News > Quotazione In Borsa Requisiti

Come quotarsi in Borsa: requisiti e procedura

I requisiti per essere quotati alla Borsa Italiana: ecco una panoramica sull'iter necessario per quotare un'azienda in Borsa e i parametri richiesti per entrare a far parte dei segmenti.

+ Perché fidarti di Finanza Digitale
×

In Finanza Digitale, ci impegniamo per offrirti analisi finanziarie imparziali e affidabili. Pur ricevendo compensi attraverso affiliazioni, la nostra integrità editoriale rimane il nostro pilastro: le nostre classifiche e recensioni sono frutto di rigorose analisi e indipendenza. La tua fiducia è la nostra missione.

Aggiornato il:

Tempo lettura:
4 min
+ Fidati di Noi
×

In Finanza Digitale, ci impegniamo per offrirti analisi finanziarie imparziali e affidabili. Pur ricevendo compensi attraverso affiliazioni, la nostra integrità editoriale rimane il nostro pilastro: le nostre classifiche e recensioni sono frutto di rigorose analisi e indipendenza. La tua fiducia è la nostra missione.

Aggiornato il:

Tempo lettura:
4 min
come ottenere una quotazione in borsa

La quotazione in Borsa è un traguardo ambito da molte aziende. Essa rappresenta un’opportunità di crescita e di visibilità, ma per raggiungerla è necessario soddisfare una serie di requisiti.

Se sei il titolare di un’azienda, potresti essere interessato a scoprire come ottenere una quotazione in Borsa e lanciare la tua attività ad un livello più alto, sia nazionale che internazionale.

Ovviamente si tratta di un processo che richiede una prima fondamentale valutazione dei requisiti necessari per accedere al mercato borsistico.

Per tale motivo esploreremo tutti i dettagli essenziali per la quotazione su Borsa italiana, fornendo una panoramica completa per tutti coloro che aspirano a raggiungere questo importante obiettivo.

Requisiti per essere quotati alla Borsa Italiana

Requisiti per essere quotati alla Borsa Italiana

Per ottenere la quotazione in Borsa, un’azienda deve innanzitutto soddisfare una serie di requisiti stabiliti dalla Borsa Italiana.

Questi requisiti riguardano vari aspetti dell’azienda, tra cui la sua dimensione, la sua stabilità finanziaria e la sua trasparenza.

  • dimensione dell’azienda: per essere quotata in Borsa, un’azienda deve avere una certa dimensione prestabilita;
  • stabilità finanziaria: un’azienda deve dimostrare di avere una solida posizione finanziaria. Questo significa che deve avere un bilancio in attivo per almeno gli ultimi tre anni.
  • trasparenza: un’azienda deve essere trasparente nelle sue operazioni. Deve pubblicare regolarmente i suoi bilanci e rendere pubbliche tutte le informazioni rilevanti per gli investitori.

Questi sono solo alcuni dei requisiti per la quotazione in Borsa. Ogni azienda che aspira a essere quotata deve fare riferimento al regolamento specifico della Borsa Italiana per una lista completa dei requisiti.

Ad esempio, riuscire ad entrare a far parte dell’FTSE Mib significa essere listati nell’indice che ingloba le migliori aziende e società italiane.

Il processo di quotazione in Borsa

Addentriamoci adesso all’interno dell’iter di quotazione in Borsa e vediamo nello specifico quali sono i requisiti necessari per poter approdare su Borsa Italiana:

  1. la percentuale di flottante, pari almeno al 25% del capitale rappresentato;
  2. bilanci certificati da revisori indipendenti, che variano a seconda del segmento: 40 milioni di euro per il CAP e per l’MTA, mentre per il segmento STAR servono bilanci tra i 40 milioni di euro e 1 miliardo di euro; invece per l’AIM non è richiesto nessun requisito;
  3. frequenza nell’informazione al pubblico, alla presenza del Consiglio di Amministrazione, del Comitato Controllo e Rischi e del Comitato per la Remunerazione.

Come puoi ben notare dall’elenco, il segmento STAR richiede requisiti più elevati e non è proprio alla portata di tutte le aziende, mentre l’AIM appare meno stringente e più flessibile, particolarmente adatto alle piccole e medie imprese.

Una volta che un’azienda ha soddisfatto i requisiti per la quotazione in Borsa, può iniziare l’iter. Questo processo include una serie di passaggi, tra cui la preparazione di un prospetto informativo, l’ottenimento dell’approvazione da parte della Borsa Italiana e la negoziazione delle azioni.

Il prospetto informativo è un documento che fornisce informazioni dettagliate sull’azienda e sulle sue operazioni. Deve essere redatto in conformità con le normative della Borsa Italiana e deve essere approvato da questa prima che le azioni possano essere negoziate.

Una volta ottenuta l’approvazione, le azioni dell’azienda possono essere negoziate in Borsa attraverso l’IPO, l’offerta pubblica iniziale. Questo rappresenta l’ultimo passaggio nel processo di quotazione.

Come ottenere la quotazione in Borsa: domande frequenti

Serve un fatturato minimo per quotarsi in Borsa?

Sì, il fatturato minimo per la quotazione in Borsa deve essere almeno pari al 25% del capitale dell’azienda che intende ottenere la quotazione in Borsa. Tuttavia, l’AIM è più flessibile ed adatto alle piccole e medie imprese.

Quali aziende italiane sono quotate in Borsa?

Tra le aziende più importanti quotate su Borsa italiana, si annoverano Eni, Enel, Ferrari, Stellantis e molte altre ancora. Scopri come ottenere la quotazione in Borsa.

Cosa succede quando una società si quota in Borsa?

Terminato l’iter e rispettati i requisiti imposti per ottenere la quotazione in Borsa, avviene l’IPO, ossia l’offerta pubblica iniziale, con la quale si lancia sul mercato l’acquisto delle azioni di una determinata azienda.

Articoli correlati:

Esperto di finanza digitale e lavoro.

Una lunga esperienza come consulente d'azienda, business analyst e formatore. Collaboro con FinanzaDigitale portando contenuti di vario genere.

Potrebbero interessarti anche: