Conti > Migliori Banche Trading

Migliori banche per trading e investimenti in Italia

Le banche per investire sono istituti di credito che ti permettono di accedere non solo a un conto corrente, ma anche a una piattaforma di trading. Scopri quali sono quelle considerate migliori in Italia.

+ Perché fidarti di Finanza Digitale
×

In Finanza Digitale, ci impegniamo per offrirti analisi finanziarie imparziali e affidabili. Pur ricevendo compensi attraverso affiliazioni, la nostra integrità editoriale rimane il nostro pilastro: le nostre classifiche e recensioni sono frutto di rigorose analisi e indipendenza. La tua fiducia è la nostra missione.

Aggiornato il:

Tempo lettura:
12 min
+ Fidati di Noi
×

In Finanza Digitale, ci impegniamo per offrirti analisi finanziarie imparziali e affidabili. Pur ricevendo compensi attraverso affiliazioni, la nostra integrità editoriale rimane il nostro pilastro: le nostre classifiche e recensioni sono frutto di rigorose analisi e indipendenza. La tua fiducia è la nostra missione.

Aggiornato il:

Tempo lettura:
12 min

Oggi, per fare trading online, sono sufficienti tre elementi: un dispositivo digitale, una linea Internet e un intermediario finanziario, come un broker o una banca per investire. L’universo dei broker è davvero vasto: non a caso, abbiamo stilato una classifica delle migliori piattaforme online per il 2024.

Di seguito ci soffermeremo sulle migliori banche per il trading online. Sono sempre di più gli istituti di credito che ti permettono di accedere a diversi servizi di investimento dal tuo conto corrente, con interfacce professionali e che possono essere considerate come una reale alternativa a quelle di un broker.

Finanza Digitale ha messo a confronto cinque banche, analizzando le commissioni, le caratteristiche delle piattaforme e la tipologia di asset su cui investire. In questo modo potrai valutare quali sono i vantaggi di utilizzare un conto di trading e le differenze con i broker.

Miglior banca per fare trading online: confronto

Disclaimer FinanzaDigitale seleziona le migliori soluzioni sul mercato in maniera indipendente. Se apri un conto passando da un nostro link, potremmo ricevere una commissione.
|
Aggiornato al: 13 Aprile 2024
Banca più scelta1.
4.5/5
Fineco Trading
  • Miglior banca per il trading
  • Commissioni agevolate Under 30
  • Regime fiscale amministrato
100 ordini gratis con codice OM100AF
Canone mensile
Zero
Investire comporta dei rischi
Iscrizione all'Albo Banca d'Italia N. 3015
26+ mercati globali
48.884 recensioni su
2.
5/5
SelfyConto
  • Bonifici, utenze, F24, MAV, Ricariche telefoniche gratis
  • Prestiti, finanziamenti, assicurazione via app
  • Trading su App
5% annuo lordo sulle somme vincolate a 6 mesi
Canone mensile
Gratis
1° anno o Under 30
Vai al sito senza impegno
Bonifici gratis e illimitati
Prelievi gratis in area Euro
4.133 recensioni su
Leggi tutto
3.
4.5/5
Conto corrente Arancio
  • Canone Zero a vita
  • Conto deposito 5% per 12 mesi
  • Conto personale o cointestato
Zero spese per 12 mesi
Canone mensile
Gratis
Aprilo con SPID
Vai al sito senza impegno
Bonifici gratis e illimitati
Prelievi in Italia 0,95€
4.439 recensioni su
Leggi tutto
4.
4/5
DEGIRO
  • Piattaforma per trader e cassettisti
  • Commissioni fisse competitive
  • Lista ETF a 0 commissioni
  • Modello precompilato per la dichiarazione dei redditi
Deposito Minimo
0,10 €
Investire comporta dei rischi
Iscrizione all'Albo banca d’Italia N. 21986
50+ borse mondiali
840 recensioni su
5.
4/5
Trade Republic
  • Investimenti a partire da 1€
  • Piani di accumulo a lungo termine
  • Commissione fissa 1€
  • App di trading ottimizzata per mobile
4% annuo di interessi sul saldo
Deposito Minimo
10 €
Investire comporta dei rischi
Licenza BaFin
21.500+ strumenti finanziari
16.046 recensioni su

Le banche per investire online sono istituti di credito retail in cui si combinano:

  • conto online;
  • piattaforma di trading collegata.

Vengono definiti spesso come conti multicanale o conti di trading, dato che avrai accesso a un insieme di funzionalità bancarie come bonifici, bancomat, carte di credito o prepagate, a cui si aggiunge una serie di servizi opzionali. Tra questi, vi è la possibilità di accedere a piattaforme di trading professionali.

Nella pratica, avrai l’opportunità di operare sulle principali Borse europee, oppure sulle piazze internazionali utilizzando interfacce evolute e con tutti gli strumenti avanzati. Un sistema in cui si combina la sicurezza di una banca riconosciuta e aderente al Fondo Interbancario per i Depositi, con l’opportunità di investire in autonomia i tuoi risparmi.

Leggi anche: Migliori banche online 2024: classifica Paese per Paese

Quale banca scegliere per investire online in Italia?

Banche per investire

Alcune banche per fare trading nascono come realtà retail. Altre hanno integrato nel tempo i servizi finanziari, creando piattaforme web veloci e innovative. In altri casi potrai operare direttamente dall’app del tuo cellulare, acquistando e vendendo asset con pochi click.

Il numero di conti correnti per il trading è in continua evoluzione. In questo contesto, per identificare quale possa essere quello migliore per investire, abbiamo preso come riferimento alcuni parametri: le commissioni, la tipologia di piattaforme presenti, il numero di asset e i servizi collegati.

Ecco quali sono le cinque banche per fare trading nel 2024 in Italia da prendere in considerazione:

  1. Fineco Bank;
  2. Banca Sella;
  3. SelfyConto di Banca Mediolanum;
  4. DEGIRO;
  5. Banca Widiba.

Fineco: migliore piattaforma di trading

Nata come banca retail nel 1999, Fineco è stato tra i primi istituti di credito in Italia a permettere, già nel 2004, di investire in piena autonomia attraverso il conto corrente online, attivando il servizio Fineco Trading.

Oggi puoi operare su 26 borse mondiali, su più di 20.000 asset, dalle azioni italiane alle obbligazioni, dai derivati agli ETF, con strumenti professionali e con commissioni a scalare in base al volume di operatività mensile.

Fineco Bank ha un conto trading apposito e gratuito, svincolato dal conto corrente bancario e senza costi di custodia.

Inoltre, può rientrare nella classifica dei migliori conti per fare trading in Italia anche grazie allo sviluppo di due piattaforme:

  1. Fineco Powerdesk: versione desktop
  2. FinecoX: nuova versione webtrader.
Fineco Trading

Ambedue le piattaforme nascono dalla volontà di combinare la tecnologia con la finanza al fine di creare interfacce accessibili a tutte le tipologie di trader: principianti, avanzati e professionisti. Prevedono l’aggiornamento in tempo reale delle quotazioni e dei grafici, con sistemi di analisi tecnica e notizie sui principali mercati finanziari.

Inoltre, sono completamente personalizzabili, dato che ti permettono di creare un’interfaccia adatta alle tue esigenze di operatività, rendendo intuitiva e veloce l’immissione degli ordini.

Infine, scegliere Fineco può essere utile anche se vuoi investire in obbligazioni, sia con l’acquisto reale, sia attraverso i derivati, grazie alla sezione Bond Center in cui puoi effettuare la compravendita diretta, oltre alla possibilità di avere una serie di informazioni utili per valutare le diverse tipologie di bond.

Se vuoi scoprire tutte le caratteristiche delle piattaforme Powerdesk e FinecoX, leggi la nostra guida su Fineco Trading.

SelfyConto Banca Mediolanum: conto e app di trading

SelfyConto di Banca Mediolanum è una conto online adatto a un target diversificato di soggetti – in particolare ai giovani. Infatti, se hai meno di 30 anni avrai l’azzeramento del canone, per tutto il tempo, fino al superamento dell’età, oltre alla possibilità di ottenere una riduzione sulle commissioni di operatività.

Per accedere al servizio di trading ti basterà accedere, attraverso l’app o la versione web, al menu di SelfyConto e selezionare la funzionalità del trading online.

Conto di trading Mediolanum

Ecco quali sono alcune delle sue caratteristiche:

  • quotazione del mercato italiano, oltre che principali borse europee e americane;
  • aggiornamento in tempo reale;
  • grafici interattivi con confronto diretto;
  • analisi tecniche e news;
  • book a 5 livelli per una profonda visione del mercato;
  • creazione di elenco preferiti;
  • ordinamento dei titoli in base al loro andamento giornaliero.

Inoltre, hai accesso anche una serie di strumenti professionali, come il trading automatico con ordini condizionati, stop loss e take profit. In questo modo, hai la possibilità di immettere più ordini in contemporanea, senza dover controllare quando vendere un asset, oppure chiudere una posizione in caso di valutazione erronea.

Se vuoi scoprire tutti i vantaggi del conto di trading Mediolanum, leggi la nostra recensione su SelfyConto

DEGIRO: broker con licenza bancaria

DEGIRO è un broker di trading olandese, oggi ai primi posti della classifica delle piattaforme per investire più utilizzate in Europa, con oltre 350.000 trader attivi e più di 90 premi vinti. Può essere inserito tra le migliori banche per fare trading online, dato che nel 2021 la società DEGIRO BV si è fusa con FlatexDEGIRO Bank AG, andando a creare uno dei più grandi servizi di broker online con una propria licenza bancaria.

La mission di DEGIRO è quella di offrire ai suoi utenti l’accesso ai principali mercati europei e internazionali, con strumenti professionali e costi competitivi. Infatti, puoi utilizzare due tipologie di piattaforme:

  1. versione mobile;
  2. webtrader.
Trading con DEGIRO

Ambedue sono personalizzabili, con aggiornamento in tempo reale, strumenti di analisi, possibilità di creare un elenco preferiti e un book di inserimento degli ordini intuivo e veloce. Caratteristiche che le rendono adatte ai trader principianti, esperti o avanzati.

Le commissioni sono variabili in base alla tipologia di strumento finanziario e ai mercati su cui investire, ma in media molto convenienti. Infine, scegliere questa piattaforma può essere utile se vuoi diversificare il tuo portafoglio investendo nei bond dei principali mercati europei, come Belgio, Francia, Germania, Olanda e Portogallo.

Se vuoi conoscere tutte le caratteristiche di questo broker con licenza bancaria, leggi la nostra recensione completa su DEGIRO.

Banca Sella

Banca Sella prevede un conto multicanale online, con due piani di abbonamento, Start e Premium, con cui potrai accedere a un servizio di trading online senza costi aggiuntivi.  

Puoi investire su tutti i principali mercati europei e internazionali in azioni, obbligazioni, ETF, derivati e materia prime. Inoltre, avrai accesso a tre diverse piattaforme:

  1. Sella Trader: è la versione mobile attraverso cui puoi investire dal tuo smartphone;
  2. Sella XTrading: versione webtrader disponibile per tutti i dispositivi;
  3. Sella Extreme: piattaforma desktop.
Migliori banche per trading sella

Ogni interfaccia è creata per adattarsi al tuo stile di trading, sia se ti avvicini per la prima volta al mercato come neofita, sia se hai esperienza e necessiti di un’interfaccia completamente personalizzabile e con tutti gli strumenti professionali, come nella versione Sella Extreme.

Uno degli aspetti più vantaggiosi di utilizzare il servizio banca Sella trading è quello di prevedere delle commissioni digressive. Ciò significa che il costo delle transazioni andrà a variare in base al numero di eseguiti effettuati in un mese.

Inoltre, potrai valutare se applicare una commissione fissa, oppure variabile. Nel primo caso, si applica un costo prestabilito in base alla tipologia di asset finanziario. Nel secondo, invece, si calcolerà una percentuale in rapporto al valore dell’operazione.

Conto corrente trading: Widiba

Logo Banca Widiba

Banca Widiba è un conto online, nato come progetto del Gruppo Monte dei Paschi di Siena, per offrire un servizio retail attraverso un’app bancaria e la possibilità di investire il tuo denaro in modo autonomo.

In questa prospettiva hai accesso a un conto corrente remunerato che ti permette di ottenere un interesse attivo sui soldi in giacenza, oltre a un servizio di conto deposito e di trading online.

Attraverso la pratica app, puoi attivare in ogni momento la funzionalità di trading senza costi aggiuntivi e operare su 22 piazze in tutto il mondo, investendo su:

  • azioni;
  • obbligazioni;
  • ETF;
  • Certificates;
  • Covered Warrant.

La piattaforma si aggiorna in tempo reale, con grafici interattivi e la possibilità di personalizzarli, inserendo una serie di indicatori. Inoltre, potrai creare una lista preferiti, aggiungere alert per i cambiamenti di prezzo, impostare gli stop loss e i take profit su un ordine. Le commissioni sono competitive, dato che si applicherà una percentuale sul volume di operatività, con un costo minimo e uno massimo in base alla tipologia di asset.

Leggi anche la nostra recensione sul conto Widiba

Miglior banca per investire vs broker di trading

migliori banche per trading vs broker

Le migliori banche di trading in Italia offrono interfacce professionali e, al contempo, la possibilità di accedere a un vasto numero di asset e con diverse strategie.

A questo punto potrebbe nascere spontanea la domanda su quale intermediario scegliere tra una banca per investire o un broker di trading online. Infatti, ambedue svolgono questa funzione, ma prevedono diverse differenze sia dal punto di vista delle finalità di investimento, sia per quanto riguarda l’aspetto tecnologico.

Ecco alcuni fattori da considerare:

  • finalità e autorizzazioni;
  • apertura conto trading;
  • costi;
  • piattaforme;
  • asset.

Finalità e autorizzazioni

Il broker di trading è una società privata che ha il fine di svolgere, principalmente, una funzione di intermediazione finanziaria. Ciò vuol dire che ti offre quegli strumenti tecnologici necessari per accedere ai principali mercati online.

Invece, una banca è un ente privato che prevede l’accesso a diversi servizi:

  • bancari: conto corrente e carte di pagamento;
  • accesso al credito: prestiti e mutui;
  • risparmio: funzionalità per gestire il tuo bilancio familiare;
  • consulenza: supporto di un consulente finanziario e patrimoniale;
  • trading online: operare sui principali mercati.

Dal punto di vista della sicurezza, entrambi prevedono un’autorizzazione da parte di organi di controllo. Per gli istituti di credito si fa riferimento a una licenza bancaria rilasciata dalla Banca d’Italia e alla BCE, mentre per i broker non è prevista una licenza simile, tranne che per DEGIRO. Per operare è necessaria l’autorizzazione dalle autorità finanziarie dei singoli Paesi, come la Consob italiana, la FCA inglese, il CySEC cipriota e la BaFin tedesca.

Apertura conto trading

Tutti e due gli strumenti finanziari prevedono l’apertura di un conto trading direttamente online. Per i broker, una volta verificato l’account ed effettuato il primo versamento, sarà possibile operare subito.

Invece, la procedura è più lunga per le banche di investimento. Infatti, dovrai prima aprire un conto corrente online. Una volta approvata la richiesta dalla banca, potrai accedere ai diversi servizi di investimento e scegliere di attivare quello di trading.

Costi e Commissioni

Costi e commissioni trading

Dal punto di vista delle commissioni e dei costi si notano profonde differenze. In particolare, le banche prevedono una spesa maggiore per quelle di base e di operatività.

Infatti, in alcuni casi, è presente un costo per il canone del conto online, non previsto per i broker di trading. Inoltre, per quanto riguarda la compravendita degli asset, la spesa di operatività è superiore, dato che spesso vi è una commissione fissa. I broker, invece, applicano quasi sempre uno spread o, in caso di utilizzo di una commissione, questa è variabile.

Piattaforme

Il confronto dal punto di vista tecnologico oggi è quasi equivalente. Infatti, se vai a considerare le versioni webtrader e quelle mobile, gli strumenti sono tecnologicamente simili. Tuttavia, i broker offrono un maggior numero di impostazioni di personalizzazione e l’accesso a sistemi innovativi per permettere, anche ai meno esperti, di investire sin da subito. Basta citare l’esempio delle piattaforme demo, non presenti nelle versioni bancarie, oppure dei servizi di trading automatico.

Tipologia di asset

Infine, una differenza sostanziale vi è anche nella tipologia di asset. Rispetto alle piattaforme bancarie per investire, i broker prevedono l’accesso a un maggior numero di strumenti e di titoli.

Per esempio, puoi operare con il trading Forex, non previsto nella maggior parte delle banche di investimento, oppure nel settore delle criptovalute. A questo si aggiunge anche l’utilizzo di alcune tipologie di derivati, come i CFD (Contract for difference).

Migliori banche trading online: tassazione

Tasse nel trading

In base al regime fiscale italiano, il capital gain ottenuto dal trading online deve essere tassato con un’aliquota fiscale pari al 26% per le azioni, gli ETF e le crypto. Invece, per gli investimenti sui BTP si applica una percentuale del 12,5%.

Per adempiere alle tasse sul trading, puoi optare per due modalità:

  1. regime amministrato;
  2. regime dichiarativo.

Il regime amministrato prevede l’applicazione delle aliquote fiscali nel momento in cui si viene a generare il guadagno dalla vendita di un asset o per gli eventuali dividendi. Ciò significa che sarà l’intermediario, in questo caso la banca, a svolgere la funzione di sostituto d’imposta, applicando la relativa tassazione in base alla tipologia di asset. Quindi otterrai il capital gain netto sul tuo conto.

Invece, con il sistema dichiarativo dovrai essere tu a inserire, all’interno della dichiarazione dei redditi a fine anno, le plusvalenze ottenute con il trading e le minusvalenze, compilando l’apposito quadro RW.

Gli intermediari italiani, come le banche, svolgono il ruolo di sostituto d’imposta e, come tale, potrai utilizzare il regime amministrato al fine di regolarizzare la tua posizione tassativa. Un discorso diverso riguarda i broker: la maggior parte non prevede questa forma di regime fiscale, ma solo quello dichiarativo. Tuttavia, per semplificare il calcolo delle plusvalenze e delle minusvalenze, a fine anno, avrai accesso a un report con tutte le operazioni di trading eseguite.

Leggi la nostra guida su tasse e trading

Migliori banche trading – Domande frequenti

Dove conviene fare trading?

Puoi valutare di fare trading scegliendo una delle migliori banche online oppure un broker: valuta quali sono le differenze nella nostra guida.

Quante tasse si pagano sul trading?

L’ordinamento fiscale italiano prevede una tassazione sul trading pari al 26% per le azioni, gli ETF e le criptovalute, mentre sarà del 12,5% per i BTP.

Argomenti:

Altri articoli sull'argomento Classifiche

Esperto di finanza digitale e lavoro.

Una lunga esperienza come consulente d'azienda, business analyst e formatore. Collaboro con FinanzaDigitale portando contenuti di vario genere.

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche: