Home banking: cos’è, come funziona e cosa si può fare

L’evoluzione digitale ha ampliato le funzionalità della piattaforme di home banking. Oggi potrai gestire i tuoi conti e disporre di diversi servizi direttamente online. Vediamo allora cosa si intende per home banking e come sfruttarlo al meglio.

Home banking

L’home banking (chiamato anche Internet banking o web banking) oggi rispecchia in pieno l’evoluzione delle tecnologie digitali collegate al mondo dell’economia e della finanza. Utilizzare questa funzionalità online è ormai un qualcosa che avrai fatto sia se disponi di un conto tradizionale, aperto in filiale, sia di uno sul web.

Grazie alla continua innovazione tecnologica e all’aggiunta di nuovi servizi, le piattaforme di home banking hanno trasformato in modo radicale la gestione del denaro. Per esempio, con l’online banking potrai avere libero accesso al tuo denaro senza dover fare file o rispettare precisi orari.

Cos’è esattamente l’home banking? Come funziona e quali sono le attività che potrai svolgere? Di seguito andremo a rispondere a questi quesiti, partendo dall’analisi del termine.

Cos’è l’home banking

Cos'è l'home banking 2

L’home banking è, conosciuto anche come Internet banking o banca online, indica i servizi bancari che permettono di gestire il proprio conto da remoto, senza doversi recare in filiale.

Questa tipologie di servizio ha avuto un impatto determinate nell’evoluzione delle banche. Infatti, i primi ad adottare questa funzionalità sono stati proprio gli istituti di credito tradizionali, ma successivamente ha determinato l’evolversi di nuove realtà, le banche online.

La conseguenza è stata quella di ampliare i diversi servizi di Internet banking, dalle informazioni sul tuo conto alla gestione dei pagamenti, fino alle funzionalità di risparmio e investimento automatico. Inoltre, si è avuto un cambiamento anche per i costi, che si sono ridotti e per la sicurezza delle tue transazioni, aumentata.

Come funziona l’home banking

Avrai a disposizione una piattaforma online a cui potrai accedere utilizzando delle precise credenziali. Queste ti saranno rilasciate dalla banca al momento dell’apertura del conto corrente sia se effettui questa operazione in filiale, sia direttamente online. Una volta entrato nella piattaforma avrai a disposizione una schermata sulla quale disporrai di tutti i servizi della banca.

Infatti, l’internet banking viene erroneamente considerato solo come un sistema che ti permette di visualizzare il saldo, conoscere il tuo IBAN ed effettuare pagamenti come un bonifico o un F24.

In realtà oggi, ogni piattaforma può essere considerata l’espressione della finanza online, combinando tutte quelle innumerevoli funzionalità di una banca tradizionale, a cui si aggiungono i nuovi servizi in cui si combinano tecnologia e finanza.

Internet banking: costi

Costi internet Banking

Uno dei principali vantaggi delle piattaforme di Internet banking è quello di avere costi ridotti. In particolare, dovrai distinguere tra:

  • costi fissi;
  • costi variabili;
  • servizi accessori.

I costi fissi sono quelli collegati alla tenuta del conto, come eventuali canoni mensili e l’imposta di bollo. La presenza di un numero ampio di banche online ha portato a una serie di offerte. Infatti, alcuni istituti sul web prevedono l’azzeramento di questi costi, con soluzioni molto adatte anche se utilizzi poco un conto corrente.

Leggi la nostra recensione sui conti correnti più convenienti.

I costi variabili sono quelli che si applicano quando effettui una delle operazioni previste da un conto bancario. L’esempio tipico sono i bonifici, oppure il pagamento del bollo auto online o il versamento di un tributo attraverso la compilazione di un F24. In alcuni queste spese sono gratuite, come in Tinaba di Banca Profilo. In altre situazioni è prevista una commissione minima, che comunque offre la possibilità di ottenere un risparmio netto rispetto a una banca tradizionale.

Infine, dovrai considerare anche i costi per i servizi aggiuntivi. Anche in questo caso la spesa che dovrai affrontare è variabile, dato che alcune banche online ti permettono di attivare le varie funzionalità senza una spesa, mentre per altre dovrai modificare la tipologia di conto.

Quali banche offrono servizi di home banking in Italia

Conti online in Italia

Quali sono considerate le piattaforme di home banking più utilizzate e sicure in Italia? Da un alto vi sono quelle di banche tradizionali come UniCredit o Intesa Sanpaolo. Sono istituti che si sono evoluti adottando un sistema di internet banking molto completo.

Oggi,  però, sono sempre di più gli utenti che scelgono di sottoscrivere un conto con una banca online. Nella tabella seguente abbiamo riassunto quali sono quelli più diffusi con i relativi servizi e costi.

Nome bancaPiattaformaServizi offertoCosti
HypeApp smartBanca, pagamenti, bollo auto, servizi di risparmio e investimentoVariabili in base al piano di abbonamento
Sella OnlineConto multicanaleServizi bancari, protezione per gli acquisti piattaforma di tradingDa 1,5€ a 5€.
SelfyConto Banca MediolanumConto multicanaleBanca online, pagamenti e PagoPA, funzionalità di risparmio e di investimento, conto trading3,75€ al mese
TinabaApp onlineBanca, investimento, servizi di risparmiogratuito
RevolutApplicazione smartServizi bancari, investimento, acquisto criptovalute, gestione del risparmioVariabile in base al piano
N26App SmartBanca smart, pagamento online, assicurazioni di viaggio, presenza di servizi di risparmio e sotto-contiIn base alla tipologia di piano sottoscritto.

Cosa puoi fare con l’home banking

Cosa puoi fare con l'home banking

La combinazione tra tecnologia e attività finanziarie nell’home banking ha permesso di integrare una serie di funzionalità base, con servizi innovativi che fino a pochi anni fa non erano disponibili in una banca tradizionale.

Ad esempio, avrai accesso al conto titoli e a quello deposito utilizzando un’unica applicazione, oppure potrai investire direttamente sui mercati. Ecco quali sono tutte le attività a cui avrai accesso:

  • servizi bancari;
  • gestione del risparmio;
  • servizi di investimento;
  • attività accessorie.

Servizi bancari

I servizi bancari inseriti nell’home banking sono quelli che puoi svolgere anche allo sportello in filiale. Per esempio, avrai la possibilità di inviare e ricevere bonifici nel circuito SEPA o di effettuare pagamenti esteri. Potrai accreditare lo stipendio e pagare bollettini online.

In base alla tipologia di banca avrai anche l’opportunità di adempiere ai tributi utilizzando il servizio PagoPA e CBILL, come nel caso del conto Selfy di Banca Mediolanum e di Sella Online. Inoltre, avrai l’opportunità di domiciliare le utenze e fare ordini di pagamento ricorrenti, come l’addebito di un mutuo o di una rateizzazione. A questo puoi aggiungere anche il vantaggio di conoscere la posizione del tuo conto in tempo reale, ovunque ti trovi, e scaricare gli estratti conto online, gratuitamente.

Gestione del risparmio

I servizi di gestione del risparmio sono il riflesso dell’evoluzione tecnologica dei conti correnti. Infatti, alcune delle migliori banche online ti mettono a disposizione informazioni indispensabili collegate alla tua operatività mensile, grazie alle quali potrai avere una visione completa del tuo bilancio familiare.

Disporrai in modo gratuito di:

  • statistiche;
  • report di spesa;
  • suddivisione degli acquisti.

Grazie a queste informazioni, potrai valutare quali sono i prodotti che compri costantemente e ridurre eventuali uscite. Inoltre, avrai accesso a funzioni che prendono nomi differenti, ma che offrono soluzioni simili al fine di risparmiare.

Ad esempio, sul conto Hype avrai un’opzione chiamata Salvadanaio. Una volta attivata potrai stabilire il tuo obiettivo e mettere da parte ogni giorno una certa quantità di denaro. Invece la banca N26 ti offre l’opzione Spaces, ovvero la possibilità di creare fino a dieci sotto-conti all’interno di quello principale per suddividere le varie spese e le entrate.

Servizi di investimento

Trading online con home banking

Il trading online è una valida opportunità per investire il tuo denaro in maniera autonoma e con costi ridotti. Alcune piattaforma di home banking ti offrono la possibilità di accedere ai principali mercati come il NASDAQ, il FTSE MIB o le borse europee direttamente dal cellulare o dalla postazione desktop.

Non dovrai creare un altro conto dedicato, ma gestirai il tutto da un unico sistema. Ad esempio, la banca Revolut ti permette di operare acquistando le criptovalute, oppure investendo su alcuni dei principali asset finanziari. Se scegli di aprire il conto Banca Mediolanum, avrai una delle migliori piattaforma di trading italiane, con strumenti professionali. Infine potrai anche utilizzare la tecnologia Robot Advisor di Tinaba, una forma di trading automatico e, quindi, investire anche se hai poca esperienza sul mercato. In ogni caso se decidi di utilizzare queste funzioni, ti consigliamo sempre di documentarti e chiedere la consulenza di un trader esperto.

Attività accessorie

I servizi accessori sono funzionalità che potrai attivare in modo gratuito o previa integrazione economica, con dei vantaggi per la vita quotidiana. In alcuni casi sono presenti delle assicurazioni di viaggio, come in Revolut e N26. In altre tipologie di conti come Hype avrai l’opportunità di ottenere mini-prestiti, oltre a sottoscrivere una polizza auto e moto a prezzi competitivi.  

Anche Banca Sella presenta una serie di servizi integrati, come un sistema di salvaguardia per gli acquisti online. Le opportunità di funzionalità integrate sono davvero tante. Ad esempio, Banca Mediolanum ti permette di acquistare a rate quando fai shopping, oltre a un’assicurazione per il tuo amico a quattro zampe. Infine, Tinaba ti permette di sponsorizzare un tuo progetto attraverso un sistema di crowdfunding.

Home banking: app mobile

App di home banking

Semplificare e rendere più intuitiva la gestione delle tue finanze è ciò che caratterizza tutti gli strumenti collegati al mondo economico moderno. In questa prospettiva, dalle prima forme di home banking a cui potevi accedere da un desktop, si è passati a rendere accessibile il tuo conto ovunque ti trovi e con qualunque strumento digitale.

Questo ha portato alla creazione delle app di home banking collegate ai conti smart o a piattaforme digitali. Infatti, potrai gestire tutte le funzionalità previste utilizzando il tuo smartphone sia se disponi di un cellulare iOS, sia Android. Ti basterà scaricare l’app di riferimento e inserire i dati di accesso. In questo caso, viene utilizzato il termine mobile banking come sinonimo di home banking in versione mobile.

Le applicazioni di home banking combinano due aspetti:

  • semplificare la gestione dei conti;
  • aumentare il livello di sicurezza.

Prendi per esempio un sistema come PayPal, che ti permette di effettuare acquisti online in pochi click, oltre a garantirti il massimo delle tutela per le transazioni. Un altro esempio è l’applicazione Hype, nata come conto digitale creato dal Gruppo Banca Sella. Anche N26 e Revolut nascono come banche online, dato che la gestione avviene principalmente attraverso un’applicazione.

Home banking: è sicura?

Sicurezza online

La prima forma di home banking comparsa online prevedeva una piattaforma sul desktop a cui dovevi accedere utilizzando dei codici rilasciati dalla banca e un token, ovvero una chiavetta che disponeva di un codice univoco. Oggi, la sicurezza online è uno dei principali fattori che distingue le migliori piattaforme di Internet banking. L’evoluzione tecnologica ha messo da parte il token, potenziando ancora di più i sistemi di accesso.

Ecco quali sono i vari gradi di sicurezza:

  • autenticazione a due fattori;
  • PIN di sicurezza;
  • notifiche push.

Il sistema di autenticazione a due fattori prevede l’utilizzo di un secondo dispositivo che dovrà verificare il tuo accesso. Quindi una volta inseriti nome utente e password, ti verrà inviato un codice definito OTP (one time password) sul telefono o via e-mail, che dovrai verificare. Solo a questo punto potrai accedere. Il sistema viene utilizzato anche per confermare eventuali trasferimenti di denaro come i bonifici. In questo modo saprai di essere solo tu quello preposto a effettuare le operazioni bancarie.

Altra forma di tutela è quella del PIN di sicurezza interno. Alcune banche ti richiedono di inserirlo per modificare delle informazioni, accedere a dei dati e confermare una transazione. Infine, per ogni attività che effettui, dall’accredito dei bonifici ai pagamenti, riceverai un SMS o una notifica push. In questo modo saprai sempre quando hai effettuato una spesa.

Home banking: pro e contro

Quali sono i principali vantaggi di una piattaforma di home banking? Avrai la possibilità di avere sotto controllo ogni tua spesa, con una aggiornamento in tempo reale del tuo saldo. Inoltre, potrai organizzare al meglio i tuoi pagamenti in base alle scadenze effettuandoli comodamente da casa. Altro aspetto è quello economico.

I costi sono inferiori rispetto a un conto tradizionale e in alcuni casi è presente la completa gratuità dei servizi. A questo devi aggiungere la possibilità di avere tutte le funzionalità di una banca ordinaria con quelle collegate alla tecnofinanza. Molto utili sono anche le diverse applicazioni Fintech collegate al risparmio.

Inoltre, potrai anche utilizzare l’home banking per investire, sempre con la dovuta attenzione e solo dopo esserti informato o aver chiesto consiglio a un consulente esperto. Se si vogliono trovare degli svantaggi nell’Internet banking, questi sono legati alla necessità di avere un minimo di conoscenza nell’utilizzare un computer o uno smartphone. Infine, in caso di problematiche, l’assistenza avviene online e non si avrà il contatto diretto con un tecnico. Tuttavia, c’è sempre almeno un numero di telefono da poter contattare.

Home banking: domande frequenti

Come si fa ad attivare l’home banking?

Per accedere all’home banking dovrai avere un collegamento Internet e inserire le credenziali di accesso con il relativo codice di sicurezza inviato sul tuo cellulare.

Cosa significa la parola home banking?

L’home banking identifica una piattaforma attraverso cui potrai svolgere una serie di attività bancarie, di investimento e servizi accessori.

L’home banking è sicuro?

Sì, grazie all’evoluzione tecnologica sono presenti diversi sistemi di sicurezza che rendono sicuro l’accesso.

Jacopo Marini

Trader, opinionista ed esperto di mercati azionari e criptovalute. Uno dei primi investitori in Italia a credere in Bitcoin e diventarne un profondo conoscitore. Collabora con FinanzaDigitale dal 2014.

Lascia un commento