POS più convenienti: come scegliere il POS da acquistare

Se sei alla ricerca del miglior POS, ossia quello più conveniente, è bene conoscere tutte le proposte disponibili. Valutiamole attentamente, scoprendo di più sui costi e le commissioni previsti.

POS più convenienti

Se sei un piccolo esercente, hai un negozio di proprietà, o semplicemente un libero professionista, scegliere uno fra i POS più convenienti può davvero fare la differenza. L’aspetto fondamentale è sicuramente quello dei costi, che devi valutare sempre con estrema attenzione.

Utilizzare un POS conveniente significa accettare pagamenti in modo rapido, offrendo al cliente diverse opzioni e funzionalità. Significa anche beneficiare di commissioni molto basse su ogni transazione, così da ottenere un bel risparmio alla fine del mese e diminuire i costi variabili.

Il mercato dei POS è in continua evoluzione ed ogni anno nascono nuovi servizi innovativi e con condizioni davvero vantaggiose. Se ti stai chiedendo quale POS conviene comprare non perderti la nostra classifica aggiornata con le migliori alternative per il 2022.


POS più convenienti 2022

Iniziamo subito con una tabella che mostra i POS più convenienti del 2022. Dispositivi che permettono di accettare pagamenti in modo digitalizzato, con tante funzionalità (che avremo modo di approfondire singolarmente per ogni prodotto) e con commissioni molto basse.

Società del servizioTipologia POSCosti e commissioni
POS Banca SellaFissi e portatili0,95% per transazione su circuiti internazionali
POS SumUPFissi e portatili1,95% per transazione
POS AxserveMobile1% per transazione, o 17 euro + IVA al mese
POS NexiFissi e portatili1,89% per transazione
POS Poste ItalianeMobile1,50% per transazione
POS MyPOSMobile1,20% + 0,05 euro per transazione
POS ZettleMobileVariabili da 1 a 2,75% per transazione
POS più convenienti del 2022

POS più convenienti: commissioni e costi

POS più convenienti

Prima di approfondire singolarmente ogni dispositivo POS, è bene aprire una piccola parentesi sui costi e sulle commissioni. Tieni presente come la singola commissione per operazione non rappresenti mai l’unico aspetto da dover valutare.

Molti POS potrebbero nascondere sotto altre voci costi nascosti e presentarsi con commissioni molto basse per ogni operazione eseguita. È invece opportuno scendere nel dettaglio anche su tutte le altre tipologie di costi accessori, trovando il giusto compromesso.

Puoi scegliere fra due tipologie:

  1. POS che richiedono sia costi fissi su ogni transazione sia un canone annuo (questa scelta viene quasi sempre presentata da istituti bancari);
  2. POS che richiedono o solo costi fissi su ogni transazione, o solo un unico canone annuo (o mensile) senza commissioni su ogni transazione (soluzione proposta da istituti privati autorizzati).

I costi di canone sono costi fissi, che quindi non cambiano sulla base di quanto incassato. Le commissioni sulle transazioni sono invece variabili sulla base del numero di operazioni effettuate. Considerando i pagamenti che ricevi, cerca quindi di optare sul servizio più adatto alle tue esigenze.


POS più convenienti: mobile o fissi

POS più economici

Arrivati a questo punto, è bene che tu conosca le principali caratteristiche da valutare, oltre a quella dei costi, per selezionare uno fra i POS più convenienti. Diversamente dal passato, quando l’unica tipologia di POS era quella fissa, attualmente i dispositivi più usati sono quelli mobili.

Parlare di POS mobile significa parlare di un terminale che può essere comodamente trasportato fuori il proprio negozio, oppure portato in viaggio da un libero professionista. Ti permette di ricevere pagamenti da tutti i circuiti internazionali (MasterCard, VISA, Maestro e così via), in modo rapido e pratico.

I POS fissi, che sono stabili, richiedono la presenza di una rete sempre connessa per poter inviare l’ordine della transazione ed accettare l’accredito. I POS mobili possono invece disporre di una rete propria, anche con una SIM interna, oppure essere connessi comodamente con lo smartphone.


POS più convenienti: Lista Top 5

Sulla base di ciò, approfondiamo i POS più convenienti del 2022, ovvero:

  1. terminali POS Banca Sella;
  2. terminali POS SumUp;
  3. POS Axerve;
  4. POS Nexi;
  5. terminali POS Poste Italiane.

1) POS Banca Sella

Banca Sella POS

I POS Banca Sella sono terminali professionali, che puoi scegliere per la tua attività, che si tratti di un negozio, o di uno studio professionale.

Puoi beneficiare di un noleggio gratuito, registrando transazioni complessive di almeno 6.000 euro al mese e di commissioni dello 0,45% su transazioni pagobancomat e 0,95% su transazioni dei circuiti internazionali e carte business. Il costo di attivazione è completamente gratuito.

La promozione valida fino al 30 giugno 2022 ti permette di ottenere un rimborso sulle commissioni di transazioni per ogni singola operazione sotto i 10 euro. I terminali proposti da Banca Sella sono 4:

  • Android PAX A910, con uno dei sistemi operativi più aggiornati e connessione Wi-Fi, o in alternativa 4G;
  • GPRS POS D210, ossia la soluzione ideale per chi ha la necessità di ottenere pagamenti anche in mobilità, sfruttando la copertura e la connessione del gestore telefonico;
  • Desk 3200, ossia un POS fisso, ottimo per i negozi, che si collega direttamente alla linea fissa della tua bottega, o del tuo ufficio;
  • POS Cordless Wi-Fi, da poter utilizzare con collegamenti ADSL via wireless.

2) SumUp POS

SumUp POS

SumUp è un servizio gestito dalla società SumUp Limited. Permette di ottenere pagamenti in modo rapido, semplice e conveniente tramite piccoli terminali POS. Gli stessi sono pensati per ogni tipologia di attività e permettono di accettare tutte le carte di credito e di debito.

È possibile ricevere gli accrediti direttamente sul proprio conto, senza dover pagare nessun canone mensile e nessun canone annuo. La politica dei costi di SumUp prevede infatti solamente una commissione trasparente e sempre unica per ogni operazione, pari all’1,95%.

Ciò significa che se non effettui transazioni per un periodo di tempo prolungato, non dovrai pagare alcun canone ed alcun costo di mantenimento. Le migliori soluzioni che SumUp mette a disposizione sono:

  • SumUp Air, con un costo di 29 euro, funziona con l’app gratuita SumUp, si collega con lo smartphone tramite Bluetooth e garantisce 500 transazioni con una ricarica;
  • 3G + Stampante, con un costo di 149 euro, si connette con Wi-Fi, o con dati mobili inclusi e gratuiti e garantisce 50 transazioni con una ricarica;
  • SumUp Solo, ossia un POS mobile touchscreen senza bisogno di smartphone, con dati mobili inclusi gratuiti e con un costo di 99 euro.

3) POS Axerve

Axerve POS

Axerve è un servizio POS proposto in collaborazione con il Gruppo Banca Sella. È la soluzione ideale sia per piccoli esercenti sia per grandi negozi.

I POS Axerve non richiedono complesse installazioni, ciò significa che una volta acquistato e configurato, il terminale è subito pronto ad accettare pagamenti. È possibile ricevere transazioni con carta, anche tramite sistema contactless su tutti i principali circuiti di pagamento internazionali.

Le soluzioni che puoi scegliere sono due:

  1. POS Easy a canone mensile, che offre il terminale in comodato d’uso e richiede un pagamento mensile, senza commissioni per ogni operazione;
  2. POS Easy a commissione, che non richiede un canone mensile, bensì solamente una commissione per transazione pari all’1%.

Entrambe le tipologie offrono connessioni GPRS, 4G e con Wi-Fi. Per la prima tipologia, sono disponibili due varianti sul canone, più un’imposta di bollo sempre presente di 16 euro per l’attivazione. La prima opzione prevede 17 euro al mese più IVA (incassi annui fino a 10.000 euro), mentre la seconda opzione prevede 22 euro al mese più IVA (incassi annui fino a 30.000 euro).

4) Nexi POS

Nexi POS

Nexi è una delle società più professionali nel settore dei pagamenti, nonché una delle prime ad aver proposto terminali per ricevere pagamenti. Con gli stessi puoi accettare carte di tutti i circuiti internazionali (MasterCard, VISA, Maestro e molto altro).

Puoi beneficiare di consulenza gratuita e di assistenza 24 ore su 24 e sette giorni su sette in caso di emergenza. Fino al 31/12/2022 avrai zero commissioni su tutte le transazioni effettuate con importi fino a 10 euro.

I terminali proposti sono:

  • POS desktop fisso, con connessione Ethernet, o ADSL;
  • POS Cordless, che oltre alle connessioni del modello precedente integra anche la connessione Bluetooth, risultando ottimo anche per la mobilità;
  • il POS portatile, con tecnologia 3G, utilizzabile se hai la necessità di ottenere pagamenti in qualsiasi posto;
  • Mobile POS, che si collega al proprio smartphone e che permette di ottenere pagamenti in qualsiasi posto, scaricando la pratica e gratuita applicazione per dispositivi mobili.

Le commissioni proposte sono molto interessanti. Prendendo come riferimento il Mobile POS, troviamo un costo di attivazione pari a 15 euro una tantum (fino al 2/5), un canone zero e commissioni sulle transazioni pari all’1,89%.

Approfondisci anche sulle migliori carte conto.

5) POS Poste Italiane

Poste Italiane POS

Chiude la nostra classifica di POS più convenienti, mostrando tuttavia specifici costi che bisogna tenere in considerazione, il servizio di Poste Italiane. Il nome del servizio è PostePay Tandem ed è riservato solamente ai titolari del conto corrente di Banco Posta.

Le operazioni vengono eseguite in tempi rapidi e gli accrediti arrivano in un solo giorno (ovviamente al conto Banco Posta). Il terminale funziona tramite una pratica applicazione da scaricare sul dispositivo mobile. La stessa app dispone di opzioni basilari, senza tante funzionalità avanzate.

Le carte ed i circuiti di pagamento accettati sono quelli più importanti, come ad esempio VISA, MasterCard, Maestro ed i due wallet elettronici Google Pay ed Apple Pay. Troviamo tuttavia una mancanza importante, ossia l’accettazione dell’ormai noto circuito AMEX delle carte American Express.


POS mobili/portatili più convenienti 2022

POS più convenienti mobile

Arrivati a questo punto, vogliamo focalizzare l’attenzione solamente sui POS mobili e portatili più convenienti. L’elenco mostrato in precedenza ci ha permesso di scoprire nel dettaglio i migliori operatori di pagamento che propongono POS, indistintamente da terminali fissi e portatili.

L’elenco qui in basso va invece a racchiudere esclusivamente i migliori POS mobili portatili, alcuni dei quali offerti dalle società esposte in precedenza, con l’aggiunta di MyPOS e Zettle. Con MyPOS puoi beneficiare di un vero e proprio conto corrente dedicato con IBAN, una carta business gratuita e tariffa su transazioni dell’1,20% + 0,05 euro.

Zettle è invece un servizio che si appoggia alla nota società di pagamenti PayPal. Il nome del suo POS mobile è Zettle Reader 2, che funziona comodamente in associazione al proprio smartphone, risultando sin da subito pronto all’uso. Il costo è di 29 euro per il lettore e prevede commissioni sulle transazioni da 1 al 2,75%.

I POS mobili più convenienti selezionati per il 2022 sono:

  • POS Cordless WiFi, di Banca Sella (vai qui);
  • SumUp Solo, di SumUp;
  • POS Easy, di Axerve;
  • Mobile POS, di Nexi;
  • MyPOS;
  • Zettle Reader 2, di Zettle.

Chi è obbligato ad avere il POS?

POS obblighi

Vista la poca chiarezza presente online, cerchiamo di comprendere chi è obbligato a dotarsi di POS. Proporremo a seguire un rapido elenco dove potrai valutare tu stesso la presenza all’interno delle categorie ed acquistare così un POS per evitare multe.

Partendo dal principio, la legge sull’obbligo di dotarsi dei POS era già stata introdotta nel 2014, senza tuttavia prevedere specifiche sanzioni per gli inadempienti. Negli ultimi mesi, il governo aveva ribadito di far partire multe a chiunque si rifiutasse di accettare pagamenti POS a partire dal 1 gennaio 2023.

Per raggiungere a pieno gli obiettivi del Pnrr, il 13 aprile 2022, il governo ha anticipato i tempi, portando l’inizio delle possibili sanzioni a partire dal 30 giugno 2022. Se rientri in una delle categorie esposte di seguito, hai quindi ancora qualche settimana per poterti mettere in regola.

Le categorie di operatori obbligati (al momento di questa stesura) a dotarsi di POS sono:

  • gli artigiani (un esempio è il falegname);
  • i commercianti che vendono merci all’ingrosso ed al dettaglio, sia in negozio che in luoghi differenti (come ad esempio durante le fiere);
  • attività di ristorazione (tipo un bar o una pizzeria);
  • attività ricettive (un esempio è il b&b);
  • tutti i professionisti che esercitano la professione in proprio (ad eccezione dei professionisti che lavorano in studi associati e che quindi non hanno rapporti diretti di fatturazione con i clienti).

Potrebbe interessarti anche: come scegliere la banca migliore.

POS più convenienti: quale scegliere?

Con la classifica esposta abbiamo esaminato da vicino tantissime alternative, tutte professionali ed ognuna con caratteristiche e funzionalità differenti da poterti offrire. Scegliere il POS più conveniente è molto soggettivo e si basa sulle singole esigenze.

Ricorda quindi che:

  1. se sei un libero professionista, o se hai in ogni caso la necessità di spostarti per lavoro e vuoi lo stesso dare ai tuoi clienti la possibilità di pagare con carta (rispettando inoltre le normative ufficializzate in precedenza), allora i POS portatili di SumUp sono sicuramente una delle migliori proposte;
  2. se sei titolare di un’azienda, di un negozio, o di uno studio professionale, puoi valutare i comodi POS di Banca Sella, così come tutte le soluzioni POS (anche con stampante integrata) proposte sempre da SumUp.

POS più convenienti – FAQ

Quale POS conviene comprare?

Nel nostro esposto sui POS più convenienti abbiamo ricordato le caratteristiche da valutare per scegliere un terminale POS: costi ridotti, praticità nell’uso e possibilità di poter trasportare il dispositivo.

Quali sono i POS più economici?

All’interno della nostra guida ai POS più convenienti trovi un elenco completo ed aggiornato con i terminali per ricevere pagamenti più economici del 2022.

Quanto costa un POS al mese?

Ogni terminale POS può avere diversi costi mensili. Quelli da tenere in considerazione, cercando sempre il giusto compromesso come indicato nel nostro articolo sui POS più convenienti, sono i canoni fissi mensili ed i costi per ogni transazione.

Argomenti:

Achille Bellelli

Imprenditore tech e investitore indipendente, esperto in criptovalute e strumenti di trading speculativo. Scrive per FinanzaDigitale e altri magazine economici.

1 commento su “POS più convenienti: come scegliere il POS da acquistare”

  1. PROTECTION PLUS
    Programma incluso nel contratto di convenzionamento Nexi che supporta l’esercente nell’ottenere la certificazione di conformità agli Standard PCI-DSS, obbligatoria per i Circuiti internazionali, con il vantaggio di essere protetto dalle sanzioni previste in caso di inadempimento agli standard. Il costo del programma del valore massimo di 37,5€ il primo anno e 30€ gli anni successivi, viene assorbito dalle commissioni maturate nell’anno solare qualora risultino almeno pari al costo del programma; altrimenti viene addebitata la differenza. Salve clausola costo fisso Nexi

    Rispondi

Lascia un commento