Conto deposito IBL: rendimenti, costi, opinioni

L'offerta sul conto deposito di Banca IBL conviene? Ecco una panoramica delle sue caratteristiche principali, i rendimenti offerti e i vantaggi per te

Cono IBL Banca

Il mercato dei conti deposito è vasto e diversificato e offre ai risparmiatori diverse opzioni per mettere al sicuro i propri risparmi, per esempio dall’inflazione, facendoli crescere.

Andare alla ricerca della migliore offerta di conto deposito potrebbe non essere semplice, ma un’analisi approfondita potrebbe aiutarti ad effettuare una scelta più oculata.

Tra i migliori conti deposito del momento, la soluzione proposta da IBL Banca potrebbe fare al caso tuo: ecco perché ti proponiamo la recensione con le sue caratteristiche principali, i rendimenti offerti e la durata dei vincoli.

Conto deposito di Banca IBL

ibl banca

IBL Banca, un nome ben conosciuto nel settore bancario, ha una presenza solida nel settore del credito al consumo e dei mutui.

Negli ultimi anni, ha ampliato la sua offerta con servizi legati al risparmio e alla gestione finanziaria personale Tra questi servizi spiccano il conto corrente, le carte e i conti deposito, sia liberi sia vincolati.

L’aspetto cruciale da considerare quando si valuta la solidità di un istituto bancario è il Common Equity Tier 1 (CET1) ratio, che rappresenta l’indicatore chiave della stabilità finanziaria.

Nel caso di IBL Banca, il CET1 ratio è del 16% e supera il requisito minimo dell’8% fissato dalla Banca Centrale Europea (BCE). Questo dato rassicurante è un ottimo punto di partenza anche per la valutazione del Conto Deposito IBL.

Conto Vincolato IBL: caratteristiche principali

Il Conto Deposito IBL funziona come un classico conto deposito: la banca custodisce i risparmi del titolare del conto e, in cambio, riconosce interessi che maturano per l’intero periodo in cui le somme rimangono sul conto.

La peculiarità di questo prodotto sta nella possibilità di vincolare i propri risparmi, consentendo così di beneficiare di un tasso d’interesse fisso concordato contrattualmente. Naturalmente, il tasso offerto è superiore rispetto alla versione libera del conto.

Time Deposit di IBL Banca

Entriamo nel dettaglio e scopriamo più da vicino il Time Deposit proposto da IBL Banca, grazie al quale i nuovi clienti avranno la possibilità di far fruttare ancora di più i risparmi, alzando l’asticella degli interessi lordi fino al 4%.

Attivando Time Deposit IBL entro il 31 dicembre 2023 e depositando l’importo minimo di 5.000 euro (il massimale applicato è di 1.000.000 di euro), si potranno ottenere i seguenti rendimenti annui riportati in elenco:

  • rendimento lordo per depositi con cedola trimestrale: 4,00% per i vincoli a 6, 12, 18, 24 e 36 mesi;
  • rendimento lordo per depositi con interessi alla scadenza del vincolo:
    4,00% per i vincoli a 6, 12, 18 e 24 mesi;
    3,30% per i vincoli a 3 mesi.

Se sei interessato ad un vincolo trimestrale, come puoi notare, IBL ti permette anche di incassare interessi ogni 3 mesi.

Come aprire un Conto deposito IBL Banca?

Conto ControCorrente IBL banca

Un vantaggio significativo del Conto Vincolato IBL è l’assenza di spese di apertura, gestione e chiusura, oltre alla convenienza della modalità libera che matura comunque interessi.

Per ottenere i suddetti rendimenti, è necessario prima di tutto aprire ControCorrente, il conto IBL Banca.

Potrai farlo collegandoti direttamente sul sito ufficiale IBL e scegliere tra 2 pacchetti diversi per costo e servizi inclusi:

  1. Semplice: costo canone mensile 2 € (costo azzerato);
  2. Straordinario: costo canone mensile 8 € (in promo a 4 €).

Come vincolare le tue somme? Una volta aperto il conto corrente, gli step da seguire sono semplici, non richiedono alcun costo e possono essere effettuati sia tramite home banking sia con l’apposita app IBL E-Bank Mobile.

Per ulteriori dettagli e per valutare se il Conto Deposito IBL possa essere adatto alle tue esigenze, ti invitiamo a visitare il sito ufficiale di IBL Banca e consultare le informazioni disponibili.

Jacopo Marini

Trader, opinionista ed esperto di mercati azionari e criptovalute. Uno dei primi investitori in Italia a credere in Bitcoin e diventarne un profondo conoscitore. Collabora con FinanzaDigitale dal 2014.

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche: