Migliori conti correnti per pensionati: quali sono quelli a zero spese

I migliori conti correnti per l'accredito della pensione

Se sei alla ricerca dei migliori conti correnti per pensionati, ti sarai anche chiesto i motivi che rendono obbligatorio l’apertura di un conto corrente o di un libretto postale per ricevere l’accredito pensionistico ogni mese.

La normativa italiana prevede che:

  • fino a 1.000 euro si potrà ricevere la pensione in contanti;
  • superato tale importo, si dovrà aprire un conto corrente.

L’obbligo dell’apertura di un conto nasce dall’esigenza di garantire trasparenza e soprattutto tracciabilità delle operazioni di accredito, motivo per cui anche i pensionati che percepiscono una pensione pari o superiore a 1.000 euro devono possedere un conto corrente in cui ricevere gli accrediti mensili.

Come scegliere quindi il miglior conto corrente per gli over 65? Salvo alcuni casi, si tratta prevalentemente di utenti che non effettuano operazioni finanziarie complesse, ma si limitano prevalentemente ai prelievi periodici e bonifici. In questa guida troverai quindi diverse soluzioni dove poter accreditare la pensione, ma anche le caratteristiche specifiche di ognuna, e i punti di forza e di debolezza di ogni conto corrente proposto.


Conti correnti bancari per pensionati

conti correnti per pensionati a zero spese

La scelta del conto corrente dovrebbe essere finalizzata al rispetto di pochi e semplici requisiti, primo fra tutti l’abbattimento dei costi per la gestione del conto corrente.

Quali sono quindi i parametri da ricercare per scegliere il conto corrente più adatto ai pensionati? Ecco elencati i servizi essenziali, le funzionalità e i benefit che il miglior conto corrente deve possedere:

  • zero spese di gestione;
  • bonifici;
  • pagamenti;
  • carte e prepagate;
  • domiciliazione delle utenze;
  • ricariche telefoniche;
  • saldo ed estratto conto.

Rispetto a qualche anno fa, il processo di informatizzazione ha coinvolto fasce di età sempre più alte, pertanto sarebbe utile integrare tra i requisiti anche il conto online.

Attraverso l’Home Banking è possibile collegarsi al proprio conto ed effettuare operazioni bancarie comodamente da casa, seduto davanti al PC, oppure direttamente dallo smartphone, per i pensionati abituati a maneggiare i dispositivi di nuova generazione.

La tabella seguente mostra 3 interessanti soluzioni online che potresti valutare, con i relativi costi applicati e le relative caratteristiche.

Conto correnteCosti applicatiCaratteristiche
N26GratisCanone e carta di debito gratuiti
SelfyContoGratis (under 30 o per i primi 12 mesi)Bollo e carta di debito gratuiti (sotto i 5.000 euro)
UniCreditGratis se attivato entro il 27 marzo 2022Bonifici e giroconti online gratis

N26

N26 logo

N26 (vai al sito) rappresenta sin dal 2013 il modello di Banca del ventunesimo secolo, sempre pronta a seguire l’innovazione pur mantenendo i servizi tradizionali.

Una Banca online che opera in 25 Paesi in tutto il mondo, con l’obiettivo di offrire tutti i servizi di una Banca moderna a portata di click; infatti potresti accedere al tuo conto in qualsiasi momento, direttamente dai tuoi dispositivi mobile, smartphone o tablet.

N26 ti fornisce inoltre una carta virtuale o fisica (appartenente al circuito MasterCard), utile per le operazioni di tutti i giorni: pagamenti online o presso i negozi con Apple Pay o Google Pay.

Il punto di forza di N26 è l’abbattimento dei costi: canone zero e carta di debito gratuita; questo fa di N26 un’ottima soluzione sia per i giovani sia per i pensionati, pur offrendo tanti strumenti e servizi smart.

Approfondisci tutti i vantaggi leggendo la nostra recensione su N26.

SelfyConto

selfyconto

Selfy (vai al sito) è un conto corrente online prodotto da Mediolanum allo scopo di digitalizzare i servizi bancari ed agevolare la gestione della finanza personale.

Particolarmente apprezzata dai giovani under 30 per i quali il servizio è interamente gratuito, ma anche per i pensionati che potrebbero beneficiare dei primi 12 mesi a costo zero (successivamente verrà addebitato ogni quadrimestre un canone di 3,75 mensili).

Ecco i servizi che ti offre SelfyConto:

  • una gestione online sui tuoi dispositivi fissi e mobile;
  • un conto corrente con IBAN italiano;
  • bonifici SEPA istantanei ed esteri;
  • pagamento bollette;
  • pagamenti ricorrenti;
  • rate di un mutuo o di un finanziamento;
  • versamenti: MAV, F24, RAV.

Anche se sei over 30, ma possiedi sul conto online Selfy un importo pari o superiore a 15.000 euro, non dovrai versare il canone previsto, un’altra ottima opportunità per i pensionati alla ricerca di un conto corrente gratuito. I punti di forza di SelfyConto sono la trasparenza, l’affidabilità e l’assistenza online in caso di necessità.

Se desideri aprire un conto online, ti consigliamo di ottenere maggiori informazioni leggendo la nostra guida su SelfyConto, al cui interno troverai anche tutti gli step per registrarti ed aprire il tuo conto corrente in pochi minuti.

My Genius di UniCredit per pensionati

unicredit logo

L’offerta My Genius di UniCredit azzera completamente i costi previsti per la gestione del conto se sei un pensionato ed accrediti la tua pensione nel nuovo conto corrente.

La proposta di UniCredit è valida solo se apri il nuovo conto corrente e percepisci la tua pensione entro la data di scadenza dell’offerta stessa – ovvero il 27 marzo 2022.

Ecco i servizi inclusi nella proposta di UniCredit per pensionati:

  • bonifici online gratuiti;
  • carta di debito My One gratuita. 

Un’altra proposta di UniCredit, particolarmente vantaggiosa per i pensionati, comporta l’attivazione del libretto pensione, interamente gratuito, senza il bisogno di attivare nessun conto corrente. Con il libretto pensione potresti ricevere il tuo accredito mensile ed effettuare operazioni semplici, come effettuare bonifici e collegare una carta per eseguire prelievi.

Conti correnti postali per pensionati

Poste Italiane mette a disposizione alcune soluzioni adatte ai pensionati a bassa operatività, le cui attività si basano essenzialmente sui servizi essenziali, ma con la comodità di poterli effettuare dal PC di casa, oppure dal dispositivo mobile.

Conti correnti per pensionati: Poste Italiane

poste italiane logo

Il conto base proposto da Poste Italiane al costo di 30 euro ogni anno viene azzerato per i pensionati, un buon motivo per proporti anche questa soluzione che potrebbe fare al caso tuo.

Ecco i servizi previsti nel conto corrente di Poste Italiane gratuito per pensionati:

  • carta di debito Postepay;
  • prelievo e versamento. 

Entrando nello specifico, se possiedi un accredito pensionistico lordo uguale o inferiore a 18.000 euro annui, il canone previsto per le spese di gestione del conto corrente Poste Italiane è interamente gratuito.

Potresti quindi aprire un conto corrente postale e canalizzare in automatico l’accredito della tua pensione; leggi la nostra guida su Poste ed approfondisci ulteriormente l’argomento.

Carta Pensione di Intesa Sanpaolo

intesa san paolo logo

Intesa Sanpaolo propone la cosiddetta Carta Pensione per tutti coloro che hanno compiuto i 60 anni di età.

Entrando nel dettaglio, si tratta di una vera e propria carta prepagata che ti consente di effettuare diverse operazioni finanziarie comodamente online, sia dal sito che tramite apposita App.

Ecco cosa potresti fare qualora scegliessi la proposta per over 60 e/o pensionati:

  • effettuare acquisti presso negozi fisici che espongono il logo del circuito MasterCard;
  • eseguire acquisti online;
  • spedire bonifici SEPA online;
  • effettuare prelievi presso Intesa Sanpaolo;
  • effettuare ricariche.

La carta prepagata per over 60 e pensionati di Intesa Sanpaolo può essere ricaricata fino al raggiungimento dell’importo massimo previsto, pari a 100.000 euro.

Ecco dove potresti ricaricare la tua Carta Pensione:

  1. in contanti, presso i centri accreditati di Intesa Sanpaolo;
  2. direttamente online, sia dal sito che dall’App.

Conti correnti per pensionati a bassa operatività

conti correnti per pensionati a bassa operatività

Sia i pensionati che i giovanissimi sono considerabili utenti a bassa operatività, ovvero persone che necessitano solo di operazioni standard e potrebbero fare a meno di tanti servizi aggiuntivi (gli stessi che farebbero lievitare il canone mensile).

Se sei alla ricerca di un conto corrente per pensionati, ti consigliamo di valutare le offerte in base ai servizi integrati; molti utenti utilizzano infatti il conto corrente solo per i servizi standard di seguito riportati:

  • accreditare la pensione (o lo stipendio);
  • effettuare bonifici;
  • eseguire prelievi.

Oggi le migliori Banche e conti correnti online offrono una vasta gamma di servizi, molti dei quali innovativi e in costante aggiornamento, che probabilmente vanno oltre le tue esigenze finanziarie, ma che tuttavia abbattono i costi del canone mensile.

Un’opportunità da cogliere al volo che potresti approfondire leggendo la nostra guida sulle migliori Banche online e conti correnti economici.

Conti correnti per pensionati: domande frequenti

Quanto costa un conto corrente postale per pensionati?

Il costo di un conto corrente postale è gratuito per i clienti di Poste Italiane che accreditano una pensione lorda uguale o inferiore a 18.000 euro annui; viene così azzerato il canone standard previsto da 30 euro ogni anno.

Quanto costa il conto in posta?

Il canone previsto da Poste Italiane per aprire un conto corrente è pari a 30 euro ogni anno; tuttavia sono previste agevolazioni in base ai requisiti in tuo possesso.

Dove accreditare pensione?

Potresti accreditare la tua pensione presso le migliori Banche online che abbattono interamente i costi relativi al canone mensile previsto oppure valutare le proposte a tempo di UniCredit e Intesa San Paolo.

Argomenti:

Jacopo Marini

Trader, opinionista ed esperto di mercati azionari e criptovalute. Uno dei primi investitori in Italia a credere in Bitcoin e diventarne un profondo conoscitore. Collabora con FinanzaDigitale dal 2014.

Lascia un commento

Altri Articoli Su Finanza Digitale