesso al mercato delle criptovalute, anche ad utenti che non hanno mai sentito parlare di blockchain, asset crypto ed altri termini affini al mondo crittografico.

Per fare ciò si avvale di un team di esperti (oltre 400), in grado di supportare gli utenti registrati. Ha inoltre ultimamente inserito funzionalità innovative anche sul settore della DeFi (finanza decentralizzata). A seguire, una prima tabella informativa.

Cos’è?Exchange per scambi crypto
Dispone di licenza?Dispone di regolamentazione in Lussemburgo
Numero di criptovalute presenti:70 al momento di questa stesura
Funzionalità aggiuntive:Bitstamp Earn per lo staking
Sito ufficiale:Bitstamp.net (vai qui)

Bitstamp è sicuro?

Bitstamp recensione

Cerchiamo a questo punto di approfondire uno degli aspetti più importanti, ossia la sicurezza. Bitstamp è un exchange regolamentato? Prima di rispondere, è bene tenere a mente come la piattaforma sia gestita da diverse società, in base al territorio.

Ciò che a noi preme sottolineare è la gestione dell’exchange Bitstamp che può essere utilizzato in Italia, ossia sotto il controllo della Bitstamp Europe SA. Lo stesso è un istituto di pagamento autorizzato dall’authority di regolamentazione finanziaria del Lussemburgo.

Dispone quindi di una regolamentazione con licenza erogata dalla CSSF (Commission de Surveillance du Secteur Financier). Bitstamp Europe SA è inoltre correttamente iscritta al Registro delle Imprese del Lussemburgo, con numero di registrazione B196856.

Le risorse sull’exchange sono sempre custodite in modo sicuro con sistemi offline (che non possono quindi essere aggrediti con facilità). Offre inoltre polizze assicurative di protezione BitGo, anche contro attacchi online. Tutte le informazioni sono esposte in modo chiaro.

Bitstamp CONSOB

Al momento di questa stesura, Bitstamp non dispone di una licenza CONSOB, che come ben sappiamo è l’ente di controllo e di vigilanza per eccellenza in Italia. Essendo tuttavia l’Italia una nazione appartenente all’Unione europea, è possibile soffermarsi sulle licenze europee.

Nel paragrafo precedente, abbiamo volutamente focalizzato l’attenzione sulla regolamentazione ottenuta in Lussemburgo, che quindi certifica a pieno la regolarità dell’operatore in Unione europea, rispettando le normative e le disposizioni UE.

Bitstamp: commissioni e costi

Un secondo aspetto che devi considerare, ma soprattutto rapportare con eventuali altri exchange, è quello delle commissioni. Contrariamente da altri competitor, la politica dei costi utilizzata da Bitstamp si basa su un tariffario fisso, indipendentemente dalla criptovaluta.

In questo caso, per tutte le coppie, le commissioni sugli scambi variano sulla base del volume di trading in dollari (USD) a 30 giorni. Sulla pagina ufficiale puoi leggere in modo chiaro e trasparente tutte le percentuali.

A seguire le commissioni più comuni:

  • 0,50% di commissioni per volumi inferiori ai 10.000 dollari;
  • 0,25% di commissioni per volumi inferiori ai 20.000 dollari;
  • 0,24% di commissioni per volumi inferiori ai 100.000 dollari.

Più i volumi sono alti e meno commissioni andrai a pagare. Quanto ai costi per il deposito, i caricamenti con bonifici SEPA sono gratuiti, mentre i prelievi richiedono 3 euro. L’acquisto con carta ha una commissione del 5% (che non comprende eventuali costi dell’operatore).

Il deposito di criptovalute è invece sempre gratuito, mentre per il prelievo di criptovalute sono presenti commissioni sulle transazioni sulla base del singolo strumento che hai deciso di prelevare (su Ethereum, al momento di questa stesura, è ad esempio di 0,006 ETH).

Come funziona Bitstamp

Compresi gli aspetti più importanti da dover tenere a mente, è ora possibile approfondire il funzionamento di Bitstamp, che è molto intuitivo ed alla portata di tutti. L’obiettivo della società è proprio quello di offrire soluzioni rapide ed efficienti anche ai neofiti del settore.

Per questo motivo, la piattaforma di scambio non ha tante opzioni (che potrebbero confondere un negoziatore principiante). Si può quindi accedere alla schermata delle criptovalute, valutare il prezzo, impostare il quantitativo e procedere con lo scambio.

Bitstamp funzionamento

Uno dei principali vantaggi è proprio quello di poter comprare criptovalute comodamente con la propria carta di debito o prepagata (appartenente ai principali circuiti mondiali, come ad esempio MasterCard). Puoi quindi convertire valute reali in monete digitali.

Questo è considerato un valore aggiunto non indifferente, poiché molti exchange competitor permettono di scambiare criptovalute solamente con depositi effettuati con altre crypto (come ad esempio Bitcoin).

Si presenta inoltre con:

  • interfaccia intuitiva;
  • operazioni di deposito istantaneo;
  • possibilità di incassare direttamente sul proprio conto corrente;
  • conferme sulle transazioni istantanee;
  • tempo di attività fra i più rapidi sul mercato.

Il tuo capitale è a rischio

Bitstamp recensione: criptovalute supportate

Ricollegandoci al paragrafo precedente, sull’exchange Bitstamp è possibile acquistare e scambiare su numerose criptovalute. Il database risulta sempre costantemente aggiornato ed oltre ai token storici, puoi sempre individuare nuove criptovalute in uscita.

Risulta così più agevole effettuare le tue osservazioni ed andare alla ricerca di possibili criptovalute emergenti. Al momento di questa stesura, sulla base delle informazioni ufficiali, Bitstamp supporta l’acquisto e la negoziazione di 70 criptovalute, fra le quali:

Come iscriversi a Bitstamp Italia

Per iscriverti a Bitstamp Italia puoi accedere direttamente alla pagina ufficiale (vai qui) e cliccare sulla voce di apertura dell’account. Sono solitamente richiesti meno di 10 minuti per ottenere il tuo profilo sulla piattaforma, da dover sempre verificare.

registrazione su Bitstamp

Per creare un account è quindi sufficiente:

  1. compilare la schermata con i dati personali, indicando e scegliendo se vuoi iscriverti come utente retail (piccolo investitore) o come utente corporate (per società ed organizzazioni che vogliono operare sul mercato delle criptovalute);
  2. verificare l’indirizzo di posta elettronica che hai fornito in precedenza (fondamentale per effettuare il login successivo con la password);
  3. effettuare le verifiche.

Per completare l’account, potendo successivamente accedere a tutte le funzionalità, è necessario procedere con due verifiche. La prima verifica è quella sull’identità e richiede semplicemente il caricamento di un documento in corso di validità.

La seconda verifica serve invece per confermare il proprio indirizzo di residenza. Puoi in questo caso caricare semplicemente una bolletta, un estratto conto bancario, o qualsiasi altro documento che accerti la residenza. Il tempo di approvazione massimo è 72 ore.

Il tuo capitale è a rischio

Bitstamp App

Una volta verificato l’account ed ottenute le credenziali, puoi effettuare il login sia tramite la modalità web desktop (ossia comodamente con il computer), sia tramite l’applicazione Bitstamp. Può essere scaricata a costo zero su tutti i sistemi operativi (iOS ed Android).

Utilizzando l’app Bitstamp sarai sempre protetto dall’autenticazione a due fattori e dall’accesso con password. Puoi inoltre integrare sistemi di accesso più moderni, basati ad esempio sul riconoscimento facciale, o impronta digitale (a seconda del tuo telefono).

Bitstamp App

Con l’app Bitstamp puoi accedere a tutte le funzionalità dell’exchange, ovvero:

  • visionare l’elenco delle criptovalute (crypto list) e valutare l’andamento delle stesse;
  • comprare criptovalute;
  • scambiare su criptovalute;
  • utilizzare i servizi di staking di criptovalute (tramite Bitstamp Earn, che ritroveremo a seguire);
  • vendere criptovalute;
  • controllare le transazioni ed il valore del portafoglio in mobilità.

Bitstamp Earn

Oltre alla possibilità di scambiare e comprare criptovalute (funzionalità principale dell’exchange), con Bitstamp puoi accedere ad un secondo servizio interessante, chiamato Bitstamp Earn. Si tratta semplicemente di un sistema per ottenere redimenti passivi.

Con lo stesso, è possibile beneficiare di specifiche percentuali di ritorno, erogate sulla base del quantitativo di criptovalute possedute e detenute in portafoglio. Basta solamente immobilizzare i propri asset per un determinato periodo di tempo ed incassare gli interessi.

Bitstamp Earn

I premi che vengono inviati ti ricompensano per aver partecipato a specifici processi di convalida. In altri termini, le criptovalute che metti a disposizione sono fondamentali per garantire transazioni sulla rete (lavoro che deve essere remunerato)

Ricorda in ogni caso che le attività di staking sono disponibili solamente per specifiche criptovalute (ad esempio non con il Bitcoin). Per il servizio Bitstamp Earn, al momento attuale, è possibile scegliere fra:

  1. Ethereum 2.0, con una ricompensa stimata (APY) del 4,41% (dato di aprile);
  2. Algorand (ALGO), con una ricompensa stimata (APY) del 5%.

Il tuo capitale è a rischio

Bitstamp vs Coinbase: qual è meglio?

Una delle domande più gettonate dagli utenti alla ricerca di un exchange è: meglio utilizzare Bitstamp o Coinbase (qui la recensione)? Entrambi sono operatori professionali, con alcune caratteristiche distintive.

Coinbase dispone sicuramente di un volume maggiore sugli scambi e di un listino più completo, che conta la presenza di oltre 200 criptovalute (sia storiche sia di nuova generazione) e di commissioni sugli scambi molto competitive.

Ha inoltre lanciato da poco la sua piattaforma NFT (versione beta), per l’acquisto e la vendita di non-fungible token (servizio che invece Bitstamp non dispone). Entrambe risultano facili da utilizzare e con un’assistenza a tutte le ore affidabile ed esaustiva.

Vediamo una tabella di confronto fra Coinbase e Bitstamp:

ServiziBitstampCoinbase
Numero di criptovalute70+200
ApplicazioneDisponibileDisponibile
AssistenzaSì, h24Sì, h24
CommissioniMolto competitive ed uniformateMolto competitive
Piattaforma per NFTNo
Sito in lingua italianaNo
Confronto Bitstamp Vs Coinbase

Bitstamp: opinioni e recensioni

Andando alla ricerca di opinioni e recensioni su Bitstamp, è possibile imbattersi in molte testimonianze, anche di utenti che confermano di aver già provato la piattaforma nella sua interezza. In media le opinioni sono abbastanza positive.

Ad essere sottolineate sono soprattutto la facilità di gestione, la presenza di un consistente listino di asset, sistemi di sicurezza avanzati e la regolamentazione europea (un vero e proprio valore aggiunto rispetto ad altri competitor).

Anche l’applicazione per dispositivi mobili risulta molto semplice da gestire e garantisce tutte le funzionalità. Le commissioni sugli scambi sono in linea con quelle del mercato. Ottimo il deposito a costo zero con il bonifico ed anche con eventuali criptovalute.

Leggi anche la recensione su Bitpanda.

Bitstamp: pro e contro

Prima di procedere con le dovute conclusioni, abbiamo racchiuso in modo semplice e diretto i principali vantaggi e gli eventuali punti di debolezza dell’exchange Bitstamp.

Vantaggi Bitstamp

  • gestione semplificata;
  • 70 criptovalute supportate;
  • permette di ottenere ricompense con lo staking;
  • dispone di una comoda applicazione;
  • ha commissioni sugli scambi competitive;
  • ha un’assistenza a disposizione h24,
  • mostra numerosi sistemi di controllo e di protezione;
  • dispone di un deposito minimo molto basso.

Svantaggi Bitstamp

  • non ha un conto demo;
  • ha un sito in inglese;
  • non ha funzionalità di lending o sugli NFT.

Bitstamp è un exchange affidabile?

La presenza di reali autorizzazioni in Lussemburgo permette di sottolineare come Bitstamp non sia di certo una truffa. La piattaforma è utilizzata da migliaia di utenti e mostra (come detto in precedenza) numerose recensioni positive.

A garantire l’affidabilità, troviamo l’autenticazione a due fattori, la presenza di sistemi di controllo, protocolli di sicurezza avanzati, nonché di eventuali coperture assicurative con BitGo. La custodia degli asset fa quindi riferimento alla partnership fra BitGo e Bitstamp.

In ultimo, non per importanza, Bitstamp custodisce in modo crittografato e sicuro tutti i dati che gli utenti inviano per l’apertura dell’account. Gli stessi non vengono mai esposti ed inviati ad altri utenti registrati, restando archiviati in sistemi controllati.

Potrebbe interessarti anche l’approfondimento su come comprare criptovalute su eToro.

Bitstamp: servizio clienti

Assistenza clienti

Sulla pagina ufficiale sono presenti diversi canali per potersi mettere in contatto con l’exchange. In primo luogo, un utente interessato ad ottenere più informazioni può accedere a FAQ e guide presenti sulla piattaforma, esposte in modo chiaro e trasparente.

Gli indirizzi delle società che gestiscono i siti (nei vari territori) possono essere visionati in modo aggiornato. Qualora avessi la necessità di entrare in contatto diretto e di parlare con operatori professionali e competenti, puoi invece optare per:

  • numeri di telefono: +442038689628, +18007125702 e +35220881096;
  • indirizzi di posta elettronica: info@bitstamp.net e support@bitstamp.net;
  • canali social, come ad esempio la pagina Facebook, LinkedIn ed Instagram.

Il tuo capitale è a rischio

Bitstamp recensione – FAQ

Come si usa Bitstamp?

Per utilizzare l’exchange, come ricordato nella nostra recensione su Bitstamp, è sufficiente una rapida registrazione, la verifica dell’identità, il caricamento di un deposito e l’acquisto della criptovaluta.

Come ritirare i soldi da Bitstamp?

Per ritirare fondi dall’exchange è sufficiente recarsi sul proprio account, accedere alla voce “Withdrawal”, cliccare su “Prelievo” e selezionare l’importo. Maggiori info nella nostra recensione su Bitstamp.

Qual è il deposito minimo su Bitstamp?

Come indicato nella nostra recensione su Bitstamp (nonché sulla pagina ufficiale) l’importo minimo di commercio ad ordine è pari a soli 10 EUR/GBP/PAX/USD/USDC/USDT.

Achille Bellelli

Imprenditore tech e investitore indipendente, esperto in criptovalute e strumenti di trading speculativo. Scrive per FinanzaDigitale e altri magazine economici.

Lascia un commento