Amazon, secondo trimestre in perdita ma boom di fatturato. Volano le azioni

Il secondo trimestre di Amazon dimostra di aver diminuito le perdite del primo trimestre 2022 e migliorato il fatturato del +7%

amazon com azioni

Amazon (NASDAQ: AMZN) chiude il secondo trimestre 2022 riducendo le perdite a 2 miliardi di dollari, in rapporto ai dati riconducibili ai primi 3 mesi dell’anno in corso.

In positivo il fatturato di Amazon che sale del +7% a 131,23 miliardi, oltre le stime degli analisti che non superavano i 119,09 miliardi di dollari.

Una ventata di ossigeno per il gigante dell’e-commerce, dopo aver chiuso in rosso il primo trimestre 2022 e subito le conseguenze della crisi internazionale che ha coinvolto il mondo intero.

Dopo aver beneficiato dei lockdown per arginare la pandemia da Covid-19 che hanno permesso all’e-commerce di raggiungere numeri da record, l’incremento dei prezzi, il caro energia e la forte pressione inflazionistica hanno recato un duro colpo alla multinazionale di Jeff Bezos.

Ciò nonostante, la solidità finanziaria e la progettualità aziendale hanno spinto Amazon verso la luce in fondo al tunnel, riducendo le perdite ed incrementando il fatturato nel secondo trimestre del 2022.

La progettualità di Amazon

progettualità amazon

Forte della solidità di una multinazionale che si è prepotentemente imposta sul mercato diversificando i propri investimenti su svariati settori, Amazon continua a migliorare i propri servizi e a garantire una costante attenzione alle richieste del mercato.

Ridurre i costi, velocizzare le spedizioni e le consegne e proporre un’offerta al cliente ricca di contenuti di intrattenimento sempre più aggiornati, spinge Amazon ad ottenere importanti risultati finanziari e a superare brillantemente le difficoltà dei mercati.

Non a caso Amazon ha annunciato 3.000 nuove assunzioni per incrementare l’organico, aumentare gli stipendi e garantire una crescita aziendale e il raggiungimento degli obiettivi prestabiliti.

In particolar modo, l’intrattenimento su Amazon Prime si arricchisce di contenuti anche in esclusiva, come ad esempio l’accesso alle partire della NFL oppure la UEFA Champions League e la tanto attesa serie TV “Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere” in uscita il prossimo 2 settembre. 

Nonostante Amazon sia stata costretta ad incrementare il canone in Europa a causa della forte inflazione che ha colpito il Vecchio Continente, l’offerta sull’intrattenimento è molto competitiva.

Previsioni azioni Amazon e terzo trimestre 2022

Le previsioni Amazon sul terzo trimestre sono in rialzo e si attestano in un range di incassi che va tra i 125 e i 130 miliardi di dollari.

Anche in questo caso sono nettamente superiori alle stime fornite dagli analisti e potrebbero portare un significativo +13%-17% in rapporto ai dati ottenuti nello stesso periodo del 2021.

I dati su indicati hanno comportato un significativo aumento del valore delle azioni Amazon (NASDAQ: AMZN) che nel post market hanno ottenuto un interessante +10%.

Considerando le previsioni in costante crescita, potrebbe essere fruttuoso valutare l’investimento in azioni Amazon (NASDAQ: AMZN), anche in virtù dello split sulle azioni AMZN con rapporto 20 a 1 che rende il titolo economicamente molto più accessibile e di conseguenza più appetibile.

Achille Bellelli

Imprenditore tech e investitore indipendente, esperto in criptovalute e strumenti di trading speculativo. Scrive per FinanzaDigitale e altri magazine economici.

Lascia un commento