Azioni russe bloccate su eToro: elenco Completo (e il perché)

Quali sono le azioni russe bloccate su eToro

Inevitabile crollo delle azioni russe a causa del conflitto in atto tra Russia ed Ucraina e le preoccupanti fasi di negoziazione internazionali che non lasciano presagire scenari positivi.

Una situazione geopolitica che ha portato la Banca Centrale Russa a chiudere il Moscow Exchange, ovvero la Borsa di Mosca, con il conseguente collasso delle azioni russe:

  • Gazprom cede il 22%;
  • Sberbank cede il 24%;
  • Rosneft cede il 40%.

Ciò si ripercuote anche nelle altre Borse internazionali che vedono il crack dei titoli russi; le azioni russe quotate alla Borsa di Londra stanno registrando crolli storici che si attestano tra il 49,82% e il 69,51%.

Immediata anche la reazione dei più importanti broker che hanno bloccato le contrattazioni sui titoli sovietici: eToro ha annunciato il blocco delle nuove aperture delle posizioni sui titoli russi.


Azioni russe su eToro

azioni russe eToro

Come riportato sul sito ufficiale eToro, non sarà possibile aprire nuove posizioni sulle azioni russe a tempo indeterminato, proprio a causa dell’incertezza straordinaria dei mercati.

Il comunicato di eToro sottolinea che sarà tuttavia possibile gestire le posizioni già aperte, ma si prospettano possibili interruzioni di trading, spread gonfiati e bassa liquidità sugli asset che troverai elencati di seguito.

Elenco azioni russe bloccate su eToro

Ecco l’elenco completo delle società russe quotate in Borsa, sulle quali non sarà più possibile aprire nuove posizioni su eToro:

  1. USDRUB: rappresenta il cambio tra il dollaro USA, valuta ufficiale degli Stati Uniti, e il rublo, valuta ufficiale della Russia;
  2. SBERL.L (Sberbank of Russia): il primo gruppo bancario russo, 60º istituto finanziario al mondo per capitalizzazione;
  3. OGZDL.L (Gazprom OAO): la più grande azienda energetica russa al mondo, controllata in parte dallo Stato, che tratta prevalentemente il gas naturale;
  4. LKODL.L (Lukoil OAO): la più grande compagnia petrolifera russa e tra le più importanti al mondo, con un fatturato di 46,28 miliardi di dollari;
  5. MGNTL.L (Magnit PJSC): uno dei principali rivenditori del settore alimentare russo, con un fatturato totale di 342,9 miliardi di rubli;
  6. MNODL.L (MMC Norilsk Nickel OJSC): il più grande produttore russo a livello mondiale di nichel raffinato ed uno dei principali estrattori di rame e palladio;
  7. NVTKL.L (NOVATEK OAO): il secondo produttore russo di gas naturale e petrolio, dietro solo al leader Gazprom;
  8. ROSNL.L (Rosneft OAO): importante compagnia petrolifera, in parte di proprietà dello Stato russo, con un fatturato di 102 miliardi di dollari;
  9. SVSTL.L (Severstal PAO): uno dei più grandi gruppi siderurgici russi al mondo, con un fatturato di 7,72 miliardi di dollari;
  10. SGGD.L (Surgutneftegas OAO): importante compagnia petrolifera russa che opera anche nel gas naturale, proprietaria di grandi riserve di petrolio e gas in Siberia;
  11. ATADL.L (Tatneft OAO): la quinta compagnia petrolifera russa che tratta anche il gas naturale e ottava per capitalizzazione di mercato;
  12. CCH.L (Coca Cola Hellenic): società che opera nel settore alimentare che vanta un fatturato da 1 miliardo di dollari ed è ramificata in circa 30 Paesi nel mondo;
  13. POLY.L (Polymetal International PLC): società di estrazione di metalli preziosi anglo-russa, il terzo produttore mondiale di argento ed il più grande produttore di oro ed argento in Russia;
  14. EVR.L (Evraz PLC): multinazionale britannica che opera principalmente in Russia nel settore dell’acciaio, posseduta per il 30% dal magnate russo Roman Abramovich;
  15. RSX: fondo di investimento denominato in dollari, quotato e gestito da Van Eck Associates, il cui ETF investe in società quotate in Russia.

L’elenco soprariportato potrebbe essere soggetto a nuove integrazioni, non si escludono infatti nuovi blocchi su altre azioni russe.

Il broker eToro, dovendo fronteggiare l’instabilità dei mercati, comunica anche di aver proceduto al blocco della Leva Finanziaria su USDRUB.


Cause del blocco delle azioni russe su eToro

Quali sono le cause che hanno determinato il blocco delle azioni russe su eToro? Per rispondere a questa domanda, non basta limitarsi al solo conflitto tra Russia ed Ucraina. I motivi che comportano questa azione sono prevalentemente 3:

  1. mancanza di liquidità: la mancanza di liquidità o l’impossibilità di ricevere i prezzi dai fornitori di liquidità deriva dal fatto che che ogni operazione finanziaria comporta la presenza di 2 o più soggetti interessati, l’acquirente e il venditore; se non ci sono abbastanza acquirenti e/o venditori, è impossibile aprire e chiudere posizioni;
  2. volatilità estrema: il blocco delle azioni si può verificare anche qualora si registrino casi di volatilità estrema, i cui motivi sono sotto la lente di ingrandimento della Borsa che dovrà analizzarli prima di riaprire le contrattazioni;
  3. news su eventi straordinari: eventi di una certa portata comportano un’imprevista instabilità sui mercati, pertanto si procede all’interruzione delle negoziazioni per favorire gli investitori e recuperare i ritardi.

eToro è una piattaforma multi-asset che offre sia l’investimento in azioni e criptovalute, sia il trading di CFD.
Si prega di notare che i CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 79% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se hai capito come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre l’alto rischio di perdere i tuoi soldi.

La performance passata non è un’indicazione dei risultati futuri. La storia di trading presentata è inferiore a 5 anni completi e potrebbe non essere sufficiente come base per la decisione di investimento. Il copy trading è un servizio di gestione del portafoglio, fornito da eToro (Europe) Ltd., che è autorizzato e regolamentato dalla Cyprus Securities and Exchange Commission.

Gli investimenti in criptoasset sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi UE. Nessuna protezione per i consumatori. Possono essere applicate imposte sui profitti. Il tuo capitale è a rischio.
eToro USA LLC non offre CFD e non rilascia alcuna dichiarazione e non si assume alcuna responsabilità per quanto riguarda l’accuratezza o la completezza del contenuto di questa pubblicazione, che è stata preparata dal nostro partner utilizzando informazioni pubbliche non specifiche di eToro.

Jacopo Marini

Trader, opinionista ed esperto di mercati azionari e criptovalute. Uno dei primi investitori in Italia a credere in Bitcoin e diventarne un profondo conoscitore. Collabora con FinanzaDigitale dal 2014.

Lascia un commento

Altri Articoli Su Finanza Digitale