Unipol compete con Telepass per i pedaggi autostradali

Termina il monopolio di Telepass sul telepedaggio e fa il suo ingresso la compagnia assicurativa Unipol come alternativa sul mercato

La compagnia assicurativa bolognese Unipol ha annunciato il suo ingresso nel settore del telepedaggio, da 25 anni sotto il monopolio di Telepass s.p.a.

Dal 1997 Telepass consente agli autoveicoli abbonati l’accesso autostradale senza dover subire la coda per pagare il pedaggio, tramite un apposito dispositivo collocato nel veicolo.

Dopo un quarto di secolo, Telepass non sarà la sola società ad offrire questo servizio, dato che anche Unipol, la prima compagnia assicurativa in Italia, ha integrato tra i suoi servizi la possibilità di pagare telematicamente il pedaggio autostradale.

Unipol sfida il monopolio Telepass dopo ben 25 anni, in ottemperanza alla direttiva europea 2019/520 relativa all’interoperabilità dei sistemi di telepedaggio autostradale, recepita dal Governo italiano con il D.Lgs. n. 153 del 5 novembre 2021.

Unipol VS Telepass

Unipol VS Telepass

L’annuncio è arrivato proprio quando Telepass s.p.a. ha comunicato ai suoi abbonati il rincaro del servizio offerto, pari a 22 euro ogni anno.

Unipol, dal canto suo, fa il suo ingresso in questo settore offrendo lo stesso servizio gratuito per i primi 6 mesi e successivamente ad un costo previsto di appena 1 euro al mese.

Un’offerta a costo zero per il primo semestre, ma che a regime corrisponde quasi alla metà del costo dell’abbonamento offerto dalla concorrente Telepass.

UnipolMove: come funziona

unipolmove come funziona

Anche Unipol baserà il funzionamento del pedaggio telematico utilizzando un apposito device denominato UnipolMove, collocabile all’interno del veicolo dell’abbonato, ma ad un costo pressoché dimezzato.

Un ulteriore servizio agli assicurati Unipol che si aggiunge alle possibilità di pagare le multe, il bollo auto, le strisce blu dei parcheggi, la Ztl e fare comodamente rifornimento di carburante.

Un’alternativa sul mercato che fino ad oggi era rappresentata esclusivamente da DKV per quanto riguarda i soli mezzi pesanti.

In un’intervista rilasciata a Il Sole 24 Ore, il Chief Beyond Insurance Officer di UnipolSai, Giacomo Lovati, ha dichiarato:

“Siamo il primo operatore ad aver ottenuto la certificazione con la nuova normativa europea di Servizio di telepedaggio europeo. Così, forti dei nostri 10 milioni di clienti assicurativi auto a cui poter proporre il prodotto, siamo entrati in un mercato dove fino a ieri non c’erano alternative”.

Il nuovo servizio di telepedaggio incrementa i servizi offerti dalla compagnia assicurativa Unipol e si aggiunge al soccorso stradale, ai servizi integrati di manutenzione e riparazione, al noleggio a lungo termine, all’acquisto e alla vendita di mezzi usati tramite apposita piattaforma.

Il servizio UnipolMove è acquistabile presso le agenzie e le succursali della compagnia assicurativa dislocati su tutto il territorio nazionale, ma anche sul sito ufficiale www.unipolmove.it e sull’apposita App di riferimento scaricabile UnipolMove.

UnipolMove consente di associare fino a 2 dispositivi per i contratti da privati e fino a 5 dispositivi per i contratti aziendali business, ma ogni device deve essere collegato ad una singola targa.

È possibile sottoscrivere in caso di necessità sia l’abbonamento a Telepass che l’abbonamento a UnipolMove, tuttavia non è consigliabile installare contemporaneamente sullo stesso veicolo entrambi i dispositivi; si rischierebbe un conflitto tecnico sui device e la possibilità di non funzionare al momento del passaggio al telepedaggio.

Luca Conti

Esperto di mercati finanziari e trader indipendente

Esperto di mercati finanziari e trader indipendente. Collabora con Finanza Digitale curando i contenuti dedicati al trading.

Lascia un commento