Come ricaricare Postepay: guida completa

Oggi la PostePay è tra le carte prepagate più diffuse, grazie al fatto di essere intuitiva e di prevedere diversi sistemi di ricarica. Ecco quali sono le soluzioni per trasferire il denaro.

Come ricaricare PostePay

Come si ricarica la Postepay? È una delle domande più comuni da parte degli utilizzatori di questa carta prepagata, uno strumento affidabile, facile da utilizzare e soprattutto molto flessibile. A dimostrarlo sono proprio le oltre 19 milioni di Postepay in circolazione e i 6 milioni di Evolution, quest’ultime caratterizzate dalla presenza di un IBAN.

Le opportunità per trasferire i soldi sulla carta sono diverse. Alcune ti permettono di farlo direttamente online, altre utilizzando i contanti oppure uno strumento di pagamento digitale o tradizionale.

Conoscere come funziona la ricarica può essere utile per avere massima libertà nei tuoi acquisti  e per risparmiare, dato che alcune tipologie di trasferimenti di denaro prevedono una commissione. Nella nostra guida scoprirai tutte le modalità disponibili oggi.


Come ricaricare la Postepay

Ricarica PostePay

Poste Italiane è un ente che negli anni ha sviluppato diversi prodotti finanziari molto utili per gestire al meglio il tuo denaro. Ad esempio, puoi considerare Postevita, o mettere da parte i risparmi con i libretti postali Smart.

Il più grande successo è stato però aver creato una delle migliori carte prepagate con e senza IBAN come la PostpPay Standard, la versione Postepay Evolution e la Postepay Digital. Tra i diversi fattori che le hanno rese tra le tessere più utilizzate vi è il procedimento di ricarica. Infatti, le opportunità di trasferire il tuo denaro sono davvero tante rispetto ad altre carte simili.

Ecco quali sono:

  • ricarica da home banking;
  • online;
  • ricaricare Postepay dal bancomat;
  • da casa;
  • tabaccaio;
  • ufficio postale.
Modalità di ricaricaCosto
Ricarica conto bancarioGratuita
Carta di credito di debito o prepagataNessuna commissione
App Postepay o BancopostaGratuita
Ricarica da casaNessun costo
PayPal0,25€ + 1% sul totale della ricarica
Ufficio Postale1€
Ricarica automaticaDa 1€ 2€
TabaccaioCommissione fissa a 2€
ATMDa 1€ 3€

Ricaricare Postepay Evolution da home banking

Cos'è l'home banking

Potrai caricare la tua Postepay da un conto online. Ciò è possibile:

  • con IBAN;
  • utilizzando il servizio Postepay Open;
  • tramite home banking BPM.

Con un servizio di home banking di un altro istituto di credito potrai solo ricaricare la Postepay Evolution, dato che prevede un IBAN italiano. Quindi potrai utilizzare un conto corrente intestato a te oppure ricevere bonifici da qualcun altro: in questo caso la ricarica non prevede costi.

Per semplificare questo processo, è stata attivato anche una funzionalità che potrai gestire dall’App Postepay e che prende il nome di Postepay Open. Accedendo all’apposita area riservata, potrai gestire il trasferimento di denaro direttamente dall’applicazione, eseguendo un bonifico standard o uno istantaneo. Inoltre, questa opzione ti permette di controllare il saldo, in tempo reale, dei tuoi conti correnti.

Infine, se vuoi caricare la Postepay Standard o quella Digital dalla banca, potrai farlo solo utilizzando un conto BPM. Dall’home banking è prevista la possibilità di eseguire un trasferimento di denaro semplice. Ti basterà inserire le 16 cifre della carta, la data di scadenza e il codice di sicurezza. L’intestatario della tessera e del conto devono essere gli stessi.


Come ricaricare Postepay online

Ricarica online

Oltre al trasferimento di fondi online da un conto corrente, potrai utilizzare anche una carta di debito, di credito o prepagata intestata a te. I circuiti previsti sono quello Visa, MasterCard e VPay.

Inoltre, potrai impiegare un’altra Postepay. Per procedere con questa operazione dovrai entrare nell’app Postepay o in quella BancoPosta: ecco come.

Ricarica gratis tramite App Postepay

Il primo passo è quello di installare sul tuo smartphone l’app Postepay presente su Google Store e Apple Pay. Ti verrà richiesto di effettuare una registrazione e di inserire i dati della tua carta.

Se già disponi di un profilo Poste italiane o un conto BancoPosta, la procedura è semplificata, dato che potrai utilizzare le stesse credenziali. A questo punto, una volta avuto accesso al menu principale, dovrai selezionare la voce ricarica.

Se disponi di una Postepay Evolution ti verrà indicata la doppia opzione, IBAN e carta. Invece, per la versione base, potrai selezionare tra le diverse tipologie di carte. L’ultimo passaggio è quello di inserire gli estremi e confermare il pagamento sul sito della tessera Visa o MasterCard impiegata. Il trasferimento è istantaneo e non si applicheranno commissioni, salvo se previste dall’istituto di credito a cui è collegata la tessera.

Ricarica Postepay con App BancoPosta

Il sistema è simile se disponi di un conto BancoPosta e hai installato quest’app sul tuo cellulare. Il servizio è disponibile sia per i sistemi iOS, sia Android e potrai utilizzarlo per trasferire denaro su una Postepay nominativa o su quella intestata a un altro. Per procedere con questa operazione dovrai però aver effettuato la registrazione della SIM e autenticato lo smartphone.  

Ricarica Postepay automatica

Oggi potrai ricaricare la Postepay anche utilizzando il sistema definito di ricarica automatica. Questa funzionalità prevede l’impiego di una carta di debito o di credito. Il costo è pari a 1€ se utilizzi una tessera di Poste italiane, mentre è prevista una commissione di 2€ se impieghi quella di un altro istituto. Potrai stabilire di eseguire in modo automatico un versamento periodico.

Inoltre, avrai la possibilità di impostare alcuni parametri su quando effettuare la ricarica, stabilendo:

  • la frequenza temporale;
  • un plafond.

Nel primo caso, il trasferimento verrà effettuato settimanalmente, mensilmente o in base alla frequenza da te impostata. Se scegli l’opzione plafond, la ricarica sarà eseguita nel momento in cui è stata raggiunta una soglia minima di liquidità sulla tua Postepay.


Come ricaricare Postepay con PayPal

Ricaricare PostePay con PayPal

Se disponi di un account PayPal verificato, potrai utilizzarlo per ricaricare la Postepay. Ciò vale sia per la versione standard, sia per quella Evolution. Infatti, tra i vari servizi messi a disposizione da questa piattaforma, avrai la possibilità di collegare la Postepay come carta oppure, nel caso della versione Evolution, utilizzare l’IBAN bancario.

L’operazione è simile se impieghi l’app mobile oppure il PC. Prima di procedere, dovrai aver verificato la carta aggiungendola ai sistemi di pagamento. Questa operazione è da eseguire prima, al fine di velocizzare la ricarica. Ti basterà accedere alla sezione Strumenti di pagamento e selezionare quello che vuoi aggiungere. A questo punto dovrai cliccare sull’icona invia codici. Dovrai inserire i numeri presenti sull’estratto della carta o del conto. Ora potrai eseguire trasferimenti senza limiti.  

Ecco tutti i passaggi:

  • accedi al tuo account PayPal;
  • clicca sul saldo presente nella home page;
  • seleziona l’iconaTrasferisci denaro;
  • stabilisci l’importo da trasferire;
  • seleziona la carta o il conto.

Infine, devi considerare che l’operazione è fattibile utilizzando solo il saldo del tuo conto PayPal. Verrà applicata una commissione pari all’1% dell’importo versato, mentre per le somme inferiori ai 25€,  sarà pari a 0,25€.


Come ricaricare Postepay da ATM

Ricarica PostePay ATM

Potrai ricaricare la Postepay Evolution da ATM oppure una versione standard utilizzando uno degli sportelli Postamat. Per scoprire quello più vicino, ti basterà accedere al portale Poste italiane online e geolocalizzare la tua posizione.

Avrai l’opportunità di utilizzare una qualunque carta di credito, di debito o prepagata che sia abilitata ai trasferimenti su altre tessere. Il procedimento avviene in maniera istantanea. Ti basterà inserire nel bancomat la carta Postepay o la versione Evolution digitando il codice PIN.

Il passo successivo è quello di selezionare dal menu del bancomat la voce ricarica carta. A questo punto ti verrà richiesto l’importo che vuoi trasferire. Una volta confermato, dovrai inserire lo strumento di pagamento da utilizzare, che dovrà essere nominativo. Per i trasferimenti da una carta Poste italiane la commissione è di 1€, mentre da quelle di istituti diversi varia fino a un massimo di 3€.


Come ricaricare Postepay da casa

Tra le diverse opzioni previste per trasferire il denaro sulla tua carta Postepay vi è anche la ricarica da casa. Il sistema a domicilio funziona solo su appuntamento. Per attivarlo avrai due opportunità:

  1. contattare il servizio clienti Poste Italiane al numero 803.160;
  2. utilizzare il portale online.

Dovrai stabilire un giorno e una fascia oraria oltre all’importo da caricare. In quella data si presenterà un apposito portalettere con uno scanner, per effettuare l’operazione. Dovrai disporre della tua carta Postepay ed effettuare il versamento, il quale potrà essere fatto in contanti oppure utilizzando una tessera appartenente al circuito Visa, MasterCard o VPay. Il costo è gratuito.

Come ricaricare la Postepay di un altro

Ricaricare Postepay ai tabacchi e alle Poste

È possibile ricaricare la Postepay intestata a un altro soggetto? La risposta a questa domanda è affermativa. Un aspetto che ha reso molto diffuso l’impiego di questa carta.

Infatti, oltre ad utilizzare un bonifico, è possibile trasferire il denaro anche con altri sistemi, impiegando i contanti o una carta di credito. Ecco quali sono le soluzioni:

  • ricarica al tabaccaio;
  • ricarica presso ufficio postale.

Ricarica Postepay al tabaccaio

Potrai effettuare la ricarica Postepay presso tutti i punti SisalPay abilitati a questo servizio. In Italia sono circa 40.000. Per procedere, ti basterà disporre del numero della carta e dell’importo da versare. Se la ricarica avviene verso terzi, dovrai specificare la causale del versamento.

Inoltre, sarà richiesto il tuo documento di identità e il codice fiscale. Per eseguire il trasferimento, potrai utilizzare i contanti, con un minimo di 1€ e un massimo di 997€, oppure un’altra tessera di pagamento. La commissione è fissa ed è pari a 2€.

Ricarica Postepay all’ufficio postale

La ricarica Postepay di altri o nominativa, può essere eseguita presso un qualunque ufficio postale. In questa circostanza avrai diverse opzioni:

  • ricarica in contanti;
  • trasferimento dal conto BancoPosta;
  • utilizzo di una carta Visa o MasterCard.

Potrai versare fino a 999€ in contanti, indicando il numero della carta e la data di scadenza su cui effettuarla se non è intestata a te, oppure esibendo quella nominativa. In ambedue i casi, ti verrà richiesto un documento di riconoscimento e di specificare la causale. Potrai impiegare anche il saldo del tuo conto BancoPosta, oppure un’altra carta di credito o di debito con un plafond pari o superiore all’importo che vorrai versare. Ogni transazione prevede un costo di 1€.

Quali sono i limiti di ricarica della Postepay

I limiti di ricarica sono collegati alla tipologia di carta Postepay su cui effettui il trasferimento e allo strumento utilizzato. La versione Postepay Standard prevede un massimo di versamento pari a 3.000€, equivalente al suo plafond, con un tetto annuo di 50.000€.

Se esegui un versamento in contanti, l’importo che potrai eseguire ogni giorno non può superare i 999€. Per ciò che riguarda il trasferimento online con carta, la somma che potrai trasferire è pari a 1.500€, con operazioni che non possono superare i 500€.

Per la Postepay Evolution, utilizzando l’IBAN potrai ricaricare fino a un massimo di 30.000€, equivalente al plafond della carta. Inoltre, in un anno i trasferimenti non devono superare i 100.000€.

Per ciò che riguarda la ricarica utilizzando un’altra Postepay o una carta di un istituto diverso, l’importo per operazione è di 3.000€. Lo stesso vale se si utilizza il servizio BancoPosta online o il trasferimento attraverso le app.

Ricarica Postepay: tempi di accredito

Nella tabella seguente abbiamo riportato i tempi necessari per l’accredito della ricarica in base alla tipologia di strumento utilizzato.

Tipologia di ricaricaTempistiche
Ricarica conto corrente con IBAN24-48 ore
Ricarica da BPM24 ore
Carta di credito, di debito o prepagataImmediato
PayPal3-5 giorni lavorativi
AtmImmediato
TabaccaioIn tempo reale
Ufficio PostaleImmediato

Come ricaricare Postepay: domande frequenti

Come si fa a mettere soldi sulla Postepay?

Avrai diverse opportunità per ricaricare la Postepay, dal trasferimento da un conto online all’utilizzo di un’altra carta di credito, fino ai versamenti con gli ATM, presso un ufficio postale o un tabaccaio.

Come ricaricare la Postepay dal cellulare?

Potrai ricaricare la Postepay dal tuo smartphone utilizzando l’app Postepay o quella BancoPosta.

Quanto costa ricaricare la Postepay?

I costi per ricaricare la Postepay variano in base allo strumento di pagamento: scopri di più leggendo la nostra guida.

Argomenti:

Luca Conti

Esperto di mercati finanziari e trader indipendente

Esperto di mercati finanziari e trader indipendente. Collabora con Finanza Digitale curando i contenuti dedicati al trading.

Lascia un commento

Altri Articoli Su Finanza Digitale