Concrete Investing: Cos’è, Come Funziona, Opinioni e Recensioni Online

Scopri cos'è il crowdfunding immobiliare leggendo la nostra recensione completa sulla piattaforma Concrete Investing.

Concrete Investing

Se hai aperto il nostro articolo è perché sarai sicuramente alla ricerca di una guida chiara ed esposta in modo semplificato su Concrete Investing. Rappresenta una piattaforma crowdfunding autorizzata CONSOB, ad oggi una delle più interessanti nel nostro territorio.

Sapevi che con Concrete Investing è possibile investire in immobili partendo da capitali molto bassi? La stessa rappresenta soltanto una delle tante caratteristiche distintive dell’operatore, ad oggi un concreto punto di riferimento nel settore e con migliaia di utenti registrati.

Tutto ciò legato ad un progetto che punta ad essere:

  • al 100% online;
  • con una gestione altamente semplificata;
  • con diverse scelte di investimento per gli utenti registrati.

Curiosi di conoscerlo a tutto tondo, affronteremo questo approfondimento mirato su cos’è Concrete Investing, come funzioni la piattaforma, quali siano i possibili guadagni, quali invece i costi e le principali opinioni e recensioni su Concrete evinte sul web.

Non mancheranno paragrafi specifici su come aprire un account personale all’interno della piattaforma, arrivando a veri e propri confronti fra Concrete Investing ed altre piattaforme di crowdfunding immobiliare ad oggi esistenti nel settore.


Cos’è Concrete Investing?

Concrete Investing logo

Concrete Investing è una piattaforma di equity crowdfunding professionale, nata nel corso degli ultimi anni ed inserita nel settore degli investimenti in immobili (cosiddetti investimenti sul mattone).

Per chi non lo conoscesse, l’equity crowdfunding rappresenta un processo di raccolta collettiva di capitali di rischio da parte di più investitori. Gli stessi capitali raccolti vengono successivamente utilizzati per la costruzione di immobili, case, complessi residenziali, o molte volte semplicemente per ristrutturazioni e riqualificazioni.

Gli investitori che partecipano ad un progetto su Concrete Investing, hanno in modo parallelo la possibilità di beneficiare di un determinato ROI (ossia il cosiddetto ritorno sull’investimento). Trattasi di una percentuale di interessi definita, spettante per aver prestato il capitale di rischio, a sua volta necessario per il progetto.

Concrete Investing

Storia

Concrete SRL è una società con propria sede in Italia, precisamente a Milano, ad oggi il principale territorio legato ai progetti proposti sulla piattaforma. La stessa risulta pienamente regolamentata da CONSOB, ossia l’ente italiano per eccellenza sulla vigilanza nel settore.

La delibera di iscrizione è la n. 20405. Al momento di questa stesura, Concrete Investing mostra in modo chiaro e trasparente alcuni dei suoi principali traguardi raggiunti:

  • operazioni finanziate completamente: 15;
  • numero di investitori: 1825;
  • capitali investiti nei diversi progetti: 27.640.00 euro.

Il tuo capitale è a rischio

Come funziona Concrete Investing

Il funzionamento di Concrete Investing si basa essenzialmente su pochissimi passaggi, i quali vedono la presenza di tre attori:

  • l’offerente;
  • gli investitori;
  • la piattaforma.

L’offerente è colui che presenta il progetto da realizzare e richiede agli utenti registrati all’interno della piattaforma i capitali di rischio necessari. Gli investitori sono coloro che, dopo aver valutato il progetto, decidono se partecipare allo stesso o meno. La piattaforma Concrete fa da tramite.

Concrete Investing funzionamento

A tal riguardo, una domanda potrebbe risultare lecita: cosa acquisto quando investo su Concrete Investing? Sulla base del singolo progetto presentato, l’investitore va ad esporsi o su quote, qualora la società sia in forma di SRL, o su azioni qualora la società si mostri in forma di SPA.

Ogni progetto viene presentato con un’accurata descrizione, all’interno della quale è presente anche il cosiddetto target di raccolta, ossia l’obiettivo finale richiesto per poter avviare il progetto. In caso di mancato obiettivo raggiunto, i capitali verranno restituiti agli investitori senza costi aggiuntivi.

L’utente registrato ha la facoltà di poter partecipare anche a più progetti, andando così a differenziare le proprie esposizioni su più investimenti.

Il tuo capitale è a rischio


Come investire su Concrete Investing

Per poter a tutti gli effetti diventare un utente della piattaforma ed effettuare investimenti sulla stessa, è necessario completare la fase di iscrizione. Aprire un account su Concrete Investing (qui link ufficiale) è molto semplice, intuitivo e richiede solitamente pochissimi minuti.

Chi può registrarsi su Concrete Investing? La possibilità di potersi registra e di creare un profilo viene data a chiunque sia maggiorenne alla data di compilazione della domanda e che disponga di un Codice Fiscale rilasciato in Italia.

Prima di risultare un utente approvato e pronto a poter investire, viene altresì richiesta la compilazione di uno specifico questionario, che prende il nome di “questionario di appropriatezza”, volto a verificare il possesso di specifiche nozioni base su concetti di investimento e rischio.

La prima fase per poter aprire un’account riguarda la compilazione di un rapido modulo è l’accettazione dei Termini proposti, così come della Privacy Policy. Fra i dati richiesti troviamo:

  • email reale;
  • creazione di una password.
Concrete Investing regitrazione

È sempre possibile utilizzare accessi rapidi con account Google, o con account LinkedIn. Seguiranno rapide fasi successive per poter diventare a tutti gli effetti un utente della grande community di investitori su Concrete Investing, effettuabili anche tramite smartphone.

Il tuo capitale è a rischio


Concrete Investing: progetti

Arrivati a questo punto, è possibile aprire una piccola parentesi in merito ai progetti presentati e messi a disposizione sulla piattaforma. È la stessa società ad indicare come i project selezionati e preposti facciano riferimento a progetti immobiliari di sviluppo.

Nel corso degli ultimi tempi, la compagnia si è focalizzata in modo specifico soprattutto su costruzioni e complessi residenziali a Milano, che rappresenta anche il luogo dove ha attualmente sede la società stessa.

Per ogni singolo progetto, la piattaforma mette a disposizione in modo chiaro e trasparente una breve e concisa descrizione iniziale, da poter approfondire con dovuta calma con eventuali documenti integrativi. Oltre ciò, vengono sempre esposti:

  • il capitale investito;
  • l’obiettivo di raccolta del progetto;
  • il valore di IRR atteso;
  • il valore di ROI atteso (ossia ritorno sull’investimento);
  • l’holding period atteso (ossia il tempo di detenzione dell’investimento).
Concrete Investin progetti

I progetti che vengono inseriti all’interno della piattaforma seguono rigide valutazioni prima di poter essere ufficialmente pubblicati. A giocare un ruolo rilevante è anche il modello di business presentato dall’offerente.

Si ricorda inoltre la presenza di un Valutatore Indipendente, ad oggi rappresentato dal Real Estate Center del Politecnico di Milano.

Il tuo capitale è a rischio


Concrete Investing: rendimento e rischi

Concrete Investing rendimenti

Domanda lecita, che tutti gli utenti registrati (o semplicemente interessati a registrarsi sulla piattaforma) potrebbero chiedersi, riguarda i possibili rendimenti su Concrete Investing, rapportati tuttavia alla presenza di possibili rischi.

Partendo dai primi, come espresso all’interno della pagina ufficiale di Concrete Investing, l’operatore ricorda in merito a potenziali rendimenti annuali attesi anche superiori al 10%. Una percentuale considerevole all’interno del settore del crowdfunding immobiliare.

Le stime sui rendimenti di ogni progetto vengono sempre esposte all’interno della piattaforma. In merito alla tipologia, è invece possibile ricordare (anche in questo caso sulla base del progetto specifico), la presenza di:

  • capital gain;
  • dividendi di competenza.

Esposizione che, in ogni caso, comporta un elevato grado di rischio, così come tutte le tipologie di attività speculative ed investimenti nel settore del crowdfunding immobiliare. Fra i principali rischi, è ad esempio possibile ricordare un rendimento minore rispetto a quello atteso.

Nella peggiore delle ipotesi, il rischio maggiore fa invece riferimento alla perdita totale del capitale messo a disposizione, nel caso in cui l’intero progetto con la propria partecipazione fallisca o non porti nessun ritorno successivo al completamento.

Aspetti che devono sempre essere tenuti a mente da qualsiasi investitore. Concrete Investing, invia in ogni caso report periodici sull’avanzamento dei progetti sui quali si ha aperto la partecipazione.


Concrete Investing: costi

Concrete Investing costi

Uno degli aspetti di maggiore interesse, all’interno di qualsiasi piattaforma di equity crowdfunding immobiliare, riguarda i costi e le eventuali commissioni richieste. A tal riguardo, è possibile in primo luogo ricordare come la società richieda commissioni fra le più competitive del settore.

Commissioni che fanno riferimento sia agli investitori che ai cosiddetti offerenti (ossia coloro che propongono i progetti per ottenere i capitali). Per gli investitori, come descritto dalla pagina ufficiale, Concrete Investing richiede una Investment Fee fra l’1 ed il 3% sul capitale versato.

Costi che vengono accuratamente spiegati in modo trasparente dal gruppo, il quale vanta:

  • una rigorosa selezione sui progetti proposti, con attente valutazioni da parte di esperti;
  • negoziazioni oculate con sponsor e creazione delle migliori condizioni per gli iscritti;
  • un servizio di intestazione fiduciaria a costo zero.

Passando invece ai costi all’offerente, Concrete Investing richiede due tipologie di commissioni. Da una parte una retainer fee forfettaria, che va a sua volta a coprire alcuni costi e dall’altra una success fee, che viene invece calcolata sul capitale effettivamente raccolto solo nel caso in cui l’offerta vada a buona fine.

Concrete Investing: sostituto d’imposta

Prima di procedere con l’esposizione delle recensioni, un ulteriore aspetto meritevole di approfondimento riguarda questioni di carattere fiscale e di privacy degli utenti registrati (ossia di tutti gli investitori della piattaforma).

A tal proposito, è opportuno sottolineare come le attività svolte su Concrete Investing siano associate ad una reale collaborazione con la fiduciaria Be Trust Fiduciaria S.r.l., la quale risulta ad oggi vigilata e pienamente approvata dal MISE.

È la stessa fiduciaria a farsi letteralmente carico di specifiche procedure amministrative sulle rispettive quote degli investitori, riguardanti anche:

  • rendicontazioni di quote e tassazioni;
  • archiviazione dei documenti;
  • aspetti fiscali sui dividendi.

In materia fiscale, ricordiamo come la presenza di eventuali sostituti di imposta faccia riferimento all’applicazione di un’aliquota pari al 26% calcolata sui ritorni al termine dell’investimento.

Concrete Investing: recensioni

Concrete Investing

Andando alla ricerca di opinioni e recensioni su Concrete Investing, è possibile imbattersi in tantissime testimonianze sulla piattaforma.

La semplicità di gestione rappresenta soltanto una delle prime caratteristiche a poter essere sottolineate sulla società che, lo ricordiamo, mette a disposizione in modo chiaro e trasparente tutte le informative e le informazioni associate al funzionamento del crowdfunding proposto.

Anche le stime sui potenziali ritorni sull’investimento (ossia ROI) sono fra le più alte all’interno del settore e vengono proposte dallo stesso operatore anche in percentuali superiori al 10% su specifici progetti.

Settore che vede ad oggi la presenza di molti altri competitor, come ad esempio Re-Lender, il quale si posiziona tuttavia in una nicchia di mercato relativa alla riconversione industriale, ecologica, immobiliare e tecnologica. Al momento di questa stesura, le recensioni su Concrete Investing all’interno della piattaforma informativa Trustpilot mostrano una valutazione complessiva pari a 3,7 stelline su 5, in attesa di nuove testimonianze da parte di utenti.

Il tuo capitale è a rischio

Concrete Investing forum

Un secondo canale informativo, che molte volte viene selezionato da chi è intenzionato a cercare maggiori informazioni su Concrete Investing, vede la presenza dei forum.

All’interno di queste stanze digitali, decine di utenti registrati hanno la possibilità di dire la loro su piattaforme più disparate, anche riferite al settore di riferimento di Concrete Investing, ossia quello dell’equity crowdfunding immobiliare.

A tal riguardo, è tuttavia opportuno sottolineare l’importanza di leggere sempre con la dovuta cautela informazioni esposte da utenti in anonimo, ma soprattutto senza alcuna minima fonte ufficiale. Di contro, è invece auspicabile fare affidamento su siti professionali e con esperienza nel settore.

Potrebbe interessarti anche: Investire in NFT

Concrete Investing: conviene davvero?

Alla luce delle informazioni apprese nel corso del nostro approfondimento completo, abbiamo potuto sottolineare il funzionamento e tutte le informazioni più rilevanti associate a Concrete Investing.

Lo stesso rappresenta un progetto del tutto italiano, incentrato sulla promozione di progetti di costruzione appositamente controllati da team professionali prima di essere ufficialmente inseriti all’interno della piattaforma.

Tutto ciò messo a disposizione da un operatore che:

  • richiede commissioni bassissime a fronte di un servizio molto professionale;
  • permette di diversificare le scelte di investimento sulla base delle proprie esigenze;
  • richiede un capitale di partecipazione relativamente basso;
  • dispone di una piattaforma semplificata;
  • mette a disposizione un’assistenza competente, professionale ed esaustiva.

Il tuo capitale è a rischio

Concrete Investing – FAQ

Concrete Investing è una piattaforma autorizzata?

Sì, secondo le informazioni presenti all’interno della pagina ufficiale, Concrete Investing risulta autorizzata e pienamente vigilata dalla CONSOB (l’ente che vigila su tutte le attività di crowdfunding in Italia).

Chi può investire su Concrete Investing?

La presentazione e la compilazione della domanda per poter diventare un’investitore a tutti gli effetti su Concrete Investing è aperta a tutti gli utenti maggiorenni e con un Codice Fiscale italiano.

Qual è l’investimento minimo su Concrete Investing?

Come ricordato dallo stesso gruppo Concrete Investing, la partecipazione minima sui progetti viene esposta in modo chiaro e trasparente sulla sezione informativa di ogni singolo progetto pubblicato all’interno della piattaforma.

Jacopo Marini

Trader, opinionista ed esperto di mercati azionari e criptovalute. Uno dei primi investitori in Italia a credere in Bitcoin e diventarne un profondo conoscitore. Collabora con FinanzaDigitale dal 2014.

Lascia un commento

Altri Articoli Su Finanza Digitale