Borsa Italiana cerca casa: a rischio la sede storica di Palazzo Mezzanotte

La sede di Piazza Affari della Borsa di Milano dopo quasi 100 anni andrà a gara con una base d'asta che sfiora i 7 milioni di euro di affitto annuo

Borsa Italiana

Palazzo Mezzanotte che ospita la Borsa Italiana in Piazza degli Affari n°6 da circa un secolo, potrebbe non essere più la sede storica della Borsa di Milano, il cui contratto d’affitto scadrà alla fine del 2023.

La proprietà dell’edificio fa capo alla Camera di Commercio di Milano che ha indetto un bando di gara a partire dal 2024, motivo per cui in caso di mancata partecipazione all’asta oppure aggiudicazione di altri competitor, la Borsa Italiana dovrà trovarsi un’altra sede per gestire gli scambi azionari.

I termini della gara prevedono un esborso di partenza a base d’asta di 6 milioni e 850 mila euro, corrispondente al canone di affitto richiesto annualmente dalla Camera di Commercio di Milano.

Non sarebbe certo la prima volta che una sede storica italiana si ritrovi “sotto sfratto”. Era già successo per UniCredit, costretta a trasferirsi dalla più famosa Piazza Cordusio a Piazza Gae Aulenti.


I motivi dello “sfratto” da Piazza Affari

borsa italiana sfratto

Il motivo di questa decisione è imputabile ad una rivalutazione a rialzo del contratto di affitto che fino ad oggi prevedeva un rinnovo automatico fino al 31 dicembre 2023, ma che dal 1 gennaio 2024 sarà oggetto di gara.

Nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia di appalti, la Camera di Commercio di Milano, Monza e Brianza e Lodi intende procedere mediante gara e chiarisce che non si tratta di sfratto della Borsa Italiana, bensì solo di una procedura in applicazione delle leggi in vigore.

La procedura di gara per Palazzo Mezzanotte

borsa oggi milano

Borsa Italiana avrà facoltà di partecipare alla gara e, in caso di aggiudicazione, continuare a mantenere la sua sede secolare per 6 anni, rinnovabili di ulteriori 6, come si legge nei termini pubblicati nel bando di gara.

La procedura di gara sarà gestita da Parcam Srl, società partecipata della Camera di Commercio che detiene dalla proprietà un contratto di comodato sull’immobile, e prevede la presentazione di offerte con annessa documentazione prevista entro e non oltre il 16 maggio 2022.

Palazzo Mezzanotte fu edificato nel 1928 dall’architetto Paolo Mezzanotte per espressa volontà della Camera di Commercio, proprio per ospitare all’interno dei suoi 18.700 metri quadrati di uffici la sede della Borsa Italiana.

Da Euronext non emerge nessuna dichiarazione che lasci trapelare la volontà di partecipare alla gara oppure l’intenzione di trovare un’altra sede per gli scambi azionari del nostro Paese.

Non resta anche attendere nuovi sviluppi e l’eventuale presentazione delle offerte di altri soggetti interessati entro la scadenza prevista.

Luca Conti

Esperto di mercati finanziari e trader indipendente

Esperto di mercati finanziari e trader indipendente. Collabora con Finanza Digitale curando i contenuti dedicati al trading.

Lascia un commento

Altri Articoli Su Finanza Digitale