Instant Payment: cos’è, tipologie e banche aderenti al bonifico istantaneo

Con il sistema Instant Payment puoi trasferire una somma di denaro, anche fino a 100.000€, in meno di 10 secondi e 24 ore al giorno, compresi i festivi. Ecco come funziona, quali sono i vantaggi e i limiti.

Instant payment

Trovare soluzioni per semplificare e rendere sicuri i pagamenti ha portato le banche e gli istituti di moneta elettronica a creare sistemi di trasferimento del denaro innovativi e sempre più evoluti. Il risultato è stato lo sviluppo e la sua successiva introduzione dell’instant payment.

Conosciuto comunemente come bonifico istantaneo, è una tecnologia attraverso cui puoi trasferire una somma di denaro in pochi secondi. Un sistema che azzera le tempistiche, elimina eventuali errori e permette una maggiore flessibilità senza aspettare i tempi previsti per un bonifico ordinario: in meno di 10 secondi riceverai i tuoi soldi, o avrai la sicurezza di aver completato il pagamento.

Una tecnologia che contribuisce a limitare l’utilizzo dei contanti, affiancandosi a quella delle carte di credito, di debito e prepagate, semplificando le transazioni sia tra privati, sia in ambito aziendale.

Tuttavia, se da un lato vi sono numerosi vantaggi, dall’altro, almeno al momento, è un servizio aggiuntivo previsto solo da alcune banche. Scopri nella nostra guida cos’è, come funziona e quali sono gli istituti di credito che lo prevedono.

Instant Payment: cos’è

pagamenti istantanei

Il significato di instant payment è quello di pagamento istantaneo, definendo una tipologia di bonifico SEPA introdotto il 21 novembre 2017 dall’European Payment Council in 34 Paesi, sviluppato sul sistema SCT Inst (Instant Credit Transfer), comunemente chiamato instant payment.

Nasce per rendere i pagamenti più veloci e sicuri, semplificando il trasferimento di denaro e ottenendo sin da subito un enorme successo. Basta considerare che, come indicato da un report della Commissione Europea del 2021, in soli 3 anni sono state effettuate oltre 100 miliardi di transazioni.

I bonifici istantanei rispecchiano la continua innovazione dei pagamenti digitali finalizzati a trovare soluzioni sempre più semplici, veloci e convenienti per trasferire denaro da un conto corrente all’altro.

Un sistema che ha portato numerosi vantaggi, sia se effettui spesso transazioni online, sia se hai un’attività imprenditoriale e vuoi ridurre i tempi collegati all’accredito della valuta, risparmiando anche sui costi. Ciò è stato possibile grazie a una particolare combinazione di specifiche caratteristiche.

Caratteristiche dell’instant payment

CaratteristicheDescrizione
Quando è stato introdotto2017
TempisticaMeno di 10 secondi
Quando può essere eseguitoSempre anche nei giorni festivi
CostiVariabili in base alla banca
Dove può essere eseguitoCircuito SEPA Inst
TecnologiaPiattaforma RT1 e TIPS

Per comprendere quali sono gli effetti sul sistema finanziario europeo, introdotti dalla funzionalità instant payment, può essere utile evidenziare le caratteristiche di questa tipologia di bonifico.

Infatti, la particolarità dell’instant payment è quella di permettere un trasferimento di denaro da un conto bancario a un altro in poco meno di 10 secondi.

Inoltre, alla tempistica istantanea si aggiunge anche la possibilità di effettuare un bonifico in qualunque momento, cioè:

  • 24 ore al giorno;
  • anche di sabato e domenica;
  • durante i giorni festivi nazionali.

Come funzionano i bonifici istantanei

Come funziona il bonifico istantaneo

Il sistema instant payment si basa su una tecnologia innovativa, che inizialmente sfruttava una piattaforma paneuropea, la RT1, attraverso cui era possibile processare in pochi secondi somme di denaro da un conto corrente a un altro.

Nel 2018, per potenziare questo servizio, è stata sviluppata una nuova piattaforma che prende il nome di TIPS (Target Instant Payment Setllement), attraverso cui è possibile regolamentare più di 500 pagamenti al secondo, pari a un totale di circa 43 milioni di transazioni in un giorno.

Inoltre, l’interfaccia funziona 24 ore su 24 e sette giorni su sette, rompendo il tabù delle tempistiche. Quindi, con il sistema instant payment hai piena libertà di effettuare un pagamento in qualunque momento del giorno e della settimana, con la certezza che il denaro verrà accreditato sul conto del destinatario in pochi secondi.

Il funzionamento dell’instant payment prevede la necessità di possedere un conto corrente con sistema di home banking. Inoltre, questa tipologia di bonifico deve essere prevista dall’istituto di credito.

Infatti, l’adesione all’instant payment per una banca non è obbligatoria, ma è su base volontaria e viene considerata oggi un servizio aggiuntivo. Un’opzione di pagamento che può aiutarti a scegliere una banca rispetto a un’altra, sia se hai necessità di un tuo conto personale, sia se devi aprire un conto aziendale.

Leggi anche quali sono i migliori conti correnti per accredito stipendio

Instant payment: quali sono le tipologie di bonifici online

 Bonifico ordinarioBonifico urgenteInstant payment
Tempistica48 oreDalle 2 alle 3 oredai 3 ai 10 secondi
CircuitoSEPASEPASCT Inst (SEPA Istant Credi Transfer)
Territorialità38 Paesi in Europa e nel mondo38 Paesi in Europa e nel mondo34 Paesi in Europa e aderenti al SEPA
Quando puoi farloOrari bancariOrari bancari (max fino alle 13.30)24/7
CostoGratuitoVariabile in base all’offertaGratuito in base al piano bancario

A questo punto può essere utile chiarire quali sono le diverse tipologie di bonifici previsti in un conto corrente business o personale.

Infatti, oggi puoi distinguere tre categorie:

  1. ordinario;
  2. urgente;
  3. istantaneo.

Le differenze tra queste tre tipologie sono sostanziali, per quanto riguarda le tempistiche, l’operatività e i costi. Un bonifico ordinario impiega dalle 24 ore alle 48 ore di tempo per essere accreditato, mentre in quello urgente, l’arco temporale si riduce alle 2/3 ore. Un arco temporale nettamente più lungo se paragonato ai 5-6 secondi di un instant payment.

Altro aspetto riguarda anche l’operatività di un bonifico. Infatti, ogni banca identifica il cosiddetto cut-off, ovvero l’orario ultimo entro il quale può essere lavorato un bonifico in uscita. Superato questo termine, l’operazione verrà spostata al giorno successivo allungando le tempistiche di ricezione.

Nel bonifico urgente queste limitazioni sono anche maggiori: per esempio, alcune banche permettono di effettuarlo solo entro le 13.00/13.30, escludendo l’orario pomeridiano. Invece, il bonifico istantaneo può essere eseguito in ogni momento.

Infine, mentre quelli ordinari e urgenti possono essere effettuati anche allo sportello, quello istantaneo richiede necessariamente l’operatività online, attraverso l’app mobile della banca o, dove prevista, la piattaforma browser.

Quanto costa un instant payment

Grazie alla piattaforma TIPS, come riportato da un report della Banca d’Italia, il costo a transazione a carico delle banche degli instant payments è pari a meno di 0,2 centesimi di euro a operazione. Una spesa talmente bassa che ha favorito nettamente l’utilizzo dei bonifici istantanei nel circuito paneuropeo bancario.

Tuttavia, i costi per il cliente variano in base a una serie di fattori. Per esempio, alcune banche prevedono un certo numero di bonifici istantanei a costo zero nei conti gratuiti, superati i quali si applica una commissione, mentre per i piani a pagamento è presente quasi sempre un azzeramento dei costi.

In altri casi, invece, è prevista una commissione di base, simile a quella di un bonifico bancario ordinario, variabile dai 0,5€ ai 3€, dato che viene considerato un servizio aggiuntivo.

Instant Payment: limiti

Altro aspetto da considerare riguarda l’importo che puoi trasferire attraverso un instant payment. Infatti, mentre con un bonifico ordinario praticamente non hai un tetto massimo – tranne nel caso di specifiche direttive previste dal contratto bancario – con il bonifico istantaneo puoi trasferire importi più ristretti.

In linea di massima, ecco quali sono i limiti previsti:

  • in uscita: fino a 15.000€ per singolo trasferimento;
  • in entrata: massimo 100.000€ per singola operazione.

Anche in questo caso, vi sono variazioni contrattuali stabilite dalle singole banche. Per questo è sempre utile leggere con attenzione i fogli informativi.

Quali sono i vantaggi del bonifico istantaneo

Come fare un instant payment

L’utilizzo del sistema instant payment è cresciuto nel tempo. Come riporta l’ACI Worldwide, uno dei principali operatori mondiali specializzati nei pagamenti istantanei, solo in Italia, dal 2021 al 2022, il numero di operazioni è raddoppiato, raggiungendo i 364 milioni di pagamenti. Un numero che si prospetta crescerà nel tempo, raggiungendo quota un miliardo di euro nel 2027.

Un incremento collegato a una serie di vantaggi, sia se utilizzi gli instant payments per gestire la contabilità personale, sia per quella aziendale:

  • contribuisce alla riduzione dei contanti;
  • è garantita massima sicurezza nelle transazioni e certezza della ricezione;
  • puoi effettuare operazioni 24/7;
  • hai la possibilità di trasferire somme anche fino a 100.000€;
  • rende più semplici i rapporti finanziari, sia quelli B2B (Business to Business), sia quelli B2C (Business to Customer);
  • puoi ricevere in tempo reale il pagamento di una fattura;
  • i costi dei trasferimenti di denaro si riducono.

Tuttavia, in ogni nuova tecnologia, vi sono alcune criticità. Per esempio, per adesso il sistema è stato omologato solo all’interno del circuito SEPA e in Europa. A questo si aggiunge che non è previsto su base obbligatoria, ma volontaria.

Ciò significa che, prima di eseguire un bonifico istantaneo, devi verificare che il tuo conto sia abilitato e che la banca di chi lo riceve rientri nel sistema SEPA Inst. Ciò ci porta a valutare come effettuare praticamente un bonifico istantaneo e quali sono le banche che lo prevedono.

Come fare gli instant payments

In linea di massima il procedimento per effettuare un bonifico istantaneo è simile a quello di uno ordinario online.

Dovrai:

  • avere il codice IBAN del destinatario e i suoi dati personali e aziendali;
  • possedere una somma liquida sul conto;
  • selezionare il servizio instant payment;
  • accedere alla home banking del tuo conto online.

In quanto sistema di pagamento che si basa sul circuito SEPA, dovrai avere un codice IBAN valido e intestato alla persona verso cui vuoi trasferire il denaro. Altro aspetto da considerare è che devi pure possedere la somma da inviare sul tuo conto corrente, dato che questa verrà accreditata su quello del destinatario nel giro di massimo 10 secondi.

Infine, per effettuare un trasferimento di denaro in instant payment, devi possedere un conto corrente online che lo preveda tra i vari servizi.

I passaggi da effettuare sono in genere i seguenti:

  • entra nel tuo conto online;
  • seleziona la voce pagamenti;
  • inserisci l’importo che vuoi trasferire;
  • indica i dati del destinatario (IBAN, nome e cognome);
  • seleziona la voce bonifico istantaneo;
  • conferma il pagamento.

Secondo l’ultimo report della Banca di Italia, in Europa sono 280 le banche che aderiscono al sistema instant payment, con offerte anche molto concorrenziali. Quale scegliere? Finanza Digitale ha valutato alcuni degli istituti di credito che prevedono la possibilità di attivare questo servizio, oppure lo hanno già integrato in base alla tipologia di abbonamento, valutando i costi e la semplicità di esecuzione.

Quali sono le banche aderenti al sistema instant payment

Banche che prevedono l'instant payment

Tra i conti correnti online che prevedono gli instant payments a costo zero puoi valutare la versione Premium di illimity Bank, con il vantaggio di non avere una limitazione di operatività.

Anche Tinaba di Banca Profilo permette un trasferimento di denaro istantaneo, ma con un tetto massimo di 5.000€ a operazione e un limite giornaliero di 10.000€.

Se operi spesso in valute diverse dall’euro, puoi valutare di aprire un conto Revolut: avrai accesso a bonifici istantanei gratuiti a costo zero, ma in numero limitato in base alla tipologia di abbonamento scelto.

Anche l’istituto di moneta elettronico Hype prevede un sistema simile. Per esempio, con il conto Next avrai ogni mese fino a 10 bonifici istantanei a costo zero, superati i quali si applicherà una commissione di 2€.

Inoltre, tra i conti personali che possono essere interessanti, anche se è previsto un costo minimo per il servizio instant payment, puoi considerare SelfyConto di Banca Mediolanum. Un progetto smart che rientra tra i conti a costo zero, grazie alla gratuità sia per tutti i nuovi clienti, per il primo anno, sia per i giovani fino al compimento dei 30 anni. Puoi effettuare i bonifici istantanei al costo di 0,2% a transazione, con un minimo di commissione di 0,8€ e un massimo di 3€.

Altra soluzione può essere quella di aprire il conto ControCorrente di IBL Banca. Infatti, sia il Conto Semplice, sia quello Straordinario prevedono la possibilità di ricevere ed effettuare bonifici istantanei, con un costo rispettivamente di 2,50€ e di 0,95€.

Infine, se necessiti di un conto aziendale puoi valutare di aderire a uno dei piani di abbonamento Qonto, i quali prevedono l’invio e la ricezione gratuiti degli instant payments.

Ti potrebbe interessare la nostra classifica dei migliori conti correnti a costo zero

Instant payment: domande frequenti

Cosa si intende per instant payment?

La definizione di instant payment è quella di bonifico istantaneo, una tipologia di strumento finanziario attraverso cui puoi trasferire denaro verso un conto corrente abilitato in meno di 10 secondi e 24/7.

Qual è il costo del servizio instant payment?

Il costo per l’utilizzo del sistema instant payment varia in base all’offerta delle banche. In alcuni casi è gratuito, in altri prevede un costo come per un bonifico ordinario. Scopri nella nostra guida quali sono le banche che lo prevedono.

Come fare un pagamento con il sistema instant payment?

La procedura per effettuare il pagamento con il sistema instant payment è simile a quella di un bonifico ordinario. Scopri quali sono i passaggi nella nostra guida.

Gianluca Conte

Esperto di finanza digitale e lavoro.

Una lunga esperienza come consulente d'azienda, business analyst e formatore. Collaboro con FinanzaDigitale portando contenuti di vario genere.

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche: