Trading online: cos’è, come funziona e guida pratica per iniziare

Con il trading online puoi accedere in autonomia ai mercati di tutto il mondo. Scopri come funziona e quali sono i vantaggi di dedicarti a questa attività.

Trading online

In Italia sono circa 6,7 milioni le persone che fanno trading online, un numero che aumenta di 5 volte se valuti i trader presenti in tutto il mondo. Un’attività che ha avuto un impulso elevato grazie alla digitalizzazione e allo sviluppo delle tecnologie applicate alla finanza.

Oggi ti basta un dispositivo digitale per accedere ai più grandi mercati del mondo, come il NASDAQ, oppure investire sulla Borsa Italiana. Infatti, il trading online prevede un complesso di attività attraverso cui potresti realizzare un surplus economico, anche nei momenti di incertezza economica e di alta inflazione.

Per alcuni è diventato un vero e proprio lavoro, da svolgere full time o part time, che richiede formazione e conoscenze. Tuttavia, se da un lato tutti possono fare trading, dall’altro solo alcuni raggiungono i loro obiettivi.

Se vuoi iniziare a investire come principiante e ottenere risultati, nella nostra guida troverai tutte le informazioni per comprendere cos’è il trading, come funziona e come dedicarti a questa attività.

Trading online: significato

Cos'è il trading online

Il trading online non è altro che l’acquisto e la vendita di strumenti finanziari in borsa, sul forex e su altri mercati per ottenere un guadagno dalle variazioni dei prezzi giornalieri.

È un’attività che puoi svolgere in autonomia, utilizzando appositi siti Internet che prendono il nome di piattaforme di trading collegate a società di investimento: i broker.

Un broker è un intermediario, attraverso cui potrai avere tutta una serie di strumenti per valutare gli asset su cui investire, oltre alla tecnologia con cui effettuare la compravendita di un titolo e conservarlo nel tuo portafoglio. Potrai operare attraverso un delle migliori banche di investimento, oppure utilizzando uno dei migliori broker riconosciuti.

Il trading online è il riflesso dell’evoluzione delle tecnologie digitali applicate alla finanza, un sistema utile per creare un surplus economico da integrare al tuo stipendio o iniziare una nuova attività di lavoro.

Differenze tra investimento e trading

Spesso si confonde il trading online con il concetto di investimento, considerandoli due termini intercambiabili. Ciò porta anche a definire simili le figure di:

  • investitore;
  • trader.

Le differenze sono sostanziali sia per quanto riguarda i meccanismi utilizzati per realizzare un profitto, sia per gli obiettivi. Iniziamo da questi. Un investitore ha come fine la creazione di un portafoglio equilibrato che offra nel tempo un rendimento contante. Ciò lo porta a operare con una tempistica che quasi sempre va a lungo termine.

Dal punto di vista degli strumenti finanziari tenderà a comprare asset che possono permettergli di raggiungere il suo obiettivo, ad esempio azioni ad alti dividendi, ETF, BTP, obbligazioni e beni rifugio.

Un trader è colui che opera su un periodo più ristretto, nel breve e medio termine, con l’obiettivo di trasformare le sue operazioni in una liquidità immediata.

Ciò lo porta ad acquistare asset che prevedono maggiore volatilità e con posizioni che spesso si chiudono nella stessa giornata. Tuttavia, un trader può essere a suo tempo anche un investitore.

Il trading online è l’attività di compravendita di asset sui principali mercati, svolta in completa autonomia, davanti a un computer

Come funziona il trading online

Come funziona il trading online

Prima dell’avvento di Internet, se volevi operare sul mercato da trader non professionista, potevi farlo solo in maniera indiretta. Dovevi richiedere l’intermediazione di un consulente, il quale si sarebbe interfacciato con una società di brokeraggio per acquistare un prodotto finanziario.

Lo stesso valeva in caso di liquidazione delle tue quote. Un processo che prevedeva costi elevati, tempistiche lunghe e soprattutto capitali alti. Basta considerare che il consulente otteneva un guadagno in base al volume di investimenti effettuati.

La digitalizzazione ha semplificato il processo eliminando alcuni passaggi:

  • prima di Internet: trader – intermediario – società di brokeraggio – acquisto asset;
  • con il trading online: trader – broker – acquisto diretto di asset.

Oggi puoi operare in completa autonomia e ti sarà sufficiente avere una linea Internet a banda larga, un computer, o altri dispositivi digitali, e un account su una piattaforma di trading.

Quando effettui un ordine, questo verrà salvato sul database della piattaforma, la quale acquisterà o venderà il relativo asset sul mercato nel momento in cui verrà raggiunto il prezzo che hai stabilito.

In questa maniera potrai ottenere subito un riscontro della tua operazione, e nel caso di surplus di denaro, trasferire i tuoi soldi sul tuo conto bancario o utilizzarli per nuovi investimenti.

Il tutto si svolge:

  • online;
  • in tempo reale;
  • con costi ridotti.

Chi può fare trading online

A questo punto è lecito domandarsi chi possa fare trading online. Fino a pochi anni fa investire in borsa era un’operazione svolta solo da trader professionisti o da utenti retail con capitali elevati.

Con il trading online i costi delle piattaforme si sono abbassati a pochi centesimi a operazione e i capitali necessari per operare in borsa si sono ridotti. Per esempio, se investi con un broker come eToro, puoi iniziare anche con un importo minimo di 50€.

In un certo senso Internet ha democraticizzato il trading online: tutti possono dedicarsi a questa attività. Tuttavia, il trading online non è adatto a tutti. Infatti, tieni presente che eventuali guadagni non sono garantiti e come trader potresti perdere del denaro sui mercati, dato che sono previsti dei rischi.

Inoltre, ottenere un ritorno economico dall’attività di trading non è una cosa immediata, ma richiede una conoscenza di base del mercato e degli strumenti finanziari. Solo così potrai limitare i rischi e ipotizzare un possibile guadagno futuro.

Leggi anche la nostra guida su dove fare trading online gratis e investire in modo sicuro

Come fare trading online

Come fare trading

Sfatiamo subito un mito. Se vuoi avere delle probabilità di guadagno nel trading online, devi seguire dei precisi passaggi al fine di affrontare il mercato con i giusti strumenti.

Non basta semplicemente acquistare un asset. Infatti, anche in un momento come quello odierno, in cui vi è un trend in discesa con il crollo delle borse, è necessario analizzare attentamente quali siano i titoli su cui investire.

Il trading online è un lavoro come tutti gli altri e, come tale, prevede di acquisire le giuste competenze e le conoscenze di base, un qualcosa che richiede un certo tempo.

In questa prospettiva ecco quali sono i passaggi che ti permetteranno di approcciarti nel modo giusto a questa attività:

  1. fissa un tuo obiettivo;
  2. accetta il rischio;
  3. studia il trading online;
  4. scegli il broker;
  5. fai pratica con un conto demo;
  6. inizia a investire realmente.

1. Fissa un obiettivo

Il primo step è quello di domandarsi il perché hai scelto di fare trading online. Le motivazioni sono diverse; per esempio, puoi valutare di operare in borsa per ottenere nell’immediato un surplus economico, oppure mettere da parte dei soldi per la tua pensione o per realizzare un progetto.

Fissare un obiettivo è fondamentale al fine di mettere in atto le giuste strategie per raggiungerlo nel tempo più breve. Inoltre, nei momenti di crisi economica, può essere utile al fine di valutare cosa fare delle posizioni che hai aperto.

2. Accetta il rischio e stabilisci un budget

Stabilisci il budget

Altro comportamento indispensabile per iniziare a fare trading online è fissare un budget economico. Cosa significa? Dovrai stabilire quanti soldi vuoi investire.

Per esempio, se hai messo da parte 1.000 euro puoi utilizzarli per il trading. Tuttavia, qualunque sia l’Importo di liquidità che decidi di investire, una volta fissata la somma, non dovrai più aggiungere soldi al tuo portafoglio.

Solo così potrai salvaguardare gli altri tuoi beni. Questo ci porta a considerare un altro aspetto. Il trading online è un’attività che si basa su regole matematiche in cui potrai ottenere un guadagno con il rischio di perdere del denaro. Quindi, devi accettare anche che un tuo investimento vada male.

In questo caso, devi avere l’abilità di chiudere una posizione, anche se questo significa vedere il tuo capitale dimezzarsi. Se non vuoi accettare il rischio, vi sono comunque altre alternative per ottenere un surplus economico.

A questo proposito, ti inviato a leggere le nostre guide su come guadagnare 500 euro al giorno, 2.000 euro al mese e come fare soldi in una notte.

L’attività di trading prevede un rischio variabile in base alla tipologia di investimento che deciderai di affrontare.

3. Studia il trading online

Imparare a investire richiede tempo e dedizione. Pertanto, prima di avvicinarti al mercato, può essere utile partecipare a un corso di trading per principianti. Esistono percorsi online sia gratis, sia a pagamento.

Gli stessi broker ti permettono di accedere a sezioni apposite in cui potrai avere tutte le informazioni necessarie per imparare a fare trading.

Infatti, alcune piattaforme come Plus500 Trading Accademy, eToro, Binance e Capex.com, mettono a disposizione un vero e proprio sistema di tutoraggio attraverso cui potrai avere quelle competenze che ti serviranno a prendere decisioni sempre migliori sui mercati e a far crescere le tue capacità di trader.

4. Apri un conto di trading su un broker

Broker online

Ora che hai lo “starter kit”, il passo successivo è quello di scegliere un broker affidabile e riconosciuto e aprire un conto di trading.

Un’operazione che puoi fare online da qualunque dispositivo, collegandoti alla piattaforma che hai deciso di utilizzare.

Dovrai inserire l’indirizzo e-mail, creare una password ed effettuare un video selfy come verifica. Per attivare il tuo conto, ti basterà effettuare un primo versamento di un importo variabile in base alla tipologia di broker scelto.

Leggi anche la nostra guida su come investire nel 2023

5. Fai pratica con un conto demo

Le migliori piattaforme di trading ti permettono di iniziare subito a operare senza rischi, utilizzando un conto demo. È un sistema che simula l’operatività della piattaforma reale.

Infatti, potrai giocare in borsa utilizzando del denaro virtuale, andando a riprodurre le stesse attività che potrai fare con i soldi veri: dai grafici in tempo reale alle news, dagli ordini all’inserimento di stop loss e take profit, fino alla possibilità di personalizzare la tua piattaforma.

Un sistema molto utile per diversi motivi:

  • puoi apprendere come funziona la piattaforma senza perdere soldi reali;
  • hai l’opportunità di valutare se ciò che hai appreso sia utile per investire;
  • puoi sviluppare strategie di trading se hai già competenze avanzate;
  • hai la possibilità di valutare se le tecnologie di una specifica piattaforma si adattano alle tue necessità di investimento.

Leggi la nostra guida sui conti demo

6. Inizia a investire: imposta un ordine

In qualunque momento, potrai passare da un conto demo a quello reale ed iniziare a fare trading con denaro vero. Ti basterà confermare la tua iscrizione con un versamento di denaro, se non lo hai già fatto, e scegliere su quale asset operare.

Quando acquisti (o vendi) un’azione, un ETF o qualsiasi altra asset class, devi scegliere il tipo di ordine di compravendita che vuoi effettuare.

Quelli basilari nel trading online sono:

  • gli ordini di mercato;
  • gli ordini condizionati.

Gli ordini di mercato vengono eseguiti immediatamente al miglior prezzo disponibile in quel momento. Invece, quelli condizionati – definiti anche a limite – non vengono necessariamente eseguiti subito, ma restano in sospeso fino al verificarsi di un determinato evento, come il raggiungimento di una precisa quotazione.

In questa categoria rientrano anche gli strumenti di gestione del rischio, come gli stop loss, un sistema che consente di uscire dalla posizione se il prezzo dello strumento scende sotto una soglia prestabilita, limitando le tue perdite. Viceversa, puoi inserire un take profit, con cui chiuderai la posizione nel momento in cui il tuo guadagno sarà soddisfacente.

Piattaforme online di trading: come sceglierle

Piattaforme di trading online

Se non possiedi già un conto di trading, in questo paragrafo andremo a indicare quali sono i parametri utili per riconoscere un broker affidabile e sicuro da una probabile truffa sul trading online.

La scelta dell’intermediario è di fondamentale importanza per operare in borsa. Infatti, un broker:

  • gestirà in maniera indiretta i tuoi fondi, dato che verranno archiviati su conti correnti specifici;
  • eseguirà gli ordini sul mercato e per questo dovrà avere tecnologie che permettono di processare un’operazione in pochi decimi di secondo;
  • ti metterà a disposizione diversi strumenti finanziari su cui potrai investire;
  • dovrai analizzare, in tempo reale, quotazione, grafici e analisi fondamentale di ogni asset – di conseguenza, il broker dovrebbe fornirti informazioni utili a questo scopo.

Tra i parametri da valutare per distinguere una piattaforma affidabile e sicura, devi considerare la presenza di un’autorizzazione da parte degli enti di controllo finanziari italiani ed europei, come il CySEC, l’FCA e la Consob.

Inoltre, è utile controllare i diversi sistemi di pagamento, oltre alla trasparenza per ciò che riguarda le commissioni o l’applicazione degli spread. Come scegliere il broker più adatto alle tue esigenze?

Tra quelli riconosciuti in Italia, alcuni prevedono la presenza di particolari tecnologie utili se hai poca esperienza sul mercato. In particolare, puoi prendere in considerazione di registrarti alla piattaforma eToro che prevede un sistema innovativo basato sul social trading e una tecnologia attraverso cui puoi copiare un trader più esperto, definita Copy Trading.

Altra opportunità è scegliere il broker Capex.com, il quale è tra i siti di trading con il maggior numero di autorizzazioni in Europa e con un vasto numero di strumenti per investire. Infine, puoi optare anche per una piattaforma di trading bancaria, come la Fineco Trading, collegata all’omonimo conto. In quest’ultimo caso potrai combinare uno dei migliori conti correnti online, con la possibilità di investire.

1 Miglior Broker del 2022
etoro
  • Azioni, crypto, ETF
  • 20+ milioni di utenti
  • Social Trading
  • Conto Demo gratis
  • 9.7
    Rated 5 stars out of 5
  • 50 $ deposito minimo
  • Reg. CONSOB 2830
capex trading
  • Partner Juventus
  • Piattaforma Web e App
  • Licenza CySec, ASF, CNMW
  • 8.7
  • 100 € deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4640
liquidityx
  • eBook sul trading scaricabili
  • Piattaforma MetaTrader 4
  • Conto Demo CFD gratis
  • 9
    Rated 5 stars out of 5
  • 250 $ deposito minimo
  • Reg. CONSOB 5311
plus500
  • Trading CFD
  • Conto demo gratis
  • Licenza ASiC, CySEC. Reg. CONSOB
  • 8.5
    Rated 4.5 stars out of 5
  • 100 € deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4161
naga
  • Azioni, crypto, ETF
  • Copy Trading
  • Conto Demo gratis
  • 8.2
    Rated 5 stars out of 5
  • 50 $ deposito minimo
  • Reg. CONSOB 3844
trade republic
  • Azioni, crypto, ETF
  • 1+ milioni di clienti
  • Piani di risparmio lungo termine
  • 8
    Rated 5 stars out of 5
  • 50 $ deposito minimo
  • Reg. BaFin Trade Republic Bank
avatrade trading
  • Piattaforma Web, App e MT4/MT5
  • Guida al Trading
  • Licenza CySec
  • 7.6
    Rated 4 stars out of 5
  • 100 € deposito minimo
  • Reg. CONSOB 2640
broker trading
  • Conto di risparmio e trading
  • Investi in azioni e IPO
  • 1 milione di strumenti finanziari

*Capital is at risk

  • 7.5
  • Nessun deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4792
xtb trading
  • Azioni e ETF reali 0% commissioni
  • Materiale formativo per principianti
  • Conto Demo gratis
  • 7.2
    Rated 5 stars out of 5
  • 100€ deposito minimo
  • Reg. CONSOB 3569

Scegliere la migliore piattaforme di trading è importante al fine di avere accesso agli strumenti ideali per operare sui mercati

Broker vs conto bancario: confronto diretto

Conto di trading onlineBanche per investire
Presenza di un conto demoConto demo non disponibile
Ampio numero di assetAvrai l’operatività completa sulla Borsa di Milano e una selezione di asset sui principali mercati esteri
Operatività DMA e CFDOperatività DMA
Registrazione immediataRichiede prima l’apertura di un conto online
Non è previsto un canone mensileDovrai pagare un canone per l’utilizzo della piattaforma
Commissioni basse e spread competitiviSono previste commissioni di ingresso e di uscita

Oggi le piattaforme di trading bancarie prevedono tecnologie che fanno concorrenza ai broker. Inoltre, ti offrono una sicurezza di operare attraverso un istituto di credito. Quali scegliere?

Le differenze tra i due sistemi sono diverse, sia dal punto di vista operativo, sia economico. In primo luogo, i conti bancari non hanno una piattaforma demo e quindi sono poco adatte se parti da zero.

Inoltre, con un broker di trading potrai operare sia utilizzando i CFD trading, sia operando con l’acquisto diretto (DMA) di un asset. Invece, le piattaforme bancarie sono focalizzate principalmente sulla seconda opzione.

Per registrarti a un broker online, ci vogliono pochi minuti, mentre quelle bancarie richiedono prima l’apertura di un conto online e solo in seguito la possibilità di investire. Infine, dal punto di vista economico, vi sono enormi differenze di costi. Per esempio, nei broker non è presente un canone di operatività e le commissioni sono competitive. Invece, in quelle bancarie avrai costi più elevati.

Modalità operative del trading online

Modalità operative nel trading online

Per entrare nel dettaglio su come fare trading online, a questo punto è utile conoscere quali siano le modalità operative per acquistare e vendere asset.

Avrai tre opportunità:

  1. acquisto DMA;
  2. CFD trading;
  3. trading passivo.

L’acronimo DMA sta per Direct Market Access, ovvero l’acceso diretto al mercato, un sistema utilizzato dai broker per semplificare la compravendita di un titolo. Potrai possedere un prodotto finanziario in modo reale e mantenerlo nel tuo portafoglio.

In questo caso, il guadagno lo otterrai se:

  • l’asset aumenta di valore;
  • sono presenti dei dividendi, oppure interessi sul capitale come nel caso degli ETF e dei BTP.

La seconda opzione è quella del trading CFD, acronimo che identifica i contract for difference. Sono contratti per differenza che andrai a stipulare con il broker su un asset sottostante.

Questi strumenti finanziari ti permettono di inserirti in una posizione di acquisto o di vendita anche con un capitale ridotto, dato che non subentrerai sull’intero valore del titolo che stai acquistando, ma solo in quello stabilita dal contratto.

Inoltre, grazie alla leva finanziaria, potrai investire anche su una somma economica più alta. Infine, puoi operare sia nei momenti di crescita economica, sia nei trend a ribasso, per esempio utilizzando la strategia di shortare in borsa. Queste caratteristiche rendono i CFD strumenti molto rischiosi, a cui ti dovrai avvicinare dopo aver acquisito una certa esperienza.

L’ultima opzione che dovrai considerare è quella del trading passivo – il cosiddetto trading automatico. Ciò significa che non sarai tu a stabilire gli investimenti, ma un’intelligenza artificiale in base a parametri preimpostati da te. L’esempio è quello del sistema di Copy Trading di eToro e del broker Naga.

Leggi anche la nostra guida su come funziona il trading automatico

Dove fare trading

Dove investire nel trading online

Ogni broker ti permette di fare trading online su diversi asset, ovvero differenti categorie di strumenti finanziari. Ognuno prevede caratteristiche particolari e un rischio variabile.

Alcuni strumenti sono adatti a investimenti nel breve termine, mentre altri possono essere più utili se vuoi impostare una strategia a medio e lungo termine, grazie alla presenza di rendite e di dividendi.

Ecco quali sono i principali asset su cui investire anche se sei alle prime esperienze:

  • azioni;
  • ETF;
  • metalli preziosi;
  • Forex trading;
  • criptovalute.

La scelta dell’asset deve avvenire in base al tuo profilo di investitore in modo da diversificare il portafoglio titoli e mantenerlo equilibrato.

Azioni

Le azioni sono strumenti finanziari attraverso cui potrai acquisire una quota di capitale all’interno di una società quotata in borsa. Potrai fare trading DMA con un acquisto reale dell’asset sottostante, oppure utilizzare i CFD.

Leggi anche la nostra guida su come comprare azioni

In base alla tua strategia di trading, puoi puntare su asset con maggiori volumi di scambio, come Amazon, Microsoft, Tesla ed Apple, appartenenti al settore tecnologico, oppure su titoli utili per la presenza di rendimenti elevati, come Intesa Sanpaolo, Leonardo oppure Eni.

Se vuoi valutare diverse tipologie di asset su cui investire, leggi la nostra guida sulle migliori azioni del 2023

ETF

Gli Exchange Traded Fund sono particolari categorie di fondi di investimento indicizzati. Ciò significa che il loro andamento replica quello di un fondo sottostante o di un indice.

Il vantaggio è che la quotazione dell’ETF è connessa alla media dei titoli al suo interno. Ciò ti garantisce un possibile rendimento, anche nei momenti di maggiore crisi o di instabilità economica.

Leggi la nostra guida sugli ETF

Metalli preziosi

Investire in oro e diamanti

Oro, argento, platino e diamanti, sono alcuni degli asset che rientrano nelle categorie dei metalli preziosi e, in particolare, in quelli delle materie prime.

Sono definiti anche beni rifugio dato che la loro quotazione ha un comportamento spesso differente rispetto a quella dei mercati azionari, con un suo incremento nei momenti di crisi economica. Per esempio, negli ultimi cinque anni l’oro è cresciuto con una media del 3,5%, mentre i diamanti del 4,5%.

Potrai investire acquistando il bene reale, quindi lingotti d’oro, d’argento oppure un certo numero di diamanti. L’altra alternativa, per i metalli preziosi, è quella di investire su un ETC (una sorta di ETF) o sui relativi future.

Leggi la nostra analisi sulla quotazione dell’oro

Forex Trading

Altra opportunità è quella legata al Forex trading, ovvero il mercato delle valute. Viene definito anche come una piazza OTC, Over the Counter, dato che non è presente una sede fisica in una precisa borsa, ma gli scambi avvengono attraverso specifiche piattaforme.

Il Forex è il mercato più grande al mondo per liquidità. Ciò determina la necessità di avere strumenti competitivi per investire, un’esperienza minima, oltre a utilizzare capitali elevati.

Criptovalute

Infine, tra gli asset su cui puoi investire vi sono le criptovalute, quali Bitcoin ed Ethereum. Oggi sono presenti quasi 5.000 crypto, oltre a un numero elevato di strumenti finanziari collegati, come gli NFT.

Le crypto sono asset ad alta volatilità sui cui puoi investire acquistando il controvalore reale, attraverso il cambio delle monete FIAT, oppure utilizzando il trading CFD.

Se vuoi scoprire quali siano le valute digitali su cui investire oggi, leggi la nostra recensione sulle criptovalute che esploderanno nel 2023

Quanto costa il trading online

costi nel trading online

Un altro parametro da valutare quando ti avvicini al trading online sono i costi. Infatti, quando investi in un asset, devi considerare la presenza di una serie di spese che si applicano sull’operatività e variano in base ai diversi asset.

Ecco cosa considerare:

  • apertura conto;
  • commissioni per il deposito dei fondi;
  • commissioni per i prelievi;
  • spread;
  • commissioni di operatività;
  • penalità per inattività;
  • tassazione sul trading.

I broker di trading prevedono costi competitivi e molto bassi, al fine di favorire l’operatività degli utenti. Inoltre, non è previsto un canone mensile per l’utilizzo della piattaforma, mentre in base alla tipologia di asset si applicherà una commissione o lo spread. Tuttavia, alcuni broker prevedono una penale nel caso in cui lasci il tuo conto di trading inattivo per 12 mesi.

Tasse sul trading Online

Tra le spese da sostenere, devi considerare anche le tasse che si applicano sul trading. Ciò che verrà soggetto ad aliquota fiscale sono gli utili, ovvero il surplus economico che otterrai dalla chiusura di una posizione.

La presenza di una plusvalenza dovrà essere inserita nell’apposito quadro RT della dichiarazione dei redditi a fine anno, applicando sull’importo ottenuto una tassazione pari al 26%.

Se vuoi approfondire questo argomento, leggi la nostra guida sulla tassazione nel trading

Trading online: domande frequenti

Quanto si guadagna nel trading online?

Il guadagno del trading online è strettamente legato a diversi fattori, dalla tipologia di asset su cui investi all’importo che decidi di utilizzare.

Perché imparare a fare trading online?

Il trading online ti permette di investire in piena autonomia e su un numero ampio di asset, con costi ridotti e direttamente da casa.

Qual è la migliore piattaforma di trading online?

Sono diverse le piattaforme considerati affidabili e sicure. Potrai scoprirle leggendo il nostro articolo sul trading online.

eToro è una piattaforma multi-asset che offre sia l’investimento in azioni e criptovalute, sia il trading di CFD.
Si prega di notare che i CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L\81% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se hai capito come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre l’alto rischio di perdere i tuoi soldi.

La performance passata non è un’indicazione dei risultati futuri. La storia di trading presentata è inferiore a 5 anni completi e potrebbe non essere sufficiente come base per la decisione di investimento. Il copy trading è un servizio di gestione del portafoglio, fornito da eToro (Europe) Ltd., che è autorizzato e regolamentato dalla Cyprus Securities and Exchange Commission.

Gli investimenti in criptoasset sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi UE. Nessuna protezione per i consumatori. Possono essere applicate imposte sui profitti. Il tuo capitale è a rischio.
eToro USA LLC non offre CFD e non rilascia alcuna dichiarazione e non si assume alcuna responsabilità per quanto riguarda l’accuratezza o la completezza del contenuto di questa pubblicazione, che è stata preparata dal nostro partner utilizzando informazioni pubbliche non specifiche di eToro.

Achille Bellelli

Imprenditore tech e investitore indipendente, esperto in criptovalute e strumenti di trading speculativo. Scrive per FinanzaDigitale e altri magazine economici.

Lascia un commento

Altri Articoli Su Finanza Digitale