ETF Bitcoin approvati: via libera della SEC

La SEC dà il via libera alle richieste di 11 ETF Bitcoin, con i BTC che toccano 1 miliardo di capitalizzazione. Possibile quotazione già da giovedì 11 gennaio. Ecco come si è arrivati a questa decisione storica e gli effetti sui mercati.

ETF Bitcoin

Mercoledì 10 gennaio 2023 è una di quelle date da segnare nel calendario della storia dei Bitcoin. Infatti, dopo quasi 8 anni di lotte e di rifiuti, la SEC (Securities Exchange Commission), l’organo supremo di controllo delle borse USA, ha approvato 11 domande per la quotazione di ETF Bitcoin spot.

Dopo la falsa news, pubblicata martedì 9 gennai, dovuta all’hackeraggio del profilo Twitter della SEC, subito smentita, finalmente si è avuto l’ok della Commissione americana.

Da oggi gli ETF Bitcoin fisici di società di gestione come BlackRock, Valkyrie, VanEck e Grayscale, possono essere negoziati direttamente sui mercati USA. Ciò ti permette di investire sui Bitcoin senza dover acquistare l’intero controvalore attraverso un exchange, oppure utilizzando uno strumento derivato.

Gli effetti a caldo sulla quotazione dei BTC sono stati immediati: la crypto ha raggiunto di nuovo una capitalizzazione di 1 miliardo di dollari. Ecco tutti gli aspetti della vicenda.

Piattaforme partner per investire in ETF

1

Fineco Bank

Banca
fineco
  • Banca trading n. 1
  • Reg. amministrato
  • ETF, azioni, crypto
2

Scalable Capital

Broker
scalable capital
  • ETF e criptovalute
  • 4% annuo liquidità
  • PAC ETF
3

DEGIRO

Broker
Logo DEGIRO broker
  • ETF, azioni, fondi
  • Commissioni basse
  • 2,5 milioni clienti

ETF Bitcoin: approvazione della Sec

Logo SEC 1

Si pensava a un’altra fake news, come quella di martedì 9 gennaio, in cui era stato pubblicato un tweet sul profilo “X” (ex Twitter) del presidente della SEC, Gary Gensler, subito smentito, del via libera della Commissione.

Oggi la notizia è confermata. Sono state approvate 11 richieste pervenute nel 2023 per un ETF Bitcoin spot.

Precisiamo che ad oggi sul mercato americano sono scambiati solo gli ETF su future Bitcoin, e non erano ammessi quelli spot o anche definiti fisici. Questi ultimi sono exchange traded fund che non utilizzano strumenti derivati, ma sono ancorati al prezzo della crypto, e possono essere scambiati su tutti i mercati regolamentati come le azioni.

Un evento che tutti stavano aspettando, e che molti analisti sostenevano essere inevitabile. Tuttavia, è stata un’approvazione sofferta e che ha visto diverse vicende, tra le quali anche un intervento dei tribunali USA.

A confermarlo è la dichiarazione ufficiale del presidente della SEC, Gary Gensler, che come riportato a Bloomberg ha sottolinea che “anche se oggi abbiamo approvato la quotazione e la negoziazione di alcune azioni ETF Bitcoin spot, non abbiamo approvato né sostenuto i Bitcoin”. 

Quali ETF Bitcoin sono stati approvati

Mettendo da parte le dichiarazioni e le critiche di alcune delle principali società emittenti che hanno condannato le lungaggini burocratiche della SEC, quello che è accaduto oggi è comunque una pietra miliare per la storia dei Bitcoin e del mondo delle crypto.

Infatti, sarà possibile negoziare sulla criptovaluta a più alta capitalizzazione acquistando le azioni emesse sugli ETF, che verranno negoziate direttamente sulle principali borse USA. Quindi, il vantaggio è quello di poter investire sui BTC, senza dover possedere la crypto e utilizzare un exchange. Inoltre, si avrà accesso a uno strumento riconosciuto e approvato dalla SEC.

Tutte e 11 richieste delle società di gestione di ETF sono state approvate, vale a dire:

  • ARK 21Shares Bitcoin ETF (ARKB);
  • Bitwise Bitcoin ETF (BITB);
  • Fidelity Wise Origin Bitcoin Trust (FBTC);
  • Franklin Bitcoin ETF (EZBC);
  • Grayscale Bitcoin Trust (GBTC);
  • Hashdex Bitcoin ETF (DEFI);
  • Invesco Galaxy Bitcoin ETF (BTCO);
  • iShares Bitcoin Trust (IBIT);
  • Valkyrie Bitcoin Fund (BRRR);
  • VanEck Bitcoin Trust (HODL);
  • Wisdomtree Bitcoin Fund (BTCW).

Come e Quando acquistare ETF Bitcoin Spot?

Trading ETF Bitcoin

Dopo le speculazioni sulla data di approvazione da parte della SEC, oggi i trader sono concentrati su quella dell’inizio delle contrattazioni.

Secondo Bloomberg sarà possibile sin da subito la negoziazione degli ETF BTC, dato che prima dell’approvazione i loro codici erano stati già inseriti nell’apposito elenco degli exchange traded fund, anche se non era possibile investire.

Quindi, nei prossimi giorni, se possiedi un account su uno dei migliori broker e piattaforme per ETF, potrai trovare i nuovi exchange traded fund e comprarli. Per ciò che riguarda le commissioni queste sono variabili.

Secondo gli analisti di Bloomberg saranno comunque in linea con quelle delle altre tipologie di ETF. Ad esempio, si ipotizza che BlackRock possa inserire un costo di gestione pari allo 0,2%, mentre Bitwise ha dichiarato di impostare una commissione intorno agli 0,24%.

Ovviamente questi dati varieranno in base anche al numero di sottoscrittori dello strumento: secondo le stime della società VanEck si raggiungeranno probabilmente i 14 miliardi di investimenti in ETF Bitcoin nei prossimi mesi.

Approvazione ETF Bitcoin ed effetti sulla quotazione BTC

Gli effetti dell’approvazione degli ETF BTC si sono subito evidenziati sulla quotazione dei Bitcoin, che sono letteralmente balzati a quota 47.000 $, con un netto incremento dei volumi di scambio, portando la loro capitalizzazione a superare, il valore di 1 miliardo di dollari.

Un market cap che si avvicina ai dati prima della fase di crisi del settore delle valute digitali, definito inverno delle crypto.

A risentirne è tutto il mercato delle valute. Infatti, trascinate dall’euforia anche altcoin con Ethereum, ADA di Cardano e Solana, per citare quelle a più alta capitalizzazione, hanno incrementato la loro quotazione.

Tuttavia, le previsioni per i prossimi giorni non sono semplici. Infatti, se da un lato per gli analisti di Bloomberg la quotazione dei Bitcoin potrebbe anche raggiungere i 100.000$, entro il 2024, si dovrà attendere la reazione degli investitori e del mercato.

ETF Bitcoin: come si è arrivata alla decisione

Ecco di seguito gli step principali che hanno portato alla decisione della SEC di accettare i BTC:

  • giugno 2016: viene presentata la prima richiesta alla SEC per un ETF Bitcoin;
  • 2017: continuano le proposte di creazione di ETF Bitcoin anche da emittenti come Grayscale, la società con il più grande fondo chiuso contenente BTC;
  • 2018: la SEC continua a rifiutare le proposte, ma si evidenziano i primi spiragli;
  • 2021: approvazione dei primi ETF sui Futures Bitcoin;
  • 2023: BlackRock presenta la richiesta di un ETF Bitcoin;
  • Agosto 2023: la corte di appello del Distretto della Columbia accetta l’istanza della società Grayscale, contro il rifiuto della SEC per l’approvazione BTC;
  • dicembre 2023: le domande di ETF Bitcoin giungono a 11;
  • 10 gennaio 2024: la SEC approva tutti e 11 le domande di ETF Bitcoin.

ETF Bitcoin approvati: domande frequenti

Quando sono stati approvati gli ETF Bitcoin?

L’approvazione degli ETF Bitcoin è avvenuta da parte della SEC, alle 21.30 ore italiana di mercoledì 10 gennaio 2024

Quando è possibile investire sugli ETF Bitcoin spot Usa?

L’approvazione prevede l’opportunità di investire sin da subito negli ETF Bitcoin spot sul mercato americano.

Quali ETF Bitcoin spot sono stati approvati dalla SEC?

La SEC ha approvato tutti e 11 le richieste delle società emittenti di ETF, presentate nel 2023. Trovi l’elenco nel nostro articolo.

Gennaro Ottaviano

Autore senior per FinanzaDigitale

Laurea in Economia Aziendale, conoscitore di borse, mercati e investimenti finanziari. Ho competenze di diritto e gestione societaria, con esperienze amministrative. Scrivo di diritto, economia, finanza, marketing e gestione delle imprese.

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche: