Cosa prevede il Piano nazionale di contenimento dei consumi di gas del Mite (PDF)

Firmato dal ministro Cingolani il nuovo piano per per centellinare i consumi di gas e limitare l'impatto di eventuali interruzioni dalla Russia. Modificati orari e temperature

piano nazionale contenimento consumi gas naturale

Per porre rimedio alle eventuali interruzioni dalla Russia, il Ministero della transizione ecologica ha pubblicato il Piano Nazionale di contenimento dei consumi di gas naturale, volto a limitare il più possibile il suo utilizzo in vista delle possibili interruzioni dalla Russia.

Le sanzioni imposte dall’Occidente alla Russia, rea di aver invaso illegalmente l’Ucraina, hanno portato il Governo di Mosca ad attuare contromisure volte a chiudere i rubinetti del gas naturale all’Europa.

In risposta alle sanzioni, Putin ha fatto chiudere Nord Stream a tempo indeterminato. Si tratta del più importante gasdotto che fornisce gran parte dei Paesi europei e che implica misure importanti da adottare in vista della stagione invernale.

Vista la forte dipendenza dell’Italia dal gas russo che raggiunge il 40% del fabbisogno nazionale e nonostante siano già state incrementate le fasi di stoccaggio allo scopo di garantire adeguate riserve di gas naturale, la necessità di contenere i consumi è diventata di primaria importanza.

Da questa esigenza nasce il Piano Nazionale di contenimento dei consumi di gas naturale emanato dal Mite e volto alla riduzione regolamentata dei consumi.


Le misure del Piano Nazionale di contenimento dei consumi di gas naturale

Le misure del Piano Nazionale di contenimento dei consumi di gas naturale

Nell’attesa che i nuovi canali di fornitura di gas naturale si attuino a regime, il Mite ha ritenuto opportuno in primo luogo rivedere orari e gradi per il riscaldamento degli edifici, sia quelli adibiti ad abitazione che quelli utilizzati per attività commerciale ed industriale.

La riduzione dei consumi che riguarda il riscaldamento invernale prevede delle modifiche su date, orari e gradi regolamentati all’interno del Piano che potrebbe entrare in vigore già entro il mese di settembre.

In attesa del Decreto del Ministro della Transizione Ecologica, il Piano Nazionale di contenimento dei consumi di gas naturale prevede:

  • uso domestico:
    • riduzione di 15 giorni del periodo di riscaldamento;
    • 1 ora di accensione in meno;
    • 19 gradi interni;
  • uffici e attività:
    • diminuire di 1 ora al giorno l’accensione del riscaldamento;
    • abbassare la temperatura interna da 20° a 19° nel periodo di riscaldamento.

Tra le misure inserite nel Piano Nazionale di contenimento dei consumi di gas naturale, alcune riguardano norme comportamentali che gioverebbero al risparmio dell’energia:

  • riduzione temperatura e durata delle docce;
  • abbassamento del fuoco dopo l’ebollizione;
  • riduzione del tempo di accensione del forno;
  • utilizzo di lavatrici e lavastoviglie a pieno carico;
  • spegnere il frigorifero se si parte in vacanza;
  • ridurre le ore di accensione della luce;
  • spegnere i dispositivi ed evitare lo stand by su TV, decoder ecc.

Piani energetici di sviluppo

Piani energetici di sviluppo

La forte crisi energetica che stiamo attraversando impone di accelerare la tanto attesa transizione che renda l’Italia indipendente dalla Russia attraverso piani ed investimenti strategici.

Considerando le previsioni che vedono gli stoccaggi di gas naturale esaurirsi per l’inverno 2022-2023, il Governo intende puntare sul primo rigassificatore galleggiante già nel 2023 ed un secondo impianto nel 2024.

Stoccaggio, fonti rinnovabili ed indipendenza energetica sembrano essere gli step da intraprendere nell’immediato per evitare che l’instabilità internazionale e i conflitti compromettano forniture energetiche indispensabili per un Paese.

Il piano di decarbonizzazione entro il 2030 e gli investimenti in fonti rinnovabili per la produzione di energia che prevedono il raggiungimento di 8 GW l’anno a partire dal 2023 potrebbero essere i rimedi per raggiungere la tanto sperata indipendenza energetica.

Intanto il prezzo del gas naturale potrebbe ancora salire a causa del blocco a tempo indeterminato del gasdotto Nord Stream.

Un possibile trend rialzista che potrebbe interessare i trader che intendono speculare sull’alta volatilità della materia prima.


Piano di contenimento consumi del gas: pdf

Scarica in versione pdf il piano del Mite per il contenimento dei consumi di gas naturale

Paolo Serafini

Trader, esperto di borse e forex

Trader, esperto di borse e forex con un passato da consulente finanziario. Collabora con FinanzaDigitale, scrive libri e investe sui mercati mondiali.

Lascia un commento