Terzo trimestre di Meta Platforms disastroso: bruciati 9,4$ miliardi nel 2022

Il flop sul Metaverso e i minori introiti pubblicitari hanno condizionato negativamente il terzo trimestre 2022 di Meta Platforms

meta

Il terzo trimestre 2022 di Meta Platforms si chiude in negativo. I dati presentati dalla holding che guida il social network Facebook mostrano un peggioramento finanziario.

Il Metaverso di Zuckerberg non decolla e gli introiti pubblicitari diminuiscono a causa della crisi economica globale, quanto basta per registrare un terzo trimestre disastroso per Meta che ha dilapidato ben 9,4 miliardi di dollari nei 9 mesi dell’anno in corso.

Sin da quando Mark Zuckerberg ha lanciato la sua idea visionaria sul Metaverso, i numeri non hanno supportato fino ad oggi gli obiettivi prefissati dalla holding, anche se come specificato dallo stesso ceo founder si tratta di un progetto a lungo termine che necessita di tempo.

Un tempo che i mercati non sembrano essere disposti ad aspettare, dato che dopo l’annuncio dei risultati deficitari del terzo trimestre 2022, le azioni Meta sono crollate del 23%, come dimostra il grafico in tempo reale di seguito riportato.

Il ciclone finanziario abbattutosi su Meta Platforms non sembra essere destinato a placarsi, visto che le previsioni per il quarto trimestre appaiono ad oggi negative e l’analisi sull’andamento per tutto l’anno 2022 vede il titolo crollare del 68%.


I dati del terzo trimestre 2022 di Meta

I dati del terzo trimestre 2022 di Meta Zuckerberg

I dati allarmanti sul terzo trimestre 2022 di Meta Platforms evidenziano una perdita di 550 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato dall’inizio dell’anno ed il record più negativo dal 2016.

Meta Platforms sembra aver subito più di tutte le altre Big Tech le conseguenze della crisi economica globale, con Alphabet (NASDAQ: GOOG) e Microsoft (NASDAQ: MSFT) che hanno deluso le attese nel terzo trimestre.

Le previsioni su Meta stimavano utili per azione a 1,89 dollari, ma la holding ha comunicato solo 1,64 dollari, mancando di 0,25 dollari l’analisi degli esperti.

I profitti netti sono crollati del 52% a 4,4 miliardi, mentre i profitti operativi sono scivolati del 46% a 5,66 miliardi di dollari.

Il fatturato di Meta Platforms è leggermente superiore alle attese, registrando 27,72 miliardi di dollari contro i 27,38 miliardi di dollari stimati.

Conviene investire in azioni Meta?

Conviene investire in azioni Meta?

I numeri negativi registrati da Meta Platforms nel terzo trimestre del 2022 non sembrano tanto far cambiare idea agli investitori interessati ai punti di forza del colosso tech.

Gli utenti medi giornalieri del social network Facebook sono 1,98 miliardi, mentre quelli mensili sono 2,96 miliardi. A questi vanno aggiunti anche gli utenti mensili di Instagram che sono 2 miliardi ed altrettanti quelli di WhatsApp.

Volumi da capogiro che tuttavia non bastano a superare la crisi economica finché non riparte il settore pubblicitario, ma che continuano a far breccia nelle strategie finanziarie dei trader.

Investitori fortemente interessati ai progetti a lungo termine di Meta Platforms che riguardano la realtà virtuale, un progetto che oggi non ha sortito i frutti sperati ma che in futuro potrebbe partire a gonfie vele.

Comprare azioni Meta Platforms (NASDAQ: META) attraverso le piattaforme di trading online potrebbe rivelarsi quindi un’interessante operazione finanziaria, oggi ad un costo più vantaggioso, in grado di offrire potenziali guadagni al netto dei rischi di mercato.

Luca Conti

Esperto di mercati finanziari e trader indipendente

Esperto di mercati finanziari e trader indipendente. Collabora con Finanza Digitale curando i contenuti dedicati al trading.

Lascia un commento

Altri Articoli Su Finanza Digitale