Pagamenti > Tabaccheria Bancomat Sanzioni Pagamenti

Pos in tabaccheria, torna l’obbligo per sigarette e marche da bollo

Bancomat obbligatorio nelle tabaccherie: l’Agenzia delle Dogane ripristina i servizi POS per pagamenti digitali, sia per tabacchi che per valori bollati

+ Perché fidarti di Finanza Digitale
×

In Finanza Digitale, ci impegniamo per offrirti analisi finanziarie imparziali e affidabili. Pur ricevendo compensi attraverso affiliazioni, la nostra integrità editoriale rimane il nostro pilastro: le nostre classifiche e recensioni sono frutto di rigorose analisi e indipendenza. La tua fiducia è la nostra missione.

Aggiornato il:

Tempo lettura:
2 min
+ Fidati di Noi
×

In Finanza Digitale, ci impegniamo per offrirti analisi finanziarie imparziali e affidabili. Pur ricevendo compensi attraverso affiliazioni, la nostra integrità editoriale rimane il nostro pilastro: le nostre classifiche e recensioni sono frutto di rigorose analisi e indipendenza. La tua fiducia è la nostra missione.

Aggiornato il:

Tempo lettura:
2 min
pos in tabaccheria

Le tabaccherie italiane si preparano ad accogliere nuovamente il bancomat come metodo di pagamento per l’acquisto di sigarette e marche da bollo.

Questa decisione è stata presa con una determinazione del 26 giugno 2023 immediatamente esecutiva dall’Agenzia delle Dogane che cancella di fatto quella dello scorso 25 ottobre 2022 e ripristina l’obbligo dei pagamenti digitali per tabacchi e valori bollari.

Il nuovo direttore dell’Agenzia delle Dogane, Roberto Alesse, ha fortemente voluto reintrodurre il Pos obbligatorio nelle tabaccherie per l’acquisto di sigari, sigarette, francobolli e bolli.

Obbligo di POS nelle tabaccherie

Obbligo di POS nelle tabaccherie

Come anticipato, il direttore dell’Agenzia delle Dogane ha firmato una determina che obbliga le tabaccherie ad utilizzare il Pos per accettare pagamenti elettronici.

Questa misura è stata introdotta per incentivare l’utilizzo di metodi di pagamento tracciabili e contrastare l’evasione fiscale.

Inoltre, l’obbligo di POS nelle tabaccherie mira a garantire una maggiore trasparenza nelle transazioni e a facilitare il controllo da parte delle autorità competenti.

Sanzioni per mancato utilizzo del POS

Secondo il direttore Alesse, l’obiettivo è quello di garantire una maggiore equità tra i diversi operatori del settore e di promuovere l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici.

Previste sanzioni per chi non rispetterà la misura adottata dall’Agenzia delle Dogane, con multe da 30 euro più il 4% del valore della transazione.

Pos obbligatorio nelle tabaccherie: gli effetti

Pos obbligatorio nelle tabaccherie

L’introduzione dell’obbligo di POS nelle tabaccherie produrrà diversi effetti sul settore:

  • incremento dell’utilizzo di pagamenti elettronici;
  • riduzione dell’evasione fiscale;
  • maggiore trasparenza nelle transazioni;
  • facilitazione dei controlli da parte delle autorità competenti.

I titolari di tabaccherie potranno beneficiare di tariffe flat (con un numero illimitato di transazioni effettuate) e tariffe con il rimborso delle commissioni per pagamenti inferiori a 10 euro.

Inoltre, l’obbligo di POS porterà a una maggiore digitalizzazione del settore, con un crescente numero di tabaccherie che adotteranno sistemi di pagamento elettronici e tecnologie avanzate per gestire le transazioni.

L’obbligo di POS nelle tabaccherie rappresenta un passo importante verso la modernizzazione del settore e la promozione di pratiche commerciali più trasparenti e tracciabili.

POS obbligatorio: cosa devono fare i tabaccai?

Fondamentale che i titolari di tabaccherie si adeguino tempestivamente alle nuove regole acquistando uno dei Pos più convenienti per evitare sanzioni e garantire un servizio efficiente e conforme alle normative vigenti.

Trader, esperto di borse e forex

Trader, esperto di borse e forex con un passato da consulente finanziario. Collabora con FinanzaDigitale, scrive libri e investe sui mercati mondiali.

Potrebbero interessarti anche: