PAC Bitcoin: come fare un piano di accumulo per investire

I piani di accumulo Bitcoin (PAC Bitcoin) ti permettono di diluire la componente del rischio sul tuo investimento in criptovalute. Vediamo cosa sono, come funzionano e come creare un tuo piano di accumulo su BTC.

PAC Bitcoin

Negli ultimi anni, i PAC Bitcoin sono diventati una concreta e reale alternativa agli investimenti tradizionali sul mercato delle criptovalute. Il termine piano di accumulo Bitcoin racchiude al suo interno diversi concetti.

Il significato originale del termine fa riferimento ad un investimento costante su ETF, fondi, o qualsiasi prodotto di investimento collettivo. In una concezione più moderna, un PAC su BTC è un investimento graduale e periodico sull’asset.

Se il significato può essere abbastanza semplice da comprendere, discorso differente è capire come creare un PAC Bitcoin nel modo corretto. È proprio ciò che andremo ad esaminare da vicino nel corso delle righe successive, soffermandoci sul pratico.

Ricordiamo fin da subito che la presenza di molti exchange professionali ha ampiamente agevolato la possibilità di investire con questa nuova modalità. È il caso di Bitpanda, o Binance, che offrono sistemi automatici di investimento periodici sul Bitcoin.


Cos’è un PAC Bitcoin

Cos’è?Piano di investimento periodico e costante sul Bitcoin
Quanto dura?A discrezione dell’investitore
Quanti capitali servono?Si può impostare anche una quota mensile da 50 euro
Miglior exchange PAC automatico:Bitpanda (vai qui)

Un PAC Bitcoin, ossia un piano di accumulo sul Bitcoin, è una strategia di investimento che, come ricordato dal termine stesso, ti permette di accumulare un determinato paniere di criptovalute (in questo caso di Bitcoin).

Per fare ciò, richiede investimenti periodici frazionati, ossia l’investimento di somme stabilite in partenza, ad una data costante, anch’essa stabilita prima di iniziare la strategia. È ad esempio possibile scegliere di puntare la quota ogni mese, ogni trimestre e così via.

La maggior parte dei trader di criptovalute, soprattutto alle prime armi, investe solitamente su un unico strumento, puntando tutto il capitale in un’unica soluzione. In questo caso sta letteralmente scommettendo su quel preciso e singolo ingresso a mercato.

Diversamente da ciò, con i piani di accumulo Bitcoin si investe intercettando periodicamente una media dei prezzi della criptovaluta nel tempo. Così facendo si abbatte drasticamente la componente della volatilità, ossia andamenti al rialzo e al ribasso.

Leggi anche Cos’è e come funziona un piano di accumulo

Come funziona un PAC Bitcoin

PAC Bitcoin

Scendiamo quindi nel pratico e vediamo come funziona un piano di accumulo Bitcoin. Le soluzioni disponibili sono numerose, sia se vogliamo considerare una strategia con PAC tradizionale, sia se vogliamo procedere con un PAC moderno.

Nel primo caso, è sufficiente selezionare un piano di investimento in ETF, o altre tipologie di fondi che trattano il Bitcoin. Per chi non lo conoscesse, un ETF sul Bitcoin (exchange traded fund) è un fondo gestito, basato sulla copia di indici che replicano il valore del BTC.

Prendendo invece come riferimento un piano di accumulo sul Bitcoin moderno, è sufficiente fare affidamento su sistemi automatici per allocare risorse periodiche sull’acquisto della criptovaluta. Il PAC Bitcoin può essere anche strutturato e portato avanti in modo manuale.

Il funzionamento di un PAC Bitcoin si basa su 3 punti:

  1. scelta del capitale da voler raggiungere nel tempo;
  2. suddivisione del capitale in più quote, sulla base dei mesi (o del periodo scelto);
  3. avvio degli investimenti costanti ed osservazione dell’andamento del piano.

Simulazione PAC Bitcoin

Simulazione PAC Bitcoin

Per comprendere nel dettaglio il funzionamento ed il significato di un PAC sul Bitcoin, è possibile presentare una rapida simulazione.

Sulla base dei punti indicati in precedenza, supponiamo di:

  1. aver scelto un capitale da investire in modo costante di 1.000 euro;
  2. aver suddiviso il capitale in 10 quote da 100 euro;
  3. aver stabilito di procedere con l’investimento della quota ogni bimestre.

Nella nostra simulazione, il piano di accumulo inizia con l’acquisto di un determinato numero di Bitcoin, in questo caso in modo frazionato e ad uno specifico prezzo, per il controvalore di 100 euro stabilito in partenza.

Dopo due mesi, il sistema investe in modo automatico la seconda quota, ossia altri 100 euro, acquistando un numero (quasi sempre differente) di Bitcoin. Si procede in questo modo fino ad arrivare al quinto bimestre, raggiungendo l’investimento di 1.000 euro in BTC.

La differenza fra l’investimento in un’unica soluzione e il piano di accumulo è proprio la diversificazione dell’acquisto a prezzi differenti, che comporta un abbassamento del “fattore volatilità” – che tuttavia non è mai annullato al 100%, vista l’imprevedibilità di mercato.


Pro e contro del piano di accumulo Bitcoin

Racchiudiamo in alcuni punti i principali vantaggi e gli eventuali svantaggi (o meglio, rischi), legati alla creazione di un piano di accumulo su Bitcoin e sull’uso di questa strategia di investimento alternativa.

Vantaggi PAC Bitcoin

  • permettono di diluire la componente della volatilità del mercato;
  • sono associati alla criptovaluta più capitalizzata al mondo;
  • si possono gestire in automatico sui migliori exchange;
  • è possibile iniziare anche da quote costanti molto discrete, senza dover investire subito grandi capitali;
  • permettono di evitare lo studio analitico per decidere quando entrare a mercato.

Svantaggi PAC Bitcoin

  • la componente del rischio non è mai eliminata al 100%;
  • sono richieste capacità decisionali per la creazione di un piano strategico preliminare.

PAC Bitcoin: risultati storici

PAC Bitcoin risultati

In determinati periodi storici, la strategia dei piani di accumulo sul Bitcoin si è rivelata una delle strategie più interessanti e con maggiori risultati per gli investitori.

Vediamo di proporre alcuni esempi, sulla base dell’evoluzione del valore della criptovaluta, attualmente al primo posto per capitalizzazione. Tralasciando i primissimi anni di lancio (2009-2010) per le difficoltà pratiche di acquisto sul BTC, focalizziamoci dal 2011 in poi.

Con un prezzo del Bitcoin attorno ai 2,50 euro, un qualsiasi investitore che avesse deciso di puntare 100 euro al mese per 24 mesi (circa 2.400 euro), si sarebbe trovato dopo due anni con un piano di accumulo Bitcoin dal valore di oltre 10 milioni di euro.

Discorso molto simile, sempre in riferimento ai dati storici, puoi farsi nel triennio dal 2015 al finire del 2017 ed inizio 2018. In questo periodo, partito da un prezzo di circa 185 euro a gennaio 2015, il valore del Bitcoin ha superato in alcuni punti anche i 15.000 euro, nel 2017.

Gli investitori di un piano di accumulo costante, anche con quote discrete da 100 euro di BTC al mese, si sono ritrovati agli inizi del 2018 con un risultato molto soddisfacente, limitando al contempo, il più possibile, la componente della volatilità.

Scopri di più sul conto Bitcoin


PAC Bitcoin conviene?

PAC Bitcoin conviene

I risultati storici non sono ovviamente garanzia di risultati futuri e così come il Bitcoin può mostrare prezzi in aumento, potrebbe anche subire correzioni e discese di prezzo. Dopo aver raggiunto il suo punto di massimo nel 2021, ha ad esempio mostrato un netto crollo.

Durante la prima settimana di ottobre 2022, il prezzo ha oscillato al rialzo ed al ribasso attorno ai 20.000 dollari. Una quota molto più bassa rispetto alle potenzialità della criptovaluta, se si fa riferimento ai punti di massimo storici.

In questo contesto di mercato, gli esperti si domandano quindi se i prezzi attuali possano o meno rappresentare un ottimo punto di ingresso sul mercato, per strutturare un piano di accumulo sul Bitcoin.

Al di là della sua utilità, prettamente da rete per gli scambi, il Bitcoin continua ad essere la criptovaluta più capitalizzata e quella maggiormente associata a progetti di ogni tipologia, dalla finanza decentralizzata (DeFi) fino ai nuovi sistemi monetari.

Un asset che non ha di certo perso di interesse, anche se andrà ovviamente valutato attentamente con il passare dei mesi. Potrebbe a tal riguardo interessarti il nostro approfondimento mirato sulle previsioni Bitcoin.

Come fare un PAC Bitcoin

Come fare PAC Bitcoin

Se vuoi puntare su questa nuova strategia di investimento, è bene sapere che la creazione di un piano di accumulo Bitcoin è molto semplice, almeno sotto l’aspetto operativo. Sulla base delle tue esigenze, puoi optare su diverse soluzioni.

Puoi ad esempio procedere con la strutturazione di un PAC sul Bitcoin manuale, decidendo di investire la stessa somma in modo costante, aprendo posizioni di acquisto su uno dei migliori exchange, come eToro.

In alternativa, puoi fare affidamento sulle funzionalità automatiche per PAC Bitcoin, proposte da altri exchange di fama mondiale, come ad esempio Bitpanda e Binance. Prima di approfondirle nel dettaglio, ecco gli step per fare un PAC su Bitcoin:

  1. scegliere un exchange che supporta l’acquisto di Bitcoin e che dispone di un wallet Bitcoin solido, con chiavi private e facile da utilizzare;
  2. decidere quanti capitali investire in modo costante, scegliendo anche il periodo di ogni investimento;
  3. impostare la funzione automatica di acquisto, o in alternativa procedere manualmente con l’acquisto dei BTC;
  4. monitorare lo stato di avanzamento del tuo piano di accumulo Bitcoin, effettuando modifiche, anche sul valore delle quote, in caso di necessità.

PAC Bitcoin su Bitpanda

PAC Bitcoin su Bitpanda

Il primo exchange che ti permette di strutturare un PAC Bitcoin in modo rapido, autonomo e professionale, è Bitpanda (vai qui per la recensione). È un operatore noto in tutto il mondo e con migliaia di utenti registrati.

Con Bitpanda puoi impostare un vero e proprio piano di risparmio automatico, che acquista a tuo conto all’ora ed alla data da te impostate. Puoi quindi decidere di settare una quota costante, per un periodo di tempo variabile e creare il tuo piano personalizzato.

È così possibile comprare Bitcoin per un periodo di tempo più lungo, senza dover pensare continuamente a quando entrare sul mercato, attenuando al contempo la volatilità. Gli acquisti ricorrenti dopo la prima operazione saranno gestiti direttamente dal software.

Hai inoltre la possibilità di creare più piani di risparmio per lo stesso asset (disponibili anche piani di accumulo su Ethereum, ossia PAC su ETH), così come mettere in pausa il piano di risparmio e riattivarlo sulla base delle tue esigenze.

Il tuo capitale è a rischio

PAC Bitcoin su Binance

PAC Bitcoin su Binance

Un secondo exchange degno di nota, che ti permette di creare piani di accumulo crypto in Bitcoin, è Binance (qui la recensione). Anche in questo caso, il PAC su Bitcoin può essere gestito in modo molto semplice, ma soprattutto automatico.

In precedenza abbiamo ricordato che un piano di accumulo non è altro che un acquisto costante (con lo stesso importo) di un insieme di asset crittografici. Con la funzione di Binance degli acquisti ricorrenti, puoi procedere con acquisti frazionati periodici.

Ciò beneficiando di commissioni bassissime su ogni eseguito, di assistenza professionale a tutte le ore e della possibilità di gestire il tuo PAC su Bitcoin anche tramite la pratica applicazione per dispositivi mobili.

A seguire i passaggi per impostare un PAC Bitcoin su Binance:

  1. effettua una registrazione sulla piattaforma in pochi secondi;
  2. completa la procedura di verifica dell’identità, caricando un documento valido;
  3. clicca su “carta di credito/debito”;
  4. clicca su “abilita”, vicino ad “acquisto ricorrente”;
  5. scegli la valuta di acquisto (ad esempio euro) e la valuta del piano (Bitcoin);
  6. inserisci la data ed imposta la frequenza di acquisto;
  7. clicca su conferma e monitora lo stato del piano di accumulo Bitcoin.

Il tuo capitale è a rischio

PAC Bitcoin – FAQ

A cosa serve un PAC Bitcoin?

Un PAC Bitcoin è l’allocazione di una somma costante di quote da investire per comprare Bitcoin in un determinato orizzonte temporale, deciso in partenza assieme al valore delle quote.

Come fare un piano di accumulo Bitcoin?

Per fare un piano di accumulo BTC (PAC Bitcoin) puoi procedere utilizzando sistemi automatici che investono somme in modo costante, oppure in modo manuale, puntando quote periodiche.

Quanto si guadagna con un PAC Bitcoin?

I PAC sul Bitcoin sono sicuramente una strategia innovativa che, se gestita correttamente e con prezzi di mercato in crescita, può portare risultati. Ricorda tuttavia sempre i rischi e la volatilità.

Argomenti:

Achille Bellelli

Imprenditore tech e investitore indipendente, esperto in criptovalute e strumenti di trading speculativo. Scrive per FinanzaDigitale e altri magazine economici.

Lascia un commento

Altri Articoli Su Finanza Digitale