50 centesimi rari: quanto valgono e quali sono i più preziosi

Andiamo alla ricerca dei 50 centesimi rari, ossia monete che possono valere migliaia di euro poiché in tiratura limitata, con errori di conio, o semplicemente commemorative. Ecco quali sono quelle con maggior valore pe come venderle.

50 centesimi rari

Fra le tante monete che possiedi in portafoglio, o che quotidianamente utilizzi per pagare beni e servizi, potresti imbatterti in uno dei tanti 50 centesimi rari. Si tratta di monete con un valore di facciata da 0,50€, ma con un valore di mercato di gran lunga superiore.

Vista la presenza di milioni di monete da 50 centesimi, trovare pezzi unici e rari non è poi così difficile. Nella maggior parte delle volte, non essendo a conoscenza della tipologia di moneta, siamo tuttavia portati ad utilizzarla senza accorgerci del suo valore.

Per questo motivo, abbiamo racchiuso in questa guida completa alcune delle monete rare da 50 centesimi più ambite dai collezionisti. Pezzi che possono valere centinaia o migliaia di euro, a patto di venderle al giusto acquirente.

Scopriremo altresì i principali sistemi che hai a disposizione per vendere i 50 centesimi rari, in totale sicurezza ed al miglior prezzo di mercato. Raccogli quindi tutte le monete da 0,50€ in tuo possesso ed analizziamole assieme per scoprire se la fortuna ha deciso di premiarti.

50 centesimi rari di valore: quali sono?

50 centesimi rari valore

Come esposto in precedenza, i 50 centesimi rari non sono altro che monete dal valore di 50 centesimi, esposto sulla facciata, ma che in realtà hanno un valore di mercato di gran lunga superiore, che può superare anche i 2.000 euro.

Tutte le monete, anche quelle da 0,50€, prima di essere coniate seguono un iter complesso, che parte dalla scelta della stampa fino ad arrivare alla forgiatura da parte delle cosiddette Zecche territoriali, come ad esempio la Zecca di Roma.

Nel corso degli anni, sono state coniate milioni di monete e fra queste a migliaia possono considerarsi rare, molto rare, o addirittura in pochi esemplari. Cos’è che rende questi pezzi unici e con un valore così alto?

Vediamo 3 possibilità:

  1. tiratura limitata: è la produzione di un numero molto basso di monete da parte della Zecca, che ne fa inevitabilmente lievitare il valore, data la loro scarsità;
  2. eventi commemorativi: in presenza di eventi speciali (si pensi ad esempio alle Olimpiadi), potrebbero essere coniate monete con stampe differenti da quella originale, in tiratura limitata e quindi con un valore di mercato superiore;
  3. errore di conio: è l’aspetto che fa aumentare maggiormente il valore dei 50 centesimi rari, per via di un difetto di produzione, che può rendere pochissimi pezzi unici e inimitabili.

50 centesimi rari in euro

Moneta rara in euroAnno di conio
50 centesimi Francia, Spagna, Finlandia, Belgio e Olanda1999
50 centesimi (nazioni in primo conio post 1999)2002
50 centesimi (caso del conio 2007)2007
50 centesimi Zecca del Vaticano2002 e 2005
50 centesimi Spagna2005,2006 e 2007
50 centesimi Monaco2006, 2009 e 2011
50 centesimi MaltaDal 2002
50 centesimi Portogallo2007 e 2014
50 centesimi rari in euro

La tabella in alto evidenzia subito i 50 centesimi rari in euro, ossia monete che possono avere un valore di mercato superiore a quello di facciata, per una delle cause esposte in precedenza. Partiamo dall’euro perché è la moneta attuale, presente in molti Stati.

È la valuta che, a partire dal 2002, ha sostituito molte valute locali, come la lira nel nostro territorio. Per questo motivo, viene anche chiamata spesso “moneta unica europea”. Essendo prodotta da molti Stati UE, ne esistono milioni di unità.

Fra queste, a migliaia possono considerarsi rare, poiché differiscono da quelle originali. È quindi importante soffermarsi sulle caratteristiche e misure standard, così da evidenziare successivamente le eventuali differenze.

Ecco i parametri di una moneta da 50 centesimi:

  • diametro di 24,25 millimetri;
  • peso di 7,80 grammi;
  • spessore di 2,38 millimetri;
  • bordo zigrinato, con dentellatura;
  • due facciate, una uguale per tutte le Nazioni ed una cangiante

50 centesimi rari 1999

50 centesimi rari 1999

Iniziamo la classifica con i 50 centesimi rari del 1999, data che ci porta subito a porre una domanda, vista l’entrata in vigore dell’euro nel 2002. Contrariamente da quanto si pensi, alcuni Stati hanno legalmente deciso di iscrivere sulla facciata la data del 1999.

La stessa corrisponde all’approvazione della nuova moneta unica, anche se l’entrata in vigore vera e propria risale al 2002. Sta di fatto che ben 5 nazioni, ossia Francia, Olanda, Spagna, Belgio e Finlandia, hanno milioni di monete da 50 centesimi datate 1999.

Sono state coniate in milioni di copie e sono quindi per la maggior parte comuni, o molto comuni, sulla base della nazione dei appartenenza, mostrando il loro effettivo valore di facciata. Discorso differente, è invece quello delle monete da 0,50€ con errori di conio.

In questo caso, uno dei 50 centesimi rari più ambiti dai collezionisti è la 0,50€ francese del 1999, prodotta con un colore più scuro rispetto all’originale. Errore che la fa sembrare antica sotto l’aspetto estetico e che fa schizzare il suo valore anche oltre i 300 euro a pezzo.

50 centesimi rari 2002

50 centesimi rari 2002

Discorso molto simile alle monete del 1999 può farsi per i 50 centesimi rari del 2002, che corrisponde al primo anno di conio per tutte le altre nazioni al di fuori delle cinque esposte in precedenza, le quali hanno invece iniziato a stampare la data di 3 anni prima.

Anche in questo caso, essendo il primo conio, troviamo milioni di monete sparse in tutto il mondo. Il loro valore? Semplicemente quello di facciata, ossia 0,50 centesimi. È tuttavia possibile trovare alcune monete del 2002 con errori di conio vendute ad un prezzo più alto.

Un tipico esempio è rappresentato dai 50 centesimi rari del 2002 italiani con un errore di lega. Si presentano con un colore metallico più chiaro rispetto a quello originale. Non sono rarissime, ma hanno comunque un valore che si aggira attorno ai 5/6 euro.

50 centesimi rari 2007

50 centesimi rari 2007

Uno dei casi più curiosi nel settore della numismatica mondiale, è quello dei 50 centesimi rari del 2007. Esperti in materia ed appassionati di monete rare, sono tutti in comune accordo sulla media rarità delle monete da 0,50€ italiane con questa data.

Curioso sottolineare come le stesse non presentino alcun errore di conio, alcuna stampa commemorativa, ma soprattutto non abbiano alcuna tiratura limitata. Sono state prodotte in più di 4 milioni di unità, eppure sono molto difficili da trovare.

Le cause da legare alla loro scarsa circolazione sono indicate dagli esperti in più ipotesi, anche se ancora non esiste una risposta certa. Alcuni ipotizzano una mancata emissione, altri ancora pensano che il numero effettivo dichiarato sia minore di quello reale.

In ogni caso, molti 50 centesimi rari del 2007 sono messi in vendita sul mercato dai 2 ai 10 euro e possono quindi valere anche 20 volte in più rispetto al valore di facciata, nonostante l’ampia tiratura dichiarata dalla Zecca di Roma in quell’anno.

50 centesimi rari Vaticano

Anno di conioSerieRarità
2002PrimaR2 (molto rara)
2003PrimaR (rara)
2005SecondaR (rara) con tiratura più bassa
2006TerzaR (rara)
2007TerzaR (rara)
2008QuartaR (rara)
2009QuartaR (rara)
Monete rare da 50 centesimi Città del Vaticano

La tabella in alto mette in rilievo i 50 centesimi rari della Città del Vaticano, che come ben sappiamo può coniare monete con stampe differenti rispetto all’Italia. Dal 2002 ad oggi sono state prodotte diverse serie:

  1. 50 centesimi di Giovanni Paolo II;
  2. 50 centesimi con la Sede Vacante;
  3. 50 centesimi di Papa Benedetto XVI;
  4. 50 centesimi nuova faccia comune;
  5. 50 centesimi di Papa Francesco;
  6. 50 centesimi Stemma di Papa Francesco.

I 50 centesimi del Vaticano più rari sono quelli della prima serie (ossia del 2002) e quelli della serie con Sede Vacante (ossia la seconda, nel 2005). Nella prima serie è apposto il volto di Papa Giovanni II, con il simbolo della Zecca e l’anno di conio al dritto.

Sulla parte sinistra troviamo la scritta “Città del Vaticano”, mentre a destra 12 stelle a 5 punte, per rappresentare l’UE. Il verso è uguale a tutte le monete da 50 centesimi appartenenti alla zona euro. Il loro valore, data la bassa circolazione, può sforare i 40 euro.

La seconda serie, ha invece la raffigurazione al dritto dello stemma del Cardinale Camerlengo e della Camera Apostolica. Troviamo anche la scritta “Sede Vacante MMV” a semicerchio e “Città del Vaticano”. Il verso è identico per qualsiasi moneta da 0,50€.

In questo caso il valore può arrivare anche a 13 euro, in caso di pezzi in fior di conio e ben tenuti, vista la bassa tiratura.

50 centesimi rari Spagna

Anno di conioSerieRarità
2005PrimaNC (non comune)
2006PrimaNC (non comune)
2007SecondaNC (non comune)
Monete rare da 50 centesimi Spagna

I 50 centesimi rari spagnoli sono stati disegnati da Begoña Catellanos, conosciuto per aver già disegnato molte altre monete nel corso della storia. Le serie esistenti sono 4 e vanno dal 1999 fino ai giorni d’oggi.

Al verso troviamo la tipica raffigurazione delle monete da 50 centesimi della zona euro. Al dritto, è invece presente la raffigurazione del busto di Miguel de Cervantes Saavedra, ossia un poeta, scrittore e uomo di fama mondiale dell’epoca spagnola del VI secolo.

Presente anche l’immagine di una piuma, la scritta “ESPAÑA”, il millesimo di conio e la M della Zecca di Madrid. Attorno alla moneta, sempre sul dritto, le immancabili 12 stelle a 5 punte. Le edizioni successive alla prima differiscono sul posizionamento di alcuni elementi.

Come esposto in tabella, i 50 centesimi rari con maggior valore, poiché in tiratura minore, sono quelli del 2005, 2006 e 2007, classificate come non comuni. Se tenute in fior di conio, possono aver un valore di poco superiore a quello di facciata.

Scopri qui i 5 centesimi rari e i 10 centesimi rari

50 centesimi rari Monaco

Anno di conioSerieRarità
2001PrimaR (rara)
2004PrimaR (rara)
2006SecondaR (rara)
Dal 2009 al 2017TerzaR (rara)
Monete rare da 50 centesimi Monaco

Anche il Principato di Monaco ha le sue monete da 50 centesimi rare, con un valore di mercato superiore a quello di facciata. Nonostante siano state prodotte diverse serie, risultano quasi tutte rare, ad eccezione della serie del 2002 e 2003, che sono non comuni.

La serie esistenti sono:

  1. dal 2001 al 2005 abbiamo la prima serie, con il principe Ranieri;
  2. dal 2006 abbiamo la seconda serie, con il principe Alberto;
  3. dal 2007 abbiamo la terza serie, sempre con il principe Alberto, ma con una diversa raffigurazione al dritto (il verso resta sempre identico per tutte le serie).

Fra queste, i 50 centesimi più rari sono quelli della terza serie (nel 2011), con un valore attorno ai 20 euro, quelle della seconda serie (nel 2006), con un valore attorno ai 40 euro ed infine quelle della terza serie (nel 2009), con un valore attorno ai 50 euro.

50 centesimi rari Malta

Anno di conioSerieRarità
2011PrimaR (rara)
2012PrimaR (rara)
2014PrimaR (rara)
2015PrimaR (rara)
2017PrimaR (rara)
Monete rare da 50 centesimi Malta

I 50 centesimi rari Malta sono monete molto ricercate dagli appassionati, anche se non tutte possono definirsi rare, o molto rare. Alcune produzioni, come ad esempio quella del 2016, sono semplicemente non comuni.

La moneta presenta al verso la tipica raffigurazione delle monete da 50 centesimi della zona euro, mentre al dritto troviamo lo stemma di Malta, con la scritta “Malta” a sinistra e l’anno di conio sulla parte di destra. Il tutto è contornato dalle tipiche 12 stelle a 5 punte.

Se tenute in fior di conio e senza nessun graffio, alcune monete da 50 centesimi Malta possono avere un valore superiore a quello di facciata. È il caso delle serie esposte in tabella, con un prezzo che può arrivare a superare anche i 2 euro.

50 centesimi rari Grecia

Anno di conioSerieRarità
2012SecondaR (rara)
2013SecondaR (rara)
2014SecondaR (rara)
2015SecondaR (rara)
2016SecondaR (rara)
2017SecondaR (rara)
2018SecondaR (rara)
Monete rare da 50 centesimi Grecia

Anche alcune monete da 50 centesimi greche sono considerate rare, per via della tiratura limitata, o per eventuali errori di conio. Prodotte a partire dal 2002, se coniate dalla Zecca francese al primo conio, presentano una F all’interno di una delle 12 stelle.

Contrariamente da quanto si pensi, nonostante molti pezzi siano messi in vendita a migliaia di euro, i 50 centesimi della Grecia con la F nella stella sono molto comuni ed hanno quindi un valore di facciata, poiché prodotti in milioni di pezzi.

Per quanto riguarda le serie successive, le monete più rare, indicate in tabella, sono quelle dal 2012 al 2018. Per riconoscerle, presentano al verso l’immagine di Eleftherios Kyriaku Venizelos, la scritta “ΛEΠTA”, il millesimo di conio e la sigla della Zecca.

50 centesimi rari Austria

Anno di conioSerieRarità
Dal 2012 al 2018SecondaR (rara)
Monete rare da 50 centesimi Austria

I 50 centesimi rari Austria sono stati coniati in due serie differenti, la prima dal 2002 al 2007 e la seconda dal 2008 in poi. Alcuni pezzi, disegnati da Joseph Kaiser, sono considerati non comuni ed in alcuni casi rari.

La moneta presenta al dritto il Palazzo della Secessione a Vienna, con la scritta e in alto ed in circolo “50 Euro Cent”. Nella parte laterale (sulla destra), puoi individuare l’anno di conio, mentre attorno sono presenti le tipiche 12 stelle a 5 punte.

I 50 centesimi austriaci più ambiti sono quelli dal 2012 al 2015, considerati rari. Il loro valore parte da un minimo di 6 euro, per le serie del 2013, 2014 e 2015, arrivando a 7,50 euro per le monete del 2012 (se ben conservate).

50 centesimi rari Portogallo

Anno di conioSerieRarità
2007PrimaR2 (molto rara)
Dal 2011 al 2013SecondaR (rara)
2014SecondaR2 (molto rara)
2018SecondaR2 (molto rara)
Monete rare da 50 centesimi Portogallo

Continuiamo il nostro approfondimento sui 50 centesimi rari presentando le monete del Portogallo. Anche in questo caso, alcune serie sono considerate rare ed hanno un valore che può superare addirittura i 50 euro.

Partendo dalla struttura, presentano al dritto il sigillo del 1142 del Re del Portogallo Don Alfonso Henriques, composto da una croce, 4 quadranti e la scritta “Portugal” suddivisa in sillabe all’interno dei quadranti.

Troviamo inoltre la raffigurazione di 7 castelli, 5 simboli araldici e sul bordo 12 stelle a 5 punte per richiamare l’Unione Europea. Completano il tutto la sigla delle iniziali dell’autore “VS” e l’immancabile Zecca di Stato.

Come esposto in tabella, i 50 centesimi rari del Portogallo più ricercati dai collezionisti ed appassionati di numismatica sono quelli che appartengono alla serie del 2014, con un valore attorno ai 3 euro e quelli del 2007, con un valore che può superare anche i 20 euro.

Approfondisci di più sui 20 centesimi rari e i 2 centesimi rari

50 centesimi rari in lire

Moneta raraAnno di conio
50 centesimi rari Carlo AlbertoDal 1831
50 centesimi rari Vittorio Emanuele III Dal 1919
50 centesimi rari in lire

Oltre alle monete rare da 50 centesimi in euro, è possibile aprire un piccolo approfondimento anche sui 50 centesimi rari in lire, o in altra valuta. La lira italiana è stata per centinaia di anni (fin dalla fine del 1800), la moneta nazionale italiana.

Ha visto il passaggio di diversi regni e dinastie ed è per questo stata modificata più volte anche sotto l’aspetto strutturale. La tabella in alto mostra in ogni caso le due monete da 50 centesimi di lire più ricercare dai collezionisti e con un valore considerevole.

50 centesimi Carlo Alberto

Anno di conioZeccaRarità
1833GenovaR3 (rarissima)
1835TorinoR3 (rarissima)
1842TorinoR3 (rarissima)
1847TorinoR3 (rarissima)
50 centesimi Carlo Alberto (dal 1831 al 1849)

La prima moneta rara da 50 centesimi di lire storica è la Carlo Alberto, che prese il posto di Carlo Felice e governò dal 1831 al 1849, dando successivamente il trono a Vittorio Emanuele II. Le monete coniate durante questo periodo sono molto ricercate dai collezionisti.

Come riconoscerle? Al dritto è presente l’immagine del Re Carlo Alberto, con lo sguardo rivolto verso destra e nella parte inferiore il millesimo di conio. Posizionata in circolo, abbiamo invece la scritta “CAR·ALBERTVS D·G·REX SARD·CYP·ET HIER”.

Al verso, sempre in modo circolare, è possibile individuare la scritta “DVX SAB·GENVAE ET MONTISF·PRINC·PED·&”. Nella parte inferiore, puoi invece leggere la lettera della Zecca di conio ed il valore di facciata, ossia “C·50”.

Come proposto in tabella, tutti i 50 centesimi Carlo Alberto coniati sono rari o molto rari. Quelli con un valore superiore sono le serie del 1833, 1835, 1842 e 1847, le cui singole monete possono arrivare a superare anche i 5.000 euro, se ben tenute.

50 centesimi Vittorio Emanuele III

SerieAnnoRarità
Vittorio Emanuele III Leoni1919 Primo tipoR4 (estremamente rara)
Vittorio Emanuele III Leoni1920R4 (estremamente rara)
Vittorio Emanuele III Impero1938R5 (solo alcuni esemplari)
50 centesimi Vittorio Emanuele III (versioni Leoni e versione Impero)

Una seconda moneta da 50 centesimi molto ambita dagli appassionati ed esperti del settore, è quella di Vittorio Emanuele III. Anche in questo caso esistono diverse edizioni, che differiscono per l’immagine, per la tiratura e per il periodo di conio.

La prima serie venne emessa dal 1919 al 1935 e prende il nome di “serie Vittorio Emanuele III – Leoni”. Le più rare sono quelle del 1919 con bordo rigato e non liscio, che possono valere anche 10.000 euro ed i 50 centesimi con bordo rigato del 1920, stimate a circa 8.000€.

La seconda serie, a partire dal 1936, prende invece il nome di “Impero”. Troviamo sempre la raffigurazione del Re Vittorio Emanuele III, con l’immagine di un’aquila imperiale al verso. Alcune monete sono considerate molto rare, come quelle del 1938, stimate a 15.000 euro.

Potrebbe interessarti la classifica degli 1 euro rari e sulle monete da 2 euro rare

Come vendere 50 centesimi rari

vendere 50 centesimi rari

Arrivati a questo punto, ti proponiamo i principali sistemi che puoi utilizzare per vendere i tuoi 50 centesimi rari. Prima di ciò, ricorda tuttavia alcuni aspetti fondamentali per la vendita di monete rare, qualsiasi esse siano.

Quando individui un pezzo unico, con eventuali errori di conio, è bene farlo subito valutare da un esperto, qualora non disponessi di grandi conoscenze in questo settore. La vendita di monete false o contraffatte è un reato ed è necessario tutelarti al meglio.

Vista la presenza di molti 50 centesimi rari falsi, valuta attentamente le monete in tuo possesso prima di metterle sul mercato. Un secondo aspetto fondamentale, è poi la stima del valore. Onde evitare di svendere la tua rarità, chiedi supporto ad un esperto.

Adesso che hai controllato la veridicità della moneta ed il suo valore, puoi optare su 3 soluzioni differenti per vendere i 50 centesimi rari:

  1. fai affidamento su piattaforme altamente specializzate nella vendita di prodotti (anche rari), come ad esempio Catawiki, il quale mette anche a disposizione decine di esperti in materia pronti a valutare il tuo pezzo raro;
  2. metti in vendita le monete sui tipici siti per vendere beni di seconda mano, come ad esempio Subito, eBay e così via, prestando sempre la massima attenzione;
  3. valuta la possibilità di vendere le monete ad un’asta fisica, optando solamente su aste professionali e specializzate nella vendita di monete rare, o oggetti similari.

50 centesimi rari – FAQ

Quali sono i 50 centesimi rari che hanno valore?

Fra i 50 centesimi rari che hanno valore possiamo ricordare la moneta di Vittorio Emanuele III, così come alcune serie in tiratura limitata in euro che trovi nella nostra guida completa.

Quanto vale la moneta da € 0,50 del 2002?

Le monete da € 0,50 del 2002 sono solitamente considerare comuni ed hanno un valore di facciata, ad eccezione di alcune con errori di conio, che puoi trovare nel nostro articolo.

Quanto valgono i 50 centesimi rari del 1999?

Fra i 50 centesimi rari del 1999 sono presenti alcuni errori di conio della serie coniata in Francia, che possono arrivare a superare anche i 300 euro per singolo pezzo.

Argomenti:

Achille Bellelli

Imprenditore tech e investitore indipendente, esperto in criptovalute e strumenti di trading speculativo. Scrive per FinanzaDigitale e altri magazine economici.

Lascia un commento

Altri Articoli Su Finanza Digitale