Investire in diamanti: conviene oggi?

Dopo il crollo della produzione dei diamanti dell’11% del 2020, il 2021 si è chiuso con un 21% in attivo, una crescita che si prospetta anche per l’anno in corso. È il momento di investire? Scoprilo nella nostra guida

Investire in diamanti oggi

Conviene investire in diamanti? È un quesito che potresti esserti posto dato che, a causa del Covid-19 e dell’aumento del tasso di inflazione, il settore del lusso ha perso oltre il 22%. Però in questo comparto si evidenzia una realtà in controtendenza: il mercato dei diamanti.

Dopo il crollo della produzione nel 2020, il 2021 si è prospettato con nuovi record storici e una crescita costante, ritornando ai livelli pre-pandemia, confermati anche per il nuovo anno. Dati che hanno portato i trader e gli investitori a porre interesse sulle pietre preziose, valutate come beni rifugio alla stregua dell’oro.

Questo settore oggi può essere considerato una valida alternativa per investire soldi e guadagnare senza rischiare, anche in una fase di crisi economica. In questo contesto, diventa essenziale conoscere come funziona il mercato dei diamanti e qual è la loro quotazione odierna, oltre alle opportunità per comprarli e investire su di essi. Ecco cosa sapere.


Perché investire in diamanti oggi

L’andamento delle borse odierne è incerto. Gli Stati Uniti sono entrati in recessione tecnica, l’Europa combatte con un’inflazione dilagante e le previsioni per il 2022 sono altalenanti. Basta considerare che, anche settori come le criptovalute e lo stesso oro, considerati anti-inflazione, hanno comunque subito una fase di contrazione.

Un contesto che non si prospetta promettente per investire. Tuttavia, nel caso dei diamanti, l’andamento è positivo. Come indicato dal Global Diamond Industry report 2021-2022, un resoconto rilasciato dalla Bain & Company, il 2020 si è concluso con un minimo storico della produzione.

Si sono raggiunti 108 miliardi di dollari con un -11% rispetto al 2019, anno che a sua volta vedeva una perdita del 9% della quota storica raggiunta nel 2018, pari a 147 miliardi di dollari di pietre.

Andamento diamanti

L’andamento del 2021 è diverso. L’anno è iniziato a rilento, ma ben presto i dati sulla produzione sono cambiati con una cresciuta in tutti i settori:

  • produzione diamanti grezzi: +62%;
  • taglio e lucidatura: +55%;
  • vendita diamanti e gioielli: +29%.

Se rapporti questi dati all’anno precedente si è avuto un incremento nei singoli settori, rispettivamente del 13%, del 16% e dell’11%. Anche la produzione dei diamanti è aumentata, raggiungendo quota 127 miliardi di dollari.

Se vai a confrontare i dati degli ultimi 5 anni la media di crescita delle pietre preziose è pari al 5%. Questi dati dimostrano che il mercato dei diamanti può essere una valida alternativa all’acquisto dell’oro, se sei alla ricerca di un asset-anti inflazione. Vediamo il perché.

Investire in diamanti o in oro?

investimento in diamanti

Cosa vale di più, l’oro o i diamanti? È un quesito che forse ti sarai posto diverse volte. Sono due beni limitati sulla terra e come tali hanno un valore che tende a crescere nel tempo.

Oggi un’oncia d’oro vale circa 1.789,7€. Nel caso dei diamanti, il prezzo varia in base a diversi fattori. In linea di massima, 1 carato parte da un minimo di 20€ e arriva a un massimo di 8.000€.

Se vai a confrontare la curva di rendimento tra l’oro e diamanti, il metallo prezioso ha ottenuto negli ultimi 5 anni una crescita media del 2,5%. Nel caso dei diamanti questa, oggi, si attesta sul 5% annuo.

Inoltre, il mercato dell’oro ha subito in un certo qual modo l’incertezza delle borse. Basta considerare che, dopo aver raggiunto quota 2.000€, oggi è al di sotto di questa resistenza.

Andamento prezzo diamanti

Al contrario, il mercato dei diamanti non sembra risentire della fase di crisi. Certo, durante il lockdown si è avuta una contrazione della produzione, scesa nel 2020 a soli 111 milioni di carati all’anno.

Inoltre, le limitazioni collegate all’emergenza sanitaria hanno inciso molto sul comparto, anche se ad essere colpito per lo più è stato il settore delle vendite e non quello della produzione.

Anzi, il prezzo dei diamanti è cresciuto ancora sia per quelli di investimento, sia per il settore dell’usato, con un incremento del 21%. Infatti, rispetto all’oro, la quotazione delle pietre preziose è collegata a un unico listino, il Rapaport Diamond Report, che stabilisce la loro quotazione.


Come investire in diamanti oggi

Come investire in diamanti oggi

Cosa valutare il momento in cui è meglio investire in diamanti? La quotazione dei diamanti varia in base a una serie di fattori che vanno ad incidere sul prezzo finale di una pietra.

Ad esempio, come nel caso dell’oro a 18k, che avrà un valore diverso rispetto a quello a 24K, nei diamanti la situazione è simile, anche se più complessa.

Infatti, potrai avere due gemme identiche di peso o di forma, ma con un prezzo differente. Per investire nei diamanti in modo sicuro sarà quindi indispensabile considerare i seguenti fattori:

  • tipologia di diamanti;
  • quotazione dei diamanti;
  • scegliere come investire nei diamanti.

Investire in diamanti: la tipologia

Tipologia di dimanti

Oggi esistono diverse tipologie di diamanti, ma che possono essere raggruppatein due categorie:

  1. diamanti da investimento;
  2. usati.

Se vuoi ottenere una possibile rendita futura acquistando delle pietre preziose, dovrai far riferimento a quelli che vengono definiti diamanti di investimento o anche diamanti blister.

La loro principale caratteristica è di essere disponibili in carati standard, realizzati al fine di avere un prezzo determinato. In questo modo avrai la possibilità di monetizzare in breve tempo un diamante, vendendolo, oppure acquistando un certo numero di pietre se vuoi rafforzare la tua posizione.

I diamanti usati sono invece quelli ricavati da oggetti, oppure presenti nei gioielli. Avranno un peso variabile. Ciò vale anche per il loro taglio e le forme, dato che la pietra sarà adattata all’oggetto che deve arricchire.


Quanto rende investire in diamanti: la quotazione

Quotazione diamanti 2

Altro aspetto da considerare è come viene determinata la quotazione di un diamante. Un sistema che è abbastanza recente, dato che è nato alla fine del 1800. Infatti, nel 1830 fu inserita l’unita di misura dei carati, corrispondente a 0,20 grammi, oltre alla creazione di un sistema che permettesse di identificare il prezzo di un diamante in modo preciso.

Questa idea è stata sviluppata pochi anni dopo da un gemmologo del GIA (Gemological Institute of America) creando il Rapaport Diamond Report. È un documento in base al quale, ogni settimana, dalla Banca dei diamanti di Anversa, viene stabilito il prezzo di ogni pietra preziosa in rapporto a una serie di caratteristiche.

Caratteristiche dei diamanti

Se vuoi scoprire quali sono tutti i parametri utilizzati per definire il prezzo dei diamanti, ti invitiamo a leggere la nostra guida completa sulla quotazione dei diamanti. Di seguito andiamo ad analizzare alcuni fattori come quelli definiti delle 4 C:

  • carato (carat);
  • colore (color);
  • taglio (cut);
  • purezza (clarity).

Il carato è l’unità di misura creata nel 1830 e che corrisponde a 0,20 grammi. Viene utilizzata per indicare il peso di un diamante e di conseguenza la relativa grandezza dello stesso. In linea di massima, più alto è il numero dei carati e maggiore dovrebbe essere il valore di una pietra. Il prezzo però aumenterà anche per altri fattori.

In particolare, si considera l’effetto luminoso. Questo porta al secondo parametro indicato: la colorazione della pietra. I diamanti che hanno un valore maggiore sono quelli incolori, o con una leggera sfumatura giallognola. Invece, i meno costosi hanno una luminosità tendente al bluastro e al verde e, in alcuni casi, al nero.

Altri due fattori che incidono sul prezzo sono il taglio e la purezza. Con il primo termine si considera l’intervento dell’uomo nel dare forma a una specifica pietra e quindi trasformarla da grezza a un diamante lucido. Nel secondo caso, devi valutare se al suo interno sono presenti delle imperfezioni.


Dove si comprano i diamanti da investimento

Dove comprare diamanti

Come fare a compare con sicurezza un diamante da investimento? Oggi, potrai acquistare pietre preziose in tre modi:

  1. acquisto fisico;
  2. banche;
  3. direttamente online.

Nel primo caso potrai rivolgerti a un negozio di Compro Oro o a un gioielliere specializzato nella vendita dei diamanti. Inoltre, avrai la possibilità di utilizzare anche una delle migliori banche di investimento.

L’operazione di acquisto di diamanti fisici non è semplice, anche se grazie al web potrai farlo direttamente dal tuo computer e mantenendo i diamanti in caveaux sicuri offerti dalle singole piattaforme.

Ciò è dovuto ai numerosi parametri che dovrai valutare. Per facilitare questa operazione, i diamanti di investimento prevedono dei documenti definiti certificazioni. Queste vengono emesse dagli istituti di gemmologia più importanti del mondo come:

  • Alto Consiglio dei Diamanti di Anversa (H.R.D.);
  • Gemological Institute of America (G.I.A.);
  • International Gemological Institute di Anversa (I.G.I.);
  • Gemological Education Certification Institute (G.E.C.I.).

All’interno di questo documento troverai tutte le informazioni per identificare le sue caratteristiche. Ecco quelle principali:

  1. tipologia di diamante;
  2. numero di carati;
  3. taglio;
  4. presenza di imperfezioni;
  5. indicazione del colore del diamante;
  6. brillantezza;
  7. fluorescenza;
  8. provenienza;
  9. valore della pietra.

Quanto costa un diamante da investimento oggi?

ColorePurezzaCt 0,30-0,29Ct 0,40-0,49Ct 0,50-0,59Ct 0,70-0,89Ct 0,90-0,99
DIF5.950€7.140€11.00014.570€21.250€
DVVS14.610€5.650€8.62011.300€18.730€
EIF4.610€5.800€8.470€11.300€18.730€
EVVS14.310€5.350€7.880€10.560€17.240€
FIF4.460€5.350€7.430€10.410€17.090€
FVVS14.170€5.060€7.140€9.810€15.460€
GIF4.170€4.910€6.840€9.370€15.460€
GVVS13.870€4.610€6.540€8.770€12.930€
HIF3.870€4.460€6.390€8.470€12.930€
HVVS13.720€4.310€6.250€8.470€11.740€

Grazie alla certificazione, è possibile avere un’indicazione di base del valore delle pietre di investimento in blister. Siamo andati a considerare i tagli più utilizzati, prendendo come  riferimento la scala GIA di colore, e in particolare l’intervallo dalla lettera D a quella H, e quella della purezza. Ovviamente da questa lettera in poi, la quotazione andrà a scendere drasticamente.

Come investire in diamanti con il trading online

Trading sui diamanti

Potrai investire in diamanti oggi online anche senza comprare direttamente il prodotto fisico, ma operando con una delle migliori piattaforme di trading.

Avrai una doppia opportunità:

  1. acquistare azioni collegate a società di diamanti;
  2. investire in ETF sulle commodities.

Nel primo caso, potrai operare direttamente sulle società minerarie specializzate nell’estrazione di pietre preziose. Ad esempio, tra le azioni interessanti per il 2022,puoi considerare quelle delle Petra Diamonds Ltd. Una società di estrazione mineraria quotata sul mercato britannico, con un prezzo che oggi ha un valore del 50% rispetto all’anno precedente.

L’altra opportunità è quella di operare sui migliori ETF. Gli Exchange Traded Fund sono fondi di investimento indicizzati. Ciò significa che il loro andamento rifletterà quello di un asset sottostante. Inoltre, in quanto fondi, la quotazione verrà stabilita in base al totale dei prezzi di ogni singolo asset.

Questo ti offre una crescita costante e la possibilità di ridurre il rischio con una bassa volatilità. Nel caso degli ETF sui diamanti, sono composti da aziende che lavorano in modo diretto o indiretto con le pietre preziose.

Le tipologie di broker che ti permettono di investire in diamanti in modo sicuro ti offrono tutti gli strumenti necessari per operare sia se hai una conoscenza del mercato, sia se sei alle prime armi.

Ad esempio, potrai disporre di un conto demo, ovvero un sistema simulato attraverso cui potrai riprodurre l’andamento del mercato, ma utilizzando soldi virtuali. Ciò ti permette di iniziare ad apprendere il funzionamento della piattaforma, oltre ad elaborare la tua strategia di trading senza perdere soldi reali.

Conviene investire in diamanti oggi? Pro e contro

Vantaggi di investire in diamanti

Oggi investire in diamanti è considerata una valida alternativa rispetto ad altre commodities, come l’argento, il platino, il palladio e ovviamente l’oro.

Infatti, per il 2022 si prospetta un incremento della produzione di pietre preziose a quota 116 milioni di carati, con un valore di oltre 134 miliardi di dollari e una crescita del 20% rispetto alla fase pre-Covid-19.

Per il 2023-2024, le previsioni sul mercato dei diamanti sono ottimistiche, con un incremento ancora maggiore di tutto il comparto. Per alcuni analisti si raggiungerà il record storico del 2018.

Inoltre, il settore si è dimostrato solido, grazie alla presenza di regole certe che definiscono la quotazione e a un utilizzo più limitato delle pietre preziose rispetto all’oro. Ancora oggi, il mercato dei diamanti rimane collegato a poche grandi società, un fattore che ha permesso di stabilizzare il prezzo e, soprattutto, di mantenere alto il rendimento negli anni.

Devi però considerare che investire in diamanti è un’operazione che rientra in una strategia nel medio e lungo termine. Ciò comporta un’allocazione di una certa somma di liquidità del tuo portafoglio, rispetto ad investire in altri asset come le criptovalute o le azioni.

Infine, anche se la compravendita è stata semplificata, grazie alla presenza di piattaforme online, devi ricordare che l’operazione richiede comunque una certa conoscenza dei parametri indicati dal Rapaport Diamond Report e, soprattutto, prevede delle tempistiche maggiori rispetto all’oro. In questa prospettiva, un utile consiglio è quello di mantenerti sempre aggiornato sul tema e di affidarti solo ad esperti del settore.

Investire in diamanti oggi: domande frequenti

Quanto rende investire in diamanti?

Investire in diamanti oggi può essere considerato un’operazione anti-inflazione grazie al fatto che il prezzo delle pietre preziose, nel 2021, è cresciuto del 5%.

Quali sono i diamanti più pregiati?

I diamanti più pregiati vengono indicati attraverso le 4 C, ovvero dei parametri che andranno a definire il numero dei carati, il colore, il taglio (cut) e la purezza (clarity).

Come sta andando il mercato dei diamanti?

Le previsioni del mercato dei diamanti sono ottimistiche, con una ripresa nel 2021 pari al 20% e una crescita anche nell’anno in corso che porterà a un aumento di produzione al livello delle fasi pre-Covid-19.

eToro è una piattaforma multi-asset che offre sia l’investimento in azioni e criptovalute, sia il trading di CFD.
Si prega di notare che i CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 78% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se hai capito come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre l’alto rischio di perdere i tuoi soldi.

La performance passata non è un’indicazione dei risultati futuri. La storia di trading presentata è inferiore a 5 anni completi e potrebbe non essere sufficiente come base per la decisione di investimento. Il copy trading è un servizio di gestione del portafoglio, fornito da eToro (Europe) Ltd., che è autorizzato e regolamentato dalla Cyprus Securities and Exchange Commission.

Gli investimenti in criptoasset sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi UE. Nessuna protezione per i consumatori. Possono essere applicate imposte sui profitti. Il tuo capitale è a rischio.
eToro USA LLC non offre CFD e non rilascia alcuna dichiarazione e non si assume alcuna responsabilità per quanto riguarda l’accuratezza o la completezza del contenuto di questa pubblicazione, che è stata preparata dal nostro partner utilizzando informazioni pubbliche non specifiche di eToro.

Luca Conti

Esperto di mercati finanziari e trader indipendente

Esperto di mercati finanziari e trader indipendente. Collabora con Finanza Digitale curando i contenuti dedicati al trading.

Lascia un commento