Inflazione record in Europa, negli USA e in Asia nel 2022

Prezzi in costante crescita nell’Eurozona, negli Stati Uniti, in Cina e in Turchia a causa soprattutto del caro energia e del conflitto tra Russia ed Ucraina

inflazione record

In attesa che la Banca Centrale Europea si riunisca per esprimersi sulle azioni da adottare per contrastare l’inflazione che incombe in tutta Europa, la situazione globale non è certamente più favorevole.

Dopo la grave crisi pandemica e le nuove incertezze economiche causate dall’instabilità dovuta alla situazione ucraino-russa, sembrano necessarie misure ad hoc per limitare i danni.

Tuttavia, la decisione non sembra certo così facile; se da un lato si pressa per intervenire aumentando i tassi di interesse con l’obiettivo di tenere a bada l’inflazione galoppante, dall’altro lato questa misura potrebbe rischiare di stoppare la ripresa economica programmata.

Inflazione in Italia al 6,7%

La pressione inflazionistica in Italia rispecchia quella dell’Eurozona e, secondo i dati Istat, ha già raggiunto il 6,7% su base annua.

Nello specifico si è registrato un aumento dei prezzi di circa 6 punti base rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Si nota come l”inflazione sia schizzata anche se rapportata all’inizio del 2022, dove si attesta un +5,4% rispetto al mese di Gennaio.

In Italia, la regione Sicilia è tra le prime ad aver subito il colpo inflazionistico, con un +6,8% che, in riferimento allo scorso anno è incrementato di quasi il 6%.

Anche la Liguria e il Trentino Alto Adige sono le regioni maggiormente colpite dall’inflazione, rispettivamente con il 6,4% e il 6,5%.

Inflazione in Europa al 7,5%

Unione Europea

Concentrandoci sul vecchio continente, la situazione sembra peggiorare negli altri Paesi europei dove si stima una media inflazionistica del 7,5%.

La situazione inflazionistica in Spagna sembra aver toccato un record che non si registrava da 40 anni: +9,8% su base annua.

Una pressione inflazionistica determinata dal fattore predominante del caro energia che ha causato incrementi significativi sui prezzi del gas, dell’elettricità e del carburante.

In Germania la percentuale inflazionistica si attesta al 7,3%, mentre sembra andare meglio in Francia, dove l’inflazione è limitata al +4,5%.

Non sembra andare meglio al Regno Unito dove l’inflazione ha raggiunto la quota del 7% e le previsioni sono ancora più drammatiche, attestando un +8,7% entro la fine del 2022.

Inflazione record negli USA e in Asia

inflazione usa

Dati allarmanti provengono anche oltreoceano, dove negli Stati Uniti l’inflazione ha toccato quota 8,5%, una percentuale che non si raggiungeva dal 1981.

La Turchia invece registra un dato davvero drammatico, con l’inflazione che è letteralmente schizzata al 61,14% su base annua; in particolare, il settore trasporti ha registrato un dato che sfiora il +100% rispetto all’anno precedente.

Anche in Cina cominciano a preoccuparsi, visto che l’inflazione ha già raggiunto l’1,5% su base annua e si comincia ad intravedere lo spauracchio di pericolosi rialzi a causa del nuovo lockdown pandemico e del conflitto in atto tra Russia ed Ucraina.

A risentire maggiormente del caro prezzi sono alloggi, trasporti, beni di consumo e servizi, settori in cui l’inflazione non sembra arrestarsi, anche se secondo i pareri di alcuni esperti sembra essersi già raggiunto il picco massimo dell’inflazione.

Come investire con l’inflazione?

come investire con l'inflazione

Da ormai tanti anni si teme lo spauracchio dell’inflazione: un mostro invisibile dal quale proteggerci oppure un dato sul quale dover prendere opportune contromisure?

Il fenomeno inflazionistico potrebbe essere transitorio, pertanto potrebbe bastare un’adeguata gestione delle proprie finanze per superare l’evento.

Se invece la pressione inflazionistica risultasse strutturale, la contromisura da adottare è certamente quella di evitare in primo luogo di lasciarti erodere i tuoi risparmi immobili sul conto corrente ed investirli con ponderatezza.

Salvaguardare i tuoi risparmi e allo stesso tempo farli fruttare potrebbe essere la soluzione più funzionale in un periodo di incertezza economico-finanziaria; proprio in questi casi, alcuni asset tendono a mantenere una certa stabilità e addirittura incrementare il loro valore.

Capire come difendersi dall’inflazione ed adottare le giuste strategie finanziarie potrebbero salvaguardare il tuo patrimonio economico ed evitare che si riduca nel tempo.

Luca Conti

Esperto di mercati finanziari e trader indipendente

Esperto di mercati finanziari e trader indipendente. Collabora con Finanza Digitale curando i contenuti dedicati al trading.

Lascia un commento