Libretto postale Smart e Super Smart: Guida e Rendimenti

Per gestire al meglio i propri risparmi, una delle soluzioni più interessanti e convenienti è il Libretto postale che, da oltre un secolo, è il mezzo più semplice e sicura per impiegare i propri risparmi accumulati con la garanzia, in ogni momento, della massima liquidità.

Disponibili in diverse tipologie per rispondere alle varie esigenze della clientela postale, i Libretti possono essere utilizzati per versamenti e prelievi.

Oggi non è più possibile aprire Libretti postali al Portatore, dunque si deve optare per i Libretti postali Nominativi.

Per decenni e decenni, il Libretto postale (soprattutto al portatore) ha rappresentato uno dei principali strumenti di gestione del risparmio per poter porre al sicuro i propri “soldini” accumulati, dopo una vita di sacrifici e di duro lavoro.

Ancora oggi, questo importante strumento e servizio di gestione del risparmio, emesso da Cassa Depositi e Prestiti per Poste Italiane, rimane una delle più tradizionali forme predilette e più sicure per allocare i propri danari.

Oltre al Libretto Postale Ordinario, è possibile optare per il Libretto Smart, la soluzione più moderna, gestibile anche tramite il canale Internet, con l’utilizzo dello smartphone o del tablet. Ma quali sono le caratteristiche peculiari? Conviene aprire un Libretto postale Smart? Scopriamolo in questa guida.

Libretti Postali: caratteristiche distintive

libretto postale smart

I Libretti Postali quale migliore forme di gestione del risparmio, presentano le seguenti caratteristiche distintive:

  1. sono emessi da Cassa Depositi e Prestiti per Poste Italiane
  2. sono garantiti dallo Stato italiano dal 1875;
  3. è possibile fare versamenti in contanti e prelievi presso qualsiasi ufficio postale ubicato sul territorio italiano;
  4. è possibile versare assegni bancari SOLO ed esclusivamente presso la filiale postale dove è stato aperto il Libretto,
  5. sono depositi a vista, rimborsabili in qualsiasi momento;
  6. non comportano alcuna spesa di apertura, di gestione e di estinzione;
  7. sono assoggettati annualmente ad un’imposta di bollo fissa pari a € 34,20 se il cliente è persona fisica e ad € 100,00 se il cliente è persona giuridica;
  8. se il soggetto-risparmiatore è una persona fisica, l’imposta non è dovuta quando la giacenza media annua non eccede i € 5.000,00;
  9. maturano interessi a decorrere dal giorno del versamento fino alla data del prelievo, con capitalizzazione annua al 31 dicembre di ogni anno;
  10. diventano infruttiferi trascorsi cinque anni dall’ultima operazione annotata se il credito è pari o inferiore a € 250,00.
LEGGI TUTTO
Fintech: quali cambiamenti ci attendono? 5 trend da tenere sott’occhio

Libretto Postale Smart: le caratteristiche distintive

i libretti nominativi Smart possono essere intestati a persone fisiche maggiori d’età (è consentita l’intestazione di un solo libretto nominativo Smart alla stessa persona fisica o gruppo di persone), permettono l’accesso al portale del Risparmio Postale On Line (RPOL) disponibile sul sito di Poste Italiane.

Mediante accesso online, è possibile consultare saldo e movimenti del Libretto Smart, sottoscrivere e rimborsare i Buoni Fruttiferi Postali dematerializzati.

Il Libretto Smart è una soluzione dinamica e affidabile per gestire i risparmi: grazie ai servizi messi a disposizione sul sito di Poste Italiane dedicato al Risparmio, si può operare sia tramite il canale internet (con il servizio RPOL) che tramite smartphone o tablet (con l’AppRisparmioPostale).

Richiedendo l’abilitazione presso l’Ufficio Postale, si possono anche trasferire somme dal conto corrente bancario al Libretto Smart mediante bonifico bancario.

Si può richiedere l’apertura del Libretto Smart anche in forma dematerializzata, in alternativa alla tradizionale forma cartacea. Aprendo un libretto in forma dematerializzata, è possibile effettuare tutte le operazioni senza più la necessità di disporre del supporto cartaceo.

Tassi Offerta Super Smart: nuovi tassi 

Dal 5 luglio 2017, sull’accantonamento portato a scadenza, viene riconosciuto un tasso dello 0,4% (tasso lordo) ovvero 0,3% (tasso netto) se la durata è di 360 giorni.

Nel caso di durata di 540 giorni, viene riconosciuto un tasso lordo annuo dello 0,55% sull’accantonamento portato a scadenza, ovvero dello 0,41% (tasso netto).

Grazie all’Offerta Super Smart, puoi accantonare a 360 e 540 giorni somme sul Libretto Smart e ottenere, a scadenza, un tasso di interesse più elevato rispetto a quello applicato sulle somme libere.

Ricordati di portare un documento di identità e il Codice Fiscale per procedere con l’apertura del Libretto Postale Smart.

LEGGI TUTTO
Buoni Ordinari del Tesoro (BOT): Caratteristiche e Come investire

Per quanto concerne il saggio di interesse base applicato al libretto postale Smart è di entità percentuale dello 0,001% ed agli interessi maturati si applica una ritenuta del 26%.

Il Libretto è assoggettato con periodicità annuale ad un’imposta da bollo fissa pari a 34,20 euro; l’imposta non è dovuta quando la giacenza media è complessivamente non superiore ai 5.000 euro.

Come fare ad attivare il servizio RPOL?

Il servizio RPOL viene attivato entro 5 giorni dall’adesione al Libretto Smart. Per accedere ai servizi on line, è comunque necessario essere registrati al sito poste.it. I Servizi Informativi di RPOL sono richiesti in automatico con l’adesione al Libretto Smart e, una volta attivato RPOL, per usufruire dei Servizi Informativi è sufficiente accedere all’area protetta del sito risparmiopostale.it.

L’abilitazione ai servizi dispositivi di RPOL deve essere appositamente richiesta o in fase di adesione a Smart, compilando l’apposita sezione del modulo di adesione/richiesta, o in un momento successivo, compilando l’apposita modulistica a disposizione presso gli uffici postali. In entrambi i casi è comunque necessario comunicare il numero di cellulare da associare.

Libretto Postale: offerta Super Smart

L’offerta Super Smart consente di accantonare le somme depositate sul proprio Libretto per ottenere un tasso di interesse più elevato rispetto al Tasso Base dello stesso, secondo le modalità e i termini stabiliti nel Foglio Informativo.

Le somme depositate sul libretto Smart maturano interessi a decorrere dal giorno in cui il versamento è effettuato in contanti o l’accredito delle operazioni autorizzate dal soggetto depositante, nonché l’accredito degli importi degli assegni versati dopo l’incasso, fino al giorno del prelevamento del credito liquido risultante.

LEGGI TUTTO
Conti correnti online: come funzionano e quali vantaggi offrono

Gli interessi maturati sono computati con il criterio dell’anno civile, secondo il metodo scalare, capitalizzati al 31 dicembre di ogni anno e registrati contabilmente dopo la loro capitalizzazione.

Nel caso in cui il credito annotato sul libretto cartaceo o risultante dalle registrazioni contabili sul libretto dematerializzato sia inferiore a 250 euro, il Libretto cessa di essere fruttifero trascorsi 5 anni dall’ultima operazione registrata contabilmente.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD.