N26: Cos’è, Carte Disponibili e Recensione Completa

Come utilizzare il conto N26 e le sue rispettive carte

N26

N26 viene ad oggi considerato un vero e proprio operatore finanziario, legato ad una serie di servizi unici nel loro genere e con numerose funzionalità integrate. In altri termini una banca del tutto digitale, associata ad una carta di pagamento ricca di sorprese e di novità rispetto alla concorrenza.

Nel giro di pochi anni ha saputo incrementare la propria quota di mercato, arrivando ad oggi a contare migliaia di utenti registrati. Nel corso dei paragrafi successivi andremo ad esporre alcuni dati in merito, focalizzando l’attenzione sulla sua crescita e sui principali servizi offerti.

La piattaforma N26 permette di poter aprire un conto in pochissimi minuti e di associare lo stesso ad una vera e propria carta conto. La stessa può ad oggi essere utilizzata per effettuare pagamenti online, all’interno dei negozi fisici, o semplicemente per custodire parte dei propri capitali in giacenza.

All’interno della nostra guida approfondiremo il suo funzionamento, i vari conti sottoscrivibili, ponendo un occhio di riguardo nei confronti dei costi e delle commissioni. Aspetti, questi appena citati, che rappresentano una delle principali constatazioni da parte di chi è intenzionato a scegliere una carta comoda, flessibile, ma al contempo economica.

N26: Cos’è

N26

Prima di procedere con la visione delle principali funzionalità di N26 e delle sue diverse carte associate ai conti, è bene partire brevemente dalla storia che ha caratterizzato il successo della società.

La fondazione di N26 risale al 2013, per mano di due esperti del settore, alquanto visionari sul mondo della finanza digitale, ossia Maximilian Tayenthal e Valentin Stalf. All’interno della pagina ufficiale, N26 si definisce la banca del ventunesimo secolo, pronta ad offrire innovazione e tecnologia.

Il modello di business del gruppo, risulta effettivamente incentrato sulla possibilità di offrire servizi bancari tradizionali (così come di nuova generazione), comodamente sul proprio smartphone, tramite applicazione. In altri termini, un servizio online, legato in ogni caso alla presenza di vere carte fisiche, da poter utilizzare a propria discrezione.

Nel corso del 2019, la società ha potuto contare sull’ufficializzazione di un nuovo round di finanziamenti da ben 300 milioni di dollari. Ad oggi, il gruppo N26 opera attivamente in molti territori grazie alla presenza di circa 1.500 dipendenti, strategicamente dislocati nelle varie nazioni di appartenenza.

Gli uffici principali sono siti a Madrid, Parigi, Milano, Berlino, New York, San Paolo, Vienna e Barcellona. In ogni caso, la compagnia opera in più di 25 Paesi nel mondo, potendo beneficiare del grande vantaggio dell’online. Anche le fasi di apertura conto, possono infatti essere gestite direttamente all’interno dell’app.

N26: Come funziona

Come esposto in precedenza, è bene ricordare come il conto N26 metta a disposizione una vera e propria carta (anche fisica per specifici conti), molto differente rispetto alle tradizionali carte di pagamento ricaricabili.

Sulla stessa viene infatti apposto il nome del soggetto possessore, risultando associata ad un proprio IBAN. La presenza dell’IBAN permette così di svolgere determinate attività, che non risultano possibili attraverso una tradizionale carta prepagata , sottoscrivibile solitamente anche all’interno di tabaccherie.

Tutti gli utenti interessati, hanno quindi la possibilità di scaricare l’applicazione e di ottenere il conto con IBAN in pochissimo tempo. È inoltre possibile associare N26 ai principali sistemi di pagamento elettronici integrati sui propri smartphone, potendo pagare in esercizi con Apple Pay o Google Pay.

Per poter aprire un conto è necessario essere maggiorenni ed ottemperare tutte le fasi richieste all’interno della procedura di registrazione. Le carte conto N26 funzionano tramite il circuito di pagamento MasterCard, ossia uno dei più conosciuti all’interno del mondo finanziario.

Ne deriva la possibilità di utilizzarle in tutto il mondo, ovviamente qualora i servizi e gli esercizi ne permettano la fruizione. Essendo dotata di IBAN, risulta ad esempio possibile utilizzarla anche per accreditare in automatico lo stipendio del proprio posto di lavoro (funzione non permessa da molte carte senza IBAN).

Cosa si può fare con N26?

N26

Restando in tema funzionamento, è ora possibile approfondire i principali usi messi a disposizione dal conto ed in modo parallelo dalla carta di pagamento. Abbiamo ricordato come la stessa sia associata al circuito MasterCard e come il tutto sia gestibile comodamente tramite l’applicazione.

Con N26 risulta quindi possibile:

  • Effettuare prelievi attraverso i bancomat abilitati al servizio e che accettano (fra i tanti circuiti esistenti) anche MasterCard.
  • Effettuare pagamenti online, utilizzando in questo caso la carta associata al conto. La stessa può beneficiare di numerose procedure di controllo e di sicurezza, che andremo ad approfondire nel corso dei paragrafi successivi.
  • Gestire transazioni e pagamenti all’estero, anche in questo caso in modo rapido ed intuitivo.
  • Effettuare pagamenti tradizionali tramite bonifico, o in alternativa ricevere bonifici esterni in totale comodità.
  • Effettuare pagamenti a servizi (anche ad enti pubblici), tramite MAV/RAV, PagoPa, bollettini postali, ricariche al proprio smartphone e molto altro.

Tramite l’applicazione N26, l’utente trova tutto a portata di mano, potendo in ogni caso controllare la cronologia delle transazioni, verificare l’importo residuo e potendo addirittura effettuare alcune operazioni personalizzate.

Fra queste, ricordiamo la possibilità di poter bloccare (anche solo momentaneamente) pagamenti specifici, come quelli online. Ancora, è possibile modificare a propria discrezione sia i limiti di spesa che i cosiddetti limiti di prelievo.

N26: Apertura conto in pochi passi

Per aprire un conto è sufficiente munirsi di un proprio documento di identità valido, accedere sulla pagina ufficiale di N26 e procedere con le indicazioni richieste.

La presenza delle applicazioni per dispositivi mobili (sia per sistemi operativi iOS che Android) permette di poter effettuare la procedura anche tramite smartphone. A seguire alcune fasi, in una breve guida step by step:

  1. Verificare di far parte di uno dei Paesi dove N26 offre il proprio servizio (l’Italia è uno di questi);
  2. Verificare di possedere uno smartphone compatibile. Le indicazioni vengono riportate direttamente all’interno della pagina ufficiale;
  3. Registrarsi tramite il proprio indirizzo di posta elettronica, procedendo successivamente con la verifica della propria email tramite un semplice link di rimando;
  4. Completare la fase finale di verifica della propria identità.
N26

In merito all’ultimo punto, così tutti gli enti similari, inseriti nel settore dei servizi finanziari, anche N26 richiede la procedura KYC, di riconoscimento dell’identità. La stessa può essere portata a compimento sia tramite videochiamata con applicazione (App N26), sia tramite il sistema foto-verifica.

Conto N26: Carte disponibili

N26 mette a disposizione diverse carte, associate in modo parallelo a specifici conti. Lo stesso modello di business prevede infatti la presenza di più servizi, associati alle diverse tipologie di clientela.

Come per molti altri gruppi bancari, si parte dai conti tradizionali, ossia di base, prettamente a costo zero, tuttavia senza tante funzionalità, fino ad arrivare a conti ad hoc per un’utenza business.

Le principali carte associate ad N26 sono:

  • Standard
  • Smart
  • You
  • Metal
N26 conti

N26 Standard

La carta N26 Standard rappresenta il conto base sottoscrivibile all’interno della piattaforma N26, risultando uno dei più conosciuti. All’interno della pagina ufficiale può leggersi in merito alla presenza di zero spese di canone e possibilità di poter gestire tutto online, dal proprio smartphone.

La carta di pagamento è in questo caso virtuale (almeno per la sottoscrizione gratuita iniziale), contrariamente dai conti che vedremo a seguire. Dispone in ogni caso di IBAN Italiano per poter effettuare transazioni, procedere con pagamenti e svolgere anche operazioni contactless.

La sottoscrizione permette inoltre di poter beneficiare di 3 prelievi gratuiti al mese (tramite qualsiasi sportello abilitato nel nostro territorio) e di ricariche grazie alla presenza di CASH26.

N26 Smart

La carta N26 Smart è associata al secondo conto messo a disposizione e sottoscrivibile comodamente tramite applicazione N26 per dispositivi mobili. Richiede abbonamento mensile.

In questo caso, il cliente ha la possibilità di poter ottenere la carta fisica, disponibile in diverse colorazioni, e di gestire i propri pagamenti, avendo a disposizione i servizi esposti in precedenza, oltre che di controllare e mettere da parte risparmi.

N26 Smart mette a disposizione statistiche complete sulle transazioni, meccanismi automatici sulle categorizzazioni e numerose altre offerte. In più, tramite Spaces, è possibile creare fino a 10 comparti separati rispetto al conto primario. I prelievi in euro sono gratuiti ed illimitati, ed i pagamenti sono senza commissioni in qualsiasi valuta.

N26 You

La carta N26 You è associata al terzo conto sottoscrivibile su N26, anche in questo caso non a costo zero, bensì con abbonamento mensile.

Il cliente ha la possibilità di poter selezionare il proprio colore di preferenza, richiedendo la carta fisica. Rappresenta un prodotto molto utilizzato dai viaggiatori, poiché va ad integrare una vera e propria assicurazione (anche per gli spostamenti in città).

La carta N26 You permette in ogni caso di poter effettuare pagamenti, ricevere ed inviare bonifici, così come tutte le transazioni esistenti all’interno degli altri conti. Si ha in ogni caso la possibilità di prelevare gratuitamente presso gli ATM abilitati in tutto il mondo, ottenendo altresì sconti relativi ai partner del gruppo.

N26 Metal

Dal nome alquanto singolare, la carta N26 Metal rappresenta l’ultima proposta del segmento Premium del gruppo bancario. Anche in questo caso, si ricorda la presenza di abbonamento mensile.

La carta è interamente in alluminio e permette di effettuare le principali transazioni ed operazioni finanziarie. Per poter sottoscrivere il conto ed ottenere la carta Metal, è tuttavia necessario soddisfare i cosiddetti criteri di eleggibilità.

Fra le principali caratteristiche, ricordiamo la possibilità di poter prelevare gratuitamente in tutti gli sportelli (sia in Italia che nel resto del mondo), e la presenza di assicurazioni ad hoc sia per i viaggi all’estero che per attività svolte nel quotidiano. Anche in questo caso, troviamo esperienze, sconti ed offerte legate a società partner.

N26 IBAN Italiano

Come evinto nel corso dei paragrafi precedenti, basati sulla spiegazione delle singole carte N26, i clienti appartenenti al nostro territorio hanno la possibilità di ottenere un vero e proprio IBAN italiano.

Ciò permette di poter associare il proprio nominativo all’IBAN e di poter così effettuare numerose operazioni sia in entrata che in uscita. Un aspetto, questo appena esposto, non presente all’interno di molte altre banche online competitor, le quali mettono a disposizione solamente carte prepagate, quasi sempre senza IBAN, o con IBAN estero.

La presenza di un IBAN avente come sigla identificativa iniziale IT (e non DE come nel territorio tedesco) ben dimostra come N26 abbia lentamente allargato i propri servizi in altre nazioni, strutturando offerte ad hoc per ogni singolo Stato.

N26: Sicurezza

N26 sicurezza

Uno degli aspetti più importanti da tenere a mente nella valutazione di un conto, di una carta, o di un istituto finanziario, riguarda la sicurezza. Essendo N26 una vera e propria banca, risulta ovviamente soggetta a tutte le procedure di controllo da parte degli enti preposti alla vigilanza (sia tedeschi che italiani).

I depositi, ossia i fondi in possesso dei clienti, sono in ogni caso tutelati dalla presenza del Fondo tedesco per importi fino a 100.000 euro. Quanto alla sicurezza associata al proprio conto online, l’applicazione N26 risulta legata ad una serie di procedure e protocolli, fondamentali per proteggere il più possibile l’utente.

A seguire alcune procedure:

  • Autenticazione su un unico device: il conto N26 può essere gestito solamente su un unico smartphone, permettendo così di stare al sicuro da eventuali login esterni.
  • Login a più fasi: per poter accedere al proprio account, è necessario completare le fasi di autenticazione, come ad esempio impronta digitale, password, o riconoscimento facciale.
  • 3D Secure: permette di incrementare la protezione del proprio conto, aggiungendo più fasi di autenticazione durante le procedure online.

N26: Costi e commissioni

N26

Un secondo aspetto rilevante, da poter tenere a mente all’interno della nostra guida, riguarda la presenza dei costi e delle commissioni su N26.

Entrando nel dettaglio, il conto Standard, ossia quello associato alla carta Standard, viene messo a disposizione in modo gratuito. La carta integrata risulta tuttavia non fisica, bensì virtuale. Quanto ai costi delle carte Premium, al momento di questa stesura, troviamo:

  • Conto N26 Smart a 4,90 euro al mese;
  • Conto N26 You a 9,90 euro al mese;
  • In ultimo, conto N26 Metal a 16,90 euro al mese.

Quanto ai costi accessori, come ad esempio prelievi presso ATM nazionali ed internazionali (ove presenti), dipenderà molto dal conto sottoscritto. All’interno della pagina ufficiale è in ogni caso possibile constatare tutte le percentuali ed i costi fissi aggiornati.

N26: Recensioni

N26 Assistenza

Prima di procedere con le conclusioni finali, è bene soffermarsi brevemente sulle opinioni e recensioni su N26.

La società bancaria ha saputo nel corso degli anni incrementare la propria quota di mercato, arrivando ad oggi a superare i 7 milioni di utenti. Valore che, considerando la valenza da operatore prettamente online, rappresenta un dato considerevole.

La presenza di più conti, permette al gruppo di offrire soluzioni specifiche per ogni esigenza e necessità. Lo stesso rappresenta uno dei principali punti di forza, in associazione ai tanti servizi accessori presenti sui vari conti.

All’interno del web, è possibile individuare migliaia di recensioni su N26, attinenti anche testimonianze dirette sui servizi appena esaminati. L’assistenza gratuita, da parte di personale esperto e competente, rappresenta un ulteriore aspetto sottolineato e rilevante per gli utenti registrati.

N26: Conclusione

All’interno del nostro approfondimento abbiamo avuto modo di scoprire nel dettaglio il conto N26 e le sue carte associate.

Una prima panoramica generale, ci ha dato la possibilità di conoscere nel dettaglio la storia del gruppo N26, il quale ha saputo estendere a macchia d’olio la propria quota di mercato, soprattutto in Europa.

Le principali carte esposte sono state 4: la Standard, la Smart, la You e la Metal. Fra le principali caratteristiche, abbiamo ricordato la presenza di vere e proprie assicurazioni (per viaggi e non soltanto), per i conti Premium dallo Smart in poi, passando per commissioni competitive e costi zero per prelievi sulle carte avanzate.

Anche la fase di registrazione, spiegata nel dettaglio, ha riguardato passaggi semplificati, incentrati su pochissimi step, effettuabili comodamente anche tramite l’applicazione N26.

Conto N26 – Domande frequenti

Come caricare soldi su N26?

Ricaricare la carta N26 è molto semplice ed intuitivo. Essendo dotata di IBAN, può essere ricaricata tramite bonifico, tramite giroconto da altri servizi, o utilizzando sistemi alternativi, come ad esempio CASH26.

Come parlare con un operatore N26?

All’interno della pagina ufficiale N26 è possibile contattare l’assistenza in diversi modi. Il primo è tramite chiamata, al numero esposto sul sito ufficiale. Il secondo, prevede invece la possibilità di prenotare una chat con un operatore specializzato.

Chi c’è dietro N26?

Secondo le informazioni presenti all’interno del sito ufficiale, N26 è stata fondata da due esperti nel settore finanziario e tecnologico, ossia Maximilian Tayenthal e Valentin Stalf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.