Che differenza c’è tra carta di credito e di debito e come fare a distinguerle

Fra carte di credito e di debito è facile fare confusione. Scopriamo quali sono le differenze più sostanziali (e le migliori di ogni tipo

Carte credito e debito differenze

Nonostante le differenze fra la carta di credito e di debito siano nette e ben definite, molto spesso la presenza di più servizi può causare confusione. Un utente che per la prima volta si trova a dover decidere quale carta richiedere, potrebbe quindi riscontrare grosse difficoltà.

Abbiamo quindi deciso di focalizzare l’attenzione sulle principali caratteristiche delle carte di credito e delle carte di debito, soffermandoci in modo specifico sulle loro differenze. Quali sono i costi? Quali sono i vantaggi dell’una rispetto all’altra? Quale carta è più adatta alle tue esigenze?

Nel corso dei paragrafi successivi scopriremo questo e molto altro, ricordando alcuni dei principali istituti di credito che permettono di sottoscrivere (a propria scelta) sia carte di credito sia carte di debito. Curiosi di scoprire le differenze? Iniziamo subito.

Cos’è e come funziona una carta di debito

carta di debito

La carta di debito è uno strumento di pagamento che può essere utilizzato da un soggetto fisico, o da un soggetto giuridico (quindi intestata ad una società), per effettuare diverse operazioni finanziarie.

Le carte di debito danno al titolare la possibilità di:

  • effettuare pagamenti in negozi fisici;
  • effettuare pagamenti in negozi online;
  • prelevare somme di denaro presso gli sportelli abilitati.

Le stesse sono associate al proprio conto corrente, che viene solitamente aperto presso un’istituto di credito, che può essere fisico, o online. La carta di debito dà la possibilità di utilizzare il capitale disponibile sul conto corrente in quel determinato momento.

Quando si effettua un pagamento, l’addebito sul conto risulta sempre immediato e si ha così la possibilità di verificare l’uscita di denaro in pochi secondi. È bene precisare che chiamare “carta Bancomat” una carta di debito risulti improprio. “Bancomat” indica infatti esclusivamente uno dei circuiti elettronici di pagamento più utilizzati nel nostro territorio: tuttavia, nel linguaggio di tutti i giorni, Bancomat e carta di debito vengono utilizzate come sinonimi.

Carta di debito Pro & contro

Vediamo subito nel dettaglio alcuni dei principali vantaggi ed alcuni dei possibili svantaggi sull’utilizzo delle carte di debito.

Vantaggi carta di debito

  • facilmente ottenibile;
  • non crea problemi di insolvenza con la banca;
  • presenta costi ridotti;
  • strumento flessibile;
  • permette di effettuare tutte le tipologie di pagamenti;
  • non si è mai in debito con la banca.

Svantaggi carta di debito

  • non si può avere una linea di credito;
  • se non si dispone di un capitale sul conto il pagamento viene annullato.

Migliori carte di debito 2022

Comprese le caratteristiche principali delle carte di debito, vediamo a seguire una tabella chiara ed esaustiva su alcune delle migliori proposte. Rappresentano carte di debito messe a disposizione da enti professionali, che avremo modo di approfondire nel dettaglio a seguire.

IstitutoTipologiaIBAN del contoCircuito utilizzatoRating
N26Carta di debitoItalianoMasterCard⭐⭐⭐⭐⭐
HypeCarta di debitoItalianoMasterCard⭐⭐⭐⭐⭐
RevolutCarta di debitoLituano (in euro)MasterCard⭐⭐⭐⭐⭐
QontoCarta di debitoItalianoMasterCard⭐⭐⭐⭐⭐

Carta di debito N26

N26

Nate nel 2013, grazie alle idee rivoluzionarie di Maximilian Tayenthal e Valentin Stalf, le carte di debito N26 permettono a milioni di utenti di effettuare pagamenti in modo rapido, autonomo e con la consapevolezza di utilizzare un prodotto professionale.

Con N26 puoi ottenere un conto corrente con IBAN italiano in pochi minuti (anche comodamente online) optando su diverse tipologie di conti. Gli stessi conti, possono successivamente essere associati a carte di debito all’avanguardia e con numerose funzionalità.

Le carte N26 si poggiano sul circuito internazionale MasterCard, ossia uno dei più accettati al mondo, integrando tecnologie moderne, come ad esempio il noto sistema contactless. I conti e le carte associate disponibili sono:

  • Standard, da 0 euro al mese, con carta di debito anche virtuale;
  • Smart da 4,90 euro al mese, con carta di debito MasterCard in 5 colori;
  • You da 9,90 euro al mese, con carta di debito accettata ovunque;
  • Metal da 16,90 euro al mese, con carta di debito in metallo.

Carta di debito Hype

hype

Hype è un istituto di moneta elettronica professionale, legato ad una delle banche italiane più conosciute e sviluppate nel territorio, ossia Banca Sella.

Anche in questo caso puoi ottenere un conto corrente con IBAN italiano, che può essere associato ad una carta di debito con circuito MasterCard. La carta viene messa a disposizione sia in modo virtuale (utilizzandola tramite app) sia in modo fisico.

La carta di debito Hype è una delle più complete sul mercato. Dispone di sistemi di protezione avanzati (come ad esempio la possibilità di bloccare le attività tramite app), così come sistemi di pagamento innovativi, fra i quali il contactless.

Fra i principali vantaggi di Hype Next e Premium ricordiamo:

  • conto e carta associata al codice IBAN;
  • bonifici istantanei;
  • prelievi gratuiti su ATM;
  • ricariche in contanti presso bar, tabaccherie e molto altro;
  • Cashback online ed in negozi;
  • sezione risparmi ed investimenti;
  • sezione prestiti fino a 25.000 euro.

Carta di debito Revolut

Lorgo-Revolut

Una terza carta di debito di ultima generazione, anche in questo caso associata ad un istituto professionale ed autorizzato, è la Revolut.

All’interno della nostra recensione su Revolut, abbiamo avuto modo di sottolineare tutte le caratteristiche e le funzionalità che la società mette a disposizione. In primo luogo, puoi scegliere di ottenere una carta di debito completamente virtuale.

Può essere richiesta comodamente online e diventa disponibile sull’applicazione per poter effettuare fin da subito pagamenti, sia in negozi fisici che in negozi online. Si può sempre chiedere la carta fisica, che dispone sempre di circuito MasterCard, integrando la tecnologia contactless.

Il conto Revolut permette di ottenere un conto con IBAN lituano (in euro), il tutto associato ad un istituto pienamente autorizzato dalla FCA, nonché riconosciuto dalla Banca Centrale Europea e dalla Banca di Lituania. Le carte possono essere associate a 4 tipologie di conti:

  • Standard (gratuito);
  • Plus (canone mensile a 2,99 euro);
  • Premium (canone mensile a 7,99 euro);
  • Metal (canone mensile a 13,99 euro).

Carta di debito Qonto

qonto

Se disponi di una società, un’azienda, o sei semplicemente un libero professionista (quindi in possesso di partita IVA), la carta di debito Qonto rappresenta la soluzione alle tue esigenze di accredito e di pagamento.

Il conto Qonto garantisce a tutti i sottoscrittori una gestione altamente semplificata, sia tramite la piattaforma che tramite l’applicazione per dispositivi mobili. Il conto dispone di IBAN italiano e può essere associato ad una carta con circuito MasterCard.

Fra le principali caratteristiche delle carte di debito Qonto (vere e proprie carte business) ricordiamo:

  • possibilità di ottenere carte per il proprio team di lavoro e gestirle online;
  • elevata flessibilità;
  • costi e commissioni fra i più competitivi sul mercato;
  • possibilità di utilizzare la carta anche con tecnologia contactless;
  • carta integrabile con i propri wallet elettronici (Apple Pay e Google Pay);
  • sistema di protezione 3D Secure.

Cos’è e come funziona una carta di credito

La carta di credito è uno strumento di pagamento, anche in questo caso ottenibile presso i migliori istituti di credito e che permette di effettuare pagamenti in modo elettronico ed in pochissimo tempo.

Le carte di credito sono associate al conto corrente del titolare (proprio come le carte di debito) e possono svolgere le stesse funzioni di pagamento. Con una carta di credito puoi quindi pagare in negozi fisici, online, così come prelevare da ATM abilitati allo stesso circuito.

A differenziare la carta di credito dalla carta di debito è proprio l’addebito, che in questo caso non avviene nell’immediato, bensì ad una determinata data successiva. Lo stesso addebito avviene solitamente entro i 30 giorni successivi al pagamento effettuato.

Le principali tipologie di carte di credito esistenti sono:

  • carta di credito tradizionale a saldo (addebito totale in una data successiva);
  • carta di credito revolving (addebito che può essere rateizzato).

Carta di credito Pro & contro

Vediamo subito nel dettaglio alcuni dei principali vantaggi ed alcuni dei possibili svantaggi sull’utilizzo delle carte di credito.

Vantaggi carta di credito

  • si può disporre di una linea di credito;
  • si possono effettuare pagamenti anche se il conto è a zero;
  • disponibile la restituzione del credito a saldo;
  • disponibile la restituzione del credito a rate;
  • servizi di cashback;
  • elevata flessibilità;
  • disponibilità di liquidità;
  • permette di effettuare tutte le tipologie di pagamenti.

Svantaggi carta di credito

  • più difficile da ottenere rispetto alla carta di debito;
  • costi più elevati, in termini di gestione;
  • non sono convenienti per i prelievi di contante;
  • rischi di insolvenza in caso di impossibilità di restituire il debito (con applicazione di interessi).

Migliori carte di credito 2022

Le migliori carte di credito del 2022, vengono invece proposte da American Express, ossia uno degli istituti di credito americani più famosi al mondo. La particolarità delle carte American Express è quella di basarsi su un circuito proprietario, ossia AMEX. Lo stesso sostituisce essenzialmente i tradizionali circuiti MasterCard, VISA, o Maestro.

AMEX

Puoi decidere di selezionare carte di credito a saldo, ossia quelle più tradizionali, così come le carte di credito con pagamento rateale. Ogni carta è associata a sistemi di sicurezza avanzati e di ultima generazione.

Con la carta di credito Explora e Blu American Express puoi quindi decidere se rimborsare la banca in un’unica soluzione, o se dilazionare il totale.

Fra le caratteristiche ed i vantaggi delle carte di credito AMEX ricordiamo:

  • elevata flessibilità di pagamento;
  • assicurazioni infortuni viaggi;
  • App AMEX gratuita;
  • linea di credito;
  • assistenza professionale a tutte le ore;
  • programma fedeltà dedicato.

Approfondisci tutti i servizi nella nostra recensione su carta American Express.

Differenze fra carta di credito e carta di debito

Dopo aver delineato le caratteristiche delle carte di credito e delle carte di debito, è possibile approfondire nel dettaglio le principali differenze.

Nonostante entrambi siano strumenti di pagamento, risultino associati a circuiti analoghi (come ad esempio MasterCard, VISA, Maestro, AMEX e così via) e siano legati al conto corrente, mostrano tuttavia caratteristiche funzionali diverse.

Andremo quindi ad approfondire le differenze:

  • sull’addebito;
  • sull’ottenimento:
  • sui costi;
  • sui rischi.

Carta di credito e di debito: differenze di addebito

carta di credito e di debito differenze

La differenza fra una carta di credito ed una carta di debito più marcata è sull’addebito. Chi sceglie una carta di debito, si vede addebitato l’importo della spesa nel giro di pochi secondi, che si sottrae al capitale disponibile sul conto corrente.

Chi sceglie una carta di credito, prende letteralmente in prestito somme di denaro per ogni acquisto, da restituire a fine mese (o a data concordata) in un’unica soluzione, o con piccole rate nel caso di carte di credito revolving.

Caratteristiche che ci portano a considerare come per le carte di debito, sia necessario che al momento del pagamento sul conto risulti disponibile l’importo d’acquisto. In caso contrario, la transazione non andrà a buon fine.

Per le carte di credito, anche qualora il conto corrente risultasse a zero, è comunque possibile completare la transazione con successo e quindi effettuare il pagamento. L’importante sarà ovviamente accreditare il conto al momento dell’addebito successivo, senza risultare “scoperti”.

Leggi anche: migliori carte virtuali.

Carta di credito e di debito: differenze per richiederle

Una seconda differenza sostanziale fra la carta di credito e la carta di debito, riguarda la modalità di ottenimento. Diciamo fin da subito come richiedere una carta di debito risulti molto più semplice rispetto ad una carta di credito.

Tutto ciò per ovvie ragioni, legate soprattutto alla tutela della banca. Concedere carte di credito ad un cliente, racchiude sempre un rischio di eventuale scoperto e l’impossibilità di recuperare la somma prestata.

carta di credito e di debito differenze per richiederla

Quanto alla carta di debito, l’istituto bancario risulta maggiormente tutelato, poiché il cliente può spendere solamente ciò che ha a disposizione sul conto corrente. Per questo motivo, ricordiamo che:

  • la carta di debito può essere sottoscritta in pochi minuti, senza dimostrare di avere un reddito (basta caricare il conto corrente con una somma di denaro e richiedere la carta associata come servizio di pagamento);
  • la carta di credito può essere richiesta previa verifica da parte della banca sulla propria situazione reddituale (bisogna dimostrare di poter accreditare il conto, ricevendo il cosiddetto “merito creditizio” dall’istituto).

Carte di credito e di debito: differenze sui costi

Terza differenza sostanziale, riguarda poi i costi e le eventuali commissioni applicate dalla banca, o dall’istituto finanziario selezionato.

Le carte di credito, per gli stessi motivi esposti in precedenza, risultano in media più costose rispetto a quelle di debito. In ogni caso, i principali costi da tenere in considerazione (per entrambe le tipologie) sono:

  • costo di emissione carta (molte volte gratuito se associato ad un conto base);
  • costo di sottoscrizione (ossia richiesto per l’attivazione del servizio di pagamento);
  • quota annuale, o in alcuni casi mensile;
  • costi sui servizi, di prelievo presso ATM, di pagamento e così via;
  • costi su interessi (in questo caso per le carte di credito), in caso di ritardi sul pagamento a saldo a fine mese, o su una rata mancata qualora si utilizzasse una carta revolving.

Approfondisci anche: migliori banche di investimento.

Carte di debito e di credito: differenze sui rischi

In ultimo, non per importanza, troviamo l’aspetto della sicurezza. Entrambe le tipologie dispongono solitamente di elevati standard di protezione, mostrando codici CVV per effettuare pagamenti online, nonché sistemi di attivazione e disattivazione tramite l’Internet Banking associato.

Molte carte di credito e carte di debito, possono infatti essere attivate e disattivate in autonomia dal possessore, anche tramite pratiche applicazioni. In caso di furto, è poi possibile (per entrambe le tipologie) richiedere il blocco istantaneo sulle transazioni.

In linea generale, le carte di credito vengono comunemente considerate “meno sicure” rispetto alle carte di debito, o meglio associate a più rischi. Il rischio maggiore è ovviamente quello di non riuscire a restituire la somma presa in prestito nel mese e vedersi:

  • diminuito il merito creditizio;
  • aumentato il valore degli interessi da pagare alla banca.

Carta di credito e di debito: quale scegliere?

Giunti a conclusione, è ora possibile tirare le somme e soffermarsi su quale carta possa meglio fare al caso proprio, tenendo in considerazione le proprie esigenze e necessità.

Partendo dalle caratteristiche, i vantaggi e gli svantaggi proposti, possiamo riassumere che:

  1. la carta di debito è uno strumento che puoi richiedere se il tuo interesse è quello di effettuare pagamenti (anche con piccole transazioni) nel quotidiano. Può essere ottenuta in pochi minuti (anche comodamente online) e non ha nessun rischio di insolvenza.
  2. la carta di credito è invece uno strumento che puoi richiedere se il tuo interesse è quello di avere maggiore flessibilità e quindi di disporre di una liquidità continua per qualsiasi tipologia di pagamento. Di contro, ricorda tuttavia gli elevati rischi di insolvenza.

Differenza carta di debito e di credito – FAQ

Come capire se una carta è di credito o di debito?

Una carta di credito è solitamente composta da un codice numerico, con un minimo di 13, fino ad un massimo di 16 numeri, mostrati quasi sempre in rilievo. Trovi tutte le caratteristiche distintive nel nostro approfondimento sulle differenze fra carta di debito e di credito.

Cosa vuol dire carta di credito o di debito?

Con la carta di credito puoi effettuare acquisti anche se non disponi di fondi sul conto corrente in quel momento, mentre con la carta di debito l’addebito sul conto è immediato, come ricordato nella nostra guida sulle differenze fra carta di credito e di debito.

Quali sono le differenze fra carta di credito e di debito?

All’interno della nostra guida sulle differenze fra carta di credito e di debito trovi tutte le caratteristiche distintive dell’una rispetto all’altra (uso, richiesta, costi e rischi).

Argomenti:

Achille Bellelli

Imprenditore tech e investitore indipendente, esperto in criptovalute e strumenti di trading speculativo. Scrive per FinanzaDigitale e altri magazine economici.