Quali sono le previsioni Bitcoin per il 2024, 2025, 2030 e 2040?

Per alcuni analisti i Bitcoin potrebbero raggiungere, nel 2024, i 75.000$, per altri superare i 100.000$, con una crescita di oltre il 348%, toccando quota 650.000$ per il 2040. Scopri le previsioni BTC nel breve, medio e lungo termine.

Previsioni Bitcoin

Dopo l’approvazione degli ETF BTC della SEC, oggi la tematica oggetto di analisi e di ipotesi riguarda le previsioni dei Bitcoin per il 2024, ma anche nel lungo e medio termine. Infatti, gli ultimi mesi del 2023 hanno fatto dimenticare la crisi legata alla bancarotta di FTX e alle dimissioni del Ceo di Binance Changpeng Zao, con un nuovo rally del 153%.

Ciò ha portato gli analisti a ipotizzare il traguardo del massimo storico del 2021 a quota 75.000€. Ipotesi che sono rafforzate anche dagli eventi di gennaio 2024, con l’approvazione di 11 ETF Bitcoin sul mercato Usa, rendendo questa crypto ormai una realtà aperta a qualunque investitore.

Per il CEO Joe Kelly di Unchained, i Bitcoin raggiungeranno i 100.000$ nel 2024. Cathie Wood, CEO di Ak Invest (tra le società emittenti di ETF BTC), invece ha posto un target price per il 2025-2030 tra i 250.000$ e i 650.000$. Infine, vi sono analisti che ipotizzano una crescita per il 2040 che porterà i Bitcoin a toccare il milione di dollari.

Ovviamente sono ipotesi e solo gli eventi futuri andranno a definire chi ha ragione. Tuttavia, le valutazioni degli esperti si basano su alcuni dati e fattori. In questo articolo troverai quali sono le possibili previsioni Bitcoin per il 2024 e nel lungo termine.

Bitcoin previsioni oggi

Previsioni Bitcoin oggi

Il Bitcoin è la criptovaluta che continua a focalizzare l’attenzione degli investitori. Oltre ad essere la prima e quella più antica, inserita in rete nel 2009 (sono ora 15 anni), è anche:

  • quella a più alta capitalizzazione;
  • tra le più utilizzare;
  • con la blockchain più grande;
  • con il prezzo unitario più elevato.

Infatti, al momento della redazione del nostro articolo ha un market cap di 899 milioni di dollari, con 19,596 milioni di monete in circolazione, con un volume medio, in un giorno, di 42 milioni di dollari e un prezzo unitario che oscilla, ad oggi, tra i 45.000$ e i 50.000$. A questo si aggiunge che, la sua blockchain prevede più di 16.000 server (nodi) con un consumo di energia equivalente a una città di circa 3 milioni di persone.

Nel valutare le previsioni BTC nel breve, medio e lungo termine, gli analisti hanno preso come riferimento, sia gli aspetti legati alle caratteristiche tecnologiche della crypto, sia l’andamento del mercato negli ultimi anni. Ecco quali sono alcuni dei fattori che potrebbero incidere sulla futura quotazione Bitcoin:

  • l’approvazione ETF Bitcoin USA;
  • halving Bitcoin;
  • tassi di interesse;
  • sviluppo tecnologico;
  • considerazione ambientali;
  • innovazioni tecnologiche
  • concorrenza degli altri altcoin.

Alcuni di questi eventi sono già avvenuti o si verificheranno nel corso del 2024. Altri produrranno una serie di conseguenze nel medio e lungo termine. Vediamo quali sono le previsioni degli analisti con riferimento al 2024-2025, al 2030 e al 2040.

Quelli indicati non sono consigli finanziaria, ma un’analisi basata su quanto riportato dai principali analisti di società di investimento, banche o imprese di rating. Come tali non possono essere la base per scegliere la tua strategia di trading, ma dovrai informati, studiare e rivolgerti a un consulente esperto.

Bitcoin previsioni Febbraio: 2024

Negli ultimi mesi la quotazione dei Bitcoin è stata supportata dalla possibile notizia di un’approvazione da parte della SEC di un ETF Bitcoin spot USA per il 2023. Infatti, oggi esistono già ETF di questo genere, ben 22, ma non sono quotati alla Borsa di New York.

Gli exchange traded fund Usa, da probabile evento, il 10 gennaio 2024, sono diventati una certezza, dato che la Securities and Exchange Commission ha finalmente approvato tutti e 11 gli ETF Bitcoin Spot presentati.

Gli effetti sulla quotazione della crypto sottostante si sono già evidenziati, con un aumento di volumi, che ha portato i BTC a superare il market cap di 1 miliardo di dollari. Inoltre, questa tipologia di ETF obbliga le società emittenti a detenere nel loro portafoglio un certo numero di Bitcoin. Così come ipotizzato dagli analisti di Business Insider, ciò porterà a un acquisto di questa crypto da parte delle società emittenti, tra le quali vi sono colossi nella creazione di fondi di investimento come BlackRock, Wisdomtree e la società Grayscale.

Si ipotizza un investimento tra i 437.000 e gli oltre 1,5 milioni di Bitcoin, con effetti positivi sul prezzo. Un valore che andrà ad aumentare nel momento in cui verranno presentati nuove proposte di ETF Bitcoin, come quelle che si prevedono anche da parte di banche di investimento.

Tassi di interesse

Altro fattore che, nel breve termine, potrebbe incidere sulle previsioni dei Bitcoin sono i tassi di interesse. In teoria le criptovalute non sono influenzate dalle politiche monetarie delle banche centrali, in quanto strumenti decentralizzati.

Tuttavia, quando i tassi di interesse sono stabili o scendono, prendi il caso in cui la FED e la BCE decidano di abbassare i tassi sui bond e i BTP, potrebbero verificarsi una serie di vantaggi per i Bitcoin.

Infatti, gli investitori tenderanno a chiudere le posizioni a lungo termine, non più vantaggiose, dato i tassi più bassi, e puntare su strumenti a più alta volatilità come le crypto.

Previsioni Bitcoin: 2025

Previsioni 2025

Ad aprile del 2024 un evento che potrebbe incidere sulla quotazione dei Bitcoin è: l’halving. È un meccanismo in base al quale viene ridotto il numero di Bitcoin estratti in rete.

Infatti, la tecnologia creata da Satoshi Nakamoto (nome anonimo dell’ideatore di questa crypto) prevede l’utilizzo di una blockchain basata su una catena di blocchi che dovranno convalidare ogni transazione e archiviarla nella rete.

Per farlo viene utilizzato un protocollo di consenso chiamato Proof of Work (PoW), il quale si basa sul mining. Questa parola identifica sia il processo mediante il quale i miner, contribuiscono al funzionamento della rete, ma anche alla ricompensa collegata alla loro attività, che si concretizza nell’estrazione di un certo numero di criptovalute.

Secondo quanto riportato dal sito Investopedia, al 1° novembre 2023, la blockchain di Bitcoin contava 16.902 nodi, ognuno con una capacità di estrazione di 6,25 BTC: con l’halving questa capacità sarà dimezzata a 3,125.

Come funziona l’halving Bitcoin 2024: in breve

L’halving è un processo che si applica in automatico ogni volta che sono stati estratti circa 210.000 blocchi e quindi, in generale, ogni 4 anni. Un processo che si concluderà nel 2140 quando verrà raggiunto il limite massimo di Bitcoin pari a 21 milioni.

Con il dimezzamento, l’effetto diretto è quello di ridurre il numero di crypto immesse in rete, limitando l’offerta. La conseguenza è quella di un aumento del valore dei Bitcoin esistenti, nel giro di breve tempo. Come riportato da Joe Kelly, CEO della società Unchained, specializzata nei servizi in criptovaluta, negli anni precedenti ad ogni halving si è sempre verificato un incremento del valore dei Bitcoin:

  • 28 novembre 2012: dimezzamento a 25 Bitcoin con una crescita del 17,069%;
  • 9 luglio 2016: halving a 12,5 BTC con un +284% della quotazione;
  • 11 maggio 2020:  6,25 Bitcoin + 559%.

Secondo le previsioni degli analisti di Forbes, l’halving di aprile 2024 potrebbe spingere, nel giro di pochi mesi, il prezzo dei Bitcoin a quota 100.000$, in modo pessimistico. Invece, le previsioni ottimistiche, per il 2025, ipotizzano una crescita che potrebbe raggiungere anche i 150.000$.

Previsioni quotazione Bitcoin: 2030

Targhe price Bitcoin 2030

In un’interventista rilasciata a caldo alla CNBC, riportata dalla rivista Business Insider, Cathie Wood, il CEO di Ark Invest, una delle società emittenti dei nuovi ETF BTC spot, ha dichiarato che, le previsioni dei Bitcoin per il 2030 sono più che ottimistiche.

Infatti, per questa data si evidenzieranno gli effetti di eventi come l’approvazione degli ETF Bitcoin spot e il processo di halving, che dovrebbe ripetersi per il 2028/2029. Secondo quanto ipotizzato, in modo pessimista, il valore dei Bitcoin crescerà di oltre il 50%, raggiungendo un target price a 150.000$. Invece, in una previsione ottimistica, si ipotizza anche il raggiungimento di un range tra i 258.000$ e gli 682.000$.

L’ottimismo sulla crescita dei Bitcoin è confermato anche dagli analisti di Standard Chartered Bank, i quali valutano un target price per il 2025-2030 a quota 200.000$.

Previsioni Bitcoin a lungo termine: 2040

Previsioni Bitcoin a lungo termine

Quali sono le previsioni dei Bitcoin per il 2040? Ipotizzare un possibile market cap che verrà raggiunto nel lungo termine, non è facile. Infatti, sono diversi i fattori che andranno ad incidere sulla sua quotazione. Ecco quali sono quelli più interessanti:

  • numero di monete in circolazione;
  • legittimità istituzionale;
  • fork sul protocollo Bitcoin
  • considerazioni ambientali;
  • concorrenza degli altcoin;

Come per altre crypto, il numero di Bitcoin estratti, e quindi introdotti in rete, ha un numero massimo: 21 milioni. Questo dato è stato sin da subito un fattore stabilizzante del prezzo, dato che limita l’inflazione del loro valore, andando anzi a incrementarlo, man mano che sempre più Bitcoin vengono aggiunti nei wallet digitali. Ad oggi sono presenti in rete 19.596.575 Bitcoin (dati Coimarketcap), con un valore di poco meno di 900 milioni di dollari.

Legittimità istituzionale

Prima erano considerati una bolla speculativa, poi sono stati definiti come un investimento senza valore, in quanto monete digitali. Ad oggi sono più di 15 anni che i Bitcoin vengono scambiati in rete, valutati da alcuni trader un’alternativa ai beni rifugio, resistenti al crollo dei mercati, alle guerre, all’inverno delle crypto e alla bancarotta di FTX e di altri exchange.

Per alcuni analisti come quelli di US.News, ormai i Bitcoin hanno acquisito una valenza istituzionale, con un’accettazione nell’essere inseriti nel mondo economico moderno, sia da parte degli investitori retail, ma anche da quelli istituzionali.

A contribuire alla loro accettazione, vi è l’evoluzione delle tecnologie che ha portato a semplificare gli strumenti collegati alla gestione delle valute, si pensi alla creazione di carte crypto o al crescente sviluppo di app crypto. Tutti fattori che contribuiscono alla loro diffusione.

Infine, l’evento di gennaio 2024 con l’approvazione della SEC degli ETF BTC, ha sottolineato i cambiamenti di direzione della politica sul comparto crypto che, nel prossimo decennio, potrebbero portare non solo nuovi regolamenti, ma anche ad ufficializzare l’utilizzo delle criptovalute all’interno delle economie mondiali.

Fork sul protocollo

fork sul protocollo

Negli anni la rete Bitcoin ha subito una serie di fork, ovvero modifiche nel protocollo oltre ad innovazioni tecnologiche, anche se non eclatanti, come nel caso di altre crypto.

Ad esempio, è oggi possibile scambiare i token BRC-20, ispirati a quelli utilizzati sulla blockchain di Ethereum (ERC-20), con la possibilità di creare token fungibili, supportati dalla rete Bitcoin.

A questo si aggiunge l’introduzione del sistema Lightning Network, che ha la funzione di rendere più veloci le transazioni, favorendone l’utilizzo anche per attività pubbliche e abbassando i costi delle commissioni.

Considerazioni ambientali

La rete dei Bitcoin funziona con il protocollo Proof of Work che richiede un enorme potenza di calcolo dei server, con un consumo energetico elevato. Un fattore che potrebbe incidere sulla crescita futura della rete.

Infatti, negli ultimi anni l’attenzione ambientale ha portato sempre più blockchain a svilupparsi ponendo attenzione all’aspetto green, mentre altre si sono adattate a questo cambiamento.

Vedi il caso di Ethereum che è passata al protocollo Proof of Stake (PoS), diventando ad oggi tra le più grandi criptovalute green. Tuttavia, i Bitcoin continuano a utilizzare il primo protocollo costituito. Ma quali sono le eventuali problematiche per il futuro? Vediamo quelle più interessanti:

  • sono diverse le proposte di legge del Governo Usa su una tassa sui consumi delle blockchain digitali;
  • il consumo di energia implica ancora delle fees più alte rispetto alle altre reti;
  • la scalabilità, anche se potenziata, richiede un numero elevato di nodi per far fronte alle transazioni;
  • vi è la concorrenza delle altcoin sviluppate con tecnologie più avanzate.

Concorrenza delle altre altcoin

Previsioni Bitcoin, concorrenza altre crypto

A minacciare i Bitcoin vi sono una serie di altcoin sviluppate subito dopo, che potrebbero essere, nel futuro, una possibile alternativa ai Bitcoin.

Al primo posto c’è Ethereum con la sua blockchain che permette lo scambio e lo sviluppo di un numero impressionate di token Erc-20. Ad oggi supera il volume di scambi della rete Bitcoin con un consumo energetico ridotto.

Vi sono anche criptovalute emergenti come Ada di Cardano, la prima ad applicare il protocollo Proof of Stake, basato sul sistema di staking crypto. Altro possibile concorrente è Solana, la cui blockchain si basa su un nuovo protocollo come il Proof of History. Infine, devi considerare anche quelle crypto che hanno reso ancora più innovative le blockchain come Avalanche, Hedera Hashgraph e Algorand.

Come comprare Bitcoin

Trading Bitcoin

Se hai deciso di investire in Bitcoin, hai due opportunità:

  1. utilizzare uno dei migliori exchange criptovalute;
  2. scegliere un broker di trading autorizzato e presente nel registro Consob.

Nel primo caso potrai acquistare Bitcoin detenendone il possesso reale. Ecco di seguito le piattaforme più sicure, che ti permettono la registrazione anche dall’Italia.

1 Miglior Exchange 2023
youhodler
  • Guadagna conservando le tue crypto
  • 1,1+ milioni di registrati
  • Prestiti in criptovaluta
  • Partner Torino FC
  • 8.5
    Rated 4.5 stars out of 5
  • 25 € deposito minimo
  • Inserito nel Reg. Operatori in Valuta Virtuale
coinbase
  • Exchange più grande al mondo
  • Società quotata in borsa
  • Commissioni basse
  • 8.2
    Rated 4.5 stars out of 5
  • 2 € deposito minimo
  • Quotato al NASDAQ
bitpanda
  • Criptovalute, azioni, ETF, metalli, fondi crypto
  • Investimenti a partire da 1€
  • 3+ milioni di utenti iscritti
  • Calcolo tasse automatico
  • 8.5
    Rated 4.5 stars out of 5
  • 25 € deposito minimo
  • Inserito nel Reg. Operatori in Valuta Virtuale
binance
  • Exchange, Trading, Wallet, NFT
  • 600+ criptovalute
  • 90+ milioni di utenti iscritti
  • Commissioni basse
  • 8.5
    Rated 4.5 stars out of 5
  • 1$ deposito minimo
  • Inserito nel Reg. Operatori in Valuta Virtuale
bitstamp
  • Wallet & Exchange
  • 15+ valute
  • 7
    Rated 4 stars out of 5
  • 20 € deposito minimo
  • Attivo dal 2011

L’alternativa è quello di aprire un account su uno dei migliori broker autorizzati. Potrai così fare trading CFD sui Bitcoin, oltre ad investire sugli ETF BTC, operando anche con capitali minimi.

1 Miglior Broker del 2024
fineco trading
  • Miglior banca per il trading
  • Commissioni agevolate under 30
  • Regime fiscale amministrato
  • 8.5
  • 100 € deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4640
scalable capital
  • PAC automatici gratis
  • 600k clienti in Europa
  • Liquidità remunerata al 2,6%
  • 8.3
    Rated 5 stars out of 5
  • 1€ deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4664
degiro trading
  • Broker di azioni ed ETF
  • Milioni di strumenti
  • Commissioni basse
  • 8.2
  • 0,10€ deposito minimo
  • Reg. Banca d'Italia
plus500
  • Trading CFD
  • Conto demo gratis
  • Licenza ASiC, CySEC. Reg. CONSOB
  • 8.5
    Rated 4.5 stars out of 5
  • 100 € deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4161
trade republic
  • Azioni, crypto, ETF
  • 1+ milioni di clienti
  • Piani di risparmio lungo termine
  • 8
    Rated 5 stars out of 5
  • 50 $ deposito minimo
  • Reg. BaFin Trade Republic Bank
avatrade trading
  • Piattaforma Web, App e MT4/MT5
  • Guida al Trading
  • Licenza CySec
  • 7.6
    Rated 4 stars out of 5
  • 100 € deposito minimo
  • Reg. CONSOB 2640
freedom24
  • Conto trading remunerato 2,5%
  • Investi in azioni ed ETF
  • 1 milione di strumenti finanziari

*Capital is at risk

  • 7.5
  • Nessun deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4792

Bitcoin previsioni: domande frequenti

Quali sono le previsioni Bitcoin per il 2024?

Il valore del Bitcoin, potrebbe variare nei prossimi mesi, in base a una serie di fattori, considerati interessanti dagli analisti. Nella nostra guida trovi le previsioni nel breve, medio e lungo termine.

Quanto varrà il Bitcoin nel 2025?

Sono diverse le previsioni dei Bitcoin per il 2025 in cui si evidenzia una possibile crescita di oltre il 50% del suo valore odierno. Scopri cosa sapere nella nostra guida.

Come investire sul Bitcoin oggi?

Puoi comprare Bitcoin sia utilizzando uno dei migliori exchange, sia aprendo un conto presso un broker presente nel registro Consob. Scopri l’elenco di quelli più convenienti nella nostra guida.

Altri articoli sull'argomento Bitcoin e Previsioni criptovalute

eToro è una piattaforma multi-asset. Il valore degli investimenti può andare in alto e in basso. Il tuo capitale è a rischio. La piattaforma, offre sia l’investimento in azioni e criptovalute, sia il trading di CFD.
Si prega di notare che i CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se hai capito come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre l’alto rischio di perdere i tuoi soldi.

La performance passata non è un’indicazione dei risultati futuri. La storia di trading presentata è inferiore a 5 anni completi e potrebbe non essere sufficiente come base per la decisione di investimento. Il Copy Trading non costituisce una consulenza sugli investimenti. Il valore dei vostri investimenti può salire o scendere. Il vostro capitale è a rischio.

Gli investimenti in criptoasset sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi UE. Nessuna protezione per i consumatori. Possono essere applicate imposte sui profitti.
eToro USA LLC non offre CFD e non rilascia alcuna dichiarazione e non si assume alcuna responsabilità per quanto riguarda l’accuratezza o la completezza del contenuto di questa pubblicazione, che è stata preparata dal nostro partner utilizzando informazioni pubbliche non specifiche di eToro.

Questa comunicazione ha uno scopo puramente informativo ed educativo e non deve essere considerata come una consulenza sugli investimenti, una raccomandazione personale o un'offerta o una sollecitazione all'acquisto o alla vendita di strumenti finanziari. Questo materiale è stato preparato senza tenere conto degli obiettivi di investimento o della situazione finanziaria di un particolare destinatario e non è stato preparato in conformità con i requisiti legali e normativi per promuovere la ricerca indipendente. Qualsiasi riferimento alla performance passata o futura di uno strumento finanziario, di un indice o di un prodotto di investimento confezionato non è, e non deve essere considerato, un indicatore affidabile di risultati futuri. eToro non rilascia alcuna dichiarazione e non si assume alcuna responsabilità in merito al'accuratezza o alla completezza del contenuto di questa pubblicazione

Jacopo Marini

Trader, opinionista ed esperto di mercati azionari e criptovalute. Uno dei primi investitori in Italia a credere in Bitcoin e diventarne un profondo conoscitore. Collabora con FinanzaDigitale dal 2014.

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche: